WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Tuesday January 23rd 2018

DAL ROTTAMAIO

Nel cimitero della ruggine
ci sono anime che parlano,ridono,piangono
salutano per chi le sa ascoltare,vedere

Un telaio di bicicletta
racconta di una gonna al vento
di torcicolli e salive bollenti in gola

Una moto col suo rombo potente
a spronare un affaccio alla finestra
oppure solo a segnalare un cuore in pena

Un vecchio camion traghettò
lo sbarco di lunario alla gloria
e da questa all’arroganza

Una caffettiera compagna di mille veglie
per un ritorno mai avvenuto

Un aratro,unica unghia,s’aggrappò alla terra
scorticò stenti,spronò pane secco alle bocche

Una macchina da scrivere
scrisse lettere che non ebbero mai risposte
e lo scrittore la regalò a un analfabeta

Un torchiò,cacciò vino dall’uva,
calmò e annegò deliri al padrone
che finì schiacciato da bugie dell’alcol

Un ferro da stiro,nobilitò la padrona
schiavizzò al dolore il suo ammiratore

Una macchina per cucire
diede nuova pelle a vanità
poggiò occhi in tanti specchi
e alcuni vi rimasero

Un lume a petrolio,si fece fioco
coprì la timidezza di due fidanzati
e nel primo bacio un bagliore
Li consegnò alle stelle

Un piatto di ferro smaltato
sempre vuoto a tavola
si riempì una sola volta di pianto
—————————————-
Da:Destini E Presagi
www.santhers.com

  • Unique Post
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

ALL’ULTIMO SALUTO

Quattro cani tre spelacchiati e uno col cappello cupola ai giorni andati e un passante aggregato per scordarsi il male [Read More]

DURO INVERNO

Ad un certo punto la poesia come zoom arrivato al massimo a ingrandire torna indietro a riprendersi il quadro così [Read More]

ARIA DI NEVE

Il gatto sonnecchia guarda i suoi tropici al camino si fa il segno della croce copiato e va subito all’amen [Read More]

CURE OMEOPATICHE (Effetto Placebo)

Se conoscerei i congiuntivi non avessi la congiuntivite Unique Post [Read More]

LUCILLA

Uno sparo squarciò il silenzio che poi vibrante si riprese il tetro ma l’unico vivente che si mosse..il fumo [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 7 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano