WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Friday November 24th 2017

FRACKING


MASADA N° 1391 4/6/2012 FRACKING

Diamo ai Comuni i soldi per la ricostruzione – Opinioni diverse sul fracking – Ci sono state trivellazioni pericolose in Emilia? – Il sistema HAARP – La ERS e il deposito sotterraneo per 3 miliardi di metri cubi di gas – Favia propone inutilmente di versare i rimborsi ai terremotati – I 98 miliardi che le lotterie dovevano al fisco sono diventati 2,5. E ora è lo Stato che dà soldi a loro! – Enrico Letta al Bilderberg – Abolire la Presidenza della Repubblica – La Chiesa e il satanismo – A Carrara il Pd si allea al Pdl, stessa faccia, stessa razza – Un milione di fedeli a Milano per il Papa e le famiglie – Di Pietro e la disoccupazione

DIAMO AI COMUNI I SOLDI PER LA RICOSTRUZIONE
Viviana Vivarelli

Ieri ulteriore scossa di terremoto del 5,5.
Ora dobbiamo impegnarci tutti e lottare con tutte le nostre forze, con raccolta di firme nazionali e sollecitazioni di ogni tipo, affinché i soldi per la ricostruzione in Emilia siano dati direttamente ai Comuni, come avvenne in Friuli, perché l’unica via in questo disgraziato paese di avere qualcosa di pulito e di buono vengono ormai solo dal basso, solo dai cittadini, da chi gestisce il potere non ci aspettiamo che male.
Se ancora una volta lo Stato e la burocrazia metteranno le mani sui fondi per il terremoto in Emilia-Romagna si aprirà un buco nero di morte come è avvenuto all’Aquila e non possiamo tollerarlo più.
Vedere da una parte lo spreco di danaro pubblico per il 2 giugno con 2000 persone che gozzovigliavano con enorme faccia tosta, e dall’altra la tre giorni del papa a Milano, assolutamente ‘inusuale’ e ancor più proterva in quanto con molta minor spesa il Papa poteva fare solo un’omelia dalla sua finestra a San Pietro per celebrare le famiglie, sono stati due schiaffi simbolici ancor più che finanziari, due segni di potere protervo e menefreghista che vanno contro ogni ragionevolezza e ogni senso di opportunità politica e morale, come ulteriore prova che a certe alte sfere vale solo la legge del Conte del Grillo: “Io so’ io, e voi nun siete un cazzo!”

Raccolgo alcune informazioni dal web sulla possibile relazione tra trivellazioni o fracking e terremoti.

Premetto questa dichiarazione:
http://www.terra.unimore.it/
http://geopoliticamente.wordpress.com/2012/01/24/italia-nuove-trivellazioni-in-vista-ecco-la-mappa-delle-ricchezze-da-svendere/

Dipartimento di Scienze della Terra.Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Crisi sismica: risposta alle domande frequenti
In occasione di questi terremoti, come nel caso di altri eventi simili, si sono diffuse una quantità impressionante di notizie del tutto prive di fondamento, che contribuiscono a creare disinformazione:
nessuna attività dell’uomo (sondaggi, perforazioni, prelievi di idrocarburi, prelievi di acqua ecc) può creare o indurre terremoti di intensità pari a quelli avvenuti. La profondità degli ipocentri dei terremoti registrati è generalmente superiore a 5-6 km, spesso oltre 10 km, e l’energia in gioco è tale da escludere qualunque possibile legame con attività umane.
Nella nostra pianura terremoti di intensità simile ci sono stati anche in passato (vedi il terremoto interminabile e distruttivo di Ferrara e del ferrarese del 1570), anche quando le perforazioni per idrocarburi non esistevano. Fra l’altro le zone dove c’è attualmente un enorme prelievo di gas e petrolio (Arabia Saudita, Mare del Nord al largo della Norvegia) sono praticamente asismiche.
Il fenomeno di “FRACKING” di cui si parla in molti commenti è una tecnica utilizzata in USA, Canada e solo marginalmente in nord Europa per lo sfruttamento di gas (metano) in sedimenti argillosi superficiali. Si tratta di gas disperso in modeste quantità nel sedimento, che in passato non veniva preso in considerazione, ma che ora può rappresentare una risorsa anche se modesta. Per aumentare il prelievo, si utilizzano tecniche di microfratturazione idraulica del sedimento. In alcuni casi questa tecnica crea una MICRO-sismicità che può essere problematica proprio perché riguarda sedimenti piuttosto superficiali. In Francia infatti hanno sospeso le prime ricerche.
..
La ricerca più completa che ho trovato sul web sulle presunte relazioni tra le trivellazioni nelle zone colpite e il sisma è questa:
http://www.tankerenemy.com/2012/06/terremoto-in-emilia-che-cosa-e-successo.html
Si può ipotizzare che i sismi siano le conseguenze di attività umane, come:
-trivellazioni del sottosuolo per estrarre gas naturale
-stoccaggio di gas e di biossido di carbonio nelle viscere della terra
-frantumazione delle rocce (fracking), tecnica che consiste nell’iniettare ad alta pressione delle sostanze chimiche e tonnellate d’acqua negli strati litici per favorire il rilascio di gas. Il pozzo può correre orizzontalmente, in profondità, per svariate centinaia di metri. Si scatenano dei microterremoti, spaccando la roccia da cui si sprigiona il gas. Qualche volta la roccia triturata finisce nelle falde idriche, talora le acque di scarto si iniettano di nuovo sotto terra deliberatamente, in alcuni casi il gas risale fin negli impianti domestici, uscendo dai rubinetti delle abitazioni, come spiega Josh Fox nel suo documentario di denuncia “Gasland”. Il fracking o hydraulic fracturing è una tecnica che è stata ideata dalla Halliburton, la società che appartiene allo spaventoso Dick Cheney, ex vicepresidente degli Stati Uniti.

Gli indizi e le “coincidenze”
-L’epicentro dei sommovimenti è prossimo o coincidente con i siti in cui sono ubicati i pozzi per le trivellazioni.
-Aumento esponenziale dei terremoti, a partire dal 2003, anno in cui cominciarono le perforazioni ed anno in cui vennero aggiornate le mappe sismiche per l’Emilia.
-Alcuni giorni prima del sisma, il 15 maggio, Monti ha emanato un decreto con cui si è sancito che sono i cittadini che devono assicurarsi contro le calamità “naturali”.
-Molti abitanti delle zone colpite hanno visto dei lampi e delle fiammate (gas), poco prima del sommovimento tellurico. Hanno altresì avvertito odore di gas e notato che dal terreno affioravano dei liquidi misti a fango.
-La zona era stata scelta da B per la costruzione di una centrale nucleare, per la precisione ad Ostiglia, in provincia di Mantova. Non si decide di erigere degli impianti atomici in regioni ad alto rischio sismico.
-Verso la fine di maggio varie “prestigiose” testate italiche hanno pubblicato avventati e superficiali articoli di disinformazione per tentare di smentire le ipotesi, le conclusioni e le testimonianze relative ad una sequenza di terremoti di natura presumibilmente artificiale. Significativo che tali articoli non siano firmati o lo siano da giornalisti minori, (mentre i soliti TROLL li hanno subito affiancati sui blog, per disinformare).
-La prima violenta scossa non è stata seguita da uno sciame sismico, con episodi via via meno intensi, ma da un altro sommovimento di magnitudo pressoché identica. Questa è un’anomalia che induce a propendere per l’artificialità del terremoto.
– Poco tempo prima del sisma la Francia ha approvato un provvedimento per vietare il fracking.

Tutto fa pensare a una concausa prodotta da interventi illegali in profondità. Si ha l’impressione che le perforazioni e lo stoccaggio nel sottosuolo di gas e CO2, abbiano provocato il cedimento delle faglie, innescando una reazione a catena. Le attività estrattive, anche senza il fracking, sono state la classica goccia che hanno fatto traboccare il vaso. Così, se si prescinde pure dal possibile uso di esplosivi, sempre al fine di favorire l’estrazione di combustibili fossili, si delinea un quadro di precarietà tettonica. Qualche ricercatore ha pensato ad una sinergia distruttiva fra trivellazioni ed attività dei riscaldatori ionosferici (H.A.A.R.P.).: è prematuro pronunciarsi su tale correlazione, ma è un dato incontrovertibile che i diagrammi del magnetometro risultavano censurati con la solita banda nera nelle ore precedenti il terremoto. Sono state rilevate poi altre aberrazioni, come l’interruzione delle comunicazioni wi-fi ed UMTS, segno di importanti interferenze elettromagnetiche. Comunque sia, non sono pochi gli scienziati che chiamano in causa le operazioni estrattive all’origine negli Stati Uniti, in Francia ed altrove di sismi contraddistinti da una magnitudo più o meno elevata. Le aziende di prospezione geologica usano questa tecnica del fracking da alcuni anni. Il biossido di carbonio è uno dei composti impiegati nella frantumazione delle rocce: non a caso, il funesto governo italiano, sulla base di una direttiva europea, si è con zelo allineato, disponendo il deposito di CO2 proprio nelle aree squassate dai movimenti tettonici di questo periodo. La fuoriuscita di materiali fangosi, frammisti a gas, è un effetto peculiare della frantumazione. Le affrettate smentite o i silenzi imbarazzati delle multinazionali, interpellate sui loro pericolosi ed inquinanti interventi, si sommano alle isteriche reazioni dei disinformatori a tal punto da spingere a convincersi che è stato toccato un nervo scoperto.

Sono innumerevoli le fonti e gli articoli che dimostrano il nesso tra squilibri tettonici ed interventi umani.

AleannaResources perfora l’Emilia terremotata, mentre sul sito dell’azienda, il video parla chiaro: usano il fracking
Come il Fioba, altri portavoce del sistema, inclusi i gazzettieri di “Focus”, “La Stampa”, “Il Corriere”… si sono arrabattati a scrivere articoli in cui negano che in Italia sia praticato il fracking. Tuttavia le loro affermazioni non sono suffragate in nessun modo, mentre la ricerca e la raccolta di testimonianze in loco li sconfessano.
a versione in lingua originale cita testualmente il fracking come metodo di perforazione. Non a caso AleannaResouces ha disabilitato l’accesso al contenuto, che però è visionabile da un nostro server. Infatti prevedevamo che il filmato sarebbe stato rimosso, in quanto prova regina dell’uso del fracking in Emilia.

Il filmato censurato da AleannaResources è disponibile sul tanker-enemy.tv dell’indirizzo citato.

Lampi dal suolo un istante prima della scossa

Anche Maria Rita D’Orsogna, ricercatrice presso la California State University di Los Angeles, illustra i problemi e le conseguenze ambientali e sociali dell’estrazione e della lavorazione del petrolio in Italia.
Un gruppo di studio coordinato dal prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia all’Università di Napoli, ha pubblicato una ricerca per valutare eventuali correlazioni fra i recenti eventi sismici in Emilia Romagna e le attività petrolifere in corso da vari anni in quella zona.
Masi Torello dice: “Da qualche giorno sono cominciate nelle campagne attorno a Ferrara le operazioni di ricerca di giacimenti di metano per opera di una società statunitense, la Aleanna Resources. Il territorio interessato è molto vasto, riguardando i comuni di Ferrara, Copparo, Formignana, Masi Torello, Voghiera e Ostellato. In questa prima fase la società ha costruito una cartina mineraria del sottosuolo, creando dei micro terremoti con particolari camion. Tutto avviene con l’autorizzazione accordata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione.
E’ previsto che questa attività possa creare danni alle tubazioni o alle strade, tanto che la società stessa promette già il risarcimento dei danni arrecati. Non è tuttavia per questi disagi che alcuni cittadini hanno promosso un comitato per uno sviluppo sostenibile del territorio, comitato denominato “Trivelle”.

Sul sito di AleannaResources, azienda di ricerca ed estrazione gas e petrolio, che ha ricevuto dal governo italiano le concessioni di perforazione sul territorio emiliano (e non solo), era presente un filmato (con descrizione in inglese), in cui si descrivono le metodologie di trivellazione adoperate. Tra queste, oltre all’uso di cariche esplosive, anche il famigerato fracking (non menzionato nella versione in italiano), tecnica bandita in diversi paesi nel mondo poiché causa di forti sismi. La versione in lingua originale cita testualmente il fracking come metodo di perforazione. Non a caso AleannaResouces ha disabilitato l’accesso al contenuto, subito dopo che noi di tanker enemy lo avevamo segnalato come pistola fumante. Il video è, però, disponibile ugualmente, previa archiviazione su un nostro server. Infatti prevedevamo che il filmato sarebbe stato rimosso, in quanto prova regina dell’uso del fracking in Emilia. Attualmente anche gli altri contenuti della AleannaResources, in precedenza ospitati sul relativo canale You-Tube, sono stati resi accessibili solo se se ne conosce il link diretto. In pratica, in questo modo, non sono disponibili sui motori di ricerca.

NOTA BENE: IL VIDEO RIMOSSO E’ QUELLO IN LINGUA ORIGINALE. IL DOCUMENTO E’ STATO ESPUNTO, POICHE’ SI RIFERISCE DIRETTAMENTE AL FRACKING. INOLTRE, SUL SITO DI ALEANNA RESOURCES, PRIMA DI QUESTO GIOCHETTO, I DUE FILMATI, NON ERANO OSPITATI DA YOU-TUBE, MA DAL DOMINIO DI ALEANNA RESOURCES. ECCO LO SCREENSHOT REALIZZATO ALCUNI GIORNI ADDIETRO, TRATTO DAL PORTALE DI ALEANNA RESOURCES. COME POTETE BEN VEDERE, I VIDEO NON ERANO CARICATI SU YOU-TUBE.

Copio”L’Italia è fragile – tutta – da nord a sud, e faremmo molto meglio a proteggere questo paese evitando di trivellare alla cieca, fracking o non fracking, o di fare stoccaggi sotterranei per il beneficio di Aleanna, Padania Energia, ENI, Northern Petroleum, Petroceltic, Po Valley, Shell, Rivara Erg Storage, o chi per loro, in cambio di dubbi vantaggi alla collettività e molti rischi. Proteggere il territorio vale non solo per il petrolio, ma per la cementificazione selvaggia, i capannoni di Modena e le università dell’Aquila crollate perché costruite alla leggera, evitare di trasformare i letti di fiumi e le coste marine in colate di cemento e cosi via.
Quando si prendono le scorciatoie, prima o poi se ne pagano le conseguenze, perché chi comanda non è lo speculatore di turno, ma la natura, con i suoi ritmi e le sue logiche e alla fine lei ti presenta il conto senza guardare in faccia a nessuno. Perché non c’è informazione su questo tema? Perché dobbiamo sempre arrivare per ultimi, in maniera disorganizzata, per sentito dire e con l’acqua alla gola? Tutto il web parla di questo fracking, in maniera più o meno scorretta. Com’è che neanche si accenna minimamente a spiegare, regolamentare, discutere in modo ufficiale, questa pratica”
http://dorsogna.blogspot.it/2012/06/il-terremoto-in-emilia.html
.
Su quanti ridono sulle possibili correlazioni tra sistema HAARP (e sistemi simili) e terremoti
Copio
La produzione delle onde a bassissima frequenza (ELF) interagendo con gli ioni presenti nelle fasce di Van Hallen, possono, a causa dell’interazione fra campo elettrico e campo gravitazionale scoperta dal professor Fran De Aquino, portare ad una riduzione della gravità sopra una certa area della terra.
Tale diminuzione di gravità porta ad una diminuzione della pressione della colonna d’aria posta sopra tale area della superficie terrestre generando un effetto che può portare ad un sollevamento della terra. Per comprendere questa situazione con un’analogia, potete posizionate sulla vostra mano la punta di una siringa senza ago e tirate lo stantuffo: a causa della diminuita pressione sopra la mano vedrete la pelle sollevarsi.
Secondo i calcoli del professor De Aquino un riscaldatore ionosferico può causare persino un terremoto del 9° grado della scala richter.

http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/12/come-funziona-haarp-e-come-potrebbe.html
.
(Dai commenti)
Gianni Lannes aveva parlato di questo pericolo. Fino a qualche settimana fa stimatissimo ed apprezzato giornalista d’inchiesta ai massimi livelli(su Il Corriere Della Sera,La Stampa,RAI Radiotelevisione italiana,L’Espresso)oggi vittima di intimidazioni,attacchi infamanti a mezzo stampa,attacchi informatici,fino a vere e proprie minacce anonime di morte,a seguito anche dell’intervista rilasciata ai microfoni di Controradio.Il suo ultimo articolo è ‘Distruzioni e distrazioni di massa’ e al momento non è pubblicabile a seguito del blocco del suo blog Su La Testa
Strake
Riporto una testimonianza “sono un emiliano e ho una impresa di…L’anno scorso ho lavorato negli uffici provvisori della GEOTEC. Questa ditta ha lavorato per conto dell’ENI in tutta la zona che comprende i comuni di San Pietro in Casale, Bentivoglio, Minerbio, Budrio, Ca de Fabbri ecc Sono sicuro che abbiano usato dinamite e altre tecniche atte a cercare idrocarburi. Inoltre mi parlavano di un enorme serbatoio naturale che si stava svuotando
Corrado
Da notare che gli articoli sui quotidiani La Stampa e Corriere del Sera, cui si riferisce Lannes, nel tentativo di irridere le ipotesi “complottiste” sfoderano tutta una serie di mistificazioni. Se per negare l’ipotesi del terremoto artificiale viene sguinzagliata l’artiglieria pesante(articoli sui maggiori quotidiani nazionali)dove si scrivono certe assurdità,non sarà per caso che noi avevamo ragione a sospettare di un sisma artificiale? Prendiamo ad es. la parte finale dell’articolo del Corriere ove si mette in dubbio (udite udite!) l’esistenza di HAARP e si deride chi attribuisce il sisma ad Haarp l’impianto segretissimo che gli Stati Uniti avrebbero in Alaska e che sarebbe in grado di influenzare la Terra attraverso onde elettromagnetiche, scatenando terremoti
http://www.haarp.alaska.edu/

Non c’è speranza, l’informazione istituzionale è in mano ai poteri economici con conflitti di interesse che fanno rabbrividire e rimangono in vita con il nostro contributo forzoso delle tasse
Dice bene Gianni Lannes: “In Italia non c’è il quarto potere(cioè una giusta informazione),a parte qualche raro collega non esiste un sistema di informazione in grado di accendere un riflettore sull’intera casta al comando”.
Oggi i media di regime sono un pericolo per la libera informazione,e questa ormai esiste solo in rete.
Ad ogni modo c’è una sentenza del 10 maggio 2012 della III Sezione della Corte di Cassazione in relazione ai nuovi strumenti di trasmissione del pensiero che sancisce in maniera chiara, inequivocabile e inappellabile,che l’informazione sul Web non può essere considerata clandestina o illegale per il solo fatto di esistere. La legalità dei contenuti,ovviamente, è una questione a parte che va giudicata di volta in volta, ma da oggi non dovrebbe più essere messo in discussione il mezzo di informazione
I blog personali sono liberi di esistere e di informare poiché non sono prodotti editoriali, non rientrano nelle norme sancite dalla legge sull’editoria, non devono essere registrati e non costituiscono mezzo di stampa clandestina.

http://www.ettoreguarnaccia.com/archives/1305

Straker
Ora comprendiamo lo zelo di personaggi come il Fioba nel negare un collegamento tra sisma emiliano e fracking. Il tutto nasce dalla necessità di salvare il culo ai ministri come Clini che hanno autorizzato a febbraio lo stoccaggio di milioni di t di gas in una profonda apertura naturale nel sottosuolo. Le trivellazioni erano già iniziate.
.
(Clio è anche quello che come 1° atto da ministro dell’ambiente andò a parlare a una radio dicendosi favorevole alle centrali nucleari,al ponte di Messina e alla privatizzazione dell’acqua,in barba ai referendum. Ma in quali mani siamo cascati? Questi vogliono solo fare gli interessi delle multinazionali e delle banche!)
.
Negano che il fracking costituisca un pericolo, ma secondo costoro, i paesi che hanno vietato il fracking come la Francia, la Germania, la Bulgaria o lo stato americano del Vermont di New York per quale motivo hanno posto questo divieto? E come mai l’Inghilterra ha posto una moratoria?

Copio”L’Italia e’ fragile – tutta – da nord a sud, e faremmo molto meglio a proteggere questo paese evitando di trivellare alla cieca, fracking o non fracking, o di fare stoccaggi sotterranei per il beneficio di Aleanna, Padania Energia, ENI, Northern Petroleum, Petroceltic, Po Valley, Shell, Rivara Erg Storage, o chi per loro, in cambio di dubbi vantaggi alla collettività e molti rischi. Proteggere il territorio vale non solo per il petrolio, ma per la cementificazione selvaggia, i capannoni di Modena e le università dell’Aquila crollate perché costruite alla leggera, evitare di trasformare i letti di fiumi e le coste marine in colate di cemento e cosi via.
Quando si prendono le scorciatoie, prima o poi se ne pagano le conseguenze, perché chi comanda non è lo speculatore di turno, ma la natura, con i suoi ritmi e le sue logiche e alla fine lei ti presenta il conto senza guardare in faccia a nessuno. Perché non c’è informazione su questo tema? Perché dobbiamo sempre arrivare per ultimi, in maniera disorganizzata, per sentito dire e con l’acqua alla gola? Tutto il web parla di questo fracking,in maniera più o meno scorretta. Com’è che neanche si accenna minimamente a spiegare, regolamentare, discutere in modo ufficiale, questa pratica”

http://dorsogna.blogspot.it/2012/06/il-terremoto-in-emilia.html

Tratto da parmaNews24

Il 17 febbraio 2012, i Ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali Corrado Clini e Lorenzo Ornaghi hanno decretato la compatibilità ambientale e la conseguente autorizzazione di opere di indagine geologica (cioè trivellazioni con uso di cariche esplosive e pompaggio di acqua ad alta pressione), allo scopo di verificare la realizzabilità di un gigantesco deposito di gas metano, nel sottosuolo dei comuni di San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Medolla, Mirandola e Crevalcore, all’interno di una altrettanto gigantesca cavità naturale situata a quasi tre chilometri di profondità ed in grado di servire allo stoccaggio di 3,2 miliardi di metri cubi di gas metano (equivalente al volume di un’enorme sfera dal diametro di quasi 2km).

Una vera e propria bomba piazzata sotto i comuni emiliani in una zona ad elevato rischio sismico. Questo accadeva tra le proteste dei Verdi di Angelo Bonelli, insieme ad altri partiti, associazioni e comitati cittadini che da anni si oppongono agli studi di fattibilità già promossi sin dal 2005 dai governi Berlusconi e Prodi. Un parere negativo l’aveva anche espresso la Regione Emilia proprio per ragioni di sicurezza da rischio sismico. Clini e Ornaghi hanno però ritenuto ininfluente il parere dei cittadini e considerato ammissibile la trivellazione di pozzi con uso di cariche esplosive, immissione di acqua per fratturazione e pompaggio di gas nel sottosuolo.

Avrete già notato che i comuni oggetto delle opere di trivellazione sono esattamente quelli più colpiti dagli episodi di sciame sismico dei giorni scorsi e quelli ancor più tragici e distruttivi di questa settimana.
Ora i ministri dicono che il decreto è stato ritirato ma ormai la loro credibilità sta a zero. A tutt’oggi questo iniquo governo espressamente voluto da Napolitano e dal Pd,al posto delle elezioni,ha fatto solo gli interessi di banche americane,di banche europee, di multinazionali, accordandosi con la Bce, con gli interessi militari e finanziari americani, col famigerato Fondo Monetario. Di interessi italiani per i cittadini italiani non se ne è visto nemmeno l’ombra!
Ma questo fatto delle trivellazioni dà il senso di quale bomba pronta a esplodere da un momento all’altro su un argomento che diventa scottante ogni giorno di più, una bomba che rovescerebbe il governo Monti come un castello di carte, e il Pd insieme ad esso per averlo espressamente chiamato e favorito e cadrebbe nell’ignominia anche Napolitano per non aver indetto le elezioni come era suo dovere e come hanno fatto Spagna e Grecia e avere invece ‘consegnato’ il paese come un pacchetto incaprettato nelle mani di gente cinica e totalmente neoliberista che lavora contro l’Italia per saccheggiarla e distruggerla e farla diventare un paese miserabile dove la popolazione accetta tutto per fame e dove si può allargare il sistema di difesa NATO ben oltre le 113 basi militari americane, per farne, come ha detto Monti a Camp David, ‘la chiave di volta del sistema Nato in Europa e il centro dello scudo atomico” che le imprese militari USA vogliono costruire qui contro un nemico immaginario, ma in realtà per favorire i loro sporchi affari.

Possibili correlazioni tra sistema HAARP (e sistemi simili) e terremoti

Copio
La produzione delle onde a bassissima frequenza (ELF) interagendo con gli ioni presenti nelle fasce di Van Hallen, possono, a causa dell’interazione fra campo elettrico e campo gravitazionale scoperta dal professor Fran De Aquino, portare ad una riduzione della gravità sopra una certa area della terra.
Tale diminuzione di gravità porta ad una diminuzione della pressione della colonna d’aria posta sopra tale area della superficie terrestre generando un effetto che può portare ad un sollevamento della terra. Per comprendere questa situazione con un’analogia, potete posizionate sulla vostra mano la punta di una siringa senza ago e tirate lo stantuffo: a causa della diminuita pressione sopra la mano vedrete la pelle sollevarsi.
Secondo i calcoli del professor De Aquino un riscaldatore ionosferico può causare persino un terremoto del 9° grado della scala Richter.

http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/12/come-funziona-haarp-e-come-potrebbe.html
..
Il problema delle trivellazioni mediante esplosivi a grandi profondità è uno dei tanti segreti su cui nessun governo ha fatto mai chiarezza e su cui i giornali tutti uniti tengono la bocca chiusa perché ci sono forti interessi economici in gioco e i nostro media embedded non si vogliono mettere nei guai
Le popolazioni delle zone interessate ai grandi giochi delle compagnie energetiche sono giustamente allarmate. E le 800 scosse sismiche in Comuni che rientrano nelle zone dove si parla di trivellazioni hanno reso l’allarme più acuto che mai. La Ers nega di aver fatto i sondaggi e i giornali le fanno eco. Il Governo nega che questi sondaggi siano mai stati effettuali, eppure si dice che i permessi di fare questi test sotterranei siano stati dati e sono sorti comitati civici proprio per questo. Sta di fatto che le testimonianze dei locali parlano di sondaggi fatti segretamente e non denunciati. Crediamo di avere diritto che su questi fatti gravissimi venga fatta luce.

Lampi dalla terra
Focus
La spiegazione dei fenomeni luminosi che si vedrebbero nell’aria poco prima di un sisma è legata, probabilmente, ad un effetto piezoelettrico, che consiste nel produrre delle differenze di potenziale che per scaricarsi innescano delle scariche elettriche, tipo fulmine.
Poiché il quarzo è fortemente piezoelettrico è possibile che quando il minerale viene sottoposto a pressioni notevoli inneschi tale fenomeno che a volte produce lampi di luce che salgono fino alla superficie per poi entrare nell’aria.
Sotto l’Emilia Romagna dicono ci sia un enorme cuscino di gas naturale,che,se fosse estratto farebbe collassare l’intera regione.
In Emilia Romagna da decenni si estraggono petrolio e gas naturale. Dopo le liberalizzazioni del 1998 e 2001, non c’è più solo l’Eni a voler intervenire, e l’Emilis Romagna è diventata terra di conquista da parte di tutte le compagnie.
Dal 20 maggio, malgrado il Governo abbia sempre negato smaccatamente che questa sia zona sismica tanto che B voleva fare qui le sue centrali nucleari, l’Emilia Romagna si è manifestata come zona ad alto rischio sismico. Così la popolazione si chiede con orrore se esista un collegamento tra le attività di estrazione degli idrocarburi e i terremoti. Il Governo e la ERS negano, ma ci possiamo fidare? Siamo in un mondo dove gli interessi economici prevalgono su qualunque diritto alla vita e alla verità.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ee3c8460-3372-447c-b2e3-61e35cf12d64.html#p=0

IL PROGETTO DELLA ERS PER COSTRUIRE UN DEPOSITO SOTTERRANEO DI GAS

Ci chiediamo come sia possibile che i vari governi abbiamo sempre negato pozzi, trivellazioni e sondaggi sotterranei, quando in pochi anni dall’Emilia Romagna sono stati estratti un miliardo e 730 mila di metri cubi di gas e due milioni di greggio? Come li hanno estratti? Con delle mongolfiere?
Proprio in mezzo ai cinque Comuni terremotati c’era il progetto di costruire un enorme sito sotterraneo profondo 3 km dove stoccare 3 miliardi di metri cubi di gas. La Ers fa capo a un gruppo di aziende che tentano di portare avanti questo progetto, per di più con scarsissime garanzie date al Governo, ora i ministri dicono che il progetto è stato annullato, visto il No di Vasco Errani, governatore dell’Emilia Romagna, ma Vasco Errani è al suo 3° mandato e c’è da supporre che il suo no esista da sempre. Perché, allora, in questi 10 anni, malgrado il veto del governatore di Regione, il progetto da Prodi in poi è andato avanti lo stesso? E perché Monti lo ha voluto rinnovare con un decreto che ora dice di avere annullato? Nessuno può garantire che nella zona interessata non vi siano crepe sotterranee e nessuno potrà dirci mai quello che potrebbe avvenire in superficie con la creazione di questa enorme caverna sotterranea larga km. Sarebbe necessaria una commissione parlamentare che faccia luce su questa faccenda davvero troppo oscura. In nome dei forti interessi delle società petrolifere stanno avvenendo nel mondo fin troppi soprusi sulla pelle delle popolazioni e dobbiamo sapere cosa accade veramente e quali sono gli eventuali interessi dei politici in gioco.

Questa documentazione è tratta dal Resto del Carlino, il quotidiano di Bologna
Come si vede il governo nega di aver dato autorizzazioni ai sondaggi e la Ers ugualmente nega di averli fatti, mentre questi articoli dicono che le autorizzazioni sono state date

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.1&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.1%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbTlaRDcTmcJnHqB-RaNtut886V0VQ

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.2&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.2%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbTtfrX8Rd-nG-jHArOnhqA5rMQDJg

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.3&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.3%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbQ4ujs39eJ9Xw3qc5jGbpyAxsOtbw

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.3&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.3%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbQ4ujs39eJ9Xw3qc5jGbpyAxsOtbw
.
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.6&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.6%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbQIzFzBnbrf2ODWgBmdi4katTYBGQ
.
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.7&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.7%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbTclsTAAKBGM46LRWL8V7-8ziNazA

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.8&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.8%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbSnR5TjQ64V-nedkqnDec1W3i31qw
.
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=gmail&attid=0.9&thid=137b23f69798f7d0&mt=application/pdf&url=https://mail.google.com/mail/?ui%3D2%26ik%3D5b84ab5f64%26view%3Datt%26th%3D137b23f69798f7d0%26attid%3D0.9%26disp%3Dsafe%26zw&sig=AHIEtbSpsHl35td-3YAGElJyjjhInGR6ag

Notare che il solito Giovanardi appoggia in pieno il progetto, perfettamente noncurante delle vite umane in pericolo. Questo sì che è essere cattolici!
..
Siamo lieti di aver partecipato alla battaglia contro il gigantesco deposito di gas sotterraneo che si doveva fare proprio nelle zone terremotate. Da 10 anni le popolazioni del luogo hanno combattuto contro questa opera pericolosa che è’ iniziata con Prodi ed è stata ripresa dal governo Monti mentre nascevano comitati per impedirla. Finalmente il Ministro Clio ha dato lo stop al progetto, o almeno così sembra.
Il sisma era stato collegato a sondaggi a grandi profondità fatti con esplosivi ma il Ministro ha negato che tali sondaggi siano stati fatti. Dice che ad impedire l’opera è valso il No di Errani, il presidente della Regione Emilia-Romagna. Bisogna ora essere sicuri che il tentativo della Independent Gas Management non sia ripreso.
Enti locali e i comitati di cittadini “No gas” da anni si battono con presìdi e manifestazioni contro il progetto, dal 23 maggio 2000 (decreto Letta) che permette lo stoccaggio di gas in una cavità sotterranea situata a 3 km di profondità. La Ers (Erg Rivara Storage) costituita per l’85% dalla Independent Gas Management e per il 15% dalla Erg Power & Gas, aveva sempre presentato una documentazione insufficiente. Errani aveva detto No, e ora anche Clio sembra che neghi il progetto, la zona infatti è sismica e lo ha provato il recente terremoto, per cui non è proprio il caso di farci depositi sotterranei. I tre comitati che si sono sempre battuti contro tale progetto a Rivara, anche mercoledì scorso, avevano protestato di fronte al ministro Cancellieri durante la sua visita nelle zone colpite. Ricordiamo che era sempre qui che Berlusconi voleva fare le sue centrali nucleari. Ci chiediamo cosa sarebbe potuto succedere se esse ci fossero state.

IFQ stila un breve comunicato per dire che gli allarmi sul fracking nelle zone terremotate come causa concomitante dei terremoti sono prive di fondamento e che non ci sono stati sondaggi da parte della società dalla Erg Rivara storage srl accusata di aver fatto sondaggi sotterranei con esplosivi per realizzare un gigantesco deposito sotterraneo 3,2 miliardi di metri cubi di metano in una cavità naturale a circa 2 km di profondità, secondo le direttivi di un decreto Monti. Purtroppo le popolazioni delle zone interessate dicono che questi sondaggi con esplosivi sono stati fatti e proprio nella zona interessata e proprio poco prima del sisma. Come minimo sarebbe necessario che qualcuno promuovesse una commissione parlamentare per verificare cosa è vero e cosa no e se in Pianura padana sono state fatte esplosioni sotterranee

Intanto in internet gira questo:
Non si può tacere quale sia la vera questione mentre i media disinformano come sempre e il governo come sempre nega, mentre se qualche geologo inavvertitamente ne parla in tv gli viene improvvisamente tolta la parola in diretta. Si tratta del fracking, o danno da perforazioni con esplosivi a grandi profondità che non sono di ora ma durano da almeno 3 anni nella Pianura Padana, perforazioni idrauliche che una volta arrivate in profondità piegano e corrono parallelamente al terreno; nei buchi creati, viene pompato ad alta pressione un po’ di tutto, a seconda della “ricetta” del perforatore. Si parla di molte centinaia di perforazioni per verificare e a volte poi estrarre il gas dalla pianura padana o stoccarlo. Nessuno sa che il nostro amato governo ha dato in mano ai texani di Dallas la concessione di questa tecnica perforativa che tra l’altro è vietata in tanti paesi europei proprio per gli effetti collaterali, ad es. in Inghilterra la stanno togliendo perché ha fatto danni. Nel caso i texani trovassero delle risorse estrattive al nostro governo andrà il 7% degli introiti, peccato che ai nostri politici sia sfuggito un particolare e cioè che la pianura padana sia strapiena di gente, case, capannoni, chiese, paesi e che se l’americano texano toglie il gas che per millenni si è sedimentato nel nostro sottosuolo per sostenere come un cuscinetto la nostra pianura padana, se lo toglierà tutto collasserà, è una cosa che capisce in modo elementare anche un bambino. Ci sono già nei paesi colpiti segni evidenti di collassamento del terreno.
Non vogliono che si sappia questa verità perché già alla gente il governo non sta simpatico, figuriamoci se si dovesse prendere carico anche di questo errore gigantesco cosa succederebbe? Perciò la tecnica sarà sempre la stessa, ovvero parlare degli sfollati, intervistare geologi per non dire la verità, parlare di calciopoli e altri scandali per tentare di distrarci, la solita accozzaglia di gente che omette la verità come sistema, dimenticando che l’omissione ha lo stesso peso della menzogna.
A riprova di ciò un lettore su internet fa sapere che in uno dei maggiori comuni colpiti oggi c’era affisso il seguente bando di gara:
“Procedura aperta per l’affidamento della concessione di costruzione e gestione rete di teleriscaldamento e indagine geologica esplorativa inerente un pozzo geotermico comprensive dei lavori strutturalmente e direttamente collegati”.
E vogliamo ancora credere alle montagne di cavolate che ci raccontano nel mentre ci devastano pure il territorio..
fate girare, la conoscenza è un diritto di tutti.

http://www.cronachelodigiane.net/article-il-vermont-banna-il-fracking-105943199.html

L´allarme e le proteste si alzano in diversi paesi come l´Austria per esempio.

http://www.austriantimes.at/news/Business/2012-02-05/39252/Fracking_is_a_health_risk_in_Vorarlberg
http://www.stampalibera.com/?p=46283#comments

Molti dei lavoratori terremotati lavoravano in aziende di multinazionali, ora il timore è che queste prendendo pretesto dal terremoto, delocalizzino il lavoro altrove e ciò significherebbe la disoccupazione per tutti. Da ogni parte si chiede che per 3 o 3 anni le aziende colpite siano defiscalizzate per poter riprendere la produzione e sanare le ferite. Ma tutto quello che Monti promette, dopo la vergognosa cancellazione dell’assicurazione statale sui danni da terremoto, è il rinvio dell’Imu a settembre, cioè di 4 mesi, anche se sembra allucinante che chi ha avuto la casa o la fabbrica lesionata dal sisma debba pagarci sopra l’Imu. Teniamo conto anche di tutti quei piccoli commercianti che avevano il negozio nei centro storici e si sono trovati senza più una sede di lavoro. Se non ci sarà un sostegno da parte dello Stato, questa zona diventerà un deserto, come a L’Aquila, dove dopo 3 anni assurdi blocchi burocratici tengono ancora fermi i soldi per la ricostruzione.

Abbiamo 3.500 aziende inagibili. Quasi 20.000 persone rimaste senza lavoro. 2.000 nel settore della ceramica. 3.500 nel biomedico. 5.000 nella meccanica. 4.000 nell’alimentare. 1.500 nella distribuzione. 4.000 tra servizi es. Intere filiere sono al collasso. Uno dei settori fondamentali era il biomedical, il 2° al mondo per fatturato, dietro solo a Memphis negli USA. Se queste aziende resteranno ferme (e le banche non ci pensano nemmeno ad aiutarle) non potranno tener fede ai loro contratti e saranno spazzate via dal mercato per la concorrenza cinese. Era un settore che negli ultimi 5 anni è sempre andato bene e su cui la crisi non si era sentita.
..
Il 17 febbraio 2012, i Ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali Corrado Clini e Lorenzo Ornaghi decretarono la compatibilità ambientale e la conseguente autorizzazione di opere di indagine geologica (cioè trivellazioni con uso di cariche esplosive e pompaggio di acqua ad alta pressione), allo scopo di verificare la realizzabilità di un gigantesco deposito di gas metano, nel sottosuolo dei comuni di San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Medolla, Mirandola e Crevalcore, all’interno di una altrettanto gigantesca cavità naturale situata a quasi tre chilometri di profondità ed in grado di servire allo stoccaggio di 3,2miliardi di metri cubi di gas metano (equivalente al volume di un’enorme sfera dal diametro di quasi 2km)
A tutt’oggi, anche di fronte a un devastante terremoto, gli stessi Ministro Clini e Ornaghi hanno ‘sospeso’ ma non cancellato l’opera.
..
Tutto ciò che in Italia dipende dallo Stato non funziona, ormai questa cosa dovrebbero averla capita tutti, anche quelli che si ostinano a difendere l’indifendibile e perdente Pd per non parlare del defunto Pdl o della Lega, che ormai ha sotterrato se stessa.
Tutto quello che dipende dai cittadini va meglio. Il disgraziato sindaco Cialente de l’Aquila si è affrettato a dirlo, scrivendo ai sindaci dei paesi terremotati affinché non facciano lo stesso suo errore, di affidarsi nelle mani dello Stato che dimentica coloro che si affidano a lui. Anche Stella ha insistito che i Comuni colpiti dal sisma si facciano dare in tutti i modi i soldi che possono e facciano da sé. Il Friuli è andato bene perché ha fatto così. E ha rifiutato gli avveniristici e futuribili progetti di architetti scriteriati per raccogliere ogni pietra e ogni mattone di suoi edifici storici schiantati e ricostruirli esattamente com’erano per riappropriarsi dell’identità dei luoghi amati. Ai friulani i loro amministratori chiesero: cosa volete prima? Il lavoro o la casa? Se scegliete il lavoro, dovrete stare un anno di più nei container, non avrete edifici provvisori né lo spumante nel frigorifero. I friulani scelsero il lavoro. Lo Stato oggi deve fidarsi degli Emiliani e affidare loro la ricostruzione o non ne usciranno più come è successo a l’Aquila. In realtà non è lo Stato che deve fidarsi degli Emiliani, sono loro che non si fidano dello Stato che mai è stato poco affidabile come in questo momento.
Monti ha scaricato dai costi delle assicurazioni le spese per il terremoto rimettendo tutto al privato. Ma allora le assicurazioni contro il terremoto devono essere obbligatorie come è in molti paese e se sono obbligatorie lo Stato ci deve mettere del suo e devi poterla scaricare dalle tasse.

Da IFQ
Il 23 maggio, 3 giorni dopo il sisma, nell’aula del consiglio regionale emiliano, Giovanni Favia del Movimento 5 Stelle ha detto: “Vogliamo che tutti i finanziamenti ricevuti dai partiti siano tracciabili e sia tracciabile la loro destinazione”. E poi: “I partiti attraverso questo governo che sostengono chiedono sacrifici agli italiani. Vediamo se siamo disposti a farne noi. Anche per le elezioni regionali presto sarà pagata la rata di luglio del 2012. Sono 3 milioni. È il momento ideale per fare un gesto concreto: diamoli ai terremotati!”
Sunito Stefano Bonaccini del Pd risponde che Favia “cerca di speculare cinicamente su un tema che riguarda i soldi dei partiti”.
Csx e cdx dissentono unanimemente.
Marco Lombardi del Pdl chiede che ognuno scriva al proprio segretario e che Favia scriva a Grillo, insomma scaricano l’onere su altri ma nessuno è disposto a dare qualcosa del suo. Tra le pochissime voci favorevoli Berardini della Lega: “Votiamo sì alla proposta di Favia. Come forza politica abbiamo vissuto in prima persona i pericoli legati all’utilizzo non oculato dei fondi pubblici. Ci pare giusto ora indirizzarli verso qualcosa che abbia priorità”.
Risultato del voto: 37 presenti, 31 contrari, 6 favorevoli (Cinque Stelle, Lega, uno del Gruppo misto). Proposta bocciata: i 3 milioni resteranno ai partiti.
Stessa storia al consiglio regionale del Molise, organo che vive in una sorta di limbo dopo che il Tar ha annullato le elezioni. Massimo Romano (Movimento civico Costruire Democrazia), Filippo Monaco (Sel) e Felice Di Donato(lista civica) propongono con un ordine del giorno di devolvere ai terremotati le indennità dei consiglieri da oggi in poi, sono almeno 200.000 euro. Proposta bocciata. E Romano attacca: “È incredibile la convergenza tra cdx e csx che si ritrovano spesso d’accordo. Peccato, questa era un’iniziativa di buon senso e relativo sforzo per recuperare un minimo di credibilità alla politica!”
.
Un parroco interrompe il comizio di Grillo ad Alghero

Una interruzione anomala di pochi secondi che finisce in un abbraccio nella campagna elettorale di Alghero,dove la settimana prossima si vota per le amministrative. Grillo teneva un comizio a sostegno della candidata sindaco Giorgia Di Stefano(come si vede le donne ci sono!)per le comunali del 10-11 giugno dove Grillo è sicuro di fare un altro boom dopo la marcia trionfale delle amministrative. Piazza stracolma, applausi, un monologo-show, lo interrompe un parroco non invitato, ancora in montura da messa, che sale sul palco e accusa Grillo di non aver rispettato la libertà degli altri disturbando col suo comizio mezz’ora di messa. Pochi secondo,poi tutto finisce in un abbraccio:
«Ti conosco da anni, ci siamo conosciuti al Rock Cafè, continua pure a fare cabaret, parli di libertà e non la rispetti. Ci avete disturbato per mezz’ora», ha detto il parroco e conclude: «L’Italia ce la deve fare, nonostante Grillo» (forse col famoso e invisibile partito dei moderati, o col ritorno di Berlusconi, chissà!). Grillo si era pure preoccupato di sapere quando finiva la messa, e ha cominciato 10 minuti dopo per non disturbare. Che doveva fare di più? Quel parroco il fervorino se lo poteva pure risparmiare ma si vede che era in voglia di visibilità. E gli hanno dato pure il microfono! Io non glielo avrei dato, in fondo si comportava come un disturbatore qualunque. Poteva fare anche lui come Grillo e cominciare a protestare 10 minuti dopo la fine del comizio.
La gente non è stata affatto contenta dell’interruzione e alla fine il parroco invadente ci ha guadagnato solo una selva di fischi. Grillo è stato più che gentile e moderava i fischi dei presenti. Per non perdere la battuta ha ricordato velocemente Andreotti e ha detto che quel parroco andava spedito in Corsica, ma si è pure scusato dell’involontaria interruzione. Forse il parroco aveva prolungato la messa per potersi poi lamentare? Mah! Quante cosi inutili e che danno solo pretesto ai giornali di parlare di niente

I 98 MILIARDI CHE LE LOTTERIE DOVEVANO DARE AL FISCO SONO DIVENTATI 2,5 E ORA E’ LO STATO CHE DA’ SOLDI A LORO!

Alla fine i giudici si sono rivolti alla Corte dei Conti la quale ha preso atto della condanna penale della Cassazione e ha imposto agli imputati il pagamento di appena 2,5 miliardi di euro. Lo sconto è di quelli che nemmeno nel più pazzo dei supermercati: 96,5%! Qualcuno ne ha parlato in tv? Ovvio che no, la farfallina di Belen, i dettagli delle cenette simpatiche di Arcore o il sole in Primavera sono argomenti ben più importanti. Non è così?
In sintesi, l’attività del colonnello Rapetto consente di accertare 98 miliardi e mezzo di evasione fiscale da parte delle società che operano nel gioco d’azzardo. E che fa lo Stato? Concede uno sconto del 96,5%! Già, perché se a non pagare le imposte è un piccolo imprenditore o un normale cittadino, si interviene con i carri armati. Se a evadere sono le grandi società, si va coi guanti, c’è il super premio. Quel premio che non c’è stato per Rapetto. Costretto a dimettersi perché faceva fin troppo bene il proprio mestiere. Proprio sicuri che una Repubblica in cui l’immoralità è la norma debba essere festeggiata? Fate voi.

http://www.nocensura.com/2012/06/le-lobby-del-gioco-dazzardo-evadono-98.html

Mr Spock
.
MANOVRA SOBRIA? Slot e videopoker, regalo da 285 milioni
Maxisconto fiscale alle concessionarie

Mentre lo Stato carica sulla benzina la ricostruzione in Emilia, due decreti del governo Berlusconi fanno piovere soldi sulle aziende dell’azzardo. Prima beneficiaria, la Bplus del latitante Corallo
Fonte: Il Fatto Quotidiano
Salvo Pa
.
CALCIO CORROTTO
Gianfranco
La corruzione nel calcio è lo specchio di un Paese corrotto in tutte le sue componenti. Non esiste un solo settore del nostro Paese che possa essere considerato immune dalla corruzione.
L’elemento che ci ha portato in questa drammatica situazione è l’inadeguatezza di un sistema giudiziario, che per la sua farraginosità e lentezza ha portato l’Italia ad essere, nel campo della Giustizia, al 160° posto nel mondo.
Per questa situazione non più sopportabile, perdiamo annualmente più di 200 miliardi di euro. Ne perdiamo 70/80, per la corruzione politica/burocratica; circa 100 miliardi, li perdiamo per il minor gettito fiscale, causato dall’enorme evasione fiscale; altri 20/30 miliardi, li perdiamo in sprechi e sperperi. Senza queste risorse, non riusciremo /mai) a far ripartire la nostra economia
..
I RIFIUTI TOSSICI NEL CEMENTO
Ms Spock

Altro che ecomafie! Il Ministro Clini presenta una legge che autorizza l’uso di rifiuti speciali per produrre cemento. Che finisce poi in case e scuole.
Noi ci facevamo su le battutine, riferendo quelli che consideravamo casi estremi e roba da ecomafie.
Ho raccontato di una casa a Treviso costruita con cemento misto a rifiuti tossici (e per questo demolita). “I termovalorizzatori siamo noi”, ho detto mille volte a mo’ di boutade. Ebbene, l’idea evidentemente deve essere piaciuta. Uno spunto davvero geniale per il business, ha pensato il ministro Clini, che presenta ora una legge che consente di usare rifiuti nei cementifici.

http://www.nocensura.com/2012/04/legge-shock-del-ministro-clini-si-ai.html
..
ENRICO LETTA AL BILDERBERG
Mr Spock

E TENETEVI FORTE!!!! METTETEVI SEDUTI!!! SPECIALMENTE I SIMPATIZZANTI ….PD!!!!! VOILA’
C’è anche ENRICO LETTA, vice presidente del PD al meeting BILDERBERG 2012 in corso in questi giorni a Chantilly, nello stato del Virginia (USA).
Montiano di ferro, uomo di spicco dell’Aspen institute (una emanazione del bilderberg)
Partecipa alla riunione dei potenti del mondo: il “bello” è che il suo partito vorrebbe i voti dei lavoratori…
“Ecco l’elenco dei partecipanti al Bilderberg 2012”

http://www.nocensura.com/2012/06/ecco-lelenco-dei-partecipanti-al.html

http://www.nocensura.com/2012/03/conoscete-laspen-institute-italia.html

Per conoscere la storia e gli obiettivi del Bilderberg, vi consiglio di leggere il libro di DANIEL ESTULIN… che per anni ha investigato sui meeting, nonostante i tentativi di intimidazione che ha subito… (hanno provato ad ucciderlo…)
Con i seguenti articoli potete farvi un’idea.
“Il club Bilderberg” – La storia segreta dei padroni del Mondo. di Daniel Estulin –
http://www.nocensura.com/2012/03/il-club-bilderberg-la-storia-segreta.html
“Daniel Estulin denuncia il progetto criminale del club Bildeberg”
http://www.nocensura.com/2012/02/daniel-estulin-denuncia-il-progetto.html

Il Gruppo Bilderberg raccoglie 130 partecipanti, personalità influenti in campo economico, politico e bancario, strettamente neoliberisti, i cui incontri segretissimi sono chiusi al pubblico e ai media. Molti partecipanti sono capi di Stato, ministri del tesoro e altri politici dell’Ue ma prevalentemente sono esponenti di spicco dell’alta finanza europea e anglo-americana.
Fra i partecipanti italiani: Mario Monti, Draghi, Riotta, Bernabè, la Bonino, Tremonti,Passera, Scaroni, Tronchetti Provera, Giavazzi, Visco, John Elkan, Padoa Schioppa, Prodi,
..
Come monito a Napolitano

Prevert
IL DISCORSO SULLA PACE

Verso la fine di un discorso estremamente importante
il grande statista incespicando
davanti al vuoto di una bella frase
ci casca dentro
e smarrito con la bocca spalancata
ansimante
mostra i denti
e la carie dentaria dei suoi pacifici ragionamenti
mette a nudo il nervo della guerra

la delicata questione di denaro.
..
L’ECLISSE

Luigi XIV che è anche conosciuto come Re Sole
era spesso seduto sulla sua seggetta
verso la fine del suo regno
una notte davvero buia
il Re Sole si alzò dal letto
prese posto su quella sedia
e sparì.

..
ELIMINARE LA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
Viviana Vivarelli

Per un’Italia migliore dovremmo eliminare la figura totalmente obsoleta e costosissima del Presidente della Repubblica. La Svizzera non ce l’ha e stanno molto meglio. In Italia quel catafalco di Napolitano ha dimostrato di essere non solo inutile, ma nocivo. Non ha bloccato nessuna delle corrotte leggi di Berlusconi e nessuno dei carrozzoni di leggi omnibus, ha sempre firmato subito, senza nemmeno aspettare i 30 giorni, qualsiasi immondizia presentata da Berlusconi, le leggi ad personam, lo scudo fiscale che è stato solo un modo per riciclare legalmente denaro sporco, il lodo Alfano addirittura dopo che la Corte Costituzionale aveva bocciato il Lodo Schifano che era identico, la riammissione delle liste irregolari Pdl in Lazio e Lombardia, la legge sul legittimo impedimento, quella che raddoppia l’Iva a Sky, la salva-Pollari, i due pacchetti sulla sicurezza di Maroni con norme contro rom e immigrati, il decreto Gelmini, il decreto Mastella per distruggere i dossier della security Telecom, l’ordinamento giudiziario Mastella-Castelli… Ha fatto pure nuovi cavalieri del lavoro come quel Mauro Moretti, amministratore delegato delle Ferrovie indagato per la strage di Viareggio dove morirono 32 persone. Ha accettata come costituzionale la guerra in Libia contro l’art.11 che ci vieta ogni guerra e la spesa intollerabile di 26 miliardi in armi o la decennale guerra afgana. Ha sempre sorretto Berlusconi anche quando non aveva più la maggioranza parlamentare e, alla sua caduta, invece di indire nuove elezioni com’era suo dovere fare, ha regalato l’Italia a un commissario europeo, unico caso in Europa come nemmeno la Grecia ha fatto.
Ce n’è abbastanza per accusarlo di tradimento.
La festa e il ricevimento di ieri mostrano cos’è questo Presidente: un buco nero di spese e di scandalo.
Con lui sparirebbero 2.081 inutili cortigiani e recupereremmo almeno 230 milioni di € l’anno, più i costi dei ricevimenti, i pranzi di rappresentanza, gli aerei privati e i viaggi (lo sapete che le spese totali sono un segreto di Stato?). La cifra in assoluto è enorme. Si pensi che la Casa Bianca costa 136 milioni, l’Eliseo 112 (la metà) e Buckingham Palace 57 (un quarto)!
.
LA CHIESA E IL SATANISMO
Vv

Escono le memorie di padre Gabriele Amorth,il più grande esorcista della Chiesa. Dice: “Sì, anche in Vaticano ci sono membri di sètte sataniche. Vi sono coinvolti, preti, laici, monsignori e anche cardinali! Lo so dalle persone che me l’hanno saputo indicare direttamente. Ed è una cosa confessata più volte dal demonio stesso sotto obbedienza durante gli esorcismi. Il Papa lo sa ma fa quello che può. E’ una cosa agghiacciante. Si tenga presente poi che questo è un Papa tedesco, viene da una nazione decisamente avversa a queste cose. In Germania non ci sono esorcisti, eppure il Papa ci crede: ne ho parlato con lui 3 volte. E lo ha detto esplicitamente in pubblico spesso. Ci ha ricevuto, come associazione di esorcisti,ha fatto anche un bel discorso, elogiando il nostro apostolato. E non dimentichiamo che del diavolo e dell’esorcismo moltissimo parlò anche Giovanni Paolo II. Paolo VI diceva che il fumo di Satana è entrato nella chiesa. Poi, siccome questa frase creò uno scandalo enorme, dedicò tutto un discorso al demonio con frasi fortissime, sollevando un velo di silenzio e censura che durava da troppo tempo, però senza sortire conseguenze pratiche.”
In effetti cosa si deve dire del crack dell’Ambrosiano, di Marcinkus, della pedofilia, dell’appoggio a dittature come quella di Pinochet o a governi criminali legati alla mafia come quello di Berlusconi, di Pio Laghi che assisteva alla torture argentine e appoggia il governo dei desparecidos, della morte di Emanuela Orlandi, o del boss della banda della Magliana seppellito in una Basilica col permesso di Andreotti su richiesta di Poletti, per aver riciclato o moltiplicato denaro nero della Chiesa?
Montini disse: «Ho la sensazione che da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel tempio di Dio.” Noi abbiamo la sensazione che questo fumo da un po’ di tempo sia diventato un incendio.
.
A CARRARA IL PD SI ALLEA AL PDL-STESSA FACCIA, STESSA RAZZA
Viviana Vivarelli

A Carrara il Pd si allea al Pdl per poter contrastare il M5S. Carrara è sintomatica di quanto è accaduto dalla direzione dichiarata o occulta di d’Alema in poi (ma Veltroni non è stato da meno e Bersani ha inferto il colpo di grazia finale).
Il Pd non è più un partito di csx, è diventato un partito a direzione decisamente di destra. Restano gli iscritti e i volontari che possono avere tutta la nostra stima, ma lo scollamento di questa base ancora sana da una segreteria ormai accusabile di tradimento è agghiacciante. E’ come vedere un corpo senza testa, mentre la testa è emigrata altrove e non ha più alcun collegamento col corpo, anzi lavora per la sua rovina.
.
UN MILIONE DI FEDELI A MILANO PER IL PAPA E LE FAMIGLIE
Viviana Vivarelli

Le adunate oceaniche non sono significative di nulla. A parte la fortissima quantità di preti e monache, giornalisti e curiosi, non per niente vi si vede in prima posizione quei polacchi che non brillano esattamente per progresso civile o buona politica e che costituiscono la parte più fanatica e retriva dell’Europa, il paese dove il primate Glemp ha paragonato gli ebrei polacchi ai nazisti e dove gli elettori hanno voluto essere governati da due criminali come i gemelli Kaczynski, che vinsero grazie a campagne contro l’aborto, l’eutanasia, le droghe e schierandosi a favore della pena di morte. Il loro vice ministro all’istruzione Orzechowski propose di penalizzare gli omosessuali e ordinò di licenziare gli insegnanti omosessuali. Radio Maria polacca, sostenitrice a gran voce del nuovo ciclo politico, attacca gli ebrei accusandoli ancora oggi di deicidio. Radio Maria polacca fu persino ripresa duramente da Benedetto XVI con l’accusa di fanatismo religioso. I Kaczynski tolsero anche la pensione ai combattenti delle Brigate Internazionali che avevano combattuto contro Franco perché si doveva debellare l’antifascismo. Si è fatta entrare senza nemmeno un ripensamento in Europa una Polonia ancora immersa in omofobia, antisemitismo, maschilismo, fanatismo religioso e intolleranza politica e Berlusconi prima e Monti oggi vorrebbero portarci anche la Turchia e Israele, in osservanza al diktat americano! E quando Grillo, al momento dell’ingresso velocissimo della Polonia in Europa, chiese una maggiore precauzione e che fossero garantite almeno alcune precondizioni di civiltà, si prese pure di razzista!!
.
LE ACCUSE A CASALEGGIO BASATE SUL NULLA
vv
Siamo grati a due persone straordinarie come Casaleggio e Grillo per aver operato questo miracolo. Casaleggio è uno dei più grandi conoscitori del web in Italia, curava l’informatizzazione di Idv e ora lavora solo per i 5 Stelle. Non è solo uno dei professionisti migliori del settore informatico, ma ha una vera e propria filosofia sociale e politica legata al web, in cui ha calato la sua visione del futuro. I nemici lo accusano stupidamente di aver messo nei discorsi di Grillo molte sue idee, ma se le idee sono quelle che vediamo ne siamo ben lieti. Del resto questa collaborazione non è una gran scoperta,come certi TROLl vorrebbero dare a intendere, subodorando chissà quali complotti e parlando addirittura di massoneria. Il nome Casaleggio è sempre stato sul blog, i due hanno sempre scritto libri insieme e le idee di Roberto sono sempre state in chiaro sul web. Per cui i maligni sparano a vuoto con perversioni di menti malate. La collaborazione tra grandi ingegni è sempre stata alla base di ogni strategia comunicativa e dunque politica vincente. Tutti i grandi della storia hanno sempre avuto validi collaboratori, da Blair a Kennedy al Papa. Quello che conta non è quanti siano a lavorare a un progetto, anzi ci auguriamo che siano sempre di più, ma cosa sia questo progetto. E mai in Italia si è visto qualcosa di così bello come la democrazia partecipata e diretta del M5S, al punto che i partiti, visto il disprezzo degli elettori, cominciano a rubare i suoi termini, non parlano più di partiti ma di movimenti, fingono di rendere democratica la scelta dei candidati,moltiplicano le liste civiche. Ma nessuna di queste finzioni somiglia vagamente nel M5S coi suoi caratteri rivoluzionari ed etici: condivisione delle scelte dal basso, indipendenza dai partiti e uguaglianza. “Individualità che non si annulla, ma si esprime nel collettivo. Nessun vincolo e possibilità di entrare e uscire dal movimento in qualsiasi momento. Nessuna discriminante ideologica e nessuna differenza di status socio economico o di classe. Unico punto fermo: condividere l’impegno sui principi. Uniche 2 condizioni : tenere sempre in 1° piano il dinamismo di una forza di gruppo e al cui interno non ci sono capi, e non entrare nella partitocrazia ma condizionarla dall’esterno, con metodi e linguaggi nuovi. Entrare nel sistema politico-amministrativo significa dover prendere continuamente delle scelte e rende automatica la creazione di un’èlite che fa sparire il dinamismo critico originario. Ma essere in politica senza adeguarsi al sistema è proprio la sfida del M5S.
..
DI PIETRO E LA DISOCCUPAZIONE

La battaglia contro la disoccupazione è persa, anzi in Italia non è mai cominciata. I dati sono terribili: disoccupazione ufficiale al 10,9%, quella reale al 13%. In 2 mesi altre 38mila persone hanno perso il lavoro e in un anno 621mila. Tra i giovani la situazione è tragica: il 35,9% è disoccupato. Peggio di così non era mai andata. Al Sud una donna su 2 è senza lavoro. Oggi in Italia i disoccupati ufficiali sono 2 milioni 615mila. Queste cifre sono conseguenze di errori che si potevano evitare, dell’Europa e del governo, errori che hanno provocato la crisi e non l’hanno corretta, tanto che in tutta Europa i disoccupati, dal 2008, sono aumentati di 4 milioni ogni anno. Errare è umano, ma perseverare è diabolico.
Si può sbagliare ma poi ci si deve correggere. Invece, si comportano tutti da coccodrilli: prima si mangiano i figli, poi piangono. Il governatore di Bankitalia spiega che a colpi di tasse la crisi peggiorerà. Il governo applaude, però va con le tasse. Monti dice di voler combattere la disoccupazione. Però ha imposto il blocco delle pensioni e l’allungamento dell’età pensionabile, congelando gli 800mila posti di lavoro che i nuovi pensionati avrebbero lasciato liberi. Tutti ammettono che intervenire sull’art. 18 è inutile, poi, però, in Aula lo votano. Noi dell’IdV siamo quasi gli unici a difendere in Parlamento il diritto dei lavoratori. Così le cifre della disoccupazione continueranno ad aumentare. La Fornero, alla fine, ammette l’errore sugli esodati. Più che di errore è un crimine politico. Ha lasciato senza reddito né pensione 350.000 persone. Dopo una confessione del genere le si possono pure dare le attenuanti generiche. Purché se ne vada
.
Ad eccezione della Germania, la comunità europea non se la passa affatto bene: prendendo tutti e 27 i paesi UE i disoccupati denunciati sono 24 milioni, con un tasso di disoccupazione al 10,3%.
La disoccupazione più alta è quella spagnola: 24,3% , in aumento, con il 51,5% di senza lavoro tra i giovani sotto i 25 anni. La Francia, che segue lo stesso andamento dell’Italia, registra il 10,2% , anch’esso in aumento. Solo la Germania è in controtendenza: col 5,4%. Era 5,5% a marzo ed il 6,1% ad aprile dello scorso anno.
.
RIDIAMARO :- )
.
Harry Haller
Berlusconi ha proposto di coniare una nuova moneta italiana
E su cosa dovremmo valutarla? Sul profitto delle mafie? Sui capitali portati nei paradisi fiscali? Sulle vincite di Buffon?
Potremmo chiamarla Tanghero, con la faccia di B da una parte e un culo dall’altra.
Si potrebbe perfino dire che è una moneta che ha culo.
..
Il Mandi
Napolitano:
“Sarà una parata sobria ed elegante!”
Un burlesque, cribbio!
..
Un minuto di silenzio in memoria delle vittime del sisma in Eemilia prima dell’inizio della “sparata”!
L’unico momento in qui si è sentito qualcosa di serio…..
..
Massimo Minimo
Maroni, a proposito della sfilata del 2 giugno: “Buttano i soldi nel cesso”.
La stessa cosa che succede quando li danno ai partiti. Lega compresa, ovviamente…
..
Fare la parata del 2 Giugno, e dedicarla ai morti del terremoto,
e’ come andare al ristorante e dedicare la cena ai bambini africani!
Da Fb
..
Ien
In Italia chiuderanno tutte le aziende, resteranno 4 aziende di stato più competitive ‘ndrangheta, camorra, cosa nostra, sacra corona.
..
Il Mandi
Per seguire il regime di sobrietà delle istituzioni, dal Vaticano che ci fa spendere solo 13 milioni per la visitina del papa, al Quirinale che per solo 2000 invitati al buffer stapperà solamente 5000 bottiglie di vino (poi parlano degli alpini…) anche io mi adeguo e sono al risparmio, quindi scriverò il mio buongiorno, sbullonato popolo!
in minuscolo. Le maiuscole le mando agli emiliani, così quando dovranno fanculizzare i soggetti sopra citati, lo potranno fare più incisivamente.
..
Stefano
Napolitano chiuso nella sua torre d’avorio è ormai avariato……
..
Pellei
Dice Mari O Monti:
“Bisognerebbe sospendere il calcio
per due o tre anni”.
Dico: “So’ d’accordo Marie’,
ma allora a banche e finanza
con quello che hanno combinato che je facciamo ?
Le sospendiamo per sempre ? ”
..
Viviana
E allora, il sontuoso ricevimento per 2000 persone a caviale e champagne in onore dei terremotati, glielo vogliamo proiettare nelle tendopoli sui maxischermi, così godono anche loro!?
..
http://masadweb.org

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

CORSO. LEGGERE L’UOMO

LEGGERE L’UOMO Se siete di Bologna può interessarvi un CORSO IN 7 LEZIONI IN 7 GIOVEDI’- A PARTIRE DAL 19 [Read More]

I migranti dal mare e gli anziani italiani emigrati in un documentario

Vedi il trailer: https://vimeo.com/140032609 Tra Performance art e cinema del reale, “(A)mare Conchiglie” è  [Read More]

Anziani, erranti, lucciole e migranti come conchiglie alla Biennale di Anzio e Nettuno: è la nuova performance di Kyrahm e Julius Kaiser

Il 13 giugno 2015, poco prima del tramonto (ore 18) sulla spiaggia di Forte Sangallo, per la Biennale di Anzio e [Read More]

Una performance estrema contro la tortura diventa un documentario

Sabato 18 aprile verrà presentato a Teramo il documentario working progress “Dentro/Fuori” di Kyrahm e [Read More]

SE LE REGOLE LE FANNO I LADRI

MASADA n° 1540 13-6-2014 Renzi vuole una legge che annulli le pene fino a 5 anni – In Italia il bicchiere non solo [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 7 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano