WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday November 18th 2017

MASADA n° 1688 8-10-2015 UNA TECNICA PER SOGNARE

MASADA n° 1688 8-10-2015 UNA TECNICA PER SOGNARE

Blog di Viviana Vivarelli

Nell’ultima lezione su Jung ho parlato di Dio come ‘suono’.
Ho registrato un messaggio medianico, in cui alla domanda “Cos’è Dio?“, una voce cavernosa risponde:
Dio è il silenzio delle pietre
Ma ho fatto sentire che le pietre non sono affatto silenziose e abbiamo ascoltato il canto delle pietre amplificato dallo scultore sardo Pinuccio Sciola nelle sue sculture che, quando sono accarezzate, cantano.

Quando non ero
e non era il mio tempo

Quando il caos
dominava l’universo

Quando il magma incandescente
celava il mistero
della mia formazione

Da allora il mio tempo
è rinchiuso
da una crosta durissima

Ho vissuto
ere geologiche
interminabili

immani cataclismi
hanno scosso
la mia memoria litica

porto con emozione
i primi segni
della civiltà dell’uomo

Il mio tempo non ha tempo
(Pinuccio Sciola)

In quel mentre, la voce di mio marito (morto da due anni e mezzo) nella mia testa ha suggerito: “Dio è il suono del cuore”.

Ma per il principio di sincronicità per cui le cose si intrecciano tra loro, due giorni dopo mi sono imbattuta di nuovo nel ‘suono del cuore’.
Ieri pomeriggio sono andata alla Biblioteca di Parapsicologia di Bologna e, per tre ore, ho ascoltato uno dei più grandi sensitivi d’Italia, Umberto di Grazia. E’ stato molto interessante.
(Vi consiglio di andare sul blog di Di Grazia e guardate che personalità incredibile è costui coscienza.org).
Di Grazia ha detto che è stato provato scientificamente che, se si accelerano le particelle di una cosa materiale, queste diventano suono, e, se si accelerano ancora, diventano luce.
Tra le tante cose di cui ha parlato, ve ne riporto una che riguarda i sogni e i desideri.

Di Grazia dice che ognuno di noi è formato da 22 dimensioni sovrapposte e contemporanee, il tempo lineare in realtà non esiste ma tutti i tempi sono qui-ora, e avverte che possiamo usare l’energia di cui siamo formati al meglio 24 ore su 24 ed è un peccato perdere il tempo del sonno e non riuscire a ricordare i sogni, che ci potrebbero essere di grande aiuto nella vita.
I sogni possono essere vere rivelazioni o diventare campi di energia che cambiano la forma delle cose o degli eventi, tanto che dovremmo imparare a pilotare i nostri sogni e insegnarlo ai nostri bambini.
Molti si lamentano di non ricordare i sogni ma dovremmo imparare ad usare i sogni per comunicare, per conoscere, per guarire, per sapere, per far guarire…
Umberto Di Grazia ci ha insegnato la sua tecnica per ricordare i sogni ed usare il nostro inconscio come forma di aiuto per ciò che vogliamo sapere o che vorremmo far avvenire nella nostra vita o in quella di altri.
Questa è dunque una tecnica di conoscenza, di trasformazione o di guarigione.

Sarebbe bene usarla almeno una volta la settimana, cominciando con luna crescente (questo vale soprattutto per le donne che sono più legate ai cicli lunari), per aumentarne l’energia. Meglio ancora se la tecnica viene ripetuta per 14 giorni.
Essa può servire anche per l’autoguarigione o la guarigione a distanza, visualizzando l’organo malato come se fosse sano (e se uno non lo conosce, può ricercare l’immagine dell’organo sano su internet o su libri di medicina).

La tecnica è questa:
-una volta andati a letto, oppure comunque sdraiati o seduti, fate una respirazione particolare inspirando col naso ed espirando con la bocca. Si deve inspirare col naso per 5 secondi (contando da 1 a 5) ed espirare con la bocca (senza pausa) per altri 5 secondi. Continuando così (è importante che non si facciano pause) per un massimo di tre minuti, ripetete per 21 volte la frase prescelta (per es. ‘Voglio sognare mia madre” oppure “La mia gamba è guarita”).
Di Grazia dice che il campo elettromagnetico del cuore è 6.000 volte quello del cervello, ma cuore e cervello non comunicano tra loro. Davanti a una sequenza di immagini belle con in mezzo qualcuna brutta, per esempio la foto di una strage, il cuore ha il presentimento di quella brutta 6 secondi e mezzo prima e si prepara a riceverla dilatando le arterie, mentre il cervello la prevede solo un secondo prima.
E’ stato provato che in caso di incidente di un treno, il numero di pendolari che lo aveva preso era inferiore al solito, come se qualcosa avesse trattenuto molti di loro dal prenderlo (per es. un problema al colon o un brutto litigio, come se la mente fosse intervenuta agendo sulla materia o sul comportamento).
I sogni sono molto importanti. Una persona che abbia una lesione al cervello che le impedisce di sognare, muore in 7-10 giorni.
Ma noi non usiamo bene la nostra facoltà di sognare e potremmo farne un grande punto di forza nella nostra vita.
Con questa respirazione di 5 secondi + 5 secondi (che si può fare anche di giorno, stesi o seduti, come una meditazione) e la ripetizione di un pensiero (frase breve totalmente positiva) per 21 volte, così da renderlo insensato e meccanico come un mantra, portandolo a uno stato di vibrazione assoluta, si può mettere fuori gioco la logica, e permettere al campo elettromagnetico del cuore di comunicare più rapidamente col cervello potenziandolo con la sua energia superiore.
La ripetizione per 21 volte di una frase le sottrae ogni senso, la fa diventare un mantra, inibendo l’emisfero razionale e permettendo l’emersione di energie profonde, dal cuore.
Dopo di che, occorre distrarsi, fare altre cose o dormire, sennò il segnale non scende nell’interno.

E’ molto importante inibire l’emisfero razionale o logico.
Ed è molto importante usare frasi o immagini interamente positive, perché le emozioni intervengono sulla materia.
Chi si crea immagini negative, per es. il diavolo, creerà appunto il diavolo, lo vedrà addirittura, creerà cioè forme negative con tutti i dettagli che provengono dalla sua cultura e dal suo immaginario. (Di Grazia dice di aver in questo modo creato l’allucinazione del diavolo per due anni finché la cosa non è diventata ridicola).

La mente crea la forma.
L’emozione crea la materia.
Per questo è molto importante lavorare su frasi o immagini positive, per generare energia positiva per noi e per il mondo. Ed è molto importante non evocare nulla di negativo, per non creare entità negative o immettere negatività nel mondo.

(L’OTTUPLICE SENTIERO DEL BUDDHA dice:

-retto pensiero, possibile solo con un esercizio ininterrotto del controllo della propria rappresentazione concettuale;
-retta parola, cioè sua perfetta corrispondenza, senza enfasi né sciatteria, con l’oggetto enunciato;
-retta azione, che è l’agire esattamente quando e quanto sia necessario;
-retta forma di vita, cioè il saper mediare fra le necessità della vita fisica sulla terra e i fini spirituali che ognuno si propone di conseguire;
-retto sforzo, cioè saper adeguare esattamente ogni iniziativa all’importanza dello scopo da conseguire;
-retta presenza di spirito, cioè costante ricordo di quanto si pensa, si fa e si sente, in modo da essere continuamente presente a se stesso;
-retta pratica della meditazione, senza sostare con la mente in stati d’animo depressi o esaltati.)

Prima della pubertà, i due emisferi sono in comunicazione tra loro. Dopo la pubertà, si forma una sostanza intermedia che li separa per cui comunicano con maggiore difficoltà attraverso il corpo calloso, che è un cordone di neuroni (le donne lo hanno più sviluppato e Einstein lo aveva superiore alla media).
L’emisfero logico vede il dettaglio. Quello intuitivo vede il Tutto.
I due emisferi erano probabilmente molto più comunicanti negli uomini primitivi, da cui il loro senso di sacralità verso tutte le cose, le capacità paranormali e la maggiore unione con la natura.
Sembra che il cervello degli sciamani aborigeni australiani abbia alcuni recettori del cervello più esterni di due mm, e questo spiegherebbe come mai hanno la visione a distanza e altre capacità paranormali. Dunque nell’uomo moderno questi recettori sono sprofondati, inibendo la sua capacità di ‘vedere’.

Di Grazia dice che il nostro cervello percepisce solo l’8% della realtà mentre sarebbe bello percepire anche il restante 92%. Ma i sogni ci possono aiutare, come ci può aiutare la meditazione su pensieri positivi che non contengano elementi di negazione, tipo ‘non’, ‘mai’ ecc..

La tecnica respiratoria dei 5 secondi+5 secondi senza pause intermedie crea una respirazione circolare, continua, rotatoria che graficamente disegna un lemniscata

un otto sdraiato, simbolo alchemico dell’infinito.
(lemnisco è un termine dal greco antico “λημνίσκος”, che significa nastro, ed è anche il termine utilizzato per indicare fasci di fibre nervose, facenti parte della sostanza bianca, che veicolano le percezioni sensoriali dalla periferia ai centri cerebrali superiori).
Questa tecnica respiratoria crea una corrente interna nel sistema nervoso parasimpatico, che permette alla corrente elettromagnetica del cuore di risalire al cervello.
Vedi il nastro o anello di Möbius, per cui chi cammina su un lato del nastro si trova improvvisamente su quello opposto, esempio visivo di un cambio dimensionale.

Noi siamo entità frequenziali. Le emozioni sono frequenze e possono agire sulla materia (per esempio su parti del nostro corpo). Molte patologie fisiche o mentali sono solo frequenze sbagliate e in una medicina del futuro si potrebbe agire non con farmaci che agiscono non da materia a materia, ma con frequenze che agiscono sulle nostre frequenze e a cui si potrebbe accedere con strumenti simili a cellulari, in modo satellitare.

Di Grazia ha parlato anche della ‘dermografia’, per cui ogni cosa che ci accade si incide sul nostro corpo con linee e colori, tanto che dopo un episodio emozionante è possibile disegnare sulla schiena con una matita da trucco le linee che appaiono e che a volte sintetizzano visivamente una scena traumatica. Già fotografare la schiena di un soggetto e fargliela vedere può essere lo stimolo che dà inizio alla guarigione (ha fatto l’esempio di una schiena in cui le linee tracciavano due binari, un omino e una donnina stilizzati, i fari di un’auto.. e il soggetto riconobbe la morte dei suoi due genitori investiti da un’auto vicino ai binari di una ferrovia).
La dermografia prova che i pensieri si incidono sul nostro corpo modificandolo (all’uomo alcolizzato in astinenza, appariva sulla schiena la scritta ‘VINO’). Questo fenomeno in parapsicologia è chiamato PK = Psicocinesi, e indica l’inferenza del pensiero sulla materia.
Una dottoressa ha messo uno davanti all’altro dei bambini e ognuno doveva disegnare le linee che vedeva sulla schiena dell’altro. E già vedere la foto della propria schiena e di queste linee sembra sia terapeutico e dia inizio alla guarigione.
Il pensiero interferisce sulla materia.
E la materia manifesta il pensiero.
Tutto è connesso, esattamente come nella teorie del caos, il frammento è collegato alla parte e, per es., i frattali provano che ogni granello di sabbia della spiaggia di Ostia ripete il disegno dell’intera costa di Ostia (la parte assomiglia al tutto).
.
Paolo manda:

Lo sprofondo

S’incontrano rami sulla cima
E se li scali, arrivi fino al mare
Di stanza in stanza – oscura e blu – fin dentro il fondo,
dove il luogo è solo un segno collettivo
dove dormono figure che son tue, ma appartengono a me
Così il dentro come il fuori – così il fuori come il dentro
materia non è la mia mente – che dalla mente non origina materia
memorie che ho perduto – perché tu le hai trovate, sul ciglio di una via
[già percorsa da me.
Hai visto lo sprofondo, non è vero? E da sotto queste prue
io sono stato il tuo pastore, la tua pecora e il tuo bue.

.
http://masadaweb.org

  • Unique Post

Leave a Comment

Della stessa categoria

MASADA n° 1886 15-11. 2017 LA RIPRESINA

MASADA n° 1886 15-11. 2017 LA RIPRESINA Blog di Viviana Vivarelli La ripresa fantasma – Il caso La Gaipa- [Read More]

MASADA n° 1885 13-11-2017 OSTIENSIS PARADAIS

MASADA n° 1885 13-11-2017 OSTIENSIS PARADAIS Blog di Viviana Vivarelli I clan camorristi di Ostia legati ai neonazisti [Read More]

MASADA n° 1884 – 7 novembre 2017 ASTENSIONISMO, PIAGA ITALIANA

MASADA n° 1884 – 7 novembre 2017 ASTENSIONISMO, PIAGA ITALIANA Blog di Viviana Vivarelli Elezioni siciliane, [Read More]

MASADA n° 1883 4-11-2017 I MASNADIERI

MASADA n° 1883 4-11-2017 I MASNADIERI Blog di Viviana Vivarelli Italiani masochisti – Stretta sulle intercettazioni [Read More]

MASADA n° 1882 28-10-2017. VIOLENZA SULLO STATO

MASADA n° 1882 28-10-2017. VIOLENZA SULLO STATO Blog di Viviana Vivarelli Il voto cieco – Grasso, Presidente del [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 15 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano