WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday April 29th 2017

LA PROPOSTA RENZI-BERLUSCONI

baci
MASADA n° 1509 23/1/2014 LA PROPOSTA RENZI-BERLUSCONI

Blog di Viviana Vivarelli
(Nelle immagini foto di WALTER CHAPPELL. Mostra a Modena)

E’ il tempo del rusco” (A Bologna si definisce ‘rusco’ l’insieme dei rifiuti urbani).
.
Così comincia la terza Repubblica. Alla quarta toglieranno la parola ‘Repubblica’.
.
“Ci sono mille modi di suicidarsi. Balzac scelse il caffè, Verlaine l’assenzio, Rimbaud l’Etiopia, l’Occidente la democrazia, e Guevara la giungla”. (Jean Cau)
Il Pd ha scelto Renzi.
.
Il premio di maggioranza era incostituzionale. E RESTA!
Le liste bloccate erano incostituzionali. E RESTANO!
Le nomine dall’alto erano incostituzionali. E RESTANO!
Peggio ancora: si intende abolire il potere e l’eleggibilità del Senato!
.
Lupinot
Ficiru paci li cani e li lupi
poveri pecori e meschini i crapi

(Fecero pace i cani e i lupi
povere pecore e povere capre).

Prima condanna di Berlusconi
E gli hanno fatto fare il sistema elettorale
Alla seconda condanna riscriverà le tavole della legge
.
Ci truffano con la balla che occorre governabilità.
Questa storia della governabilità ce l’hanno propinata in tutte le salse.
Ci mancava ora la salsa renziana.
E sempre qualche gonzo abbocca
Appena ieri ci hanno convinti: “Votato il maggioritario e avremo governi stabili!” E infatti si è visto….!

Lo dice anche Flores d’Arcais.
Berlusconi è un furbo di tre cotte.
Ieri ha fregato il furbissimo D’Alema con la bicamerale.
Oggi frega il furbissimo Renzi col papellum.
A conti fatti, con questa legge liberticida, il Pd può perdere le elezioni.
Non è ancora nato chi frega Berlusconi:
nel patto tra due ladroni ce ne sarà sempre uno che verrà fregato dall’altro.
..
Martin Eden
EPITAFFIO PER MATTEO
Accese nuove speranze. Lo cremarono“.
.
Non sprecate il vostro suicidio: ammazzate prima qualcuno che vi è odioso”. (Marcello Marchesi) Ogni riferimento a Berlusconi è puramente casuale.
..
“Alice aggiunse”Per favore potresti indicarmi la strada per uscire di qui?”
“Tutto dipende dove vuoi andare”rispose il Gatto.
“Non mi interessa tanto dove..”replicò Alice.
“Se è così allora non importa molto quale strada tu prenda” disse il Gatto.
“Purché arrivi in qualche posto”aggiunse Alice con spiegazione.
“Oh, puoi essere certa di arrivarci..”disse il Gatto “E’ solo questione di camminare molto a lungo”.

(Alice del paese delle meraviglie, Lewis Carrol)

L’aula vuota per l’autodifesa della De Girolamo che si finge ‘ingenua’ per mascherare la sua rapinosità.
Il decreto svuotacarceri della Cancellieri che libera anche i mafiosi.
Il voto sulla sfiducia alla stessa rimandato alle calende greche.
L’attacco insulso e assassino della Lega al Ministro Kyenge nel silenzio atrofico del Parlamento.
Il vergognoso patto Berlusconi/Renzi nella sede del Pd.
E’ tutto un rimbalzare di pagine vergognose per la storia d’Italia, che cacciano istituzioni e partiti in un buio inferno di illegittimità e di ignominia.
Non esiste cittadino onesto che non si senta rivoltare lo stomaco davanti a questi esempi di iniquità e spudoratezza. I disonesti, al contrario, ne traggono linfa per rinforzare il proprio attaccamento al male. Ma nessun Peron, Hitler, Franco, Pinochet, Stalin, Milosevic.. sarebbe mai andato al potere se non fosse stato mantenuto e sostenuto da una massa di cittadini ciechi, collusi o criminali.
..
Il disgusto rotola, scivola, irrompe, travasa
Il Paese muore nel marciume del potere
e il potere si accentra nelle mani di sempre meno persone
tre, due una …
una in attesa della dipartita della dipartita dell’altra
col totalitarismo che avanza
nel silenzio di un parlamento abbrutito, irretito, ricattato, succube, colluso
nell’ignoranza un popolo dove milioni di persone
sono milioni di vittime
di cui non importa niente a nessuno
e che non hanno nemmeno pietà o conoscenza di se stesse.

Sartori: «L’Italicum di Renzi è un pasticcio su un pasticcio, la minoranza diventa maggioranza. Il doppio turno funziona solo se concorrono i partiti con i loro leader e non le coalizioni. Le preferenze sono manipolabili le liste brevi però sono a loro volta una truffa. Questo Italicum annovera una serie di toppe messe l’una sull’altra, tutte sbagliate. Da tempo sostengo che è falso che il maggioritario determini il bipartitismo nel nostro Paese. Il Mattarellum ha prodotto una quarantina di partiti, alcuni composti da un persona sola (ma il porcellum ha portato a 120 partiti!). Quanto al premio di maggioranza che scandalizza tanti, ricordo che quando la Dc provò ad inserirlo nel 1953 su impulso del presidente del Senato, Meuccio Ruini, le sinistre gridarono alla legge truffa. Ma in quel caso il premio scattava per un partito che aveva già avuto il 50 più uno dei voti! Dunque nessuna truffa: ingrandiva la maggioranza che però aveva già dimostrato nei numeri di essere tale. Ora invece si stanno inventando sistemi che trasformano la minoranza in una maggioranza: si ripete la truffa. E’ un meccanismo demenziale! Il doppio turno funziona solo se i partiti si presentano da soli e non in coalizione. In modo che ogni forza politica presenti il suo candidato migliore per accedere al 2° turno: davvero così si offre all’elettore la possibilità al secondo turno la possibilità di scegliere. Invece nell’Italicum i partiti che vanno da soli vengono penalizzati con soglie di sbarramento fino all’8% mentre chi si coalizza viene premiato. Una assurdità che va contro ogni logica!»
.
Dunque, nella sede del Pd, due cinici avventurieri, uno decrepito e l’altro ruspante, ed entrambi pregiudicati (uno meno perché non ha avuto ancora abbastanza tempo per delinquere ma già condannato per danno erariale) si sono accordati per dare la botta finale alla democrazia italiana, diminuendo ancor più i poteri del Parlamento che è il rappresentante diretto dei cittadini, ed eliminando l’elezione diretta dei senatori così come hanno già fatto coi presidenti di Province, con l’intenzione di indebolire la democrazia e di accentrare tutto il potere nelle mani di un presidente forte, che manderà a gambe all’aria l’equilibrio dei poteri e avvierà l’Italia ad un nuovo peronismo, lasciando invariate le ruberie della casta partitica e beffando alla grande il popolo.
E la massa di parlamentari, corrotti e ormai agonici, li sosterrà, dando loro i voti, alla faccia della democrazia, della civiltà e del bene di 60 milioni di Italiani!
Napolitano lo senti il boom?? E’ la democrazia che si é schiantata per terra!

In Italia non c’è la democrazia ma una feroce dittatura, stemperata e annacquata dal fatto che nel nostro paese nessuno rispetta la Legge e quindi i cittadini non se ne rendono conto“. (Arnoldo Foà)
.
Un delinquente trova sempre dei delinquenti che lo sostengono, come trova degli illusi che proiettano su di lui le loro illusioni, sforzandosi di non vedere i suoi errori in nome di quelle.
.
Renzi si accorda nella sede del Pd con un pregiudicato condannato per reati gravissimi contro lo Stato e in attesa di condanna per altri reati gravissimi contro la persona, perché, dice, “rappresenta una forza di peso del Paese”.
Ci chiediamo se a breve ci sarà anche un accordo nella sede del Pd con i capi delle tre mafie, mafia, camorra e ‘ndragheta, che “rappresentano anch’esse “una forza di peso nel Paese”. E a quando un accordo con la P2? Rappresentano tutte “forze di peso del Paese”!
Ma, se a livello parlamentare e governativo, accordarsi con pregiudicati deve essere ritenuto accettabile perché conveniente, perché poi la stessa cosa deve essere un reato a livello di semplice cittadino? Esiste il reato di collusione mafiosa, ed è punito duramente, ma se quel reato lo commette un politico e lo camuffa da patto politico, allora diventa lecito? Ma quale esempio di etica personale e civile stano dando costoro??
Cuperlo, in rotta con Renzi, si dimette da presidente del Pd. Gli si obietta ironicamente: “Ti sei dimesso perché Renzi ha parlato con Berlusconi. Perché non ti sei dimesso quando il Pd ci governava insieme?”.

Mariuccia
I Compromessi Sposi”.
..
Corradino Mineo
Quanta fretta, ma dove corri; dove vai
se ci ascolti per un momento, capirai,
lui e il gatto, ed io la volpe, stiamo in società
di noi ti puoi fidare…
Non vedi che è un vero affare
non perdere l’occasione
se no poi te ne pentirai
non capita tutti i giorni
di avere due consulenti
due impresari, che si fanno
in quattro per te!…

..
Appena ieri Renzi diceva:
«Dobbiamo liberarci dalla scimmia Berlusconi che è sulla nostra spalla». (2009)
«Berlusconi è il passato, io parlo del futuro. Nei prossimi giorni andrà in pensione». (2011)
«La pagina di Berlusconi in questo paese è chiusa per sempre ed affidata
al giudizio della storia. A me interessa il futuro». (2012)
«Caro Silvio, non sono in vendita. Se hai tenuto le porte aperte per me, chiudile pure». (2012)
«Dobbiamo smetterla di parlare di Berlusconi, noi dobbiamo dare risposte agli italiani». (2013)
«Per Berlusconi è game over». (2013)
E’ proprio uno che quel che dice fa!!?

Non si possono immaginare due sistemi più antitetici:

Il M5S : occorre restituire al popolo la sovranità e il diritto di scegliere le preferenze
Renzi : candidati nominati dall’alto dai soliti capipartito esattamente come prima

Il M5S: occorre aumentare la democrazia permettendo ai cittadini di scegliere e controllare gli eletti
Renzi: eliminiamo le nomine democratiche dei senatori come il Pd ha eliminato quelle dei presidenti di provincia (più poteri ai capipartito) e indeboliamo vieppiù il Parlamento

M5S: le leggi sono una cosa serie e devono essere decise dai cittadini nell’interesse del bene comune
Renzi: aboliamo il doppio esame di Camera e Senato e facciamo leggi rapide votate solo dalla Camera e provenienti dal solo capo del governo con diminuzione dei poteri del Parlamento

M5S: via i pregiudicati dal Parlamento e non più di due legislature per gli eletti
Renzi: non una parola sui pregiudicati in Parlamento e politici a vita

M5S: aumentare il potere del popolo
Renzi: tendere al presidenzialismo rompendo l’equilibrio del poteri, cancellando l’art. 18 e mettendo la magistratura sotto il tallone del Governo

Ma ci sono degli individui così stolti da arrivare a dire che i due sistemi ‘si somigliano! Come può la democrazia diretta che dà tutto il potere al popolo somigliare a un sistema che taglia poteri alla sovranità popolare mirando a un presidenzialismo forte che abbatte anche i poteri del Parlamento?
..
La Consulta ha sentenziato che il premio di maggioranza è incostituzionale e che il diritto di scelta dei candidati deve tornare agli elettori. Renzi li reintroduce entrambi. Dunque sforna un surrogato addirittura peggiorativo della legge-porcata. La sua è una “maialata”!
Il Presidente della Repubblica non dovrebbe avallarla ma da Napolitano non possiamo aspettarci nulla di buono. Se ha firmato il porcellum come ha firmato qualsiasi legge incostituzionale, inutile sperare in un segno di ravvedimento.
La legge di Renzi prevede di nuovo che siano i segretari di partito a fare le liste di ‘nominati, liste corte e bloccate, un forte premio di maggioranza, alte soglie di sbarramento, una penalizzazione ai partiti che corrono da soli e un forte premio alle coalizioni. I seggi sarebbero assegnati in un turno unico e in base ai voti conquistati in un collegio unico nazionale. Dopo che si stabilirà il numero di eletti per ogni lista si sceglieranno in maniera decrescente i candidati con i migliori risultati nelle oltre 100 circoscrizioni.
Gli elettori dovrebbero essere divisi in circoscrizioni elettorali provinciali, dunque senza un ridisegno della mappa elettorale, e si troverebbero di fronte liste di candidati molte corte: il numero degli aspiranti onorevoli non dovrebbe superare il numero dei possibili eletti e quindi le liste dovrebbero contenere solo 6 nomi. La lista sarebbe bloccata e non ci sarebbe la possibilità di esprimere una preferenza. Ma i pochi nomi dovrebbero permettere agli elettori di conoscere e giudicare i candidati. Questo meccanismo dovrebbe superare l’altra obiezione della Consulta che ha dichiarato incostituzionali le liste bloccate lunghe del Porcellum. Soglia di sbarramento del 5% per i partiti che stanno in coalizione, l’8 per chi corre da solo. Ma anche è possibile che la soglia per chi si coalizzi scenda al 4 %. Premio di maggioranza del 15% per chi supera il 35%. Nel caso che nessuno lo superi, tutti i seggi verrebbero divisi in modo proporzionale tra i partiti o le coalizioni che superano la soglia fissata.
.
Com’è chiaro, si ripete il premio di maggioranza che non esiste in nessun sistema europeo e che è stato giudicato incostituzionale.
Non si rende agli elettori il loro diritto sovrano di scegliere i candidati e questi sono di nuovo rimessi all’arbitrio dei capipartito violando la democrazia
Si penalizzano i partiti che corrono da soli e a seconda della soglia di sbarramento si darà ai due partiti maggiori il potere di far fuori i piccoli partiti (ma cosa ne penseranno Lega e Sel?). Si costringono partiti come NCD o Fratelli d’Italia a tornare all’ovile.
Il testo è di nuovo incostituzionale ma Nap ha firmato di tutto finora. E se la Consulta ci mettesse di nuovo 4 anni a dichiararne l’incostituzionalità ai due ladroni, a loro basterebbe.
.
Pietro Parchi
Mancano Vinci e Pacciani, altrimenti i compagni di merende sarebbero stati al completo.
.
Solitudine
La conclusione sembra chiara: il partito democratico è stato comprato dal capitale finanziario.
.
Viviana
E gli elettori? Siamo rimasti ai tempi di Guareschi, ricordate la sfilza di vignette “Contrordine compagni!”? Non si sono mossi da lì.
“Compagni di partito. Berlusconi è il nemico pubblico n°1”.
“Contrordine, compagni, Berlusconi è l’AMICO pubblico n° 1”.
Sono 60 anni che questi ubbidiscono sempre alle giravolte di partito senza fiatare.
Sono arrivati a “Finanzieri di tutto il mondo, unitevi! Non avete da perdere che
i diritti dei popoli!” E pure ne godono!
Via la Troika! Viva 50 miliardi l’anno rubati per 20 anni dalle tasche degli Italiani! Via la depredazione della democrazia italiana!
.
Andrea Quaranta
Ma è troppo lenta la magistratura che ci ha messo vent’anni per condannare Berlusconi o troppo veloce Matteo Renzi che ci ha messo due ore per riabilitarlo?
.
Paover
L’altro giorno hanno intercettato un banchiere che diceva “abbiamo un partito”!
.
Viviana
Questi non sono politici, ma rifiuti della politica. Per far diventare sana l’Italia andrebbero messi tutti nell’umido. Ma qualcuno è così vecchio che andrebbe direttamente messo nel secco.
.
Dichiarazione di Obama
“Dal 2 Gennaio 2014, altri 842.000 cittadini statunitensi, appartenenti ai settori più disagiati socialmente, per la prima volta nella Storia, hanno avuto accesso alla copertura sanitaria gratuita grazie alla mia riforma”; “l’indice di disoccupazione è ulteriormente sceso per il 14° mese consecutivo e nel dicembre 2013 ha raggiunto il 6,5%, la punta più bassa dal 1997; andiamo avanti a creare lavoro e occupazione.”

E l’Italia?
Negli ultimi 10 anni si è avuta la crescita reale del PIL pro capite più bassa d’Europa. La disoccupazione è raddoppiata. Quella giovanile è arrivata al 40%, come mai era successo nella storia italiana. L’Italia ha una moneta sopravvalutata del 20%, all’interno dell’Unione Monetaria Europea: che è intrappolata in un sistema di cambi fissi stile anni ’30, gestito da una banca centrale anni ’30, che sta lì a guardare (per motivi politici) mentre l’aggregato monetario M3 ristagna, il credito si contrae e la deflazione incombe. Secondo Citigroup, nel 2014 l’Italia resterà bloccata in depressione con una crescita dello 0.1%, sarà nuovo a zero nel 2015, e allo 0.2% nel 2016. Se è così, la produzione sarà ancora del 10% sotto l’ultimo picco, un risultato molto peggiore della Grande Depressione. L’altissimo livello di lavoratori Italiani scoraggiati è 3 volte superiore alla media UE ed essi sono ormai usciti dalle statistiche. Intanto che Renzi e B si baloccano col maggioritario e col regime presidenziale, noi per quanto tempo potremo tollerare tutto questo? Negli ultimi 3 anni il debito Italiano è aumentato dal 119% al 133% del PIL, in gran parte a causa delle politiche di austerità fiscale, in altra parte per colpa delle Finanziarie pessime di Pd/Pdl. L’Italia può cambiare la sua strategia, spingendo per un cartello degli stati debitori del Mediterraneo che prenda il controllo della BCE. Hanno i voti e la piena autorità legale basata sui trattati per forzare una strategia di reflazione che potrebbe cambiato tutto. Il premio Nobel Joe Stiglitz dice: “Se la Germania e gli altri non sono disposti a fare il necessario – se non c’è abbastanza solidarietà per far funzionare la politica – allora l’euro potrebbe dover essere abbandonato per salvare il progetto europeo”. Ma Draghi non vuole l’uscita dall’euro e minaccia che essa porterebbe ad una svalutazione del 40% e a una crisi che metterebbe qualsiasi paese in ginocchio. E’ sempre la stessa bugia in difesa dei regimi di cambio fissi, sia del Gold Standard nel 1931, che dello SME nel 1992, o dell’ancoraggio argentino al dollaro nel 2001. Ma si dimostrata falsa, anche nel caso dell’Italia negli anni ’90, quando la svalutazione ha funzionato benissimo. Draghi parla del trauma immediato, ma ignora gli effetti molto più corrosivi di una crisi permanente. I paesi possono infatti recuperare molto velocemente se il tasso di cambio si sblocca. E ci sarebbe una marea di investimenti in Italia nel momento in cui il paese prendesse risolutamente il toro dell’euro per le corna e ristabilisse l’equilibrio valutario.

(E noi di cosa parliamo? Della De Girolamo, della Cancellieri, della scalata al potere di Renzi, di violenze sulla Costituzione, dell’abolizione dello stato sociale, dell’Imu, di regimi presidenziali, di aumenti di tasse, di nuove 970 auto blu, delle scorie tossiche americane a Gioia Tauro, dei due marò, degli amministratori che rubano a man bassa da tutti i partiti in tutte le regioni d’Italia meno 2, per ora…
Il mondo è impazzito, ma l’Italia è l’apripista della follia).
..
Il commento a ‘Che tempo che fa’ del 5stelle Di Maio, il più giovane Vicepresidente della Camera nella storia repubblicana:

Il Parlamento è il luogo deputato per discutere le leggi. Di Maio osserva giustamente che è profondamente anomalo che una legge sia discussa in una sede diversa. Il M5S ha fatto pressione affinché il Senato votasse a voto palese per espellere Berlusconi dal Parlamento e Renzi va a riesumarlo, dopo che in campagna elettorale aveva fatto finta di essergli contro, e chiede di fare la riforma elettorale non solo a uno condannato in via definitiva ma addirittura al creatore stesso del porcellum. La legge elettorale doveva essere discussa all’interno di Camera e Senato dentro le commissioni e ad opera dei capigruppo. Questa modalità è fortemente anomala e scavalca il Parlamento. Oltre a ciò, chiunque parli di nuova legge elettorale e di voto a maggio sa di mentire, perché non ci sono i tempi tecnici per farlo. Supponendo pure che entro la fine di febbraio si facesse una nuova legge elettorale, occorre che una commissione ridisegnasse i nuovi collegi e solo per questo ci vogliono 3 mesi. I 5stelle chiedono di andare a votare a maggio e di fatto, secondo la Consulta, voteremmo secondo il proporzionale puro. Nel frattempo i 5stelle metteranno a punto la loro proposta secondo le richieste dei cittadini.
Nelle ultime elezioni si è votato secondo un premio di maggioranza risultato incostituzionale. Con nuove elezioni, i cittadini decideranno di mandare a casa questa classe politica (ed è quello che i partiti temono). I nuovi eletti troveranno maggioranze sui singoli temi. Non ci devono essere maggioranze incondizionate. Il patto Berlusconi-Renzi andrà avanti un anno, in quell’anno la pressione fiscale continuerà ad aumentare. E’ questo che i cittadini vogliono? Il confronto si fa in aula, non nel segreto delle stanze del Pd. Questi signori non sono affidabili, fanno delle dichiarazioni e poi in aula votano il contrario (a parole erano tutti contro gli F35 e poi hanno rifinanziato il programma per 50 miliardi; dicevano di votare la sfiducia alla Cancellieri, poi l’hanno salvata; negavano il finanziamento ai partiti, poi lo hanno conservato).
Renzi propone di eliminare l’elezione diretta dei Senatori per ridurre, dice, un centinaio di milioni di euro, quando si possono risparmiare dei miliardi tagliando le pensioni d’oro o i grandi sprechi della PA o gli F35 ecc.. Si vuole neutralizzare il Senato facendone una camera unicamente consultiva, quando proprio grazie al doppio esame sono state bloccate leggi orrende come quella contro le intercettazioni telefoniche. Per risparmiare, possiamo ridurre entrambe le Camere (che tutti dicono di voler fare e non fanno, o possiamo eliminare le Province come chiesto dall’Europa o ridurre gli F35) ma il doppio esame di Camera e Senato sulle leggi è necessario. Si dice che questo rallenta l’iter legislativo, però quando si vuole si è rapidi, il lodo Alfano è stato votato in 8 giorni.
In quanto agli emolumenti- dice Di Maio- io dovrei guadagnare 20.000 euro netti al mese, ne tengo 3000, il resto lo do alle piccole e medie imprese. Ho chiesto di applicare questo a tutti, ed uscirebbero solo da questo cento milioni di euro che è la stessa cifra che si avrebbe eliminando l’elezione dei senatori, ma la Boldrini non ha accolto la nostra richiesta.
La Terra dei fuochi è stata una occasione mancata; dal 97 ad oggi il Parlamento non ha approvato un solo atto sulla Terra dei fuochi. Abbiamo chiesto un decreto con certi contenuti ascoltando i cittadini di quelle zone, ne è arrivato uno completamente diverso. E’ inutile che il Governo dichiari alcune cose e poi il voto sia diverso (per es. la mini Imu hanno giurato che non ci sarebbe stata e poi c’è stata. La proposta dei 5stelle era di aumentare al suo posto la tassa sul gioco d’azzardo. Tutti hanno detto di sì ma poi hanno salvato le slot machine penalizzando i cittadini).
Il M5S si fida delle persone e produce dei rappresentanti che entrano in Parlamento a riportare la volontà degli elettori come risulta dal programma. Se emergono punti che nel programma non ci sono, si deve consultare la piattaforma. C’è una sintonia di intenti. Quando si responsabilizzano i cittadini, questi danno prova di buonsenso.

Viviana
Volete la governabilità?
Vietate il premio alle coalizioni anzi vietate proprio le coalizioni!
Che ognuno si presenti da solo!
Questo ridurrà immediatamente in numero dei partiti, anche con una soglia del 5%
E poi chiunque in corso di legislatura vuole uscire dal partito per cui è stato votato decada dal Parlamento e non possa ripresentarsi fino ad elezioni successive!

Mi sembra chiaro che sia Berlusconi che Renzi vogliono far fare un passo indietro alla democrazia, togliendo gradatamente potere agli elettori. Prima il Pd ha finto di eliminare le Province, come richiesto dall’Europa, mentre le ha mantenute eliminando solo l’elezione da parte dei cittadini dei loro presidenti e facendone dei ‘nominati’ dai partiti (aumentando dunque il potere dei due principali capipartito). Ora Renzi tenta di ridurre il potere del Parlamento, che per la Costituzione è l’insieme dei rappresentanti diretti del popolo, tanto che l’Italia è definita una Repubblica parlamentare, e vuole modificare i poteri del Senato, che non sarebbe più una Camera legislativa ma solo consultiva e non sarebbe più eletto dai cittadini ma ‘nominato’ dai capipartito.
Infine, dietro a questo arretramento palese della democrazia, appare la mira del regime presidenziale, dove tutto è rimesso a una persona sola e sparisce la tripartizione dei poteri, legislativo, esecutivo e giudiziario, come organi di controllo reciproco, perché, in un sistema presidenziale, la magistratura è subalterna al governo e non è più un potere autonomo che può sanzionare la classe politica.
La deriva antidemocratica dei due personaggi che dovrebbero rifare l’Italia è evidente.

Renzi dice che vuol eliminare l’elezione diretta del Senato per ‘risparmiare?… quando solo sommando le cifre di una quindicina di spese superflue di elargizioni che Letta ha fatto a vari “clientes” si avrebbe 640 milioni, e non parliamo dell’eliminazione reale delle Province: 17 miliardi, o delle spese militari: 50 miliardi, o dei regali alle scuole private: 430 milioni. Ricordiamo che la proposta dei 5stelle (rifiutata dalla Boldrini) di aumentare del 3,7% le tasse sulle slot avrebbe portato da sola 410 milioni di euro e avrebbe permesso di abolire la mini Imu.
.
Berlusconi col porcellum aveva leso la sovranità elettorale rimettendo le liste bloccate all’arbitri dei capi partito.
Il Pd si è giovato per 8 anni del porcellum senza fare un fiato, poi ha tolto ai cittadini parte della loro sovranità eliminando il loro potere di eleggere i presidenti delle Province. Ora con Renzi vorrebbe fare un altro furto di sovranità popolare togliendo ai cittadini il potere di eleggere i senatori
Stiamo marciando a rotta di collo verso un sistema presidenziale autoritario senza il contrappeso dei tre organi e con forti diminuzioni della sovranità popolare!
Mentre Il M5S tenta di aumentare i diritti e la sovranità diretta del popolo
Pdl e Pd marciano compatti per fare il contrario!
.
Perfino Marco Politi ha scritto: “Si può fare una riunione di consiglio scolastico con un professore pedofilo? No, non si può. Non c’è da spiegare molto. Non si può e basta. E’ accettabile che il capo del maggiore partito italiano discute di fondamentali affari di stato con un pregiudicato: riforma elettorale e abolizione del senato elettivo? No, non si può e basta!
Berlusconi è stato condannato con una sentenza che lo definiva “persona caratterizzata da una naturale capacità a delinquere mostrata nella prosecuzione di un disegno criminoso”
L’incontro tra un politico e un pregiudicato è inconcepibile in qualsiasi Paese civile dell’Occidente. Un evento del genere è escluso a Washington come a Berlin, a Parigi come a Londra. Dopo la condanna per il Watergate nessuno parlò più a Nixon. Si parlò sempre con i repubblicani, ma non con Nixon. Il colpevole di reati è fuori gioco, ma anche chi è beccato con lo scontrino delle mutande sparisce subito dalla circolazione e nessuno grida al complotto. L’etica pubblica ha un confine preciso, In Italia no. E con questo noi usciamo per sempre dal novero dei Paesi civili.
Ci sono milioni di cittadini perbene, di dx e di sx, che pagano le tasse, non rubano, osservano le leggi, vorrebbero un freno al degrado. Non possono tollerare che si metta sullo stesso piano l’evasore e chi non lo è. Davigo quando sentiva dire “tanto rubano tutti” diceva: “Un momento. Io non rubo. E lei?’”
Ma Renzi ha mandato un chiaro messaggio: che tra un onesto come Davigo e uno come Berlusconi non c’è nessuna differenza.

IL ROTTAMATORE CHE NON ROTTAMA
ROSARIO AMICO ROXAS

Si era fatto una decente fama con il suo insistere sul rinnovamento della classe politica; la stampa lo aveva identificato come “Il rottamatore”, come colui che voleva imporre il dovere di una Istituzione come il Parlamento di rinnovarsi nei componenti e ripulirsi degli inquisiti, condannati, truffatori, appropriatori indebiti, turbatori di aste, esportatori di capitali all’estero, evasori fiscali, transumanti di professione, scambisti di voti contro illeciti favori; praticamente l’80% dell’intero Parlamento, con una valutazione per difetto.
Ora Renzi smentisce se stesso e tira fuori dalla melma di una condanna penale passata in giudicato, lo stesso personaggio Berlusconi, che le categorie su elencate le rappresenta tutte e al massimo livello.
Dal silenzio a cui era condannato Berlusconi, Renzi lo ha tirato fuori riconoscendogli lo stesso potere dal quale la magistratura lo aveva escluso, comminando, oltre a quattro anni di galera anche parecchi anni di interdizione dai pubblici uffici.
Sono sempre stati i maggiori rappresentanti della sinistra politica che si sono assunti ilo compito di salvare Berlusconi dal fallimento e non solo politico ma anche imprenditoriale. Da D’Alema a Veltroni è sempre stata lanciata la ciambella di salvataggio per salvare l’attuale pregiudicato dalla scomparsa dalla scena politica. Nelle ultime elezioni, quando i sondaggi lo davano perdente su tutta la linea, ci pensò San Toro a compiere il miracolo della resurrezione, con quell’invito alla sua trasmissione che avrebbe dovuto rappresentare la calata nella fossa dei leoni; ma anche qui avvenne il miracolo: i leoni miagolarono rispettosi davanti a Berlusconi che imperversò senza pudore spargendo promesse e menzogne, senza venire contrastato da quei fastidiosi e servili miagoli. San Toro raggiunse lo scopo di un record di ascolto che divenne il viatico per la formale vittoria di quello che avrebbe dovuto essere lo sconfitto.
A questo punto dobbiamo dire che si tratta di masochismo, una categoria che non si addice alla politica; masochismo autodistruttivo perché additare Berlusconi, pregiudicato, espulso dal Senato, incandidabile per sei anni, escluso dall’esercizio dei diritti civili (non può neanche votare, né varcare la frontiera in quanto privato del passaporto) significa invitare l’elettorato a riconoscergli i consensi, peraltro, scardinando il pronunciamento della magistratura e la stessa Costituzione che impone “La legge uguale per tutti”.
Le riforme, la legge elettorale, i provvedimenti a favore del lavoro, dell’occupazione in genere ma principalmente giovanile, l’abbassamento del cuneo fiscale, delle tasse, la politica antievasione, non si possono realizzare senza il consenso di un pregiudicato; questo ci ha detto Renzi con l’incontro compiacente con Berlusconi.
Segnale disastroso agli occhi del popolo sovrano; non si cerca un leader autorevole, ma un pregiudicato che ha legiferato solo per tutelare i propri interessi economici, giuridici, penali, fiscali, di abusivismi in tutte le forme previste dai codici: penali, civili ed etici.
Ora ci gioca anche una parte della magistratura che sta temporeggiando nel rendere esecutiva la sentenza di condanna e permette al pregiudicato di scorazzare per l’Italia ed essere riconosciuto come indispensabile prim’attore nell’attuale commedia degli equivoci dove ai ladri vengono affidati i conti pubblici e alle escort viene riconosciuta la competenza sulla pubblica morale.
La gente tace per raggiunto sbigottimento, mentre esulta il cerchio magico di pochi, che ruota intorno a Berlusconi perché intravede all’orizzonte più prossimo uno scenario, solo temporaneamente, contrastato; i rubinetti delle casse pubbliche si ri-trasformeranno in una inesauribile fonte di interessi personali, con un rinnovato assalto alla diligenza, senza che “i nostri” facciano nulla per contrastarla, anzi….!

Rino Lagomarina
Rossa di vergogna la storia si ripete: A) Bersani a suo tempo fece vedere a tutta l’Italia di essersi rivolto al M5S per primo ma di essere stato respinto e così costretto a rivolgersi al PDL. Più tardi si venne a sapere per bocca dello stesso Bersani che la sua era stata solo una tattica e che non era mica matto a pensare di governare con i grillini. B) Renzi non solo ha ripetuto la stessa tattica così da giustificare il suo stretto colloquio con Berlusconi e zio Letta a porte serrate dentro il bunker PD (riesumando di fatto un cadavere politico), ma ha sventolato le sue tre buste di leggi elettorali esclusivamente ai quattro venti mediatici e sempre dai media ha creato il falso invito al M5S, nessun concreto ed autentico approccio ma solo propaganda e distrazione di massa esattamente come fece Bersani. C) PD e FI per sconfiggere il loro vero e temuto nemico rappresentato unicamente dal M5S, hanno riconfermato e rafforzato l’alleanza sotterranea di sempre, come ai tempi dei governi ombra di Berlinguer con la multiforme Balena Bianca. Se questo è il nuovo che avanza con Renzi a me pare che il PD, la Balena Rossa, si stia scavando una fossa storica.

Uncittadino
E’ stato un bellissimo faccia a feccia
.
EGOS
Il governo è solo una spesa pubblica.
Una tetta senza latte, per i cittadini.
Un fallimento tutto italiano.
.
Pipaluce
Frenzie sembra un bambino di 5 anni messo su una Kawasaki Ninja 1000..non tocca neanche i piedi per terra, ma sgassa sul cavalletto facendo molto rumore.
.
A59C
Per Letta ora serve un nuovo inizio……
Fino adesso cosa avete fatto? La solita fine?
..
Coso
L’uno contro l’altro per vivacizzare l’atmosfera del partito dei morti viventi
.
Saxolino
Tafazzi prossimo segretario del PD, per coerenza.
.
Viviana
Davanti a quello che accade e a milioni di persone, del Pd, del Pdl, della Lega, imbolsite che accettano di tutto, non c’è limite allo sbigottimento .
Si dovrebbe invocare il reato di ‘circonvenzione di incapaci di intendere e di volere’ davanti al Tribunale dell’Aia.
.
Ma come?
-Renzi dice che vuole privatizzare tutti i beni comuni, anche l’acqua, fregandosene del referendum
-che vuole annientare lo stato sociale (dunque anche gli aiuti ai più poveri, i ticket, la sanità pubblica, le pensioni al minimo…)
-che vuole abolire l’articolo 18 e le leggi di tutela del lavoro e gli piace il sistema Marchionne
-che vuole azzerare i sindacati con un contratto unico del tipo delle corporazioni
fasciste
-che vuole rovesciare il sistema parlamentare per un presidenzialismo forte che in un sistema senza contrappesi come l’Italia porterebbe a un nuovo peronismo
-che vuole addirittura fare un cimitero per gli aborti e togliere le pensioni alle vedove?
-che intende distruggere il Pd

..e voi pure lo votate??????
E’ una cosa che se non la vedessi non ci crederei!!
.
CA59
Avanti tutta Renzi…Non mollare…forse finalmente il PD sparirà
.
Renzi intende ripartire dall’inizio, ovvero da se stesso
Il motto di Berlusconi era: “Ghe pensi mi!”
Quello di Renzi: “L’inizio son IO!”
Parlando sempre di sinistra. Ma ripartire dalla sinistra mai?
Immagino che l’abbiano proprio sotterrata.
Ma ripartire dai cittadini italiani nemmeno????
.
La rete affaristica in Puglia della coppia Boccia- De Girolamo
Le losche intese entrano in famiglia
Mai esempio migliore di questi partiti!
.
Il renziano Faraone indagato per peculato in Sicilia
Se il buongiorno si vede dal mattino…
Come si dice sempre: “In Sicilia si vede per primo quello che poi si vedrà in tutta Italia!”
..
Jonny
Otto mesi di governo e già siamo al 4° “Nuovo Inizio”! Bene. Molto bene!
.
Baffone
IL MESSIA DEL PD RESUSCITA LAZZARONE
Era già pronto per il museo delle cere nel quale avrebbe potuto entrare senza ulteriori trattamenti vista l’abbondanza di silicone, era politicamente allo sbando, condannato, fuori dal Senato, incandidabile dentro i confini e impresentabile fuori. Ma ancora una volta una mano soccorrevole si è levata dalla presunta opposizione a salvarlo e a rimetterlo in gioco, quella di Renzi che sfida le ultime residue pruderie del Pd pur di arrivare a un accordo sul sistema elettorale proprio con l’uomo che fece il Porcellum.
Forse perché l’intenzione vera è di trovare un modo per riproporre nella sostanza le idee guida di Calderoli: fare del voto uno strumento di oligarchia e di “contenimento” dell’elettorato attraverso un meccanismo blindato di alternanza solo formale e a liste bloccate senza le quali questo sistema politico corrotto e auto referente esploderebbe. L’idea di ricevere il Cavaliere nella sede stessa del Pd, al Nazareno che ben si addice alle resurrezioni, non è dunque una provocazione, ma una sorta di manifesto politico: da una parte dice che Renzi si fida molto di più del Condannato che non di Letta e di Alfano, dall’altra rende noto a tutti che vuole una legge elettorale che non sia disegnata per dare spazio anche alle formazioni minori, ma orientata a un bipolarismo assoluto nel quale ogni gioco è possibile e che alla fine esime dall’obbligo di avere delle idee politiche, potendo sopravvivere in quella bolla mediatica – che gli appartiene come è appartenuta al Cavaliere – del giorno per giorno.
.
Viviana
Ogni perversione finisce per nutrirsi in seno la vipera che la avvelenerà

Il Pd, prima Ds, ha sempre cercato con cura di suicidarsi.
Alle ultime elezioni ha perso 3 milioni e mezzo di voti, ma si vede che non gli bastava.
Così ha rinnegato le proprie radici e la propria ideologia di sinistra e si è venduto ‘senza se e senza ma’ al grande capitalismo finanziario, asservendosi all’assassinio dell’Italia concertato dalla Troika. E ha scelto prima l’ultraliberista Monti, poi, siccome non gli bastava ancora, l’Enrico Letta, vicepresidente della Aspen e membro del Bilderbeg.
Infine, siccome non c’è limite al peggio, è andato a ficcarsi nelle larghe intese con il finto nemico di sempre Berlusconi facendo outing sull’inciucio permanente durato 20 anni, e intanto imperversava col pareggio del bilancio, il Mes, il fiscal compact e i 50 miliardi di tagli l’anno per 20 anni.
Ma evidentemente questo era poco!! In preda a impulso di dissoluzione ha pensato bene di darsi l’eutanasia finale con Renzi, che è stato come ficcarsi una bomba a orologeria in seno e vedere quando scoppia che effetto che fa.
Mai visto nella storia un caso simile di masochismo portato all’estremo limite della follia. I lemuri in confronto sono dei dritti!
E’ un fenomeno di degrado progressivo di stampo senile incurabile e prossimo a un’insania profonda e genetica.
Insomma piuttosto che rinsavire.. meglio la morte!!
..
EMILIO RISARI
Purtroppo la sx in Italia è morta con il decesso di Enrico Berlinguer. Dopo di Lui, il vuoto assoluto, riempito solo da sciacalli, arrivisti, inciucisti, furfanti rapinatori. Chi pensa tuttora che la sx sia a favore delle classi meno abbienti, si ravveda: questi cialtroni pensano solo a rinforzare il loro potere e continuare a sedere sugli scranni a premere,quando sono in aula, un pulsante. Renzie è la perfetta incarnazione degli esemplari. Il risultato è sotto gli occhi: il paese e i suoi abitanti crepano, la casta? Ingigantisce. Non rimodulare la revisione della spesa è un suicidio. Diventa omicidio, dal momento che le pistole non se le puntano loro, ma le volgono su noi.
.
Tagli alla spesa non se ne vedono all’orizzonte, dal finanziamento ai partiti, a quello dei giornali, all’eliminazione delle Province, tutte spese di cui il M5S ha chiesto l’abolizione in Parlamento senza alcuna risposta.
A quale qualità della spesa pubblica appartengono le 670 AUTO BLU?
.
Ogni tanto ecco l’antidiluviano che ripropone l’eterna lotta: dx/sx.
Una divisione ideologica scomparsa dalla realtà ma residua nell’immaginario di chi non si arrende all’evidenza e valuta le cose secondo stereotipi duri a morire. E’ chiaro che costui del M5S non ha capito niente! Questi dinosauri non si rendono conto dei fatti e moriranno attaccati a divisioni che sono servite solo come armi di distrazione di massa, per mettere gli uni contro gli altri, distraendoli dal controllo della corruzione del potere, identica a dx come a sx. Eppure dovrebbe esser chiaro che la sx è morta con Berlinguer e una dx seria è morta con Bossi e B, e che ora domina solo un iperliberismo e un turbocapitalismo che danno ordini ai due compari ossequienti, i quali ubbidiscono ormai a qualunque tentativo di suicidare l’Italia, pur di mantenere le loro reti di potere (la coppia Boccia-De Girolamo è chiaro es. del connubio di dx e sx, pari in razzia e malgoverno,come è nel governo delle larghe intese o nei peculati e frodi degli enti locali o nell’ubbidienza alla Troika assassina). Ma questi cultori della dx/sx non cresceranno mai? Continueranno a cercare tracce di dx e sx nel M5S,quando le hanno ammazzate dentro di loro? Resteranno fermi a divisioni ideologiche vecchie di 60 anni?

Grillo dice: “Il tempo delle ideologie è finito. Il M5S non è di dx, né di sx. E’ sopra e oltre ogni tentativo di ghettizzare, contrapporre e mistificare ogni sua parola catalogandola a proprio uso e consumo. Il M5S ha votato finora le proposte attinenti al suo programma,chiunque le abbia fatte,senza guardare se era di dx o di sx.
Il M5S si allea coi movimenti di cui condivide gli obiettivi, come è stato per i No Tav, i No Gronda, l’acqua pubblica, i rifiuti zero, i No Dal Molin, il nucleare ecc. Le porte per i partiti sono chiuse. Il M5S vuole la democrazia diretta, il rapporto diretto tra Stato e cittadini, l’eliminazione dei partiti, i referendum propositivi senza quorum: il cittadino al potere.”
Ma cosa credono sia la democrazia diretta? Di dx? Di sx? Nulla di tutto questo. La democrazia non la vogliono né dx né sx. Per questo sono coalizzate contro il M5S. Perché vogliono un potere dove tutto piove dall’alto e ai cittadini si toglie ogni diritto!
.
Ai piddioti, ai berlusconiani di ferro, ai leghisti, io chiederei:
-Renzi vuole eliminare lo stato sociale (servizi sanitari, ticket, aiuti ai più poveri, pensioni sociali…). Siete d’accordo? Sapete cos’è lo stato sociale? Lo sapere che Renzi vuole privatizzazione tutto, il che vorrà dire che tutto diventerà più caro, e vuole levare anche le pensioni alle vedove?
– in base al Mes dobbiamo dare vari miliardi agli stati più ricchi. Sapete così il MES?
-Monti, acclamato da Pd e Pdl, ha messo in Costituzione il pareggio di bilancio. Sapete che questo significa che non ci sarà un euro per lo sviluppo e nemmeno per emergenze nazionali come terremoti o alluvioni?
-sapete cosa vuol dire essere penalizzati per il 3% di sforamento? Che pagheremo 50 miliardi l’anno per 20 anni. Come pensate che il Pd provvederà a questo pagamento forzato?
-ritenere giusto continuare a stare in zona euro a queste condizioni?
-sapete che prima o poi ci sarà il prelievo forzato sui vostri risparmi?
..
Le tre proposte elettorali di Renzi sono tutte incostituzionali
in più prevedono il rovesciamento della democrazia parlamentare per una democrazia presidenziale
invece di aumentare la democrazia, la diminuiscono
Dunque sembra che vogliano procedere per altri 8 anni in modo anticostituzionale
e intanto preparare un golpe con un nuovo Peron?
E’ questo che 2 milioni di pid dio ti volevano quando hanno eletto Renzi?
.
Renzi parla di un fallimento del Pd che prosegue da 10 mesi.
E perché poi 10 mesi? Perché non comprende anche il periodo Monti-Fornero e gli indecenti voti “senza se e senza ma” che il Pd gli dette condizionatamente?
Se poi si deve parlare di fallimento della sx, perché non risalire a quel 6 gennaio del 1964 quando Berlusconi scese in campo, malgrado ci fosse una precisa legge dello stato che lo vietava essendo lui proprietario di giornali e televisioni? Era la legge n° 361 del 1957, che stabilisce appunto l’ineleggibilità di chi è titolare di concessioni statali, come sono quelle televisive. Dal 1957 ad oggi quella legge ha riposato in un cassetto, senza casi concreti a cui applicarla e né D’Alema, né Violante, né Veltroni, né Prodi, né Bersani hanno mai trovato modo di applicarla.
.
E l’ultimo discorso che voglio sentir fare è che parlare del sistema elettorale è una perdita di tempo perché i problemi del Paese più gravi
Questo discorso è insensato. Appartiene a quella categoria di insulsi che Grillo bocciò come ‘benaltristi’, cioè quelli che, qualunque cosa di discuta dicono che “Si dovrebbe parlare di ben altro!”, intendendo ipocritamente che sarebbe meglio “non discutere di niente!”
Sul sistema elettorale è in gioco la democrazia.
Se l’Italia non avesse avuto una sconcezza come il porcellum, non avrebbe mantenuto al potere una classe di politici debosciati che non sarebbero mai usciti dalle scelte popolari, ma che sono stati attaccati alle poltrone in virtù delle scelte autoreferenziali di 6 capi di partito!
.
Paolo 434
Un Paese come l’Italia che conta 23 milioni di pensionati, che mediamente ricevono1000 euro/mese, e oltre 3 milioni di disoccupati, che mediamente non arrivano a 500 euro/mese, non può essere governato da una classe di Politici plurimilionari, arricchitisi con la “professione” politica, e che hanno creato attorno a loro stessi una classe di parassiti e sanguisughe, inetti ed incapaci, che si accaparrano posizioni di rendita e privilegio senza svolgere alcuna attività di alcun beneficio per la comunità!
Non c’è né nuova legge elettorale, né riforma del Senato, né abolizione delle Province o Regioni, ne’ riforma del Lavoro, ne’ riforma della Giustizia, che possano avere priorità sulla eliminazione immediata di tutti questi privilegi:
– Eliminati tutti gli stipendi oltre i 100.000 euro/anno
– Eliminate tutte le pensioni oltre i 60000 euro/anno
Siccome l’attuale classe dirigente non farà mai una riforma del genere, l’intera classe dirigente deve essere rimossa e solo un movimento o un partito che sposi questo tipo di riforma sarà capace di ottenere il sostegno della gran maggioranza del popolo.
Per ora il movimento che è più vicino a questo programma è il M5S.
.
Grillo vuole il sistema proporzionale spagnolo
In Spagna per la Camera si vota con un sistema molto semplice: un proporzionale corretto con il metodo di D’Hondt applicato a circoscrizioni piccole (pari alle
provincie). Ogni circoscrizione elegge un numero di deputati sulla base della propria popolazione. In Spagna vi è inoltre uno sbarramento per collegio del 3%.
Il sistema spagnolo è stato pensato per ottenere sia un grado elevato di bipartitismo complessivo sia una buona rappresentanza dei partiti regionali. Le liste sono bloccate ma i collegi provinciali permettono una notevole vicinanza tra politici e cittadini. Gli elettori sapranno esattamente chi rappresenta la loro
provincia in Parlamento e sapranno dunque a chi rivolgersi.
Applicando tale sistema ai voti delle ultime elezioni italiane il Pd sarebbe il partito vincente (203 seggi) ma con un unico seggio di distacco dal M5S. A seguire il Pdl (162 Seggi)..
M5S e Pd sarebbero dunque alla pari e, a parte una “Grande Coalizione”, non ci sarebbero possibilità di formare un governo. Il vero vincitore con questo sistema elettorale sarebbe il M5S (+94 seggi rispetto al Porcellum) grazie alla sua forte presenza su tutto il territorio italiano. Solo in 5 collegi, infatti, non otterrebbe seggi. Il Pdl aumenterebbe il numero dei propri deputati e questo grazie alle
importanti vittorie nelle provincie del Sud, ma pagherebbe pesantemente la propria frammentazione.
.
Maxprof
“Renzi incontra Berlusconi in una sede del PD”
Alla fine, dunque, sono riusciti a trovargli una sede per i lavori socialmente utili
.
Fool
Renzi: “Se vedo Berlusconi è per provare a chiudere”.
Con la sinistra.
.
Angra
Renzi incontra Berlusconi per decidere la nuova legge elettorale. E ringraziate che è morto il Pacciani.
.
Montales
I bersaniani contro Renzi. “FaccI almeno vedere la salma”.
.
Notturnoconcertante
Alfano a Napolitano: “Rischiamo il suicidio”
Benvenuto nel meraviglioso mondo del PD.
.
I’foda
Berlusconi, Renzi e il Pd, insieme, chissà perché, mi ricordano l’Esorcista.
.
Dav90ide
Renzi incontrerà Berlusconi. La magistratura fa sapere che i nastri verranno distrutti.
.
Il Brillante
L’entourage di Berlusconi fa sapere che il Cavaliere alle 16 incontrerà Renzi nella sede del Partito Destrocratico
.
Clapclap
Il buio oltre la sede
.
Virgilio Natola
Berlusconi nella sede del Pd. Aerare i locali prima di soggiornarvi.
.
Giangalb
Renzi e Berlusconi si incontrano sotto un ritratto del Che. Avete mai visto un quadro piangere a dirotto?
.
I’foda
Per l’occasione sotto la foto è stato messo un cartello: “Wanted”
.
a.mazed
Incontri ravvicinati del terzo grado.
.
Misterdonnie
Renzi è partito da Firenze in treno. È un peccato che Tognazzi sia morto.
.
Pavimento 5stelle
Scalpore per il colloquio sotto l’effigie del “Che”: cosa ci fa quel quadro dentro una sede PD?
.
Dan 11
Terminato l’incontro fra Berlusconi e Renzi. Ha perso l’Italia.
.
Amotalbrezza
PD e PDL si mettono d’accordo.
L’unica novità è che questa volta ce lo fanno sapere prima.
.
Annibale
Renzi brucia le tappe: D’Alema in 30 anni ha distrutto PCI
senza riuscire a dire mai nulla di sinistra, Renzi in tre mesi ha incenerito
il PD senza mai dire un cazzo.
.
Shotinthedark
Renzi punta tutto sul sistema elettorale spagnolo modificato all’italiana. Hola va, hola spacca!
.
Grifus
Berlusconi nella sede del Pd.
Mai che resista a un puttanaio quello.
.
Il mago di Floz
Renzi: “Siamo d’accordo anche sulla trasformazione del bicameralismo.” In bicameratismo.
.
Giolly
Renzi resuscita Berlusconi: “Lazzarò, alzati e cammina!”
.
Peire Vidal
Renzi incontra Berlusconi nella sede del PD.
Finalmente qualcosa di sinistro!
.
Giolly
Piena sintonia tra Renzi e Berlusconi sulle riforme. A presto la stesura di una magnamagna charta
.
Lowerome
Cicchitto: “Operazione aberrante”. E se la rifanno incappucciati?
.
Cicchitto: “Renzi e Berlusconi stanno firmando il patto Molotov-Von Ribbentrop”. Indovina chi fa la Polonia.
.
Savy08
Renzi incontra Berlusconi nella sede del PD. Almeno Andreotti lo faceva di nascosto con Riina
.
Limoncino
Il Berlurenzum avrà le liste bloccate ed il premio di maggioranza: passeremo dal porcellum alla maialatam?
.
Marcthulu
La nuova legge elettorale avrà le liste bloccate ed il premio di maggioranza: più le cose cambiano, più restano le stesse.
.
Ors0
Vediamo le cose positive: dopo il bocca a bocca praticato da Renzi a Berlusconi la legge contro l’omofobia dovrebbe essere più vicina.
.
Fassina: “Abbiamo votato per l’interdizione di Berlusconi e poi lo ribattezziamo padre costituente.” Bel lavoro!
.
Lowerome
L’italicum eredita dal porcellum liste bloccate, un fortissimo premio di maggioranza e una soglia molto bassa per ottenerlo. Però il nome se la tira meno.
.
Serena gandhi
Bisogna guardare con ottimismo al futuro. Mancano solo 19 anni e 11 mesi alla caduta di Renzi.
.
‘IFoda
Renzi: “abbiamo fatto tutto alla luce del sole”. L’ultima speranza è il melanoma.
.
Dexxin
Renzi: “Abbiamo fatto tutto alla luce del sole.” Atti osceni in luogo pubblico.
.
Velocissimo Renzi

Il mago di Floz
Renzi ha fatto in un mese quello che gli altri hanno fatto in anni. Spaccare il partito.

(E ora altrettanto velocemente lo distruggerà. Ovazione degli amanti della velocità. Copio dissolvi, sed celerrime. Non ci sono più i masochisti di una volta, ora abbiamo i turbomasochisti)

ASSENTEISMO

Il più assenteista ovviamente è Berlusconi. Zero voti in Aula, una presenza su 1654 votazioni. La decadenza da Senatore nulla toglie alla sua partecipazione presente, giacché non era in aula nemmeno prima. Gli toglie solo delle guarentigie.
Al 27 maggio 2011 Ghedini è, dopo il collega del gruppo Misto Antonio Gaglione, è il deputato col tasso di assenteismo più alto, 77%. Su 9105 sedute parlamentari, dera presente solo a 2094, rimanendo assente a ben 7011 sedute. Oltre ad essere il 2° deputato più assenteista, Ghedini è anche il deputato meno produttivo. E’ al 622º posto, preceduto soltanto da colleghi in carica dal 2009 o dal 2010. Ghedini ha un indice di produttività inferiore a quello del collega Gaglione, nonostante il 93% di assenze di quest’ultimo.
I dati aggiornati non cambiano, Ghedini e Verdini (entrambi servitori di B) sono i più assenteisti del Parlamento, assieme al tesoriere di FI. Tanto sono presenti in tv e sui giornali tanto sono assenti al Senato o alla Camera. Al Senato dove FI batte il record di assenze con Verdini, 1° classificato e Ghedini al 2° posto, e a seguire Mariarosaria Rossi, fedelissima di B
In 9 mesi e mezzo di legislatura, Verdini ha partecipato a 2 votazioni su 2070, Ghedini è stato presente 11 volte.
I dati non permettono di sapere se l’assenza è dovuto a malattia, a missioni o a una precisa volontà di non partecipare al voto
Tremonti 89% di assenze.
Monti presente solo 247 volte.
Tra i primi 10 assenteisti Sacconi,Schifani e Minniti del Pd.
Angelo Angelucci e Stefano Quintarelli di FI hanno fatto 3 presenze su 2818 (ma Angelucci nel 2013 ha battuto il record di zero presenze.
Tra i grandi assenteisti la Santanché, la Bambilla, Bersani e Bossi.
In Senato 36 e alla Camera 34 ‘onorevoli’ sono mancati a metà delle votazioni.
E non è ce all’europarlamento vada meglio!
I deputati italiani sono i più assenteisti d’Europa!

Per quanto riguarda la partecipazione dentro il M5S, io direi di rimandare a casa
l’aretino Samuele Segoni che ha solo il 72,38% di presenze con un assenteismo al voto del 27,62% e che per 4 volte a votato da ribelle. Possiamo chiedere, e farlo valere per il M5S, la decadenza dal ruolo dell’onorevole che, senza gravi motivi di salute, è stato assente più del 50% delle sedute in un anno.
In ogni caso, visto l’alto compito, che ce ne facciamo di onorevoli che sia pure con prescrizione medica hanno fatto troppe assenze? Non si tratta di un lavoro in cui uno debba essere salvaguardato, ma di una funzione che: o di è in grado di espletarla, o si può andare altrove a fare altro!

Dedicato ai Piddini
Er compagno scompagno

Un Gatto, che faceva er socialista
solo a lo scopo d’arivà in un posto,
se stava lavoranno un pollo arosto
ne la cucina d’un capitalista.

Quanno da un finestrino su per aria
s’affacciò un antro Gatto: – Amico mio,
pensa – je disse – che ce so’ pur’io
ch’appartengo a la classe proletaria!

Io che conosco bene l’idee tue
so’ certo che quer pollo che te magni,
se vengo giù, sarà diviso in due:
mezzo a te, mezzo a me… Semo compagni!

No, no: – rispose er Gatto senza core
io nun divido gnente co’ nessuno:
fo er socialista quanno sto a diggiuno,
ma quanno magno so’ conservatore!

(Trilussa)
.
http://masadaweb.org

  • Unique Post
Previous Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

CORSO. LEGGERE L’UOMO

LEGGERE L’UOMO Se siete di Bologna può interessarvi un CORSO IN 7 LEZIONI IN 7 GIOVEDI’- A PARTIRE DAL 19 [Read More]

I migranti dal mare e gli anziani italiani emigrati in un documentario

Vedi il trailer: https://vimeo.com/140032609 Tra Performance art e cinema del reale, “(A)mare Conchiglie” è  [Read More]

Anziani, erranti, lucciole e migranti come conchiglie alla Biennale di Anzio e Nettuno: è la nuova performance di Kyrahm e Julius Kaiser

Il 13 giugno 2015, poco prima del tramonto (ore 18) sulla spiaggia di Forte Sangallo, per la Biennale di Anzio e [Read More]

Una performance estrema contro la tortura diventa un documentario

Sabato 18 aprile verrà presentato a Teramo il documentario working progress “Dentro/Fuori” di Kyrahm e [Read More]

SE LE REGOLE LE FANNO I LADRI

MASADA n° 1540 13-6-2014 Renzi vuole una legge che annulli le pene fino a 5 anni – In Italia il bicchiere non solo [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 36 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano