WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Thursday April 26th 2018

MASADA n. 866. 31-1-2009. Quel fresco profumo di liberta’

Di Borges e dintorni – Senilita’ – La bella gente di Lampedusa – I crimini del potere – La presa della Corte dei Conti – Frizzi e lazzi
 
"Quel fresco profumo di liberta’" (Salvatore Borsellino).
..
Noi siamo l’Italia bella, fresca e pulita
Angelo
..
Mariapia cita:
 
Non siam
la forza piu’ che nei giorni lontani
muoveva la terra ed il cielo: noi, siamo quello che siamo:
una tempra d’eroici cuori, sempre la stessa:
in lottare e cercare e trovare
ne’ cedere mai.
 
Alfred Tennyson
 

..
E se per eta’ non ce la facciamo piu’?
Mariapia
 
Semplice semplice: si prende atto della cosa e si cede.
Le cose indispensabili vanno fatte, in quanto per l’educazione e il condizionamento ricevuto il non farle  ci creerebbe un disagio insostenibili.
Io, non riuscendo a fare quanto devo, non vedo piu’ nessuna amica e ho visto Laura con te il il 7 di ottobre e da quel giorno ci "vediamo per telefono".
Gna faccio.
Faccio solo quello che devo, per la vecchiaia e’ gia’ un grandissimo programma in quanto oggi, vecchi e giovani, mollano prima di cominciare.
Ciao mio capitano, anche i capitani, che pur restano capitani, seguono il ritmo della vita. La maggior parte degli esseri umani, poveretti e sfortunati, sono sempre andati fuori tempo, niente ritmo.
"A certe cose deve pensarci il Creatore" dice Mère e la riforma umana, se deve esserci, e’ uno dei lavori del Creatore.
Cerca di capire la tua gigantezza e datti pace, anche i giganti vanno in pensione e rallentano.
La storia che Ercole tutti i giorni sollevava un vitello in crescita per essere sempre allenato e potere sollevare sempre maggiori pesi e’ una storia, soltanto una delle tante storie imbecilli che ci raccontiamo da millenni. 
Dimmi un centometrista mondiale che superi i 35 anni!
..
Mariapia
L’interesse degli affetti e’ uno dei pochi interessi veramente umani
..
Viviana
La vecchiaia non e’ in se’ disonore
ne’ il disagio fisico
Era cieco il grande Borges
zoppo Toti
balbettava Demostene
Muzio Scevola non fu meno eroe
con un solo braccio
Da una sedia a rotelle Roosevelt
diresse le sorti del mondo
e Hawkins quelle dei cieli
Ma colui che parla
stolidamente
e ha la cattiveria
al posto della mente
puo’ destare ribrezzo
come un peto del diavolo
Borges dice
che ci sono porte
che cercano uomini
ma costui lo cerca solo
la porta del cesso.
..
Borges

"E’ curiosa la sorte dello scrittore. All’inizio e’ barocco e, col passare degli anni, puo’ raggiungere, se gli astri sono favorevoli, non la semplicita’, che non e’ nulla, ma la modesta e segreta complessita’."
 
"Ogni verso dovrebbe avere due doveri: comunicare un fatto preciso e toccarci fisicamente, come la vicinanza del mare".
..
Borges
QUALCUNO
Un uomo modellato dal tempo,
un uomo che non aspetta neppure la morte
(le prove concernenti la morte son mere statistiche
e non c’e’ alcuno che corra il rischio
d’essere il primo immortale),
un uomo che ha imparato ad esser grato
per le modeste elemosine dei giorni:
il sonno, il ritmo dell’abitudine, il sapore dell’acqua,
un’insospettata etimologia,
un verso latino o sassone,
la memoria d’una donna che l’ha abbandonati
ormai da tanti anni
che oggi puo’ ricordarla senza amarezza,
un uomo che sa bene che il presente
e’ gia’ futuro e oblio,
un uomo che e’ stato sleale
e col quale son stati sleali
a un tratto puo’ sentire, mentre va per la via,
una misteriosa felicita’
che non proviene dalla speranza
ma da un’antica innocenza,
dall’intima radice o da un dio sperso.
Sa che non deve guardarla da vicino
perche’ ragioni piu’ tremende di tigri
gli mostreranno che ha l’obbligo
d’essere sventurato:
riceve tuttavia con umilta’
la raffica felice.
Morti, forse saremo per sempre,
quando la polvere sara’ tornata polvere,
l’indecifrabile radice
dalla quale l’anima sempre crescera’,
sia equanime sia atroce
Il nostro solitario cielo o inferno
.
..
Su piazza Farnese e il comportamento vergognoso e inaccettabile di certa stampa che ci ha offeso profondamente.
 
Se io uccido la memoria di un crimine, uccido di nuovo le vittime di quel crimine.
Se i giornali scherniscono o ignorano o deformano una manifestazione per le vittime della mafia, uccidono di nuovo le vittime della mafia.
Non stiamo parlando di un partito, di una filosofia o di una moda.
Stiamo parlando di assassini.
In nessuna maniera e a nessuno, e nemmeno per bieco opportunismo, e’ consentito manipolare la verita’ per favorire degli assassini.
 
Viviana
.
Famiglie delle vittime della mafia
 
“Ad essere offesi ed indignati siamo noi nel constatare il silenzio di tutti davanti alle denunce delle famiglie degli uomini e delle donne morti in difesa della Costituzione Italiana. Ad essere offesi siamo noi nel leggere la nota del Quirinale risentito per delle garbate affermazioni e non per le decine di pregiudicati ed amici di boss che siedono in Parlamento. Ad essere offesi e delusi siamo noi nel dover, ancora una volta, scendere in piazza per pretendere giustizia e rispetto dei principi fondanti di questo Stato, nonostante abbiamo gia’ pagato a questa nazione il prezzo piu’ alto che si possa pagare."
 
http://www.familiarivittimedimafia.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1057
..
Lampedusa
Viviana Vivarelli
 
Parliamo sempre di pubbliche vergogne, di comportamenti spregevoli delle forze dell’ordine, dei politici o delle istituzioni, vorrei oggi parlare, invece, dei cittadini di Lampedusa e di quello che abbiamo visto ad Annozero.
Siamo rimasti veramente colpiti e commossi da questa isola, che nel panorama buio e retrivo di un’Italia perduta, continua ad offrire un esempio luminoso di civilta’.
Una piccola isola bersagliata da dieci anni dagli arrivi dei profughi del mare, migliaia di reietti che qui arrivano dopo viaggi spaventosi da tutta l’Africa del Nord, attraversando deserti, spogliati di tutte le loro ultime cose, rischiando la morte per affogamento nel mare, coi figli piccoli, le donne incinte, affidati a scafisti senza scrupoli che non esitano a gettarli a fondo, profughi affamati e disperati che qui arrivano dopo traversie infinite ed esistenze il cui dolore non possiamo nemmeno immaginare, gente spaventata, senza niente, senza passato, senza futuro, senza speranza.
A questi miseri della Terra i lampedusani offrono da anni accoglienza, acqua, cibo, vestiti, umana comprensione. Sfidano sulle loro barche da pesca la legge che li minaccia del carcere se raccolgono i naufraghi, sfidano i processi di uno Stato disumano e infame, e per quanto la loro piccola isola sia ormai allo stremo sotto l’urto degli affamati dell’Africa, non perdono la loro pieta’, la loro infinita compassione. Guardano quei poveri piagati da mille ferite, ascoltano quelle povere storie di vite stroncate e non dimenticano di essere uomini tra uomini, compagni di solitudine.
Non ho parole per questo esempio cosi’ unico in un paese cosi’ ipocritamente cattolico, dove l’umana pieta’ e’ stata barattata con le pretese aride del dominio. E vorrei che ai lampedusani tutti andasse un Premio Nobel per la pace e che chi di dovere si premurasse di segnalare al comitato di Stoccolma questa eroica terra.
Oggi la Lega vuole imporre a Lampedusa un nuovo CPT, per tenere qui tutti gli arrivi. Le vecchie baracche sono fatiscenti e insufficienti. I naufraghi dormono accatastati o all’addiaccio sotto tende improvvisate, nel fango, nella pioggia, quasi senza servizi igienici, nella merda, come bestie, 1800 la’ dove a mala pena ce ne starebbero 500, spesso sono malati o vengono picchiati dalla polizia, ma la Lega nega tutto questo. Lo Stato li sfama con cibo pieno di tranquillanti, li dimentica, li ignora.
Oggi ce ne sono 1.800 che da mesi che aspettano di essere ricordati. Arriva qui il 9% di tutti i migranti d’Italia. La Lega promise di risolvere il problema dei clandestini per avere voti, ma il problema si aggrava di giorno in giorno e la crisi globale pesa piu’ forte sui piu’ disgraziati del mondo. 
I governi regalano miliardi alle Banche, ma la miseria non conosce aiuti e Berlusconi tagli ai fondi alle ONG e al 3° Mondo, mentre i ricchi prelati mandano milioni alle Caiman.
Chi sara’ riportato indietro sara’ gettato a morire nel deserto, quando non sara’ incarcerato e torturato.
Ora Maroni minaccia di gravare l’isola con un 2° CPT per l’identificazione, mentre le legge prevedeva ch ei nuovi arrivati stessero nell’isola solo 48 ore per essere poi smistati in continente. Lampedusa e’ stata dimenticata da tutti i governi italiani che non le hanno dato nemmeno un ospedale. E’ un’isola povera che vive solo di pesca e turismo. Ma anche quel poco turismo e’ minacciato se si intende trasformare l’isola in una piattaforma dove isolare i migranti dell’Africa che muore. La Bossi-Fini parla di 2 mesi ma Maroni intende prolungare il soggiorno di chi arriva a 18 mesi, da centro temporaneo a centro di permanenza, aumentando gli attuali 800 poliziotti e militarizzando l’isola che diventerebbe una specie di Sin Sing con uno totale stravolgimento della sua identita’. Gia’ ora i turisti pensano che sia un carcere a cielo aperto.
Contro il CPT che ucciderebbe Lampedusa, 4000 abitanti sono scesi in corteo, e quando il corteo e’ arrivato vicino al CPT, i clandestini hanno cominciato a scendere per la scarpata unendosi a loro in una scena indimenticabile.
Ecco il cuore lampedusano che riscatta le vergogne d’Italia, gli egoismi ciechi e insensibili di questi mostri che ci governano, che usano il potere per la loro avidita’ senza fine e che calpestano il dolore per diffondere odio e cattiveria.
A fronte dell’esempio di civilta’ dati da questi cittadini, l’indefinibile Cota per 3 volte ha ripetuto che “bisogna permettere a questa gente di tornare a vivere dignitosamente nella loro terra”. Ma dignitosamente cosa?
Lampedusa ha 24 chilometri quadrati e 6,200 abitanti. La senatrice leghista, degna compagna di quel Cota, arriva a dire che solo una piccola parte degli abitanti era contro il CPT (4.000!) ma il resto lo accetta! Non ci sono nemmeno commenti a tanta stupidita’.
In quanto alle ignobili Finanziarie, si noti che Maroni parla di 10 nuovi CPT in tutta Italia, centri di identificazione e centri di espulsione, ma invece di offrire al progetto i 150+233 milioni di € necessari, Tremonti ha tagliato per 190 milioni di €! Una beffa! E le prigioni stanno di nuovo per scoppiare, mentre nulla si e’ fatto per l’edilizia carceraria! Ma Cota straparla di questi centri come se gia’ funzionassero.
Dice giustamente Rosy Bindi: “Se vuoi combattere la clandestinita’, devi facilitare la regolarizzazione. Invece si arriva all’obbligo di denuncia del clandestino che arrivi a un pronto soccorso! Una cosa che e’ contro tutti i principi delle Nazioni Unite! In nessun paese europeo c’e’ una legge cosi’ farraginosa e malfatta quanto la Bossi-Fini! Fatta tanto male e con cosi’ poche risorse che non riesce nemmeno a espletare le proprie procedure. Il 35% dei clandestini sono persone in fuga da paesi che calpestano i diritti umani e solo la meta’ di essi ottiene accoglienza. Solo il 12% di essi del resto entra per via mare. La maggioranza arriva con visto turistico e poi resta.”
Il nostro mare e’ pieno di migranti morti affogati. Anni fa, per la denuncia di questi cadaveri che affioravano sulle coste, Berlusconi ebbe a dire: “Se non vi basta la guardia costiera, usate i pattini!”
Siamo tutti lampedusani!
Il vero popolo della liberta’ sono loro!
..
PADAN-TAX
Viviana
 
Sapete a che serve la padan-tax che Maroni vuol mettere agli extracomunitari, come se non bastassero i 70 euro che gia’ questi pagano e gli altri balzelli e disservizi che gravano dolorosamente su di loro?
A finanziare i 5 miliardi che B ha promesso a Gheddafi non si sa in cambio di che.
Il paradosso e’ che i leghisti, per odio agli islamici, intendono tassare gli islamici poveri per favorire un islamico ricco, il ras della Libia.
E’ vero il detto che se non sono matti non li vogliamo.
E in questo paese chi e’ piu’ matto degli altri fa anche carriera politica.
A proposito di matti e asini che son loro compagni.
Cosa fa il Renzino Bossi pluribocciato per somaraggine? Fara’ il supervisore dell’Expo di Milano! Alla faccia dei bocciati in matematica e materie varie! Alla faccia del merito e del lavoro!!
..
Borges
Che importa la vilta’ se sulla Terra
c’e’ un solo coraggioso
e la tristezza se ci fu nel tempo
chi si disse felice
Che importa la generazione persa
che fu mia….
Io sono gli altri. Sono tutti quelli
che il tuo ostinato rigore riscatta
Sono quelli che non conosci, che salvi


Borges
La mia citta’ e’…
E’ l’altra strada, quella che non ho calpestato
E’ il centro segreto degli isolati
Dei cortili estremi
E’ cio’ che le facciate nascondono
E’ il mio nemico, se ne ho uno
E’ la persona a cui danno fastidio i miei versi (dan fastidio anche a me)
E’ il brano fischiato che non riconosciamo e che ci commuove
E’ quanto si e’ perduto e quanto sara’
E’ il successivo
L’altrui
Cio’ che e’ posto di lato
Il quartiere che non e’ tuo ne’ mio
Quanto ignoriamo e amiamo
… ..
Il crimine e’ al potere
Viviana Vivarelli
 
Dobbiamo prendere atto con sgomento che siamo diventati un paese da Terzo Mondo.
All’estero, il nostro paese e’ ormai considerato uno Stato dalle garanzie a rischio, dove non esiste l’habeas corpus, la tortura non e’ reato, i diritti umani non sono rispettati, la giustizia non e’ assicurata, i potenti non pagano per i loro delitti e i deboli subiscono aggressioni anche e soprattutto dalle forze dell’ordine.
Su 181 paesi del mondo, l’Italia e’ al 157° posto per l’efficienza processuale e ora il blocco delle intercettazioni rendera’ le inchieste superflue, eliminando di fatto la prova maggiore dei reati. Il disegno di legge voluto da Berlusconi le proibisce per lo stupro, il sequestro di persona, l’associazione a delinquere, l’estorsione, la ricettazione, la truffa, il furto, il furto in appartamento, la rapina, lo scippo, lo spaccio di droga al dettaglio, l’omicidio colposo e tutti i reati finanziari.
Salta all’occhio che col primo gruppo di reati si dara’ una licenza al crimine non solo a tutta la criminalita’ organizzata ma anche a quei criminali di importazione che Lega, neofascisti e berlusconiani dicono a parole di voler punire, ma e’ altresi’ chiaro che col secondo gruppo di reati, crimini finanziari e furti pubblici, si intende allargare l’impunita’ assoluta dalle prime 4 cariche dello Stato a tutta Roma ladrona, sanando una Casta delinquenziale. E che il popolo della Lega intenda perpetrare anche questo crimine non e’ solo contro tutte le predicazioni di piazza ma anche contro lo stesso senso comune.
Tutto il disegno delle intercettazioni e’ un tale aiuto alla criminalita’, comune, mafiosa e politica, da lasciare sbalorditi. E’ la peggior dichiarazione che un Governo potesse fare sulle sue intenzioni di reato, una dichiarazione pubblica, sfacciata e licenziosa, che la Casta ha commesso pesanti delitti e intende continuare a commetterli incompleta pace e impunita’, occultandone le prove e tenendo la giustizia alla larga, anzi mettendola in una posizione di totale succubanza, dominandone carriere e addirittura la permanenza sul posto di lavoro, limitando la scelta dei reati, la possibilita’ delle prove, l’iter dei processi, le assoluzioni facili, le prescrizioni a pioggia e, infine, gli indulti a catena, e gia’ si comincia a parlare delle “insostenibili condizioni di vita nelle carceri troppo piene”, chiara premessa di un futuro indulto, che paralizzera’ del tutto i processi presenti e futuri.
Non solo questa spregevole Casta pretende la licenza a delinquere ma lo vuol fare senza la rottura di coglioni di una polizia che investiga e di una magistratura che processa. Per quanto si compri o si corrompa, quale onesto residuale potrebbe sempre esserci, in polizia, come in Magistratura, ed e’ bene cautelarsi anche contro di loro.
Le avocazioni e i licenziamenti di giudici perpetrati da destra, centro e sinistra, non lasciano dubbi.
E il comportamento servile e scurrile del CSM e dell’ANM, di fronte a casi come Apicella, de Magistris, Forleo, Bocassino e Genchi sono il maggior capo di accusa che la Casta poteva dare a se stessa, di collusione col crimine e di corruzione delle istituzioni.
Oggi il comitato parlamentare per la sicurezza contro de Magistris e’ presieduta da Rutelli che e’ suo indagato, ieri l’inchiesta era avocata da Mastella che era suo indagato col beneplacito di Prodi che era nominato e il timbro di un CSM presieduto da vacca che e’ un Magistrato di Comunisti Italiani.
Il comportamento di Mancino, capo del CSM, non lascia dubbi. Quella parte della Magistratura che vuole sopravvivere ha gia’ deciso di lasciar cadere ogni tutela della Giustizia nazionale per tutelare la propria posizione e carriera personale.
Le sigle di partito si mescolano in un identico orrore e ancora ci risuonano nelle orecchie le parole a difesa della Casta di un Bertinotti presidente della Camera, assiso su un trono dorato e del tutto pervaso dal sacro fuoco della tutela della propria e’lite.
Noi non siamo piu’ da molto tempo un paese civile, sempre che lo siamo mai stati. Ogni giorno facciamo un passo piu’ lontano dalla civilta’.
La cosa atroce e di cui dobbiamo prendere atto e’ che “il crimine e’ al potere” e che nessuno ci difende.
Noi siamo "i perdenti".
Siamo "i perdenti" in un mondo di assassini, di stragisti, di avventurieri, di ladri, di menzogneri, di insani.
Siamo "i perdenti" di fronte all’esercito del Male che celebra la sua temporanea vittoria sulla giustizia, sul diritto, sull’uomo onesto, sulla verita’.
Siamo "i vincitori" nella linea del Bene e del Coraggio, sulla linea del Vero e Giusto, sulla linea dell’amore e del rispetto per questo paese.
E crediamo fortemente che questo Vero e Giusto, questo Amore e questa Liberta’ siano la nostra forza morale, quella che non permettera’ che la corruzione e la violenza resistano a lungo.
..
IRRESISTIBILI IMPULSI
Che cosa lega l’uomo
al tradimento?
Non c’e’ esperienza passata
che corregga l’insulto
e sia lezione
Quando due sindacati si separano
dal maggiore
per finire due volte divorati
dal padrone-squalo
com‘e‘ sempre successo senza eccezione..
Quando una opposizione politica
svende il suo paese
a chi piu’ volte
l’ha gia’ distrutto senza rimorso
Quando una parte morente
e’ ancor di piu’ divisa
dalla protervia di qualcuno
che non cede
alla legge della maggioranza e si fa Uno
Quando un tribunale
altissimo
condanna a morte la giustizia
che dovrebbe salvare
Quando la stampa rinnega quella verita’
a cui dovrebbe essere
fedele
Quando una Chiesa non critica mai il suo pastore
se protegge:
violatori di bambini, usurai, negatori di olocausti,
avidi mercanti di rovina sul mondo, assassini di guerra, affamatori….
Quando una regione continua a votare
i suoi assassini
C’e’ in taluni
l’impulso di Caino
cosi’ forte
come un rombo di tuono nel sangue
un atavico
irresistibile
richiamo
Ci sono ere
che da Caino traggono
disonore e vergogna
In questi tempi
nei nostri tempi
Giuda e’ sovrano.
 
Viviana

Cesare Beccaria (blogger)
 
L’affermazione attribuita al presidente del Consiglio secondo cui l’Esercito farebbe la guardia al deserto dei Tartari, avvilisce i soldati che operano fuori area, nonche’ quanti in patria, senza munizioni, senza carburante e senza parti di ricambio per i mezzi si preparano a sostituirci».
Le parole di un generale nei confronti di Berlusconi che quando parla sbaglia sempre e quando ride ghigna, un uomo infelice che governa un paese triste e di destra.
..
Il ragazzo che balla con tutto il mondo
Video molto carino
http://www.codicisegreti.com/video-emozioni/il-mondo-sta-cambiando.html
..
Viviana
LA MAFIA NON E’ UNA ORGANIZZAZIONE, E’ UNA CONDIZIONE
Borges racconta la storia di un certo Pedro Salvadores, uomo ricco, sposato, benestante, sotto una dittatura.
Un giorno una masnada invade la sua casa. Pedro si nasconde in cantina, da una botola sotto il tappeto. Quelli devastano tutto, picchiano la moglie, rubano, lasciano la casa in rovina. Pedro resta in cantina nove anni.
"Sara’ stato dapprima un inseguito, un minacciato, poi, non lo sapremo mai, un animale quieto nella sua tana. Un giorno la moglie, che aveva avuto due figli da lui, per cui era stata ripudiata dai parenti, e che era sopravvissuta stentatamente, fuggi’. Allora Pedro usci’ alla luce del giorno.Flaccido e obeso, era del colore della cera e parlava a voce bassa. Non gli ridettero mai i suoi beni ne’ i campi che gli erano stati confiscati. Mori’ solo, nella miseria."
Conclude Borges:
"Come tutte le cose, il destino di Pedro Salvadores ci sembra un simbolo di qualcosa che stiamo per capire".
..
Di Pietro. Io so
 
"Io so.
Io so che Tangentopoli non e’ mai finita, che la corruzione politica e’ piu’ forte oggi di allora,
io so che molte televisioni e giornali sono uno strumento di propaganda permanente delle forze che si richiamano a Silvio Berlusconi,
io so che Rete 4 e’ abusiva, io so che Mangano era un mafioso,
io so che Mangano ha vissuto ospite per lungo tempo a casa Berlusconi,
io so che in Parlamento ci sono fior di pregiudicati che non dovrebbero rappresentare gli italiani,
io so che la crisi economica e i milioni di disoccupati e precari sono figli della corruzione, del pizzo, della criminalita’ organizzata, del malaffare, del connubio tra mafie e politica,
io so che il Lodo Alfano e’ incostituzionale, io so che nessun cittadino puo’ essere piu’ uguale di altri di fronte alla legge,
io so che Luigi De Magistris e’ stato discriminato per impedirgli di concludere le sue inchieste, com’e’ successo a me e com’e’ succede ogni giorno a tanti magistrati che vogliono fare il loro dovere,
io so che una intera Procura, quella di Salerno, e’ stata azzerata per impedire che le inchieste di Luigi De Magistris fossero riaperte,
io so che le intercettazioni non sono il problema, ma lo sono coloro che commettono i reati,
io so che chi non ha niente da nascondere non ha paura di essere intercettato,
io so che Berlusconi ha cercato di comprare un senatore e far cadere il Governo Prodi aiutando delle aspiranti attrici,
io so che in un altro Paese questo si chiama corruzione politica,
io so che un Presidente del Consiglio sta usando il suo ruolo e i nostri soldi per fare campagna elettorale in Sardegna invece di occuparsi dei gravi problemi dell’economia,
io so che l’Alitalia e’ fallita,
io so che miliardi di euro di debiti dell’Alitalia sono stati scaricati sugli italiani,
io so che i piccoli risparmiatori che hanno comprato le azioni e le obbligazioni Alitalia hanno carta straccia in mano,
io so che il senatore a vita Giulio Andreotti e’ stato prescritto per i suoi rapporti con la mafia e non assolto,
io so che deve essere l’informazione a controllare la politica e non la politica a controllare l’informazione,
io so che il Paese ha bisogno di scrollarsi in modo definitivo questa camicia di forza di criminalita’ mafiosa e politica corrotta e entrare in una nuova era prima che sia troppo tardi,
io so che il parlamentare deve essere eletto dal popolo e non dai segretari di partito,
io so che Corrado Carnevale non dovrebbe avere piu’ alcun ruolo istituzionale,
io so che la commissione antimafia non funziona perche’ i partiti non vogliono farla funzionare,
io so che i cittadini italiani vogliono giustizia e non soldati per le strade,
io so che l’Italia e’ la portaerei mondiale per l’importazione della droga.
Io so che bisogna ripartire onorando la memoria di Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, Giorgio Ambrosoli, Rosario Livatino, Peppino Impastato, Giuseppe Fava, Carlo Alberto Dalla Chiesa e tanti altri che hanno onorato il Paese sacrificando la propria vita, non come chi e’ andato in giro a fare il latitante.
Io so che il 28 gennaio saro’ presente a Piazza Farnese dalle ore 9:00 alle 14:00 per partecipare alla manifestazione a sostegno della Giustizia.
Questo io so. Sappiamolo insieme."
Antonio Di Pietro
(beh, mancano all’appello molte cose.. ma prendiamolo per buono, Non e’ che Veltroni saprebbe far meglio)
..
Mariapia manda :
Ciao Vi, sotto ti copio dal sito del PD Bologna un lettera interessante.
 
Ma cosa e’ questo PD?
 
Questo partito e’ costituito al vertice in parte da gente zittita e strangolata dopo le prime parole pronunciate, poi costituito in gran parte da inamovibili; gente che vive da anni nel dorato castello della casta politica e che dell’Italia, non avendo mai lavorato e contattato i cittadini di questo paese, non avendo questo castellani ne’ cultura, ne’ cuore ne’ fegato non gliene puo’ fregar di meno di “fare politica”. Gia’, non sanno cosa sia, ma altre cosucce le sanno benissimo, Bassolino insegna.
Inoltre gli italiani, nella maggioranza, non possono mai essere chiamati alla responsabilita’ in quanto vivono in uno stereotipo di conformismo, pigrizia e imbellicosita’ sempre auto-assolutorio e consolante che e’« italiani brava gente», e questo li fa sentire costantemente a posto.
Non ci sto, e spero sempre che quel 20-30% che non sono di quello stampo possano imparare a stare insieme superando la rissosita’ del temperamento italiano, e nel tempo riuscire a fare nascere condizioni di sviluppo politico che oggi sono azzerate. Azzerate anche per merito non solo della casta politica, ma anche da chi vota in modo da eleggere gente che sa fare unicamente, sfacciatamente, il proprio interesse.
Nessun italiano e’ stato mandato a votare con il fucile.
..
L’ultima legione
Lottando coi denti
il comunismo italiano
intraprese
la sua ultima battaglia:
il maggioritario,
fortemente voluto,
piu’ dell‘Internazionale.
La sorte gli diede la vittoria.
Ora il potere e’ di due partiti
siamesi
Berlusconi
E Silvio.
 
Viviana
..
La classifica internazionale sui tempi processuali contenuta nel rapporto Doing Business che la Banca Mondiale redige per fornire indicazioni alle imprese sui Paesi in cui e’ piu’ vantaggioso investire, infatti, rivela una posizione dell’Italia davvero penalizzante.
Si trova al 156° posto su 181 Paesi nel Mondo quanto a efficienza della giustizia.
Addirittura viene dopo Angola, Gabon, Guinea, São Tome e prima di Gibuti, Liberia, Sri Lanka, Trinidad. «La crisi della Giustizia – spiega Carbone – ha conseguenze che vanno ben al di la’ dei costi e degli sprechi di un servizio inefficiente e si estendono alla fiducia dei cittadini, alla credibilita’ delle istituzioni democratiche, allo sviluppo e alla competitivita’ del Paese».
 
Silvanetta
..
Dilatando Borges
Nella numerosa penombra lo sconosciuto
Si credera’ nella sua citta’
E lo sorprendera’ trovarsi in altra
D’altra lingua e altro cielo
Nella penombra del Male
L’onesto puo’ credersi incolume
Ma l’inferno lo attornia
Anche se non sente la vampa
Grande e’ l’illusione ignara
Di chi si crede in salvo
Quando il mondo precipita
Muore senza saperlo.
Chi dorme sull’aereo in fiamme
Non si ritrovera’ a terra
Per aver fatto un patto
Col diavolo pilota
O per aver dormito
Durante tutto il viaggio
.
Viviana
..
Gian Antonio Stella ci informa di un’altra furbata del nano n° 2
Viviana
 
A Berlusconi non gli basta fare a meno di parlamento, magistratura, opposizione, stampa critica ed elettori con libera scelta.
Il decreto Brunetta (disegno di legge 847) vuol far fuori la Corte dei Conti, branca della Magistratura che controlla le entrate e le spese pubbliche.
E’ un organo costituzionale, con 13 magistrati contabili (i vertici della Corte piu’ 10, eletti da 450 colleghi) piu’ 4 nominati da Camera e Senato, ma con Brunetta si cambia: i giudici eletti passano da 10 su 17 (maggioranza) a 4 su 13 (minoranza). Cosi’ i politici sceglieranno da se’ come essere controllati. Aumentano i poteri del presidente che puo’ scegliere di puntare di piu’ su certi reati e meno su altri. Ed e’ lui che provvede o revoca carriere, soldi e emolumenti paralleli.
Il nuovo presidente, dicendo: tu si’, tu no”, puo’ creare piogge di soldi, per es. il capo di gabinetto di un ministro puo’ farsi un bel patrimonio; Prodi gli aveva imposto un tetto di 289 mila €, B lo ha tolto, Brunetta gli permette di cumulare il suo stipendio con un altro da magistrato. La corte che controlla diventa senza controlli. Scempio totale delle finanze pubbliche! E’ cosi’ che questa gente risana l’Italia o trova soldi per la crisi. E a noi ci impestano con la social card!
Brunetta dice che sono solo piccoli ritocchi di efficienza. Da crederci proprio! E infatti la Corte costava gia’ 5 volte di piu’ dell’analogo tribunale spagnolo. Ora sara’ un via libera ai tanti scempi di denaro pubblico come gli sprechi della sanita’ siciliana, le troppe consulenze a capriccio, i soldi buttati da regioni, municipalizzate, comuni e Croce Rossa.
“E sapete quando e’ stata fatto il codicillo? Poco dopo che il procuratore generale ha scoperto il tentativo di introdurre nella nuova Alitalia un l’esonero preventivo e generalizzato per i nuovi soci da ogni responsabilita’ anche dolosa con effetti retroattivi. Cioe’ l’assoluzione prima del peccato. Pensa un po’ che coincidenza…”
..
Addosso al rumeno
Viviana
Per una volta ho dato ragione all’Annunziata. Anche in questa bruttissima storia di stupro e violenza di gruppo, i media non  hanno fatto altro che approfittare biecamente del caso per dare addosso al rumeno. La vittima, come sempre, e’ passata in secondo piano. Ed e’ stupro anche questo!
Come sono uno stupro permanente le battute sciagurate e irresponsabili di questo maniaco sessuale che nelle donne vede solo oggetti di piacere e che ha creato organi di manipolazione mentale atti a tenere le teste degli italiani in uno stato di barbarie permanente, agendo sulla loro pancia e sui loro istinti piu’ brutali e bassi.
Se l’Italia ha poche speranze di uscire da uno stato primitivo, non sara’ certo grazie alla Lega, ad AN e a al Pdl che maturera’ a una maggiore civilta’. Stiamo assistendo non solo a un caso di popolo che non va avanti ma che addirittura va indietro in tutta la scala di espressione civile, grazie alla diseducazione permanente dei media. Un imbarbarimento progressivo e collettivo che ci fa scendere precipitosamente tutte le classifiche dei valori ponendoci dietro paesi che sono definiti da terzo mondo.
In fondo a questa caduta vertiginosa sta il consolidamento del sistema fascista, con tutta la sua volgarita’ e i suoi orrori.
Ed e’ con questa prospettiva che l’unica risposta dell’opposizione parlamentare e’ la collusione e l’unica risposta del Capo dello Stato e’ l’acquiescenza? E’ una cosa talmente orribile da non credere!
.. 
CASO BATTISTI
Viviana
 
Non ho seguito il caso Battisti.
So che e’ uno scrittore di romanzi, ex terrorista, accusato di 4 omicidi negli anni di piombo e che e’ stato condannato senza prove in base solo alle testimonianze di un pentito. Attorno a lui in Francia si e’ sviluppato un vasto movimento di solidarieta’ coi piu’ bei nomi dell’intelligenza francese, migliaia e grandi firme come Gabriel Garcia Marquez. Firme sono stare raccolte a suo vaore in tutto il mondo, Ma di questo non parlano i nostri media, ne’ dicono che in carcere e’ stato torturato elettricamente. O che il suo processo era viziato da parecchi vizi di forma e di sostanza, col preciso intento di colpirlo perche’ avversario politico. O che e’ stato accusato contemporaneamente di due delitti allo stesso giorno e ora ma in due citta’ diverse.
Lui si e’ sempre proclamato innocente e ha contattato le famiglie delle vittime per ribadire la sua innocenza.
Sta di fatto che all’estero viene considerato un grave caso di persecuzione politica e per questo gli hanno dato asilo in Brasile come rifugiato politico e certo c’e’ qualcosa che non torna se anche i francesi lo hanno tenuto libero, lo hanno dichiarato "non estradabile" e gli stessi servizi francesi hanno preferito consigliargli di andarsene piuttosto che tenersi questa patata bollente.
Adesso anche il tribunale brasiliano rifiuta la sua estradizione concededogli lo status di rifugiato politico  sul fondato timore che sia perseguitato per le sue idee politiche e che non abbia avuto un processo regolare, la stessa Carla Bruni sarebbe intervenuta tramite Sarkozy sul governo brasiliano per  aiutarlo anche se poi la stessa alla tv italiana ha smentito (e posso capirla).
Io non conosco la verita’ dei fatti.
Ma possibile che a nessuno faccia senso che l’Italia all’estero abbia fama di un paese dove si tortura senza che cio’ sia illegale, dove i processi possono essere deviati condannando innocenti e dove per motivi politici si possono subire gravi persecuzioni?
E Frattini pensa di lavare queste gravissime accuse vietando una partita di calcio? Siamo nel delirio totale
Questa gente e’ malata di onnipotenza e ha la dignita’ di una cricca di iene.
Possibile che le abnormita’ del processo del G8 di Genova non abbiano insegnato nulla?
Possibile che le grida inascoltate delle vittime della mafia a Piazza Farnese siano state calpestate dai media in un modo cosi’ brutale deviando l’attenzione su presunte offese a Napolitano? Com’e’ sporco tutto questo! Com’e’ vile!
Mentre i media, ignorando tutti gli appelli alla giustizia, si rendono di fatto complici di un governo di mafiosi e di assassini!
Possibile che la pertinacia di tutti i governi nel mantenere la tortura come una opzione "legale" della polizia non spaventi il normale cittadino?
Possibile che sapere che un membro della forza dell’ordine puo’ violentare una donna fermata "purche’ lo faccia una volta sola" non ci terrorizzi tutti quanti?
E sapere che la giustizia sta nelle mani di un reo irresponsabile distruttore di ogni diritto  trovi anche chi lo applaude? E produca queste schiere di collusi, di servi, di traditori?
Come possiamo mai anche solamente illuderci che questo sia un paese civile?
Come possiamo non ribellarci a tutto questo?
E mentre Berlusconi taglia del 20% le forze di polizia, e taglia del 30% le risorse dei tribunali e taglia il 40% delle forze dell’ordine e delira su 30.000 soldati in piu’ e prostituisce il CSM e l’ANM, mentre i giudici migliori sono cacciati e un ministro infame distrugge il sistema penale e la possibilita’ di processare i ladri di Stato, ancora dobbiamo vedere media asserviti e proni e una Lega che procede indisturbata nello smantellamento di ogni ordine pubblico e di ogni garanzia di giustizia, per placare solo il suo odio animalesco xenofobo e razzista! E dobbiamo vedere un Papa che applaude a questi scempi e addirittura protegge vescovi negazionisti!?!! Non gli bastava aver protetto i preti pedofili! Non gli bastava aver attaccato l’ONU contro la difesa dei diritti civili di gay e disabili! Non gli bastava aver dichiarato che il neoliberismo era la cosa piu’ vicina al cattolicesimo! Non gli bastava gestire la sessualita’ e la famiglia con gli abusi di una tribu’ primitiva? O di avere sempre represso e alienato le donne? Quale altra abiezione dovremo vedere? In questo inferno chi e’ debole muore.
..
Obama: la svolta che non c’e’
Paolo De Gregorio

Mi sono eroicamente subito il discorso di investitura presidenziale di Obama dove ho ritrovato il solito minestrone di retorica, religione, supremazia, identico nella "cultura" americana di democratici e repubblicani, cortina fumogena che nasconde tutta la verita’ e da’ la sensazione precisa e netta che mai dalla politica verra’ un contributo di sincerita’ e chiarezza.
Gia’ si delinea il grande imbroglio che si pratica in tutte le "demokrazie" dove si vede che il linguaggio e le promesse della campagna elettorale, come per magia, si trasformano in scelte di uomini e ruoli che rappresentano una totale continuita’ con il governo precedente, facendo cosi’ della democrazia una farsa che prende per il culo la gente, come se cio’ fosse la cosa piu’ normale del mondo.
La "discontinuita’" con Bush ci sarebbe stata solo se Obama avesse detto alcune semplici ed evidenti verita’: l’America e’ in crisi perche’ ha la pretesa di vivere al di sopra delle sue possibilita’, ha la pretesa di dettare legge fuori dalle sue frontiere e per questo ha bisogno di un immenso esercito che costa 590 miliardi di dollari l’anno, e non e’ un esercito difensivo, ma aggressivo, ossia pensato e strutturato per portare la guerra fuori dalle proprie frontiere.
E’ questo ruolo imperiale e prepotente che ha creato l’odio e la risposta terroristica contro l’America. L’America li ha fabbricati e continua a fabbricare i "terroristi", i "nemici" e fa scuola a Israele che percorre la stessa strada da 50 anni.
L’America e’ il paese piu’ indebitato del mondo e ha cercato di esportare la sua crisi finanziaria con truffe e speculazioni a danno di istituti finanziari di mezzo mondo, dando uno spettacolo di cinismo e corruzione morale.
L’America non ha saldi principi e lo dimostra impedendo il giusto fallimento di banche e industrie con l’immissione di soldi pubblici, alla faccia dell’osannato "liberismo", consegnando soldi e potere ai ladri e ai truffatori affinche’ continuino un altro ciclo capitalista.
L’America e’ il 5% della popolazione mondiale e brucia il 40% di tutte le risorse, inquinando in proporzione, e sarebbe ora che la smettesse di consumare piu’ di quanto e’ in grado di produrre.
Se l’America rinunciasse a voler essere la prima della classe e a comandare con la minaccia della sua forza militare, avrebbe il denaro sufficiente per non avere piu’ bisogno del petrolio dei paesi arabi, producendo energia con le centrali "verdi" che richiedono solo di essere costruite in numero adeguato, e presto i cosiddetti "nemici dell’America" svanirebbero.
Caro Veltroni, solo quando un presidente americano dira’ queste elementari verita’ ci sara’ quella "discontinuita’" di cui vai cianciando, Obama oggi cerca una rivincita in Afghanistan dove ottusamente vuole portare piu’ soldati, ma ogni bomba americana, anche li’, ogni strage di donne e bambini, creera’ nuovi oppositori, finche’ qualcuno non si accorgera’ che i veri terroristi sono quelli che li fabbricano.
..

I tormenti di Obama
Paolo De Gregorio

I primi due atti ufficiali di Obama: la direttiva su Guantanamo e la riapertura del finanziamento della ricerca sulle staminali, mi piacciono, ma nessuno mette il dito nella piaga e parla chiaro, Onu e Tribunale internazionale dell’Aia per primi.
Se un presidente degli Usa, per prima cosa, ordina ai vari corpi speciali e segreti di non torturare piu’ la gente, bisogna dedurre che pure i sassi sapevano che cio’ era vero, e che l’America era un paese diretto da un criminale, fuori dalle leggi democratiche, che aveva aggredito una nazione indipendente, l’Iraq, a migliaia di km di distanza dall’America, che non costituiva alcun pericolo o minaccia, anche se avesse avuto quelle armi di distruzione di massa, la cui esistenza era stata "provata" solo dalla immaginazione degli agenti della CIA.
Come mai il Tribunale dell’Aia, che perentoriamente chiede che siano arrestati e condotti in catene i responsabili serbi di una guerra etnica, evento comprensibile nei Balcani che sono al confine tra Europa e Asia e dove l’intolleranza religiosa pesa, nel caso del petroliere Bush, torturatore e assassino, che aggredisce una nazione, la distrugge, e’ responsabile di almeno un milione di morti e di 3.500 soldati americani caduti, il predetto Tribunale fa scena muta?
Eppure questo Tribunale dovrebbe essere fatto apposta per togliere dalla scena internazionale i criminali politici, che nessuno Stato ha la forza o il coraggio di condannare, e le sue sentenze dovrebbero essere tempestive e in grado di non far durare 5 anni l’aggressione all’Iraq.
L’Onu poi, che nella sua storia non ha impedito una sola guerra, e’ prigioniero del "diritto di veto", mentre una elementare regola democratica dovrebbe stabilire che ogni paese, a prescindere dal numero dei suoi abitanti, vale un voto, e che la maggioranza e’ sovrana.
Le deliberazioni prese da Obama sulla riapertura del credito per la ricerca scientifica sulle staminali, ci dice un’altra grande verita’: la Chiesa evangelica americana aveva ottenuto dal criminale Bush, cosi’ sensibile alla salvaguardia della vita embrionale, il blocco di quei finanziamenti, dimostrando in modo inequivocabile che l’alleanza tra destra e religione e’ un fattore certo, che pero’ altera in modo pesante la vita democratica, in quanto la Chiesa si comporta come un partito e fa politica in senso stretto, con strutture e mezzi imponenti.
Spero proprio che Obama, che sembra contentare con questi provvedimenti l’ala progressista del suo partito, non si presenti a chiedere all’Europa maggior impegno in Afghanistam che forse non e’ una guerra di rapina come quella dell’Iraq, ma e’ sicuramente un terreno su cui l’America vuol dimostrare di essere ancora l’arbitro delle controversie internazionali, capace di alleanze con gli altri paesi occidentali, in un territorio dove vuole ostacolare la naturale egemonia della Russia e della Cina che entrambe confinano con l’Afghanistan.
Una cosa e’ sicura: se gli USA abbandonano quel paese, senza condizioni, nessuna minaccia arrivera’ mai all’America dagli afgani, e presto quel paese potrebbe essere attraversato da oleodotti e gasdotti per i quali ci vuole la PACE e il reciproco interesse.
Se anche Obama continuera’ a cercare di ottenere con la forza militare il controllo su quella area, non sara’ diverso dagli altri presidenti, che non hanno capito che il mondo e’ multipolare e che sarebbe meglio che ognuno comandasse solo a casa sua.
..

RIDIAMARO : – )
 
Epigrafe di Ferrara
A libro paga Cia/Arcore
Fallito come comunista
E come anticomunista
Fallito su Abu Graib
Fallito su embrioni
Fallito su neoliberismo
Fallito su esportazione bellica di democrazia
Fallito su strumentalizzazione politica di Eluana
Fallito persino sulla dieta
Parteggio’ sempre per il peggio
Riposasse in pace
Senza rompere piu’ le palle
Amen

Viviana
..
Cricche
Villari la cozza
D’Alema il biforcuto
Veltroni, parla-parla
Cuffaro vasa-vasa
Silvio tromba-tromba
Bassolino mangia-mangia
Cicchitto fiuta-fiuta
Napolitano fa le apparizioni
l’ectoplasma piu’ caro d’Italia
Capezzone, l’arrivista marpione
Che piu’ che all’onore
Aspiro’ al milione
Portavoce di un degno criminale
Che premio’ i rinnegati
E protesse ogni male
 
Viviana
…..
Come Marcello contro Teudobodo
Cimbri e Romani
Non si potevano patire
Perche’ usavano due
Nuances di profumo diverso
Uno grasso d’orso
L’altro olio d’oliva
I due eserciti puzzavano
Di fiera
E d’olio marcio
Alquanto incompatibili
Esanime
Restava comunque il popolo tra i due
Ugualmente fritto
 
Viviana
..
Inferno
..e ai pedofili cosa faranno?
Li attaccheranno da dietro a una macchina
di tortura
e rifiuteranno di staccarli
per altissima
"abiezione"
di coscienza?

.. ma nell’inferno pedofili e atei bigotti
Si accoppieranno tra loro?
Uniti in vita e in morte
Nello stesso
Spregevole
Cesso?
 
Viviana
..
Un giorno
Cristo dividera’
Il grano dall’oglio
Nel frattempo
Piu’ modestamente
Potremmo dividere
I medici e infermieri
Obiettori
Dagli ospedali pubblici
Io non dico
Di lasciarli senza lavoro
Ma se se li prendessero
E se se li tenessero
Le cliniche di Santa Madre Chiesa!
Liberando dal loro inutile peso
La sanita’
Comune
E noi tutti?
Amen
 
Viviana
..
A ognuno il suo
I mafiosi in blocchi di cemento
Pedofill in cul de sac con i gatti selvatici
E giu’ nel fiume
Come le streghe
Preti e cardinali a seguire
Il papa in un sacco piu’ grosso
Come si conviene al diavolo peggiore
Topi affamati andrebbero bene
I Piduisti
Appesi sotto il ponte
E se i carmelitani non sono scalzi
Non importa
I fanatici in frigo
Con gli embrioni
Cosi’ si spengono i bollenti spiriti
I politici
Tutti
Alla gogna
E dopo
All’esilio
E dopo
All’espropriazione
Eterna
Dei beni
E dopo
Sassate
Fino a scomparsa
totale
Quello che mi fa cascare
Continuamente la linea
Un prurito al culo
Da diventare pazzo
Cosi’ la pianta
Di farmi perdere
tempo
 
Viviana
….…
Dal discorso della Montagnola. Le maledizioni
(La Montagnola e’ un mercatino pubblico di Bologna detta cosi’ perche’ in parte situata su una piccola altura)
Viviana Vivarelli
Maledetti i poveri perche’ i ricchi li renderanno piu’ poveri
Maledetto chi contesta i ricchi perche’ gli aumentera’ l’adrenalina
Non serve essere gli ultimi per diventare i primi. Gli ultimi per meriti diventeranno i primi se sono figli di Bossi o Berlusconi. I primi per meriti, se figli di nessuno, usciranno dalla fila e gli chiuderanno la porta in faccia
Idiota chi perdona gli assassini di suo figlio per far contenti i giornalisti, il giudice  gli abbassera’ pure la pena
Maledetto il mansueto perche’ favorira’ il crimine
Maledetto chi non si ribella ai prevaricatori, perche’ gli ruberanno anche il culo e la camicia
Maledetto chi da’ mezzo pane ai poveri perche’ i poveri gli prenderanno anche l’altro mezzo e gli violenteranno la figlia
Beato chi ha il cuore puro e vede le visioni, perche’ gli hanno venduto della ‘roba’ di prima qualita’
Infelici i perseguitati in nome della giustizia; se sono procuratori o PM, perderanno posto e reputazione e i media ne diranno peste e corna
Nessuno e’ il sale della Terra, ma qualcuno pensa di essere il peperoncino
Che la luce di una lampada si accenda anche dopo il fallimento dell’Enel, qualche magnate a vendertela ci sara’ sempre
Non ci sara’ comandamento che non possa essere trasgredito. Da Berlusconi. Parola di Silvio e di Alfano suo profeta
Chi uccide per giusta causa della mafia non avra’ colpa. E salira’ al cielo degli eroi come Mangano
Idem per chi commette strage fascista, avra’ sempre un posto d’onore al convegno degli azzurri o di CL
Chi rovina lo Stato per la giusta causa della P2 ne avra’ merito e riconoscenza e sara’ posto tra i grandi della Patria
Gli atti cattivi non meritano castigo divino, ma se sono pro-Silvio frutteranno buoni posti in Parlamento
Se la tua mano sx ti offende tagliala via, se ti offende la sx pure, ci sara’ sempre qualcuno che ti fara’ lo stesso servizio con la bocca
Non esagerare col culto della verita’, anzi non ci pensare nemmeno
Se proprio devi spergiurare, fallo alla grande, pensa a Bush
Se devi ordinare qualcosa di immondo, di’ che e’ per volonta’ divina e sarai creduto da interi popoli
Fare il bene al tuo nemico non e’ difficile, specie se la paga e’ buona
Non accumulare oro su questa Terra, meglio alle Caiman
Getta le tue perle ai porci e i ministeri alle puttane
Comanda per il piacere di comandare, gli altri piaceri verranno da se’
Non disprezzare chi serve il potere, potresti finirci in mezzo e averci il tuo vantaggio
L’etica e’ bella, il conto in Lussembrugo di piu’
Tutto e’ costruito sulla sabbia, specie le opere pubbliche
Sara’ per questo che le relative inchieste le insabbiano
Felice il ricco che se la spassa e il povero davanti alla tv
Chi ha di piu’ avra’ sempre di piu’
Chi ha di meno avra’ sempre di meno
Ci sara’ pure un senso in tutto questo, ma non aspettarti che te lo spieghi Tremonti
..
VAURO
 
Non si puo’ gridare in piazza che Napolitano dorme
C’e’ il rischio di svegliarlo!
..
Napolitano non dorme
Medita
..
Identikit dello stupratore
Marocchino? Rumeno? Albanese?
Maschio
..
Italia. Tutte belle donne?
B: Non posso mica invitarle tutte a Villa certosa!
..
Caso Williamson
In cielo
Capo, ci sarebbe quel vescovo negazionista
Dio: Digli che non ci sono
..
Presentato l’ultimo modello FIAT
E’ una 4 posti?
No, e’ una 60.000 posti a rischio.
..
Dalle mail che girano
 
Ministero degli Interni
Prontuario aggiornato per la sicurezza dei civili
 
Priorita’rossa: donna piacente, scorta personalizzata
Priorita’ bianca: donna racchia; si salvi se puo’
Priorita’ rosa: gay piacenti: sorvegliati a vista delle guardie svizzere che gli mozzano le mani appena avvicinano a qualcuno
Priorita’ gialla: anziana non abbiente, social card
Priorita’ fucsia: gay brutto, sorvegliato a vista da un lefebvriano di ritorno
Priorita’ azzura: maniaco brutto e tracagnotto, con disturbi della personalita’ e deliri mistici di onnipotenza, candidabile alla presidenze dei ministri perche’ siamo un grande paese e c’e’ un’occasione per tutti.
..
bestia piu’ bestia
e furbo piu’ furbo
contro scemo piu’ scemo
 
questo e’ il panorama politico attuale
c’e’ da battere la testa nel muro
solo un miracolo ci puo’ salvare
 
Viviana

 
 
 
Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 17 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano