WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday August 19th 2017

L’AURORA


MASADA n° 1413 16/10/2012 L’AURORA

Il grottesco Premio Nobel all’Unione Europea –Altrettanto grottesco il Premio antimafia a Maroni – Facce da culo: Formigoni – Le firme false di Formigoni e Cota – La carriera di Roberto Formigoni -“Il migliore tra noi ha la rogna” – Di Pietro e gli esodati – I giorni del potere – La Goldman Sachs apprezza il Pd – L’Italia venduta al neoliberismo – Quali sono i poteri forti – Giornata mondiale delle bambine – La piaga della prostituzione femminile – Entropia e sintropia

Ci vuole molta vita per vivere la vita
Ci vuole molta speranza per sognare il futuro


“C’est la nuit qu’il est beau d’attendre la lumière;
il faut forcer l’aurore à naìtre en y croyant”

“E’ la notte in cui è bello aspettare la luce;
Occorre spingere l’aurora a nasce credendo in essa”

..
Forse un angelo parla a tutti, eppure
in quel supremo istante pochi ascoltano,
pochi hanno l’orecchio e l’ubbidienza
delle radici che a gennaio dormono.
Dal profondo una voce bisbiglia,
giunge un brivido ai rami più lontani.
Nessuno se ne accorge ma è partita
a buie ondate un’altra primavera.

Maria Luisa Spaziani

La speranza è una virtù necessaria.

Solo chi è talmente folle da pensare di cambiare il mondo lo cambierà veramente.
(Einstein)
.
PROFEZIE
VV
Resto profondamente attaccata a tre profezie di papa Giovanni, l’unico Papa, insieme a Papa Luciani, che ha saputo fare qualcosa di buono:

una dice che nel nostro tempo tutto verrà alla luce del sole, tutti sapranno tutto e solo chi non vuol capire potrà dire di non vedere e di non sapere

un’altra dice che sarà un tempo di grande dissoluzione e si salveranno solo i gruppi, le piccole comunità che ripartono dal basso

la terza dice che verrà l’età delle donne, intendendo un tempo in cui prevarranno le caratteristiche positive del femminile, che ogni sesso, se vuole, può praticare: l’accoglienza, la benevolenza, la tolleranza, la cura del mondo e delle sue creature, la conservazione dei valori e le relazioni d’amore.

Credo fortemente in queste tre profezie.
E credere è come creare.
Credere in un mondo nuovo e migliore è il primo passo per metterlo in essere.

SCELTE GROTTESCHE

Un premio Nobel per la pace all’Europa.
Francamente c’erano soggetti molto più meritevoli da premiare, da Gino Strada a Medici senza frontiere a Libera di don Ciotti a Padre Zanotelli
Il mondo è sempre più abominevole e anche i Nobel ormai perdono ogni legittimità.
Tanto valeva che si desse un Nobel al Neoliberismo che ha rovinato il mondo!
Troviamo veramente allucinante che si dia un Nobel alla pace all’Unione europea, quando in 60 anni non ha mai fatto niente per diventare un’unione di popoli e si rivolta solo a fare gli interessi di un sistema di banche, al di fuori di qualunque criterio di democrazia e gli interessi di una Bundesbank, sotto gli ordini di una Bce (organo non eletto), esecutrice del Fm (organo altresì non eletto) ed, eseguendo quegli ordini, ha portata alla rovina i Paesi membri, non ha aumentato il livello dei diritti civili, non ha penalizzato i paesi più retrogradi e corrotti, e ha partecipato a ben tre guerre di invasione (Afghanistan, Irak e Libia).
Nel nostro piccolo, noi abbiamo fatto una efferatezza analoga, premiando col premio Falcone Borsellino quel Maroni che nei suoi mille giorni di permanenza al potere ha smantellato le forze di polizia, ha sciolto i presidi antimafia, si è alleato al primo mafioso d’Italia e, proprio ieri, ha riconfermato il suo appoggio a quel Formigoni che si regge al potere con soggetti che comprano a migliaia di voti dalla n’ndrangheta e il suo tesoriere proprio alla ‘ndrangheta si rivolge per chiedere consiglio su come nascondere i soldi che il suo segretario ha sottratto alle casse del partito.
E se non è il mondo di Orwell questo… dove ogni parola significa il suo contrario, non so quale altro !!!!
.
L’ultima vergogna è il nobel per la pace all’Unione Europea. Ora mi spiego perché né Gandhi né Gino Strada abbiano mai vinto questo premio. Povero Alfred Nobel uscirà dalla tomba per chiedere come mai non lo hanno ancora concesso ad Adolf Hitler!
Maria Pia Caporuscio
.
Bruno Bassi
“La cosa più spaventosa è che spesso le opinioni, le convinzioni, le idee cristallizzate collettivamente finiscono per trasformare o addirittura sostituire la realtà.”
.
COMPENSAZIONI
VV
Ci hanno messi in mutande
ma ci hanno tolto la luce
così almeno non si vedranno le nostre vergogne.

“Distruggiamo la bellezza del paesaggio perché gli splendori della natura, liberamente disponibili, non hanno alcun valore economico. Saremmo capaci di spegnere il sole e le stelle perché non pagano un dividendo”.
(John Maynard Keynes)

Che Tristezza Monti.
E’ come aver eletto la Morte senatore a Vita…
Enrico

FACCE DA CULO: FORMIGONI
VV

Formigoni è davvero la faccia da culo dell’anno!
Ma chiedo: se io comune cittadino faccio qualcosa contro la legge, la legge mi fulmina e mi associa alle patrie galere o mi condanna a un iter giudiziario infinito da cui comunque uscirò sconfitto.
E allora dov’è la legge che quando Formigoni presenta una lista con 952 nomi falsi non lo fulmina e non lo dichiara testè decaduto e infame?
E dov’è la legge che è stata violata impunemente quando Cota è diventato governatore del Piemonte grazie alla lista pensionati le cui 12.000 firme sono risultate false? Questa lista è stata decisiva per la vittoria del centrodestra alle ultime Regionali, e com’è che pur essendo falsa, l’elezione di Cota non è stata annullata e Cota non ha dovuto dimettersi con infamia?
E dov’è la legge che quando Formigoni o Errani si presentano oltre il secondo mandato come Governatore glielo lasciano fare e non li dichiara non eleggibili?
E dov’era la legge che pure c’era e che vietava a Berlusconi di candidarsi essendo lui gestore di televisioni?
E dove erano quelli che dovevano eseguire la cogenza di tali leggi?
.
LE 12.000 FIRME FALSE DI COTA E LE 950 FIRME FALSE DI FORMIGONI
Da wikipedia

Il 29 marzo 2010 fu eletto presidente della regione Piemonte con la coalizione formata dal Popolo della Libertà e dalla Lega Nord, che ha avuto la meglio sulla candidata uscente Mercedes Bresso del Partito Democratico.
L’elezione di Cota è stata per qualche tempo in bilico a causa del possibile annullamento di circa 12 000 voti espressi verso liste a lui collegate visto che, al momento della proclamazione, il vantaggio di Cota era di circa 9300 voti. Il 19 ottobre 2010 il Consiglio di Stato ha infine confermato l’elezione di Cota, sospendendo il riconteggio dei voti.
L’11 marzo 2012 Cota è rieletto Segretario nazionale della Lega Nord Piemonte di cui assume anche il ruolo di Presidente Nazionale dopo che l’incarico era decaduto all’europarlamentare Mario Borghezio a causa della sua sospensione dalla Lega.
Il 22 maggio 2012 però viene confermata in appello la condanna a Michele Giovine per aver falsificato le firme necessarie alla presentazione della lista “Pensionati per Cota” risultata determinante per l’elezione di Roberto Cota. L’opposizione è quindi tornata a chiedere le dimissioni del Presidente Cota.
Sembra chiaro che la vittoria di Cota è dipesa da truffa e che, una volta sentenziata la falsità delle firme a cui si deve questa vittoria, è un abusivo che occupa indebitamente una carica che non gli spetta, per cui dovrebbe essere immediatamente rimosso da tale carica e imputato di frode e falso con una pena carceraria equivalente al reato.
..
Bob
Giorni fa appeso fuori un negozio c’era un cartello che recitava: “Alle prossime Elezioni Regionali vota Ali Babà, almeno sei sicuro che i ladroni sono solo 40!”
.

ROBERTO FORMIGONI

La stessa età di Grillo ma impiegata ben diversamente. Personaggio cinico e arrivista oltre ogni limite.
Il padre era un fascista che collaborò coi fascisti e comandava le Brigate nere fasciste di Missaglia, a cui fu attribuita la responsabilità dell’eccidio di Valaperta.
Formigoni entra giovanissimo nella Dc e a 28 anni fonda il Movimento Popolare, ma il fatto decisivo della sua vita è l’adesione a Comunione e Liberazione, di cui è fedele adepto, che gli porta un costante sostegno e che egli ripaga profumatamente con una distribuzione di cariche.
A 37 anni viene eletto al Parlamento europeo con oltre 450 000 preferenze. A 40 diventa Deputato alla Commissione Affari Esteri e guida una delegazione parlamentare da Saddam per liberare 450 ostaggi, è poi Sottosegretario all’Ambiente nel Governo Ciampi.
Nel 1994 la DC si trasforma in Partito Popolare Italiano (PPI) e Formigoni va con Buttiglione che l’anno dopo forma il CDU con Formigoni presidente, ma nel 94 si stacca e passa a Forza Itali.a
Nel 1995, diventa presidente della Giunta lombarda, nel 2000 riconferma la carica grazie all’alleanza con la Lega. E beneficia le scuole private di 400 milioni
Sarà governatore della Lombardia 4 volte, eludendo la legge che vieta più di 2 mandati, grazie all’appoggio del Pdl e della Lega e alle ultime elezioni ottiene 2.704.364 voti-
Il 3° e 4° mandato violano la legge 165/2004. I radicali fanno un esposto contro di lui e contro Errrani che è al 3° mandato, ma l’esposto non viene ammesso, lo ripresentano insieme ai 5stelle, ma il giudice dice che la Lombardia “Non ha recepito la legge”! (Nemmeno si trattasse di uno stato straniero!)
Ma gli illeciti non finiscono. I radicali denunciano la presenza di 926 firme false nella sua lista di candidatura. La Corte d’Appello conferma, ma il Tar della Lombardia dichiara ammessa la lista nonostante la frode palese e il fatto che le firme siano state chiaramente fatte da poche persone con la stessa calligrafia, persone che risultano del clan della Minetti. Gli indagati sono 15 autenticatori, tra cui 4 consiglieri provinciali milanesi del PdL e Clotilde Strada, collaboratrice della Minetti-
Dicembre 2011: la Procura di Milano è parte nella causa civile dei Radicali per chiedere l’annullamento delle elezioni. Nell’inchiesta compare anche Guido Podestà, pres. della Provincia di Milano e coordinatore Pdl.
B fa un decreto Salva-Liste per chiudere le inchieste. Formigoni accusa i radicali di diffamazione e perde la causa, ricevendo la condanna a un anno di carcere, 900 € di multa e 110.00 di spese processuali.
Luglio 2012: la Procura di Milano chiede il rinvio a giudizio per Podestà per falso ideologico continuato e aggravato insieme ad altre 9 persone, in relazione alle 926 firme false a sostegno del listino regionale di Formigoni.
Formigoni è stato rinviato a giudizio nel 2002 nell’inchiesta sulla bonifica della discarica del comune di Cerro Maggiore, poi assolto in appello.
Nel dicembre 2009 riceve un avviso di garanzia assieme alla Moratti e a Podestà per una inchiesta su ambiente e inquinamento per sforamento dei limiti di concentrazione delle polveri sottili,poi archiviato.
Inchiesta P3. Nell’ambito di indagini della Procura di Roma su eolico e P3, si parla di pressioni sui giudici della Corte Costituzionale per sostenere la riammissione della lista civica regionale Per la Lombardia .
Aprile 2012: il Corriere della Sera scrive che uno dei fiduciari svizzeri di Pierangelo Daccò, amico di Formigoni e uomo vicino a Cl, è arrestato per aver creato milioni di fondi neri nello scandalo dell’Ospedale San Raffaele e aver distratto dal patrimonio della Fondazione Maugeri 70 milioni di euro sotto forma di consulenze e appalti fittizi, e avrebbe pagato viaggi aerei compiuti da Formigoni, un suo amico, il fratello e sua moglie. Tra questi benefici, un viaggio Milano-Parigi da ottomila euro, pagato da Daccò. Daccò finisce in galera per 10 anni per associazione per delinquere, bancarotta ecc nell’inchiesta sul dissesto dell’ospedale San Raffaele. Ma Formigoni nega ogni accusa e si dichiara “sereno”.
Giugno 2012: sullo scandalo dei viaggi pagati dal faccendiere Daccò, l’opposizione di csx (Pd, Idv e Sel) presenta una mozione di sfiducia, col sostegno di Udc e Partito Pensionati dopo che era stato respinto dal Pres. del Consiglio lombardo Franco Cecchetti (Lega), un loro documento, che, senza chiederne le dimissioni, impegnava Formigoni a rinominare una giunta tecnica per completare la legislatura. La mozione di sfiducia viene bocciata con 28 sì e 49 no e Formigoni si salva proprio grazie alla Lega
Formigoni viene indagato dalla Procura di Milano per corruzione e finanziamento illecito ai partiti nell’ambito dell’inchiesta sulla sanità privata in Lombardia in cui risulta implicato il faccendiere Daccò. Le accuse riguarderebbero un illecito finanziamento elettorale di oltre mezzo milione di ricevuto da una azienda sanitaria privata per la campagna di Formigoni per le regionali del 2010, si ipotizza, inoltre, il reato di corruzione per la somma dei molteplici benefit di ingente valore patrimoniale (vacanze, soggiorni, yacht, cene di pubbliche relazioni a margine del Meeting per l’amicizia fra i popoli di Rimini, condizioni favorevoli nella vendita di una villa in Sardegna a un coinquilino di Formigoni, messi a sua disposizione da Daccò, il quale,sfruttando l’amicizia, basata su benefit di varia natura ,riusciva ad ottenere delibere e fondi da parte della regione in favore di strutture sanitarie private,tra cui la fondazione Maugeri di cui Daccò era consulente ricevendo oltre 70 milioni.
Formigoni è accusato di concussione e corruzione.
Ha usato un sistema di distribuzione delle cariche di tipo clientelare nella scelta dei dirigenti della Regione, garantendo l’occupazione di “tutti i centri di potere” da parte di esponenti di Cl, appartenenti per lo più al suo braccio economico la Compagnia delle Opere.
Ha fortemente voluto la costruzione del Palazzo Lombardia, distruggendo un’area verde lasciata da una contessa come bene inalienabile di Milano.
Ha sempre sostenuto i finanziamenti pubblici alle scuole private e confessionali.
Si è opposto alla vendita di Alitalia ad Air France, d’accordo con la Lega per evitare la penalizzazione di Malpensa.
Si è espresso contro l’introduzione in commercio, in Italia, della pillola RU486, obbligandone in Lombardia la somministrazione solo negli ospedali.
Si è rifiutato di dare applicazione alla sentenza della Corte d’appello che autorizzava l’interruzione dell’idratazione e dell’alimentazione forzata di Eluana Englaro.
Su Canale 5 ha dichiarato che l’inquinamento atmosferico non provoca nessuna malattia!
Ha firmato una lettera aperta per chiedere ai cattolici italiani di sospendere ogni giudizio morale nei confronti di Berlusconi, indagato per concussione e favoreggiamento della prostituzione minorile !!
Nel convegno sul libertinaggio di Ferrara ha applaudito vigorosamente l’apologia del libero godimento di beni materiali dicendo su Berlusconi: “Chi sono io per giudicare un altro?” Ma molti ora giudicano lui.
..
Oreste scrive che comportamenti come questi da parte di Comunione e Liberazione o di un Formigoni che si è sempre dichiarato cattolico osservante, fanno diventare atei.
Oreste, io non faccio distinzioni tra atei e bigotti, e credo fermamente che se mai esista un principio divino non abbia niente a che fare con le certe chiese materiali e con certi indecenti personaggi.
Qui il problema non è se essere atei o credenti, ma se essere persone degne di vivere in una comunità civile o delinquenti che dovrebbero essere associate alle patrie carceri, o, al massimo, tenuti ben lontani da qualunque incarico pubblico
Sinceramente, pensare che una CEI abbia sostenuto per 18 anni una persona corrotta come Berlusconi e che una Comunione e Liberazione continui a sostenere un corrotto arrogante e impudente come Formigoni fa fortemente schifo e penso che, se esiste una religione, non può che essere insozzata da gente simile che pensa solo al potere e che bestemmia nei fatti quel Cristo che a parole dice di voler servire.
Non diversamente va per quei caporioni della Lega che nel loro operato di Governo sconfessano platealmente quello che dichiarano nelle piazze e che, anche loro, sono pronti a vendere l’anima al diavolo per un pugno di potere e di soldi. Che vergogna tutti quanti! Che immenso squallore!
Non solo Maroni sostiene Formigoni, il corrotto che si regge su un migliaio di firme false e su 4000 voti comprati dalla ‘ndrangheta, ma è anche immischiato nello scandalo di Finmeccanica, visto che Orsi l’ha messo lì lui e che intanto sono usciti 10 milioni di mazzette pagate alla Lega.
Quanto ci vorrà perché un nuovo scandalo travolga quel che resta della Lega?
.
“IL MIGLIORE TRA NOI HA LA ROGNA”
Vv

Dopo gli scaldi a ripetizione del Lazio, della Sicilia, della Lombardia se lo dice da solo persino Berlusconi! “Il migliore tra noi ha la rogna!”
Questa non è gente umana, gente che dice che con 8.000 euro al mese non può vivere e che dovrebbe essere associata alle patrie galere. Gente che occupa posti di potere che dopo due mandati per legge dovrebbe lasciare, o che scende in politica possedendo televisioni quando la legge lo vieta, con altra gente che non fa nulla per fermarli e punirli o togliere loro le cariche rubate o indegnamente ricoperte. Gente che, anche quando ruba a 4 palmenti o ed è corrotta da corrotti, si dichiara serena e viene applaudita nei convegni di altra gente che si dichiara cattolica o democratica e tutti quanti insieme applaudono la propria avidità di soldi e di potere e le proprie reciproche menzogne e pretendono con quelle di passare per cristiani o per persone civili. Gente che accetta di mettere in lista prostitute di lusso o ladri o collusi con la mafia o razzisti o golpisti o fascisti. Gente che si candida con liste falsificate e mercanteggia migliaia di voti con la mafia a cui poi darà appalti pubblici e favori. Gente che in Parlamento compera deputati come fossero vacche o prostitute o che mette prostitute nei posti di comando e ci metterebbe se potesse anche le vacche, come Caligola che voleva far senatore il proprio cavallo. Gente che nemmeno quando è scoperta con le mani nel sacco in situazioni indecenti, ha il pudore di vergognarsi. Gente che ha il culo così attaccato al potere che gli si confonde con la faccia facendo venire il vomito, ma ne è così fiera che va ogni giorno in televisione per esibirlo con arroganza e quando viene fischiata come Formigoni a Lecco da una folla inferocita che voleva linciarlo, si vanta di aver ricevuto “consensi e applausi”!.
E poi ci sono 5 milioni di Italiani che dinanzi a un partito come il Pdl con centinaia di indagati o pregiudicati per reati gravissimi e solo oggi 14 assessori e consiglieri regionali lombardi indagati o arrestati, le cose marziane successe in Sicilia e nel Lazio, la corruzione sparsa a piene mani e alle spalle 4 governi scellerati che hanno rovinato l’Italia ….continuano a sostenerlo!
E altri milioni di Italiani continuano a sostenere il Pd con i suoi 400 indagati io condannati che ha venduto l’Italia al sistema finanziario mondiale e intende venderla ancora!
E ancora dinanzi a questi scempi c’è gente il cui unico scopo della giornata è scrivere facezie o sciocchezze contro Beppe Grillo?!
Davvero il genio è cosa rara, ma della scempiaggine è piena la Terra!
..
DI PIETRO

Ecco dove sono i soldi degli esodati.
Stamattina gli esodati, cioè quei poveracci che grazie alla professoressa Fornero sono rimasti senza pensione e senza reddito, hanno protestato di fronte a Montecitorio. Io sono andato a protestare insieme a loro.
Hanno tutte le ragioni di battere i pugni e di farsi sentire, dal momento che il governo ha respinto nelle settimane scorse 8.000 richieste di pensionamento su 11mila avanzate da chi fa lavori usuranti, ignorando così le proprie stesse disposizioni, e si prepara ora, con una scelta assolutamente irresponsabile, a respingere un ddl sostenuto da tutte le forze parlamentari per restituire a questi lavoratori la pensione e un reddito.
Hanno ragione a protestare perché in questi mesi si sono sentiti ripetere solo bugie e prese per i fondelli. E’ una bugia quella del ministro Fornero secondo cui non c’è un esodato che non prende lo stipendio. Ci sono eccome. C’è una miriade di esodati che non prende lo stipendio da mesi e dire il contrario, da parte di un pubblico ufficiale come Elsa Fornero, dovrebbe essere perseguito penalmente.
E’ un’altra bugia enorme dire che non ci sono i soldi per sanare la situazione degli esodati. Ci sono e noi dell’Italia dei Valori abbiamo presentato proprio oggi un progetto di legge che indica dove andarli a prendere: dagli scudati che come premio per aver derubato lo Stato pagano solo il 6,5% di tasse; dall’Inps, che per il sesto anno consecutivo è in attivo; dai grandi patrimoni e dalla rendita; dai costi della politica che sono rimasti nella sostanza intatti; dalle folli spese militari.
I soldi ci sono. Basta decidere di darli agli esodati invece che agli scudati, agli evasori fiscali, alla casta o agli aerei da guerra.
E’ una balla anche raccontare che il problema non riguarda i giovani, oppure che col sacrificio di quei poveracci rimasti senza un euro si combatte la disoccupazione. La verità è opposta. I giovani sono vittime di questa riforma delle pensioni quanto gli esodati. Infatti sono ben 800mila i posti di lavoro che stavano per rendersi liberi e non lo saranno più. Vuol dire che la Fornero ha lasciato senza reddito centinaia di migliaia di lavoratori e senza lavoro quasi un milione di giovani.
Rimediare a questi danni, che oltre tutto non hanno portato alcun giovamento all’economia ma hanno solo peggiorato le cose: questo è il programma dell’Italia dei Valori per la prossima legislatura. A questo servono i referendum sul lavoro per cui inizieremo tra pochissimi giorni a raccogliere le firme. Su questo si deve costruire una vera coalizione di centrosinistra alternativa alla politica del governo Monti e della signora Elsa Fornero.
..
La ‘ndrangheta, sdegnata, fa sapere che non intende avere più a che fare con Formigoni e s’è dissociata dalla Lombardia !
Leo
.
The Caster
E’ Renzi ad aver fatto la battuta più efficace:”Se tagliamo i parlamentari,Grillo non prende più del 2%”.
Sono assolutamente d’accordo ! Se prendesse tutti i parlamentari, e li tagliasse in due (per lungo o per largo non importa) sarebbe lui il nuovo Eroe Nazionale e Grillo dovrebbe ritornare a calcare le scene per sbarcare il lunario.
..
I GIORNI DEL POTERE
Andromeda

Di solito si parla di ventennio della seconda repubblica. A chi la dobbiamo?
Primo governo Berlusconi del 1994 durò 226 gg.
Dini governo (tecnico), 486 gg.
Prodi I, 876 gg.
D’Alema I, 423 gg.
D’Alema II, 119 gg.
Amato, 389 gg.
Berlusconi II, 1412 gg.
Berlusconi III, 390 gg.
Prodi II, 722 gg.
Berlusconi IV 1283 gg. ora abbiamo un’altro governo tecnico.

1992-2011
CSX
Amato 304 giorni
Ciampi 377
Prodi1 887
D’Alema 1 427
D’Alema 2 125
Amato 2 412
Prodi 2 772
Totale 3.254 giorni

CDX
Berlusconi 1 252 giorni
Berlusconi 2 1412 giorni
Berlusconi 3 390
Berlusconi 4 1287
Totale 3341 giorni
Governo tecnico Dini
Governo tecnico Monti!
..
Paola Ricci
Giuda si mangia le mani per non essere nato ai giorni nostri; avrebbe dichiarato, nel mentre sistemava i 30 denari nella tasca, “C’è un complotto contro di me! sono stato giudicato senza diritto di replica”!
.
Stefania
Ma perché non trasformiamo i manifesti elettorali direttamente in : “WANTED! DEAD OR ALIVE! ”
Ricercato! Vivo o morto.
.
Legge di Murphy

Se è verde o si muove, è biologia.
Se puzza, è chimica.
Se non funziona, è fisica.
Se non si capisce, è matematica.
Se non ha senso, è economia.
.
LA FALSA FAMA DI MONTI

Mario Monti passa per un esperto di economia.
In realtà questa nomea gli è stata affibbiata dai media allo stesso modo con cui la pubblicità affibbia a Banderas l’incredibile capacità è di fare i biscottini uno per uno.
Per capire di chi stiamo parlando…
Kurt Gödel ha ricevuto più di 44.900 citazioni. Il lavoro «Can quantum-mechanical description of physical reality be considered complete?» di Albert Einstein é stato citato 8.500 volte.
Un buon ricercatore a fine carriera ha pubblicato in media 40 lavoro su riviste internazionali ed ha ricevuto più di 200 citazioni da parte di lavori pubblicati su riviste internazionali.
Il prof. Mario Monti, già rettore della Bocconi, ha al suo attivo 13 misere pubblicazioni, avendo ricevuto un totale di una, dicansi una, citazione. La maggior parte dei Suoi lavori é stata pubblicata su il «Giornale degli Economisti e Annali di Economia», che non è mai stato citato nemmeno una volta proprio da nessuno. Questi dati ci danno lo spessore scientifico del Personaggio, paragonabile pressocché allo zero.
Quello che ci chiediamo è:
Come ha fatto a passare il concorso a cattedra?
Come ha fatto a diventare il rettore della Bocconi?
E come hanno fatto Bersani e Napolitano a rifilarcelo come il grande commissario che avrebbe risolto i guai della nostra economia?
..
CATTIVE NOTIZIE
IdV

Cattive notizie per le famiglie italiane che nel secondo trimestre del 2012 hanno visto il loro potere d’acquisto ridursi dell’1,6% rispetto al trimestre precedente e del 4,1% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno (2011). I dati sono stati diffusi dall’Istat, che ha precisato come il calo tendenziale sia il più marcato dal 2000.
Ridotta anche la proverbiale propensione al risparmio degli italiani, che nel secondo trimestre è stata pari all’8,1%, il dato più basso dal 1999, anno d’inizio delle rilevazioni. L’Istat segnala una diminuzione, nel secondo trimestre, dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e dello 0,5% se si prende a paragone l’analogo periodo del 2011.
Dati che evidenziano come le misure di rigore adottate del governo stiano creando sempre maggiori difficoltà alle fasce sociali più deboli e portando sulla soglia della povertà anche quella parte di famiglie che fino a qualche anno fa avremmo tranquillamente collocato nella cosiddetta classe media. Oggi quelle stesse famiglie faticano a sbarcare il lunario e sono costrette a ridurre i consumi, ma nonostante ciò non riescono più a mettere soldi da parte per il futuro dei propri figli.
“Il governo Monti si è caratterizzato fin dall’inizio per iniquità sociale – denuncia Giuliana Carlino, capogruppo dell’Italia dei Valori in commissione lavoro al Senato -: anziché dare ossigeno all’economia e alle famiglie, ha fatto esattamente il contrario, causando perdita di potere d’acquisto e conseguente contrazione dei consumi. Una debacle sociale certificata quotidianamente dall’Istat”.
“Come può ripartire un Paese in cui l’eccessivo carico fiscale è tutto sulle spalle dei lavoratori, mentre le misure per la crescita sono ancora al nastro di partenza? Gli italiani vedono il proprio reddito in caduta libera e sono sempre più costretti a chiudersi a riccio, a risparmiare anche con tagli radicali alla spesa alimentare, che è calata – sottolinea la senatrice IdV – addirittura del 4,5%. Di questo passo .
.
IL PD E LA GOLDMAN SACHS
Viviana

Intanto che i denigratori si divertono a ripetere la loro lista di accuse insensate a Beppe Grillo, per le prossime elezioni , la maggiore banca americana, la Goldman Sachs, scommette sul Pd. Il colosso finanziario americano ha pubblicato un report che farà rumore, nel quale si sostengono le fortune di una maggioranza di csx incentrata sul Pd. E questa maggioranza manterrebbe la linea Monti, anche se non è chiaro se riconfermerebbe Mario Monti a capo del governo (nella riunione del Bilderberg si puntava su Enrico Letta, che, non a caso, fu invitato a prendere le consegne neoliberiste nell’ultimo convegno dei magnati che vogliono dirigere la Terra). Non vi meravigliate se la Goldman Sachs cura con attenzione quello che avviene nel nostro Paese. E’ quel piano che Oscar Giannimo bollò come ‘fantascienza da guerra stellari’, ma che evidentemente tanto stellare non è. La Goldman Sachs prevede anche che se si andrà alle elezioni sotto Napolitano, lo faremo sempre col porcellum e che, se mai i partiti faranno delle modifiche, sarà nel senso di una linea centrista proseguendo il percorso di Monti. Abbiamo così una ulteriore conferma del perché Enrico Letta, n° 2 del Pd, è stato invitato alla riunione del Bilderberg!
Ed ecco chi è che aveva dietro i ‘poteri forti’! Altra che Grillo, Casaleggio o Sassoon!! Ne ha dettola ghenga dei denigratori di balle!!!!!
.
Intanto precisiamo chi sono i presunti poteri forti:
-Alta finanza speculativa
-Una ventina di grandi corporation mondiali da cui discendono i massimi organismi finanziari nel capitalismo neoliberista: Fondo Monetario, Banca Mondiale, WTO o organizzazione mondiale del commercio ..
-Sistema delle grandi banche specialmente americane, tra cui emerge la Goldman Sachs, liberalizzate dalle amministrazioni USA con conseguente alluvione di titoli tossici e rating negativo delle tre agenzie USA quotate in Borsa, con operazioni tese ad affossare l’euro, raddoppiare i debiti sovrani, mandare in recessione irrecuperabile gli Stati come hanno fatto con l’Argentina e distruggere lo stato sociale, le costituzioni democratiche, i diritti civili faticosamente conquistati in secoli di lotte e i diritti del lavoro
-Sistema dei giocatori di Borsa che godono di una anarchia assoluta rifiutando persino quel piccolissimo correttivo che è la Tobin Tax
-Bce che obbedisce ai diktat del Fm, fa gli interessi della Bundesbank e porta a una recessione economica via via tutti i paesi europei, mandando anche propri commissari diretti come Monti e Papademos a completare la razzia

Ora rispondi: chi ha rifiutato le elezioni democratiche di novembre consegnando il paese a un commissario europeo? Napolitano e il Pd.
Chi ha votato senza se e senza ma le orrende riforme di Monti che hanno messo in ginocchio questo paese? Casini e il Pd.
Chi ha tutta l’intenzione di tradire di nuovo questo paese consegnandolo di nuovo a Monti? Il Pdl, Casini e il Pd.
Chi è stato invitato al convegno del Bilderberg e, nelle intenzioni dei promotori, era destinato a succedere a Monti, obbedendo agli ordini dei grandi magnati del capitalismo internazionale? Enrico Letta, numero 2 del Pd.

Da Vita da streghe
GIORNATA MONDIALE DELLE BAMBINE

Le bambine nel mondo continuano a essere vittime silenziose e invisibili di violenza, abusi e traffico. La costante violazione dei loro diritti e le discriminazioni di ogni tipo hanno come conseguenze un minore accesso delle bambine all’istruzione, al nutrimento, all’assistenza sanitaria e le sottopone a forme di sfruttamento culturale, sessuale, economico e sociale.
Nel mondo sono 40 milioni i bambini vittime di abuso;
1 bambina su 4 ed un bambino su 9 sono stati sessualmente abusati prima dei 18 anni.
Più di 60 milioni di ragazze al mondo sono “spose bambine”, principalmente in Asia Meridionale (31,1 milioni) e nell’Africa Subsahariana (14,1 milioni).
Sono 77 milioni i bambini che nel mondo non hanno accesso all’educazione primaria, di questi il 57% è femmina.
Una bambina su 5 non termina gli studi primari e nei paesi in guerra la percentuale sale talora sino al 92%.
La campagna “Indifesa” intende sensibilizzare il grande pubblico e le istituzioni italiane sul tema della discriminazione di genere, realizzare iniziative di promozione dei diritti fondamentali delle bambine e finanziare progetti di prevenzione e contrasto di alcune tra le peggiori forme di discriminazione che colpiscono le bambine nel mondo (dalle “bambine domestiche” del Perù, alle “spose bambine” del Bangladesh, alle “mamme bambine” della Costa D’Avorio alle “bambine salvate dall’infanticidio” dell’India e alla prevenzione degli abusi sulle bambine in Italia).
..
LA PIAGA DELLA PROSTITUZIONE FEMMINILE
Viviana Vivarelli

Quando posso, evito di partecipare a qualsiasi discussione su questo tema dolorosissimo perché non sopporto i commenti degli uomini che indicano un livello di educazione morale e sessuale assolutamente barbaro e disumano.
Mi offende a morte la congerie di commenti maschili assolutamente deliranti e improntati a una cattiveria spesso inconsapevole e degna di epoche primitive e selvagge.
Questi uomini non hanno la più pallida idea di cosa sia una donna e di cosa debba essere il rispetto umano, vivono in un mondo bestiale dove esiste solo il loro piacere animalesco e pretendono che esso sia soddisfatto.
Nello sviluppo del genere umano, siamo passati da un cervello rettile molto primitivo, volto all’esplicazione della pulsione sessuale, il dominio del territorio e la ricerca del potere, a cervelli più evoluti: quello mammifero che cerca la famiglia, la protezione dei piccoli, i legami di amicizia, il concetto di comunità sociale.. poi il cervello superiore, che è distinto in logico e intuitivo, infine per i più avanzati, un metacervello ancora non registrato sul piano materiale che è proprio dai santi o dei mistici.
Ma quando si parla della prostituzione l’emersione di tanti cervelli rettili spaventa e chi chiediamo che mondo sia questa Italia dove siamo costretti a vivere.
Vorrei che gli uomini che parlano di prostituzione con tanta infamia sostituissero alla parola donna la parola uomo e alla parola prostituzione la parola schiavitù. Forse si potrebbero rendere vagamente conto dei deliri che scrivono:
“Un uomo dovrebbe essere libero di scegliere se farsi schiavo”
“Un uomo dovrebbe poter decidere di farsi schiavo per denaro”
“Ci sono uomini che godono nel farsi schiavi”
“Facendosi schiavo un uomo può guadagnare in un giorno più di quanto un uomo libero guadagni in un mese”, ecc.
Per il resto l’incomprensione che troppi uomini italiani hanno col mondo delle donne è incommensurabile.
Ne abbiamo di cammino da fare..!

Favoleggiano di tempi che chiamano ‘matriarcali’ prima dell’età minoica, in cui nel Mediterraneo c’erano comunità improntate ai valori femminili, la cura della Terra, la convivenza armoniosa e la protezione dei deboli. C’erano, si dice, città senza mura e non esistevano armi.
La divinità principale era la Luna e gli umani erano in contatto con le energie della Terra.
C’erano sacerdotesse e non sacerdoti, e tutti vivevano in pace ed armonia.
La chiamano l’età dell’Oro.
Poi venne l’età del Ferro e tutto si corruppe…
Ma per i cicli della storia, forse un giorno tutto tornerà di nuovo, più forte e più splendente, e i semi della nuova rinascita li vedremo nel nuovo rispetto alla Natura, nell’amicizia degli umani che si uniscono tra loro per salvare il mondo e non per il denaro e il potere, nel rispetto reciproco tra l’uomo e la donna, nella liberalizzazione delle tante forme di amore, nella perdita di potere delle chiese e dei governi costituiti e nella cessazione dei soprusi dei potenti su chi non ha potere.
Possiamo scegliere se mantenere l’età del Ferro o se essere i capostipiti di una nuova Età dell’Oro che forse non vedremo ma che vedranno i figli dei nostri figli.
Quando un contadino pianta una quercia, non è lui che ne godrà l’ombra ma quelli che verranno. Per questo chi pianta una pianta di quercia è felice, perché le sue mani lavorano ora ma i suoi occhi contemplano il futuro.

La Svezia è un paese civile. Più un paese è civile, più la prostituzione scende.
In Svezia c’è un principio fondamentale: “La prostituzione è una violenza dell’uomo contro la donna”.
La legge svedese, varata nel 1999, è l’unica in Europa che, ad oggi, si sia dimostrata capace di contrastare il crimine organizzato legato al mercato del sesso. Colpendo duro il cliente e considerano le donne delle vittime. Le donne trafficate nel paese scandinavo ogni anno sono 400-500, a fronte delle 5-7.000 di altri paesi nord-europei come Norvegia o Danimarca. Una norma che funziona, dicono le autorità, perché ha il consenso dell’80% della popolazione.
Qual è il meccanismo di contrasto? Una ricetta che funziona, e che ha visto calare la prostituzione nelle strade di Stoccolma fino alle 10-15 ragazze per notte, stimate in circa 50-60 prima dell’entrata in vigore della legge, contro le circa 2.000 di capitali di dimensioni analoghe come Copenaghen o Oslo. I trafficanti si lamentano dicendo che il mercato svedese è “troppo sfavorevole”. Gli svedesi interpellati non hanno dubbi: stiamo con le ragazze, contro chi compra.
“E’ la cultura dell’eguaglianza di genere che può combattere la prostituzione”, dice un poliziotto: “Se la società non prova a capire i meccanismi di discriminazione tra i sessi e se non riflette sul perché è importante aiutare queste donne e non le vede come vittime allora è ovvio che la legge non funzionerebbe”.
In Svezia questa legge è stata sostenuta con forza: dal 1999, anno del varo, è stato verificato in 5 consultazioni popolari un consenso che oscilla tra il 75% e l’85%. “Sono loro, le persone la nostra prima fonte, perché se c’è qualche movimento sospetto in 5 minuti la società lo sa, quindi anche la polizia lo sa. La gente sa che le ragazze sono vittime”. E la “libertà di vendersi?”
li chiamiamo in Tribunale a testimoniare e li facciamo sedere accanto agli sfruttatori e ai trafficanti:solo così possono rendersi conto di far parte di una rete criminale”.
Ormai tutti, clienti e ragazze, sono emigrati nei paesi vicini. E la polizia colpisce anche i siti che offrono sesso.
Qualcosa nelle case resta ma è poca roba in confronto alle altre capitali europee, come Oslo o Copenaghen, dove si torna a parlare di migliaia di ragazze e un numero di siti di cui le polizie hanno perso il controllo.
“I colleghi tedeschi ci dicevano che eravamo dei pazzi”, racconta Wahlberg, “oggi vengono da noi per cercare di capire come lavoriamo”.
Il modello svedese è stato ripreso da Norvegia e Islanda.
..
Certo a leggere i post di tanti infoiati riusciamo anche a capire come mai in Italia una donna sia uccisa ogni due giorni.
Manca proprio qualunque etica sessuale o delle relazione. Molti maschi italiani vivono ancora nelle caverne della preistoria e credono che sia legittimo pretendere il soddisfacimento di ogni loro bisogni più basso.

Se in tutta la Svezia le prostitute sono 500, in Italia andiamo malissimo.
Secondo l’ultima indagine specifica operata della commissione Affari sociali della Camera, le prostitute sarebbero in Italia dalle 50 000 alle 70 000. Almeno 25 000 sarebbero immigrate, 2 000 minorenni e più di 2 000 le donne e le ragazze ridotte in schiavitù e costrette a prostituirsi. Il 65% delle prostitute lavora in strada, il 29,1% in albergo, il resto in case private. Il 94,2% delle prostitute sarebbero donne, il 5% transessuali e lo 0,8% travestiti.
L’indagine non calcola il numero di prostituti maschi o escort. I sondaggi dimostrano anche che la maggiore concentrazione di prostitute è a Milano e hinterland con il 40% e di seguito Torino con il 21%; ciò può essere causato dal maggiore potere economico delle due città e dal maggiore giro d’affari che ne può scaturire.
Per quanto riguarda i clienti, uno studio commissionato nel 2007 dal Dipartimento Pari Opportunità ha rilevato che sono circa 9 milioni gli italiani che, con motivazioni e cadenze diverse, frequentano prostitute.
.
http://it.paperblog.com/riapriamo-le-case-chiuse-1340469/

Le case chiuse erano luoghi tetri, all’interno dei quali le ragazze vivevano come recluse, schedate per motivi di polizia e ordine sanitario. Si poteva uscirne, certo, ma del passaggio restava traccia nel libretto sanitario e nei registri di polizia. Abolite nel 1958 dalla sen. Lina Merlin, con una legge che da allora è continuamente sotto attacco-
La maggior parte delle prostitute che incontriamo sulle strade o nei locali, infatti, proviene da fuori Italia: ragazze nigeriane, ragazze dell’est europeo, ragazze cinesi e latinoamericane. Una sorta di menu à la carte che sollecita il palato del macho, già disorientato e incapace di reagire ai cambiamenti socioculturali portati avanti dal femminismo, che gli permette di esercitare la propria mascolinità, testare la propria superiorità data dal denaro e tornare quindi da vittorioso alla comunità di origine per vantarsi delle proprie prodezze sessuali. Secondo i dati dell’Oim (organizzazione internazionale migrazioni) il 79% delle vittime della tratta viene impiegato a scopi di sfruttamento sessuale. Il 18% per lavoro forzato, mentre il restante 3% se lo spartiscono la servitù domestica, il matrimonio forzato, il traffico di organi e l’accattonaggio. Le vittime della tratta, nella maggior parte dei casi, vengono allettate con false proposte di lavoro come modelle o parrucchiere e, una volte giunte nel paese di destinazione, costrette a battere sotto la minaccia di botte, di ritorsione contro figli e familiari rimasti in patria o di rituali magici come il voodoo.

Studi sul fenomeno della prostituzione coatta rivelano che la legalizzazione della prostituzione può aprire le porte alle mafie e facilitare la riduzione in schiavitù delle lavoratrici. In quei paesi dove la prostituzione è legalizzata accanto ai bordelli regolarmente registrati fioriscono numerosissimi bordelli clandestini dove le condizioni delle ragazze sono disumane, il loro diritto di rifiutare le pratiche richieste è azzerato, i controlli sanitari sono assenti e dove l’età delle medesime si abbassa pericolosamente. Nelle persone che hanno questa realtà tutti i giorni sotto gli occhi, si modifica la percezione del fenomeno prostituzione e si tende ad alzare la soglia di tollerabilità, chiudendo un occhio sulle numerose irregolarità che si possono verificare.
L’obiezione che nei paesi dove i casini sono legalizzati le prostitute abbiano la funzione di “placare” gli istinti maschili, permettendo alle donne “perbene” di andarsene a spasso senza rischiare di essere aggredite è disgustosa e sessita. Implica l’accettazione della violenza come parte integrante della natura maschile e del diritto del maschio di soddisfare i propri bisogni fisici. Se il piacere sessuale viene percepito come un diritto, significa che per qualcun altro c’è l’obbligo di appagarlo, e questa concezione dei rapporti uomo-donna è aberrante per chiunque aspiri a una vera emancipazione sessuale.
.
La senatrice Merlin al tempo della sua legge:
“Quanto alle passeggiatrici, come facciamo se non sono schedate? Le schediamo di nuovo? Diamo loro di nuovo quella tessera che Mussolini chiamava ipocritamente sanitaria e che era peggio di una condanna a vita, di un marchio sulla fronte degli schiavi? Ma lo sa che il giorno in cui una donna non voleva o non poteva fare più la prostituta, e andava in questura,per prima cosa doveva tornarsene al paese col foglio di via e per anni restava una vigilata speciale? Ma lo sa che se aveva un figlio, questo restava per tutta l’esistenza il figlio di una schedata?Quasi tutte quelle disgraziate hanno un figlio e anche se per lui sono le madri migliori del mondo,anche se lo tirano su bene,viene sempre il giorno in cui ha bisogno di un foglio bollato,di partecipare a un concorso. E allora vien fuori che è il figlio di una schedata e non può fare non dico il diplomatico,nemmeno il questurino. Schedarle vuoi dire ridare loro la tessera di prostitute”
“Mi riconoscono sempre e mi salutano con dolcezza,mi chiamano “Mamma Merlin”.Gli insulti mi vengono dai tenutari.7.000 lettere ho ricevuto Quelle disgraziate invece sono piene di gratitudine. Ho parlato con 2.000 donne e non ne ho trovata una sola che fosse contro. Un gruppo di loro venne a Montecitorio.Piangevano: «Con questo caldo,14 ore chiuse dentro una camera, a servire 120 uomini al giorno,signora,non è possibile,chiuda quelle case e sarà una santa!». In carcere ,io sono stata prigio­niera politica in 7 carceri,sognavano sempre che qualcuno le chiudesse,quelle case. Sere fa ne ho trovata una: clandestina. Vede, signora, mi dice, è sempre un mestieraccio: ma ora almeno vado con chi voglio e più di due o tre clienti per sera non mi permetto. Un gran sollievo.Capirà…E poi, non essendo più schedate, possono smettere”

Qualcuno dovrebbe ricordare che, quando c’erano, le case chiuse erano divide in 4 categorie e le donne, via via che invecchiavano o sfiorivano venivano passate alle categorie più infime o alle occupazioni più aberranti, finché erano da buttar via.
…..
Ogni uomo che abusa di una donna per riversarvi il proprio sperma,per costringerla ad atti insani,per violentarla per i propri vizi,compie uno stupro, è complice di un crimine, si mette allo stesso livello dei suoi sfruttatori,è complice di un racket disumano che alimenta una schiavitù feroce.
Il cliente è lo sciacallo che approfitta di uno stupro avvenuto e lo perpetua.
Chi è libero ed evoluto non fa schiavi e non rende se stesso schiavo.
La libertà è il primo requisito di un uomo evoluto e il rispetto dell’altro in quanto essere libero è il primo fondamento di un mondo migliore.
In Svezia il cliente va in carcere per 6 mesi.
Ciò è bastato per far crollare la prostituzione ed allontanare dalla Svezia il crimine organizzato sul corpo delle donne e delle bambine. Inizialmente anche gli Svedesi avevano delle perplessità ma oggi sono d’accordo.
E’ allucinante pensare che il perbenismo italiano chiede solo di nascondere lo scempio visivo delle prostitute, di oscurarle in luoghi appartati o in case chiuse affinché il vizio continui. Si misura qui la profonda ipocrisia di una cultura improntata dalla Chiesa alla protezione del maschio anche nei suoi lati più vergognosi, lasciando indifese e vittime le donne. Invece la legge svedese dice nel modo più chiaro: “La prostituzione è una forma di violenza dell’uomo verso la donna”. Violenza! Stiamo parlando di violenza! E di 9 milioni di maschi italiani che pretendono di continuare a perpetrare questa violenza come un loro diritto acquisito.
Noi non vogliamo più queste forme di violenza e vogliamo un nuovo rispetto che manifesti una nuova forma di civiltà.
Dire che la prostituzione è un male necessario è un falso gravissimo, come dire che la guerra è un male necessario. Allo stesso modo è stato detto che è necessaria la tortura, la pedofilia o lo schiavismo. In realtà per ognuno di questi gravissimi abusi umani si è cercato di dire che erano naturali’, ‘fisiologici’ o ‘ineliminabili’. FALSO!
In un mondo futuro civile ed evoluto queste terribili piaghe sociali non dovranno esserci mai più: MAI PIU’ GUERRA! MAI PIU’ SCHIAVISMO! MAI PIU’ TORTURA! MAI PIU’ PROSTITUZIONE!
Sono crimini! E se tu partecipi, sei un criminale!
La gente va educata, perché la prima base che mantiene questi misfatti in vita è appunto quella di considerali fisiologici e necessari, normali, e chiedere di legalizzarli, chiedere l’abolizione della Merlin, pensare che si possa andare a prostitute come un diritto mentre è uno stupro.
E ciò che è un delitto deve essere punito come un delitto. Non glorificato o preteso come legittimo e naturale!
La via svedese è stata quella di studiare per molti anni il fenomeno della prostituzione per far sapere bene agli svedesi che non esiste scelta o vocazione o libero arbitrio. Dietro la prostituzione ci sono bambine violentate spesso dai famigliari, donne vendute come bestie, donne rapite e schiavizzate, un mercato criminale che arricchisce la criminalità organizzata, la stessa che sfrutterebbe le donne e le renderebbe schiave anche se la prostituzione fosse legalizzata e praticata in case chiuse.
La prostituzione è come la droga. Se vai a prostitute o ti droghi, non è affar tuo, è un socialmente atto grave, con cui tu entri in connivenza con la criminalità organizzata che ti vende droga o ti vende donne. Tu paghi il crimine. Arricchisci il crimine a spese di esseri umani. Lo alimenti e lo fai continuare. Il traffico di donne c’è perché tu ne fai richiesta. E sei tu stesso un criminale.
Il fatto che quasi tutti i maschi di un paese rifiutino questo semplice concetto prova solo il loro basso livello morale e la necessità di una educazione etica che al momento né la Chiesa né i media né la scuola sono capaci di dare. Ma se ce l’ha fatta la Svezia, potremmo un giorno farcela anche noi!
..
TEMPO SCADUTO
Carmine Felice

Fatelo pure un confronto televisivo senza censure. Servirà forse alla vostra
salute mentale ma non a risolvere i problemi reali della gente. Non è più
tempo di parole e di dibattiti fra di voi. Non interessano più a nessuno. Ë giunto il momento in cui lo stato ed il suo governo devono rendere conto al popolo. Senza filtri e senza apparenze.
Non siete riusciti a garantire energia, acqua, cibo, salute, cultura, lavoro,
risorse, informazione, benessere, sicurezza, democrazia reale, libertà, giustizia e pace sociale alla nazione.
Che cosa avete fatto fino ad ora? Siete stati un costo enorme per il popolo.
Avete costruito apparati enormi e costosi, con i quali avete garantito potere
e benessere a voi stessi e ad una ristretta cerchia di persone, i vostri grandi elettori. Ed avete fatto tante guerre, seminando miseria, disperazione e morte. E volete farne altre. Per affermarvi e per sopprimere.
Ora toglietevi di mezzo, rapidamente, prima che qualcuno, senza le armi e la violenza che voi usate, sia costretto ad impedirvi di fare altro male.
È giunto il momento in cui il popolo deve prendere in mano direttamente il suo destino: senza finzioni, senza apparenze,senza burocrazia, senza chiese, senza dottrine, senza fantasie.
Voi credete di poter disporre degli altri come volete. Non è così. Con la
vostra malafede avete delegittimato le istituzioni, avete perduto per sempre
qualsiasi autorevolezza. Per questo la maggior parte delle persone non vi ascolta più.
Non vota perché non vi crede. Vi restano solo i collaboratori ed i clienti, chi vi ha voluti e chi vi aiuta, chi vi mantiene e chi è mantenuto da voi.
Dimettetevi, spontaneamente, rimettendo la sovranità al popolo sovrano. Forse vi perdoneranno e vi lasceranno una parte dei privilegi che vi
siete presi. Forse dimenticheranno il male che avete fatto ed un giorno
ricorderanno di voi solo le cose meno brutte. Andatevene, senza farvi sostituire da altri come voi.

ENTROPIA E SINTROPIA
Viviana Vivarelli

Io sono affezionata al termine Sintropia. Per spiegare l’universo, la fisica moderna ha trovato due grandi leggi generali: l’ENTROPIA e la SINTROPIA.
L’entropia dice: ‘il mondo tende a un disordine crescente’.
La sintropia dice: ‘il mondo tende ad un ordine interno crescente e ad una crescente armonia e bellezza’.
La legge dell’entropia fu intuita nel 1824 da Carnot, un vecchio fisico francese; la legge della sintropia si deve al meraviglioso Prigogine 150 anni dopo, uno straordinario premio Nobel russo. Tutti e due partono dallo studio della termodinamica per postulare una grande concezione dell’universo.
Carnot osserva che un motore termico perde calore e afferma (2° legge della termodinamica) che ogni sistema chiuso tende nel tempo a un maggiore disordine. Estende poi questa osservazione a tutto il creato. Non gli importa molto che le creature viventi non facciano proprio cosi. Il materialismo ha sempre avuto la pulsione di materializzare tutto e di considerare anche l’uomo alla stregua di una macchina, cosi come l’economia materialista lo considera una specie di merce. Il determinismo meccanicistico come il materialismo economico o politico alla fine sono altamente deprimenti. Einstein direbbe che sono teorie esteticamente brutte. Noi diciamo che sono eticamente perverse, perché conducono il mondo a una crisi, e la vediamo oggi, anche se leader sciagurati ne minimizzano gli effetti.
Per 150 anni la fisica e’ stata dominata da una brutta teoria meccanicistica per cui tutto va verso il peggio. Ma poi è venuto lo splendido fisico russo, Ilya Prigogine, che ra anche un idealista, e ha rivoluzionato non solo la termodinamica ma la visione intera del mondo, dicendo: “Non è vero che andiamo verso il caos anzi, al contrario “la vita si evolve dal caos”.
I sistemi non sono chiusi ma ‘aperti’, scambiano continuamente energia e informazioni con l’ambiente e tra loro. Prigogine ha un’intuizione bellissima, sogna i sistemi viventi come vortici nella corrente di un fiume, vortici di energia fluttuanti e instabili, che danno informazioni e sono raggiunti continuamente da altre informazioni, in questo scambio informativo essi consumano continuamente energia, sono cioè dissipativi. Ma questo scambio di stimoli/energia/informazioni è tale da trasformarli continuamente.
In certi momenti, però, il flusso può diventare cosi forte da renderli instabili. Quando il sistema aperto diventa troppo instabile, arriva a un punto critico che può superare solo in un modo: organizzandosi a un livello di ordine superiore.
Questo è un concetto magnifico anche per il M5S!
..
http://masadaweb.org

Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

CORSO. LEGGERE L’UOMO

LEGGERE L’UOMO Se siete di Bologna può interessarvi un CORSO IN 7 LEZIONI IN 7 GIOVEDI’- A PARTIRE DAL 19 [Read More]

I migranti dal mare e gli anziani italiani emigrati in un documentario

Vedi il trailer: https://vimeo.com/140032609 Tra Performance art e cinema del reale, “(A)mare Conchiglie” è  [Read More]

Anziani, erranti, lucciole e migranti come conchiglie alla Biennale di Anzio e Nettuno: è la nuova performance di Kyrahm e Julius Kaiser

Il 13 giugno 2015, poco prima del tramonto (ore 18) sulla spiaggia di Forte Sangallo, per la Biennale di Anzio e [Read More]

Una performance estrema contro la tortura diventa un documentario

Sabato 18 aprile verrà presentato a Teramo il documentario working progress “Dentro/Fuori” di Kyrahm e [Read More]

SE LE REGOLE LE FANNO I LADRI

MASADA n° 1540 13-6-2014 Renzi vuole una legge che annulli le pene fino a 5 anni – In Italia il bicchiere non solo [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 7 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano