WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Wednesday November 22nd 2017

BUNGA BUNGA

Dalla repubblica delle banane al sultanato del bunga bunga
..
“La miglior cosa del futuro é che arriva un giorno alla volta” – A. Lincoln
(Così ci abituiamo alle sfighe.)

Il senso della Nazione
Don Aldo Antonelli

Non fosse stato per il dc piemontese Oscar Luigi Scalfaro (1918), per l’azionista livornese Carlo Azeglio Ciampi (1920) e per il comunista campano Giorgio Napolitano (1925), probabilmente l’Italia sarebbe già caduta definitivamente in quella satrapia dell’interesse privato mascherata con le barzellette che è l’era berlusconiana, e nella dissoluzione dello Stato (non solo della Nazione) alimentata dall’odio e dalla paura rappresentato dagli squadristi in camicia verde.
All’ennesima formulazione dell’imperativo impunità per B, il Lodo Alfano, che voleva far affondare nel suo luridume anche il capo dello Stato, il Presidente si è smarcato e ha marcato con durezza e chiarezza che o si sta dalla parte della limpidezza o si sta dalla parte del fango e che nulla, proprio nulla, è relativo. Il rinculare di B, quell’esilarante “io non ho mai chiesto il Lodo Alfano, ritiratelo” testimonia che anche al tempo dei Minzolini e dei Riotta, si può e si deve essere al di sopra delle parti solo se ci si schiera contro la parte di chi della legalità e della Costituzione repubblicana sta facendo strame fin da quel 26 gennaio 1994, 16 anni e 9 mesi fa oramai, della cosiddetta “discesa in campo”.
Nell’insipienza delle nuove generazioni, che dalla bicamerale di d’Alema in avanti non ne hanno mai fatta una giusta, non è un caso che 3 ragazzi del secolo scorso, 3 persone che hanno vissuto l’abisso del fascismo e della guerra, ma anche la stagione del riscatto e della costruzione della nostra Repubblica, abbiano rappresentato in questi anni tristi l’argine al regime. Di fronte all’ignominia del terzismo mediatico e intellettuale, ma anche dell’appeseament sostanziale al berlusconismo o alle presunte “ragioni” della Lega da parte della politica, solo la schiena dritta di questi 3 grandi vecchi ha finora impedito al paese il definitivo delirio. Che le nuove generazioni sappiano prenderne l’eredità del senso della Nazione da loro rappresentato è tristemente incerto. Ma è l’unico cammino.

Da Gianni
Ti portano in questura? Ecco il numero di Silvio, chiama e sarai salvo!

Non lo sapevate? E’ il nuovo servizio della Presidenza del Consiglio: “Aiutiamo persone sfortunate ma carine trattenute dalla questura fornendo scuse inverosimili”. Il telefono è on line: chiamate Berlusconi, presto!
“Ciao, sono Wolf, risolvo problemi (cit.)”, diceva quello. Evidentemente Silvio Berlusconi è anche cinefilo, perchè ha pensato che un servizio del genere potesse valere la pena, metterlo in piedi: “Sono di buon cuore, aiuto sempre le persone sfortunate”, ha detto il Cavaliere rispondendo a chi gli chiedeva come mai si fosse fatto passare il capo di gabinetto della Questura di Milano per rifilargli una balla colossale sull’identità della ragazza, da lui conosciuta, in quel momento trattenuta in procura. E chi siamo noi, i figli della serva?
E ALLORA… – Usiamola anche noi, questa bella possibilità. E così, per tutte le bonazze (o i bonazzi, per carità: qualcuno si trova sempre), ma anche le persone qualsiasi che vengono trattenute o trattenuti dalle forze di polizia c’è “Chiama Silvio salvagnocca” il nome del servizio offerto dalla presidenza del Consiglio dei ministri. Una telefonata a Palazzo Chigi (06/67791, il centralino: chiedere di Silvio) e diventi immediatamente Superman in abiti civili, il nipote di Mao Zedong, la reincarnazione di Alcide de Gasperi, il facchino di Arcore, il giardiniere di casa Previti. E sei libero. Comodo, no?

http://www.giornalettismo.com
..
Posti di lavoro
Vito Farina

In Germania sono riusciti a recuperare i posti di lavoro persi durante la crisi ed ora si avviano verso la ripresa economica.
Noi stiamo discutendo del Lodo Alfano e della munnezza.
In tutti i paesi europei (tranne Grecia e Portogallo) gli operai sono pagati molto meglio che in Italia.
Vi siete accorti o no che siamo i turchi d’Europa?
Siamo il sud d’Europa, in mano alle mafie, ai corrotti e ai 74 enni che hanno costruito il proprio impero grazie al riciclaggio di danaro mafioso.
..
a chi il posto di lavoro
e a chi il lavoro in quel posto
Viviana
..
httpv://www.youtube.com/watch?v=oiNH9lQMb8I

Giovani donne eccezionale attenzione agli addominali bambine cattive sul giornale dicono che non fa male
yuppa lalera, yullalla’ a capriole verso la
fine azzurra e radiosa di una ricca sposa
giovani maschi massacrati dai modelli presentati
alla guerra lancia in resta per fare festa
yuppa lalera, yullalla’ sarabanda verso la voglia di scappare ancora dalla natura
e’ un uomo demente… basta!!
non parla, non vede, non sente… basta!!
copre la voragine… basta!!
sabbia sull’ indagine…!! basta
giovani vecchi impasticcati con infarti sovreccitati bambine cattive sul giornale dicono che non e’ male viaggiatori intellettuali di villaggi condominiali questa sera avete pagato…
balli cretini? nooo! si, si… trenini? no!
gioco dei mimi? no! le barzellette del nutini? no!
la jacuzzi di gruppo? eh!… beh!…
tutte in monokini? si! con crema di mango e martini? a sputtanare i vicini? a prendersela con i bambini?
yuppa lalera, yullalla’ al galoppo per di qua
un inchino una riverenza un altro giro di incoscienza yuppa lalera, yullalla’ al galoppo per di qua un inchino una penitenza una mano morta sulla coscienza
e’ un uomo demente… basta!!
marcio e decadente…basta!!
preda di vertigine… basta!! ha perso la sua origine…!!
yuppa lalera, yullalla’ al galoppo per di qua
un inchino una riverenza un altro giro di incoscienza
yuppa lalera, yullalla’ al galoppo per di qua
un inchino una penitenza una mano morta sulla coscienza.
..
In tutto questo bunga bunga mi sono dimenticata i 4 punti del programma
Non c’è che dire: Berlusconi è la più grande arma di distrazione di massa esistente.
vv

GULP

La conferenza nazionale della famiglia si terrà dall’8 al 10 novembre a Milano. I lavori verranno aperti dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi.
..
LA MONDADORI PREVITIZZATA
Francois Marie Arouet

La Mondadori è passata nelle mani di Berlusconi grazie a una sentenza comprata da Previti. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione il 14 luglio 2007. Da sedici anni l’attuale presidente del Consiglio controlla, grazie a un atto di corruzione, la principale casa editrice italiana e i suoi giornali. Conseguenze?
Nessuna.
Ecco i fatti.
A cavallo degli anni ’80 e ’90 una complicata partita d’affari oppose la Cir di Carlo De Benedetti alla Fininvest di Silvio Berlusconi.
Entrambi sostenevano di essere i padroni della Mondadori, che controllava, oltre al settore libri, La Repubblica, l’Espresso, Panorama, Epoca, vari altri periodici e 15 giornali locali.
Si affidarono dunque a un arbitrato super partes, che nel 1990 – col famoso “lodo Mondadori” – diede ragione a De Benedetti. Allora Berlusconi rovesciò il tavolo e impugnò il lodo dinanzi alla Corte d’appello di Roma. Questa, con una sentenza firmata dal giudice Vittorio Metta, il 24 gennaio 1991, annullò il lodo e consegnò la Mondadori a Berlusconi.
Mesi dopo, Andreotti costrinse Berlusconi a restituire una parte del gruppo (Espresso, Repubblica e giornali locali) al legittimo proprietario.
Nel 1995 la Procura della Repubblica di Milano cominciò a indagare sulle sentenze comprate da Previti e scoprì che lo era pure quella del giudice Metta su Mondadori. All’indomani del verdetto, infatti, la Fininvest bonificò 3 miliardi di lire a Previti che, tramite altri due avvocati berlusconiani, fece arrivare 400 milioni in contanti a Metta. Berlusconi è uscito dal processo grazie alla solita prescrizione.
Previti, Metta e gli altri due avvocati imputati (Pacifico e Acampora), invece, sono stati condannati per corruzione. Ma nella sentenza d’appello, confermata dalla Cassazione, si afferma che Berlusconi aveva “la piena consapevolezza che la sentenza era stata oggetto di mercimonio”. Del resto, si legge, “la retribuzione del giudice corrotto è fatta nell’interesse e su incarico del corruttore”.
..
Questo è un popolo che nei momenti peggiori dà il meglio
Ma, oggi, quanto brutti devono essere questi momenti peggiori?
Viviana

Luigggi

Berlusconi e il caso Ruby: “Spazzatura!”…
… “la elimineremo dai giornali in 3 giorni”.

(Se ne okkupa Bertolaso?) VV
..
Goat Boy

Il film di Natale
Lele Mora e il bunga bunga
Un film (H)ar(D)core
..
Winston Groucho
La procura conferma: coinvolta anche l’igienista anale del premier.
..
Shotindedark

Sembrerebbero molto chiare secondo la Procura di Milano le posizioni di Lele Mora ed Emilio Fede. Per B. si valuta l’ipotesi del Missionario.
..

Berlusconi appare sempre più lontano dalla politica. Continua a frequentare minorenni non eleggibili in Parlamento.
..
Cardinale Fisichella:
Il bunga bunga va contestualizzato (Andrea Michielotto)
..
Nuovo scandalo Berlusconi-minorenne. Il Premier è ormai coinvolto in così tanti scandali che Il Giornale non sa più chi diffamare. (Luca Coiro)
..
Alle belle italiane? Il bunga bunga
E agli italiani? No, per loro si chiama inculata come al solito.
Viviana
..
Binetti: “Niente comunione ai gay come Vendola”. Di questi tempi è talmente un’impresa ricevere l’eucaristia che se non bestemmi, non sei divorziato e non vai a troie rischi anche di non entrarci, in chiesa. (silvio perfetti)
..
JENA
Spazzatura

Ieri a Napoli si è tenuta una conferenza stampa del bunga del consiglio.
..
Filippo Ceccarelli

…vale forse notare l’aspetto tribale che certo scopre e rispecchia alcuni altarini dell’odierno sistema di potere; così come, fra intercettazioni, veline, minorenni, escort, farfalline, cerbiatte, igieniste orali e altre rispettabili disponibilità professionali, a parte il lenocinio e lo spaccio di droga, ecco, magari si può verificare sul campo come nel berlusconismo ormai allo stremo l’ordinario richiamo alla Cultura del Fare, ai Sani Valori e ai programmi rose & fiori dell’Amore, del Sogno e della Felicità ceda al mercato dei corpi nel quadro di una diffusa Pornocultura ammantata di euforia e incantesimi pubblicitari.

..
La CEI ha detto che il prossimo family day sarà fatto all’insegna del bunga bunga
..
Vocabolario politico

Tuca tuca
Vaka vaka
Bingo bongo
Ciunga ciunga
Bango bengo
“Oh bongo bongo bongo, stare bene solo al Congo, non mi muovo no no, bingo bango bengo, molte scuse ma non vengo, io rimango qui”.
“Sugli sugli bane bane, tu miscugli le banane, le miscugli in salsa verde, chi le mangia nulla perde”.

Grazie allo scimmione di Arcore la repubblica delle banane è completa.
Per uscire dalla crisi basta farci pagare i diritti d’autore a tutti quelli che ne mondo ci ridono dietro. La vera immondizia è questa.

Siamo seri! Ma come facciamo, in Italia, a fare uno sciopero serio come in Francia?
Cosa facciamo? Scendiamo nelle strade e gridiamo:” Più pane e bunga bunga per tutti?” ?

Viviana
..
E se un giorno sarà processato, l’avvocato dirà: “Signori della Corte, abbiate pietà di quest’uomo, la cui vita è stata tutta dedicata al bunga bunga!”
..
Roberto Zube

Il giornale “Il premier non è razzista”
Libero “La casa di Arcore è di Fini”
I lettori de “Il Giornale”: “solo invidia; a voi comunisti non la darà mai”
..
Berlusconi e i berlusconiani
La solita immondizia sul Premier
Ormai sarà una discarica
..
Possibile che non ci sia un reato sul disprezzo alle istituzioni!
E se uno le prende di culo?

spinoza.it

Premier coinvolto in vicende torbide con una minorenne. Per motivi di privacy non sarà reso noto il nome del premier.
..
La giovane aveva detto di avere 24 anni. Praticamente pensavano di essere coetanei.
.
(Immagino Berlusconi che telefona in questura. “A proposito, c’è niente per me?”)
..
E’ già partito il tormentone di Elio e il bunga bunga

http://capagira.blogspot.com/2010/10/elii-e-il-bunga-bunga.html
..
Da un blog

La regola del bunga bunga: se un ultrasettantenne al parco tocca il sedere a una minorenne offrendole una caramella voi lo denuncereste o lo eleggereste a premier?

El Pais
” El primer ministro del ‘bunga bunga’.
..
Berlusconi vuole regnare.
A questo punto sarebbe più ragionevole fare una monarchia.
No. A questo punto sarebbe più ragionevole istituzionalizzare il regale bordello.
Viviana
..
Luigi d’Ancona

Il giorno in cui la Cina dovesse andare in crisi, assisteremmo ad un improvviso calo del prezzo del petrolio.
Il giorno in cui il nano scomparirà,
assisteremo ad un calo improvviso
delle tariffe delle baldracche.

httpv://www.youtube.com/watch?v=rZWden20jWw

Pourquois pas

Le irregolarità nella presentazione della lista Formigoni sono connesse con la volontà del premier di inserire a tutti i costi la candidata Minetti, oggi indagata per le feste ad (H)Ar(d)core.
Allora, Cappato, che c’entra il “bunga bunga” con le firme irregolari di Formigoni?
«Te lo dico in cinque minuti, ma per farlo c’è bisogno di un passo indietro».
Facciamolo.
«Bene, allora ti faccio una domanda io: secondo te è plausibile che una coalizione come quella di centrodestra (Pdl più Lega) che in Lombardia è fortissima, non sia riuscita a raccogliere 3.500 firme regolari in una regione di 12 milioni di abitanti, avendo per giunta a disposizione decine di migliaia di consiglieri comunali e regionali da usare come autenticatori?»
In effetti sembrerebbe un compito facile facile…
«Direi ridicolo. Quindi se non ce l’hanno fatta a portarlo a termine regolarmente dev’esserci un motivo preciso. E sai qual è? Fino all’ultimo giorno prima del deposito delle liste si sono scannati per inserire nei posti migliori – quelli blindati nella parte alta del listino bloccato – i candidati sponsorizzati da questo o da quell’altro».
Addirittura scannati?
«Certo. Le cronache locali raccontano addirittura che nell’ultima riunione siano volati schiaffoni, e non metaforici: da un lato c’erano i candidati graditi al Cavaliere, dall’altro i leghisti che volevano garantirsi quante più poltrone possibili…».
E quindi?
«E quindi fino all’ultimo non si sapeva su quali nomi raccogliere le firme: se avessero iniziato a farlo dopo la chiusura delle liste, come impone la legge, avrebbero avuto a disposizione solo poche ore. Una missione impossibile perfino per una coalizione così forte, perché comunque un po’ di tempo ci vuole, non foss’altro che per far certificare le firme dai comuni. Così, vista l’aria che tirava, qualcuno ha pensato di avvantaggiarsi, raccogliendo in anticipo le firme su liste “in bianco” (sono più della metà), e qualcun altro ha avuto l’alzata d’ingegno di falsificarle nel poco tempo che rimaneva tra la chiusura delle liste e il termine di presentazione. Poi c’è anche chi si è avvantaggiato falsificando, ma qua stiamo parlando dei fuoriclasse…e infine ci sono pure i “veggenti”, che hanno chiesto ai comuni i certificati elettorali di gente che non aveva ancora firmato e che poi -guarda caso- firmerà nello stesso esatto ordine di emissione dei certificati (il mago Otelma in confronto non è nessuno)».
Un quadretto edificante, non c’è che dire: ma continua a sfuggirmi cosa c’entri col “bunga bunga”.
«Uno dei candidati per cui la battaglia è stata più aspra fino all’ultimo era Nicole Minetti, l’igienista dentale di Berlusconi che ora è indagata per favoreggiamento della prostituzione».
Anche lei fu inserita al fotofinish?
«Certo, e la cosa è documentata. C’è un’intervista del 25 febbraio (parliamo di 48 ore dal termine di deposito delle liste) in cui lei stessa ammette che “non c’è nulla di definito”. E le prime firme sul listino sono state raccolte e autenticate il 13 febbraio, vale a dire dodici giorni prima. Si chiama falso ideologico, e tutto per poterla infilare dentro all’ultimo secondo lei e un altro…».

MARCIONNE
Viviana Vivarelli

Marcionne è come la medaglia dell’amore, oggi meno di ieri e domani meno di oggi, sempre più indietro, sempre più in basso…..
Marchionne è il re degli indietristi
Dopo la pessima Punto che ha venduto pochissimo, sono due anni che Fiat non investe un quattrino nella ricerca. Non ha fatto le minicar rinforzate per giovani, non ha imitato le economicissime auto indiane da 1500 euro, né le auto elettriche o a idrogeno o a carburante vegetale…
Ora dietro i furbissimi consigli di Marchionne, terrà Pomigliano chiusa per un anno e mezzo e finalmente produrrà….. (battito di tamburi) la PUNTOOOOOOOOOO!!!!!! APPLAUSI DEMENZIALI!!!!
..la Punto che nessuno comprerà. Gattata tremenda del maglioncino blu più stronzo d’talia (dopo Bertolaso, s’intende!)
E se le vendite cadranno a picco come gatti di piombo, di chi sarà la colpa? Ma degli operai di Pomigliano, naturalmente! E D’Alema, Bonanni, Marcegaglia e tutti i compari figli di puttana diranno che è assolutamente vero e gli butteranno la croce addosso!
..
Dice Corrado Augias nel suo bel programma Le storie (rai3, 12,45)

“In un momento di ozio ho cominciato a sfogliare ‘Le vite dei Cesari’ di Svetonio, capitolo 43, e mi sono trovato a leggere queste pagine sull’imperatore Tiberio (uno degli imperatori più depravati e corrotti della decadenza romana) :

“Fece anche arredare con divani un locale apposito, quale sede delle sue libidini segrete:.Là dentro, dopo essersi fatto portare da ogni dove greggi di ragazze, insieme a certi inventori di accoppiamenti mostruosi, li faceva accoppiare in triplice catena in ogni modo in sua presenza, allo scopo di rianimare con questo spettacolo la sua virilità in declino”

“Viene da considerare- conclude subdolamente Augias – per fortuna, che quei tempi così licenziosi ormai sarebbero impensabili!”

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3b2a9c3e-9150-4d42-b892-a471ed00cd86.html#p=0

Corrado Augias è uno degli uomini più nobili e migliori di questo paese. Potere sentirlo ogni giorno su Rai 3 alle 12,45
Da alcuni giorni insignisce ogni ospite di rispetto di una strisciolina tricolore.

Augias ha fatto questa dichiarazione:
“La redazione de Le storia ha istituito l’ordine dell’Unità d’Italia.
Dell’Ordine fa parte chiunque, italiano di nascita o di elezione, rispettoso dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge, senta con giusto e misurato orgoglio come un’ansia di sentimenti per la lingua, la letteratura, il retaggio storico, l’immenso contributo alla civilizzazione umana e alle arti, la cucina, di geniale inventiva nella semplicità degli ingredienti, di questo nostro paese.
Chiunque po’ insignire se stesso o gli altri.
L’appartenenza è indicata da un nastrino tricolore attaccato sulla parte sinistra del petto.”

(Per fare questo piccolo tricolore basta cercarlo su internet e stamparlo cu carta adesiva, tagliandone poi quanto basta.)

Vedi

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-90e59e7f-2feb-40d6-ab44-42e2496025af.html
..
http://masadaweb.org

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

CORSO. LEGGERE L’UOMO

LEGGERE L’UOMO Se siete di Bologna può interessarvi un CORSO IN 7 LEZIONI IN 7 GIOVEDI’- A PARTIRE DAL 19 [Read More]

I migranti dal mare e gli anziani italiani emigrati in un documentario

Vedi il trailer: https://vimeo.com/140032609 Tra Performance art e cinema del reale, “(A)mare Conchiglie” è  [Read More]

Anziani, erranti, lucciole e migranti come conchiglie alla Biennale di Anzio e Nettuno: è la nuova performance di Kyrahm e Julius Kaiser

Il 13 giugno 2015, poco prima del tramonto (ore 18) sulla spiaggia di Forte Sangallo, per la Biennale di Anzio e [Read More]

Una performance estrema contro la tortura diventa un documentario

Sabato 18 aprile verrà presentato a Teramo il documentario working progress “Dentro/Fuori” di Kyrahm e [Read More]

SE LE REGOLE LE FANNO I LADRI

MASADA n° 1540 13-6-2014 Renzi vuole una legge che annulli le pene fino a 5 anni – In Italia il bicchiere non solo [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 7 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano