WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Sunday May 20th 2018

L’isola che c’è

riporto dai post del forum di Rossana:

http://www.unionesarda.it/unione/2003/18-05-03/ITALIA/ITA01/A01.html

Sardegna, pattumiera radioattiva
Scorie delle centrali: l’Isola in pole position per lo smaltimento

Aspettiamoci la guerra atomica. Perché nei prossimi anni un generale potrebbe portare in Sardegna migliaia di tonnellate di rifiuti radioattivi, prodotti dalle industrie e dalle centrali “spente” dopo il referendum del 1987. Finora lo stoccaggio di questi materiali è avvenuto in discariche blindate, ma considerate ormai non abbastanza sicure per contenere materiali la cui pericolosità può durare fino a 400 mila anni: il premier ha così deciso di costruire un “deposito unico nazionale” a prova di terremoti e di attacchi terroristici. L’incarico di scegliere il sito entro il 15 giugno di quest’anno è stato affidato, con un decreto di Silvio Berlusconi, alla società statale Sogin, presieduta dal generale dell’esercito Carlo Jean e amministrata da Giancarlo Bolognini. Ed è stato proprio Bolognini, di fronte alla commissione bicamerale sui rifiuti, a indicare la Sardegna come possibile destinazione delle micidiali scorie.
Anche Jean è stato chiaro: ha spiegato che i siti ideali sarebbero poligoni militari, tunnel, miniere dismesse, impianti di cui la Sardegna è costellata. Ma non solo. Nell’audizione del 26 febbraio, Bolognini ha così parlato: «Per quanto riguarda il deposito unico nazionale, mi è stato chiesto – dal diessino Donato Piglionica, ndr – perché non si prendano in considerazione le isole. Non ho assistito all’audizione del professor Rubbia – Carlo Rubbia presiede l’Enea, ndr – ma immagino che lui abbia detto che, quando cominciarono gli studi per identificare i siti possibili, le isole furono scartate non perché si pensasse al rischio del trasporto marino, ma per le condizioni geologicamente poco appetibili e perché potevano nascere contestazioni, cosa che è avvenuta in qualche occasione, da parte di Greenpeace o di altre organizzazioni di questo tipo. Oggi – ha proseguito l’amministratore delegato di Sogin – non c’è assolutamente alcun motivo per escludere a priori le isole, soprattutto quelle che hanno caratteristiche geologiche e geotettoniche di stabilità, tanto è vero che, riprendendo l’esame dei parametri tecnici necessari per identificare il sito, questa esclusione non verrà più applicata». Il riferimento è alla Sardegna, visto che la Sicilia, altamente sismica, non è proponibile perché un terremoto potrebbe squarciare la “bara” e provocare una contaminazione nucleare.
Bolognini ha quindi aggiunto che «ci sarà una rivisitazione da parte dei consulenti internazionali che hanno un’esperienza specifica in quanto hanno realizzato siti similari nei loro paesi ed i parametri verranno riconsiderati». Anche questa pista conduce in Sardegna, partendo dal Nord America. Secondo il fisico Jeremy Whitlock, vice presidente della Canadian Nuclear Society, i terreni migliori per conservare le scorie nucleari sono quelli argillosi: vengono sfruttati in Canada e allo stesso modo, spiega lo scienziato in un suo studio, «gli strati argillosi riscaldati naturalmente che si trovano sotto le rocce vulcaniche della Sardegna» offrono lo stesso grado di protezione. Scelta incontestabile: I poligoni di Quirra, Perdasdefogu, Capo Teulada o qualche miniera del Sulcis o del Sassarese. Se il 15 giugno la scelta dovesse cadere sull’Isola, né il sindaco né il presidente della Regione riuscirebbero a opporsi. Con il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 59 del 12-3-2003, Berlusconi ha dichiarato lo stato di emergenza per i rifiuti radioattivi e ha conferito a Carlo Jean poteri speciali degni dello stato di guerra. Il generale, su propria insindacabile decisione, può derogare a ben 21 tra leggi, decreti ministeriali, circolari e contratti di lavoro. Ciò significa, come spiega la rivista “Diritto e ambiente”, che per collocare la “bomba sporca” Carlo Jean sarà libero di violare norme di tutela dell’ambiente, di controllo delle acque, di licenze edilizie e di trasporto su strada, in mare e in ferrovia dei rifiuti pericolosi. Un’invasione di fronte alla quale la poltica sarda potrà solo dire “signorsì signor generale”.
Marco Mostallino

Discussione sul forum:

http://italy.indymedia.org/news/2003/05/286666.php
(altro…)

Il peso politico…

Stanotte probabilmente condizionato dall’indigestione di risultati elettorali assunti dal web e dai media ho avuto come c’era d’aspettarsi un incubo… ve lo racconto ?Ok, l’avete voluto voi però, la lettura è sconsigliata ai bambini di età inferiore ai tre anni e ai forzisti di età inferiore ai 55. Se leggete e subite danni di qualsiasi genere, io non mi assumo alcuna responsabilità; (altro…)

L’ordine dei giornalisti padrone dell’informazione ?

Stamattina, anzi forse domani mattina o tra qualche settimana non so.. in un prossimo futuro assai probabile esco fuori di casa per Bologna a fare quattro passi e due saltelli come sempre, incontro Mario, quello del bar un tipo sempre informato perché ogni peroncino legge un aricolo di giornale. Per non sentirmi in colpa, solito ignorante che non ha in casa la televisione e che il giornale lo legge alla sera esordisco con un :
-Ciao Mario, la sai l’ultima?-
-Ricardo ma sei pazzo? Da quando ti sei iscritto all’ordine?-
-Ma? Mario che dici? Quale ordine?-
(segue)
(altro…)

Nuove da Emergency

Si chiamerà “Salam” (Pace) il nuovo Centro chirurgico di Emergency aKarbala, Iraq (altro…)

GRANELLO DI SABBIA (n°94)

Bollettino elettronico settimanale di ATTAC
Martedì, 22-04-2003
______________________________

Vi preghiamo di diffondere il Granello nella maniera più ampiapossibile.
Numero di abbonati attuali: 6 284
ATTENZIONE:tutti i Granelli di Sabbia sono a disposizione sul sito in versione .pdf e.rtf al seguente indirizzo:
http://www.attac.org/italia/granello/indice.htm

____________________________________________________________
(altro…)

Bollettino CoRe Numero 15

CoRe: Consumo Responsabile per la libertà d’informazione
Numero 15 – 23 aprile 2003
[con preghiera di diffusione]
**********************************
In questo numero:

1. Introduzione
2. Elenco dei prodotti più pubblicizzati nell’ultimo mese
3. 14 maggio: Rilancio nazionale della campagna

**********************************
(altro…)

Premio nazionale di poesia ”GIORGIO UGOLINI Jr.”

PREMIO NAZIONALE DI POESIA
GIORGIO UGOLINI Jr.

II Edizione 2003
_____________
(altro…)

Appello in difesa della Costituzione della Repubblica Italiana

Cari amici di Fuoriradio,  vi inviamo il nostro appello a difesa della Costituzione a seguito delle affermazioni sul carattere sovietico della Costituzione del nostro Presidente del Consiglio. Speriamo vogliate aderire e diffondere ai vostri sostenitori e alla vostra mailing list. 
Grazie,
Ivan Scalfarotto
per ALC – Adottiamo la Costituzione

Adottiamo la costituzione
(altro…)

10 dicembre: fiaccolate e No War TV

NO WAR TELEVISION

Martedì 10 dicembre 2002, in concomitanza con le fiaccole su tutto il territorio nazionale, si accende per 10 ore “No War Television”, per documentare tutte le iniziative legate alla campagna “Fuori l’Italia dalla Guerra” e garantire una maggiore visibilità agli avvenimenti della giornata.

(segue)

(altro…)

L’italia non è in vendita!

L’ITALIA NON E’ IN VENDITA!

Con obiettivi differenti di tipo finanziario, legati alla necessità di ridurre il debito pubblico, di finanziare la realizzazione di infrastrutture, di gestire in maniera redditizia il patrimonio dello Stato, negli ultimi mesi si è intervenuti con provvedimenti che modificano profondamente l’ordinamento relativo alla gestione dei beni pubblici nel nostro Paese.

– Per saperne di più visita il sito AbruzzoNatura alla pagina:  http://www.abruzzonatura.com/Italianoninvendita.asp 

L’ABRUZZO SCENDE IN PIAZZA!

(segue) (altro…)

 Page 735 of 751  « First  ... « 733  734  735  736  737 » ...  Last » 

Ultimi articoli

quasi non respiro

…………………… quasi non respiro stamattina in attesa di non so cosa come il [Read More]

COLPE NON NOSTRE

Chi ha fatto il crimine perfetto? chi ha assassinato la realtà globale? Comunque vada espieremo questa colpa non [Read More]

L’IMMAGINARIO

Non puoi dire che l’immaginario non serve a niente La logica ti imprigiona I fatti ti crocifiggono Ma l’immaginario [Read More]

FARE

“Il mondo è immenso e ci viene addosso con diecimila cose. Cosa devo fare?”. Non importa che il mondo sia immenso, [Read More]

(A)mare Conchiglie: la videoperformance sui migranti continua a migrare

Nel 2015 avevamo annunciato su Fuoriradio la nascita di “(A)mare Conchiglie” un film d’artista di Kyrahm e Julius [Read More]

Top 10

maggio: 2018
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivi

Who's Online

  • 0 Members.
  • 18 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano