WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Wednesday January 24th 2018

MASADA n. 841. 17-12-2001. Nebbie e scarpate

Bush finisce a scarpate – Veltroni finisce nel niente- Il maquillage della Gelmini –  Grande vittoria europea di Berlusconi: uccidere l’ambiente e moltiplicare i tumori! – Neutralizzata anche la Class Action – Pensione delle donne a 65 anni – Italia in guerra senza limiti- Avanti cosi’ verso l’abisso!
 
Quando ero giovane credevo che la cosa piu’ importante della vita fosse il denaro, ora che sono vecchio so che e’ vero”. (bloggher) 
..
Da Cettina
 “Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che l’interesse delle pecore ed il proprio siano gli stessi. “
Stendhal
..
Scarpate tardive
Viviana
Il regno inglorioso di Bush finisce a scarpate. Giunto imprevisto a Bagdad, durante la conferenza, un giornalista iracheno gli lancia prima una scarpa poi l’altra gridando: “Cane, hai ucciso migliaia di iracheni”.
Speriamo che anche la fine del nostro ducetto sia prossima. A costo di andar scalzi, siamo pronti a tirargli in testa tutte le scarpe dell’armoir. Ho giusto un paio di carrarmati rotti numero 47 che mi affretto a mettere da parte insieme agli scarponi da sci: “Cane, hai distrutto 60 milioni di italiani!”
Godetevi la scena della scarpata
http://www.politicalive.com/scarpe-su-bush-dalliraq-con-amore/

..

Temo che alle prossime conferenze stampa di Al Cafone i giornalisti dovranno partecipare obbligatoriamente a piedi scalzi.
Lucio Bilancini
..
Armando
Quando l’ingiustizia cammina senza scarpe…
Muntazer al-Zaidi rischia sette anni di carcere senza esere processato per aver lanciato un paio di scarpe…mentre BUSH mandante di sgangiamento di milioni di bombe raffiche di mitra torture…con sulle spale dai 200mila a 1.milone e mezzo di omicidi a civili inermi…e’ ancora li’ ad ubriacarsi con il suo cognac…
.
IRAQ
 
4.000 miliardi di dollari
5 anni di guerra inutile
armi di distruzione di massa inesistenti
rapporti col terrorismo inesistenti
il mondo messo a grave rischio globale
il terrorismo moltiplicato
odio per l’America ovunque
il deficit a dismisura
mentre i cittadini perdono i diritti civili
e gli USA cessano di essere la prima nazione del mondo
col crollo della valuta
e una crisi finanziaria irrimediabile
un bottino di petrolio nettamente inferiore alla spesa in guerra
4200 morti solo americani
145  soldati suicidati in Iraq
6.250 veterani suicidi in America
uno su 5 in  profonda depressione con sospetto trauma cerebrale
piu’ di 600.000 i morti mai contati iracheni
piu’ di 700.000 i civili uccisi inutilmente
torture con orrori mai visti
carceri che non hanno mai visto un processo
un intero paese distrutto
case, ospedali, scuole, biblioteche, musei, acquedotti, opere di cultura e civilta’ millenarie
una distruzione senza cause logiche o civili
per pura malvagita’ e stupidita’
per l’avidita’ di pochi produttori di armi e mercanti di petrolio
nessuna democrazia portata
un intero territorio contaminato
nessuna ricostruzione fatta
giovani che tornano col cervello guasto, le gambe rotte, ciechi, asociali, pericolo per se’ e  gli altri
pazzi, drogati, malati, intossicati, malati di malattie terminali, mostri
che avranno figli guasti, menomati, infelici
che non compreranno nessuna casa
non faranno nessuno studio
non metteranno su nessuna officina
non riusciranno in nessuna famiglia
la migliore gioventu’ d’America
che la guerra ha rovinato per sempre
che la bandiera e la patria hanno rovinato per sempre
“Mi dispiace”, dice la troia
“Ho fatto un errore.”
Non una scarpa dovevano tirarti,
Bush, ma una bomba atomica
a te e ai tuoi falchi
a te e a quelli che ti aiutano ancora
nella campagna di morte
a quelli che ti aiutano ancora
alle troie della cattiva morte.
 
Viviana Vivarelli
..
Cettina
Io questo giornalista lo proporrei come NOBEL PER LA PACE.
Al confronto i nostri sono delle AMEBE!
..
Bush…anni fa, quando viaggiava a mille sull’onda dell’11 settembre, disse in uno dei suoi tanti discorsi: “La tirannide e’ bella se il tiranno sono io.”
Lo scusarono dicendo che e’ dislessico
..
John Phil
Pensare che il giornalista iracheno reo di aver lanciato le scarpe contro il presidente Bush rischia fino a sette anni di carcere.
Se avesse fatto lo stesso gesto negli States notoriamente nazione simbolo di democrazia e di liberta’ di espressione lo stesso avrebbe invece perfino potuto lanciare una linea di scarpe per uomo."La Scarpa del Presidente". Potere del liberismo!
..
Luciano
I Nostri Giornalisti, le Scarpe Non le Tirano…Le LUSTRANO……
..
Grande recriminazione del gesto del giornalista iracheno.
Paura, eh!!
Pensa se la rivolta delle scarpe prendesse piede!
Viviana
..
Il giornalista che ha tirato le scarpe a Bush rischia 7 anni di carcere
Sapete che in Italia il rapimento di un bambino senza richiesta di taglia non puo’ essere punito perche’ manca la legge penale relativa?
Come manca la legge che dia una pena a chi tortura un essere umano? Non si punisce il torturatore nemmeno se e’ un membro della polizia perche’ torturare in Italia non e’ reato. Anzi si accetta che chi ha fatto o ordinato o tollerato la tortura sia promosso con onore.
E lo sapete che adesso teoricamente e’ tornata in Italia la pena di morte in quanto abbiamo accettato con standing ovation il Trattato di Lisbona che la reintroduce ma "solo nel caso in cui un popolo si ribelli al suo governo"?
E lo sapete che il Vaticano non ha mai tolto dal suo ordinamento la pena di morte e nemmeno si accinge a farlo?
Saprete certo che lo stesso Vaticano non intende adeguarsi al divieto internazionale di discriminare gli omosessuali e si oppone a questo duramente.
E nella sfera del Vaticano, e cioe’ in Italia, insultare gli omosessuali e chidere per loro leggi discriminatorie e’ cosa buona e giusta. Ed  e’ considerato buono e giusto che essi siano impiccati in qualche paese, se capita.
Non si discriminano i pedofili neanche se preti, ma solo gli omosessuali, vedi te che intelligenza!
Come pure e’ buono e giusto discriminare i disabili. Si deve accettare qualunque feto anche gravemente deformato ma poi e’ buono e giusto discriminare i disabili nella vita, vedi te che coerenza!
Sull’Inquisizione e la tortura i dati non sono pervenuti. Ma se Razz potesse….
Vi

Viviana
 
Quelle due scarpate non sono andate a vuoto
resteranno nella storia
come un esempio fulgido
di un popolo che e’ stato ammmazzato
vituperato e insultato
oltre ogni limite di possibilita’ umana e disumana
ma malgrado la sua fisiologica sconfitta
non ha perso il suo onore
e nella storia del mondo
togliera’ ogni onore al paese che si credeva
il signore del mondo
e pertanto al di sopra
di ogni impunita’
di ogni iniquita’
al punto da barattare il messaggio del diavolo
per messaggio divino
Per gli iracheni quel giornalista e’ un eroe
200 avvocati si sono offerti per lui
la folla nella strada urlava brandendo scarpe infilate sulle picche
per dire il suo odio ai "liberatori"
Nel suo gesto i nostri cuori hanno esultato
egli e’ stato anche il "nostro" eroe
eroe di tempi che non camminano
dove le coscienze scivolano indietro
pesanti come abissi
dove i peggiori dominano e vincono
in nome di omerta’ innominabili
Nella testa del tiranno che si abbassava
abbiamo visto i nostri tiranni
abbiamo visto i re autonominati
retti da potenze oscure
che strisciano come serpi
che mangiano come squali
che distruggono come demoni
In quel gesto abbiamo messo tutti i nosri gesti
mai fatti, mai sognati, mai realizzati
verso una incredibile
verso una impossibile
liberta’
….
Cesare Beccarla (bloggher)

Vivi e scrivi. Le parole vincono. le parole scuotono e uniscono. Le parole, che vincono su tutto. Che restano vive.
Saviano a Stoccolma nella sala dei premi Nobel. Gli viene chiesto di Dario Fo,Giorgio La Pira, Lelio Basso, Gaetano Salvemini, Ernesto Rossi…
Grandi italiani, per molti giovani sconosciuti, in Svezia ricordano tutto, leggono e ascoltano, un Paese dove non potrebbe mai governare un personaggio volgare e becero come il nostro psiconano.
Le parole uniscono e raccontano la verita’, le parole alla lunga vincono.

..

Nebbie politiche
Veltroni,

esile ombra
di un partito nessuno
Svanisci oltre ogni fronte
come quel fil di fumo
fatto di poca legna
consumata nel mare
Noi stiamo qui
depressi e all’orizzonte
manco una nave appare
..

CGIL E VELTRONI
Vi
 
Un milione e mezzo di persone, malgrado il freddo intenso e la pioggia alluvionale, e’ sceso in piazza con la CGIL  per manifestare contro le misure anticrisi del governo, ritenute insufficienti o addirittura ridicole. Veltroni, anche in questa occasione, “si e’ dissociato”!!!!
I media ignorano l’evento come se nulla fosse successo, proseguendo nella loro disinformazione di regime. Non ci sono parole bastanti per deplorare quanto accade.
Veltroni si dissocia dalla piazza sul Lodo Alfano, si dissocia dei suoi elettori sul diritto di informazione e sulle intercettazioni, non apre bocca sul caso de Magistris e l’inchiesta calabrese sui 20 miliardi comparsi, tace sul boicottaggio fatto da Berlusconi alle decisioni europee sull’ambiente, non si pronuncia sulla futura distruzione della Giustizia che Berlusconi vuol rendere succube dell’esecutivo, rompendo l’equilibrio costituzionale dei tre poteri, si dissocia dalla CGIL nella protesta contro le insufficienti misure anticrisi del Governo, medita di dissociarsi dal suo unico alleato Di Pietro e cerca di associarsi al partito-mafia di Casini.
Ma quest’uomo e’ da internare!!
E’ preda di una dissociazione di personalita’, sta a capo di quello che dovrebbe essere il massimo partito dell’opposizione e si crede un alleato del Governo!
Io credo che quando in un paese manca una opposizione siamo usciti dalla democrazia e credo che l’Italia, per continuare ad essere un paese civile, abbia il sacrosanto diritto di avere una opposizione degna di questo nome e non un ammasso di profittatori inciuciati con l’opposizione per difendere interessi sospetti o future cariche istituzionali.
..
Piove, Governo ladro!
Vi
 
E’ il suo tempo, pero’ se ne approfitta!
E quando saremo tutti sotto, che fara’? Piovera’ sul bagnato? Lanceremo il regno delle sirene, delle piovre e dei serpenti marini?
E ora avanti tutti insieme appassionatamente!
Distruggiamo questa repubblica di Giudici e di Leggi! A morte la Sovranita’ Popolare! Finiamola con l’Equilibrio dei Poteri!
Il Sire del Regno d’Italia e’ pronto! E la corte si sta apprestando. Non manca nulla, dai cortigiani venduti al nemico prono, dai bravi alle truppe mercenarie, dal nano alle ballerine.
Stronchiamo la Costituzione, la Repubblica, la Democrazia!
Depenalizziamo tutti i ladri di Stato e unifichiamo il Pd nel Pdl = PGLU , Partito dei Grandi Ladri Uniti, e cosi’ sia!
..
L’Abruzzo corrotto e i fagiani
Viviana
 
Sindaco di Pescara del Pd arrestato per concussione, e’ pure segretario regionale. Seguono a raffica altri 30 del Pd arrestati per reati finanziari.
Ma quale questione morale? Ovviamente non ci sono questioni morali ne’ nel Pd ne’ nel Pdl. False dicerie di grillini in mala fede.
Basta qualche ritocco al maquillage delle alleanze e l’Italia e’ piu’ bella che pria. I ladri saranno nobilitati con qualche calendario sulla foca monaca o sui bambini del terzo mondo.
Ovviamente Veltroni, dopo l’astensionismo letale dell’Abruzzo (30% in meno di votanti e crollo del Pd), puo’ tranquillamente consumare la scissione con Di Pietro, accordarsi con B per un governo di piu’ larghe alleanze, sempre che il boss lo voglia, e qualche stuoino su cui inginocchiarsi puo’ sempre trovarlo, per sistemare insieme la faccenda della completa distruzione della Costituzione.
Questi arresti non s’hanno a fare!
La questione morale non e’ mai esistita.
E’ tutta colpa dei giudici.
Se prima si diceva ‘toghe rosse, ora si dira’ ‘toghe anarchiche’, visto che si permettono attacchi bypartisan, del resto fa scuola l’esempio greco, dove una rivolta di popolo viene chiamata in blocco ‘anarchica’. E non sia mai che un intero popolo respinga un governo corrotto, la Costituzione Europea prevede la pena di morte per questo!
Prima si parlava di comunisti, poi di terroristi, ora verranno di moda gli anarchici, cosi’ i sondaggi del Corriere avranno trovato la parola cult del 2009. Anzi mi meraviglio che una lenzuolata di Scalfari e il solito corsivo di D’Avanzo non abbiano gia’ bollato come infami i magistrati che si permettono di perseguire frode, furto e concussione pubblica, che, come si sa, non sono reati ma onorificenze, che fanno curriculum per eleganti scalate a Camera o Senato o per cordate di capitali coraggiosi che salvano l’Italia a spese nostre. Non sanno questi anarchici che il furto delle cariche pubbliche e’ legale in quanto fatto in casa? E se non e’ legale, tra poco lo sara’? Non si chiama piu’ furto ma ripartizione. Forse che nel feudalesimo qualcuno avrebbe trovato scandaloso che un barone si appropriasse dei propri fagiani nella propria tenuta? Era sua e ci faceva la caccia che voleva . Questo siamo diventati: fagiani.
Ecchezzazzo!
Eppure lo si e’ visto bene con l’avocazione delle inchieste calabresi, col licenziamento di Vulpio dal Corriere, con i pregiudicati ben fissi in Parlamento, con l’indulto a ladri e concessori, che questione morale che teniamo.
..
Pensione alle donne a 65 anni
Armando
 
La proposta avanzata ieri dal ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta di alzare l’eta’ pensionabile delle donne equiparandola a quella maschile e’ "un’idea assurda" per il leader della Cgil Guglielmo Epifani, ma anche la Lega Nord la boccia, oggi, attraverso il ministro Roberto Calderoli.
"E’ un’idea assurda, soprattutto oggi che le aziende pubbliche e private tendono a ridurre gli organici", dice Epifani in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano la Repubblica.
Ieri Brunetta ha annunciato la creazione di un gruppo di studio per valutare "costi e benefici dell’invecchiamento attivo di donne e uomini, che dovranno andare in pensione tutti alla stessa eta’".
"Trovo questa discussione francamente bizzarra", commenta Epifani. "Stiamo entrando nel cuore di una crisi… Di fronte a questo quadro la presidente di Confindustria (Emma Marcegaglia) propone di finanziare l’aumento dei sussidi ai cassintegrati con l’innalzamento dell’eta’ pensionabile. E ora il ministro Brunetta propone i 65 anni per le donne".
..
Ma Brunetta insiste nel teorema indimostrabile che il suo provvedimento viene incontro alle donne e aumentera’ di due milioni e mezzo i posti di lavoro! Ma questo e’ peggio del teorema di Goedel!
Viviana
Berlusconi, ricordati che le elettrici donne sono di piu’ degli elettori uomini
Tu per loro non hai fatto mai nulla, salvo offenderle con veline e puttane
E non e’ il caso di cominciare anche a farle incazzare
Qualcuno sa che le donne in media sono pagate il 20,30% degli uomini a parita’ di lavoro?
E che comunque devono sostenere casa e famiglia e fare un doppio lavoro sempre e comunque?
E che lo Stato sbatte sulle loro spalle minori, malati, anziani, pazzi e invalidi senza dare mai un supporto sufficiente?
Qualcuno sa che in Italia le donne hanno piu’ difficolta’ degli altri paesi europei a fare carriera (se si escludono le referenze sessuali)?
E che per la parita’ di sessi l’Italia e’ al 67° posto dopo il Bostwana?
Ci mancava anche questa cazzata di Brunetta!
Ma voi pensate che quando Berlusconi si faceva propaganda in televisione accanto a Prodi o Veltroni e diceva che meta’ del suo governo sarebbe stata formata da donne, scegliendo le migliori, e persino il suo vicepremier sarebbe stato una donna, voi pensate che se, prima del voto, ci avesse detto di questa cazzata della pensione alle donne a 65 anni molte lo avrebbero votato?
A Berlusconi non gli basta aver perso 5 punti col decreto Gelmini? Ne vuol perdere subito altri 5 con la cazzata del giorno di Brunetta?
..
Prendo posizione, disse l’Amleta italiano
Viviana
 
Veltroni, l’utile idiota, si e’ finalmente deciso  prendere posizione: "Fara’ delle aperture a Brunetta sulla pensione alle donne a 65 anni!?"
E’ da non credere! Se non fosse vero, sarebbe un incubo!
E’ bravo Veltroni! Di quel che e’ peggio non si fa mancare nulla! E avanti cosi’ fino al suicidio totale!
Non bastavano le aperture del Pd sulla Riforma della Giustizia, le censure all’informazione e lo stravolgimento della Repubblica per il Principato!
Fermatelo! Mettetegli del sonnifero nella minestra! Imbavagliatelo! Fatelo pinzare dalla mosca tze’ tze’! Dichiaratelo incapace di intendere e di volere! Fate alla svelta un partito di sinistra degli onesti con Soru e Illy o qualche perla rara!
E certi giornali hanno anche la faccia di scrivere che, se Veltroni perde, la colpa e’ di Di Pietro perche’ prende piu’ voti e dunque glieli toglie!?
Ma da quando in qua la colpa e’ di chi vince e non di chi perde?
..
Risultati sconcertanti
Viviana
 
Berlusconi vince ma perde il 7% dei suoi elettori.
La Russa dice che in Abruzzo sono andati in pochi a votare "perche’ pioveva"!? Se c’era il sole avrebbe detto che erano pochi perche’ erano andati al mare! Persino quel 7% in una regione di cosi’ pochi elettori (un milione e 200.000) gli brucia!
Il partito degli onesti o dei delusi che disertano il voto aumenta inesorabilmente e possono anche far finta che questo non dichiari una disfatta civile della politica.
E’ inutile tirar fuori la pioggia o il sole. Alla fine questo partito dei disillusi si mangera’ anche i voti dei vincitori, perche’ la questione morale interessa tutti e piu’ ancora la pesante questione del futuro e, quando la mancanza di lavoro e il carovita impediranno alla gente di sopravvivere, anche i carri dei trionfatori cominceranno a sentirsi stridere le ruote!
..
Oh, com’e’ bella la morale
Viviana Vivarelli
Parliamo di questione morale come fosse la moda del giorno. Oggi cosa va? Pantaloni a vita bassa, viola e questione morale. E domani? Pantaloni a zampa di elefante, arancio e indulto.
Veltroni sproloquia mentre ignora la class action trasferita al futuro anteriore o l’ennesimo indultino ai ladri di Stato.
I reati a domino della sx non fanno che sconfessarlo ma si guarda bene dal sospendere  gli indiziati e recita il predicatore vacuo: “predico ma non pratico”.
B, ancora piu’ ipocrita, finge che la morale riguardi solo la sx, mentre  mantiene i suoi rei in parlamento e ne acquista altri freschi freschi. Venghino, signori venghino, l’asta e’ aperta, senatori pentiti, GdF, presidenti di commissione, imprenditori corrotti.. I reati di B aumentano e lui chiede con vera faccia tosta che un ladro pubblico assolto in 1° grado non sia piu’ giudicato e propone reati a scelta annuale del premier. I reati a’ la carte!
Quest’anno cosa si punisce? Abigeato e scioperi di operai.  Il prossimo? Lavavetri, moschee e manifestazioni di piazza.
Rubare ormai fa curriculum. Evadere e’ un onore Battere pure. Se poi traffichi anche coca sei un fiore all’occhiello come Cicchitto.
Si nascondono dietro la foglia di fico che qua ognuno e’ innocente finche’ la lunghezza del processo o le leggi sopraggiunte non lo manderanno libero.
Non riescono a sospendere dal partito nemmeno Villari, reo di tradimento e abuso pubblico, o i sindaci che hanno svenduto l’acqua pubblica come Dominici e poi si incatenano dopo aver svenduto anche i parchi cittadini a gente come Ligresti.
Ipocriti oltre ogni limite. Facce di tolla.
La legge vergognosa sull’indulto grazia Ricucci.
Il tribunale gli da’ solo 3 anni e l’indulto lo libera. Anche la sx volle fortissimamente che l’indulto non sgombrasse solo le prigioni di Stato ma desse un bonus di 3 anni anche a tutti i ladroni successivi, i maiali della Diaz, persino B nel processo Mill. Miliardi buttati in processi inutili. E noi qui come scemi aspettando Godot.
 
Ma come sono carini questi che in politica ci vanno per convinzione, mica per soldi!!
E infatti Del Turco prima ruba come sindacalista, poi ruba come governatore dell’Abruzzo, e infine, mandato a picco l’Abruzzo e il Pd e passa armi a bagagli con Berlusconi!
Dalla filiale alla casa madre!
A Berlusconi gli specialisti gli son sempre piaciuti e non sta a guardare se sono avvocati o giudici o guardie di finanza o sindacalisti. Peggio sono, piu’ gli piacciono. E cosi’ a del Turco un posto in Parlamento nel Pdl non glielo leva nessuno.
E quelli che non hanno votato Pd per spregio a quel ladro di Del Turco poi lo voteranno nel Pdl come senatore.
E gli va anche bene che Berlusconi non lo scelga anche come portavoce accanto a Capezzone o non gli faccia fare un calendario del volontariato con qualche bambino del terzo mondo insieme a De Gregorio! Basta un calendario per rifarsi la reputazione!
Ma di che ci dobbiamo meravigliare?
Il trend e’ premiare i grandi ladri.
Il popolo sempre piu’ a picco.
I grandi ladri sempre piu’ in alto.
E poi oggi i puristi ci vengono anche a fare le ramanzine su quei ladri del Pd!
Ma se quando Del Turco era in carcere erano tutti li’ a coccolarselo e se lo contendevano come la vergine fanciulla.
..
Cesare Beccaria
Il modo di guidare misura la civilta’ e la cultura degli italiani .

La qualita’ della vita italiana e’ iniziata a peggiorare  gradualmente dall’anno ( 1976 ) che Craxi e’ diventato segretario del PSI. Da allora e’ cominciata  l’arroganza visibile del potere politico, poi imitato nei modi e nello stile dal  popolo bue.Craxi al potere inaugura  le
gite gratis e piene di ballerine a carico di Pantalone, il non rispetto delle fila per usufruire dei servizi pubblici, poi le ruberie, i privilegi, le furbizie scambiate per intelligenza , le prepotenze e l’occupazione dello Stato a fini personali, le raccomandazioni anche per andare al ristorante, l’uso sempre piu’ frequente del menefrego nella vita quotidiana.
Oggi il risultato e’ ben visibile nel modo di guidare della gente, l’esibizione del non rispetto delle regole, parolacce, minacce, gestacci, telefonini per chiamare urgentemente un familiare per avvisarlo  del suo prossimo arrivo, alla solita ora da anni, esibire che lui o lei sono importanti, come i manager rampanti, come gli ex craxiani, i Martelli della buonanima. Uno spettacolo miserabile di cafoni rumorosi che imitano le oche urlanti come la Simona Ventura e le sue amiche.  Una immagine di prepotenze e volgarita’ esibite con orgoglio manifesto. Un lasso di tempo di 32 anni, da Craxi a Berlusconi, con intermezzi di stragi fasciste, di mafia, della P2, dei servizi segreti deviati, editti della Chiesa papale ed affaristica, con la DC che si trasforma ed i socialisti che si mascherano dietro il nuovo
potere del momento. I voltagabbana non si contano piu’ anzi  vengono indicati come persone intelligenti che cambiano idea, prende campo il detto -solo gli stupidi non cambiano mai idea- e via allora gli ex comunisti,socialisti,fascisti,liberali, repubblicani, radicali,l otta continua, ex brigatisti, ex leaders del movimento studentesco ecc. ecc. che
diventano i nuovi dipendenti di Berlusconi, pagati bene e con la faccia di bronzo. Giornalisti, scrittori, perfino uomini dello spettacolo. Cicchitto, sinistra Lombardiana, P2, al soldo di Berlusconi, in TV ghigna, sputa veleno ad ogni aprir di bocca, veleni, gas venefici e non e’ il solo, gia’ preceduto nel tempo  dai "geniali " Ferrara, Feltri, Belpietro, Cruciani, Liguori, …. Capezzone  buon ultimo. Aveva ragione Paolo Rossi a cantare  – era meglio morire da piccoli che vedere questo schifo da grandi – un arco di tempo molto vasto, iniziato con il grido craxiano contro i comunisti e continuato da Berlusconi, un continuum  ininterrotto di corruzioni, affari, politica e politici impresentabili, senza valori ideali fuorche’ il danaro e il potere, la scomparsa di una sinistra diversa moralmente  e socialmente. fummo in molti a piangere la morte di Enrico Berlinguer e la fine della politica seria e coerente. Quando salite in auto, guardateli, potete vedere la differenza tra i berluscones e le persone perbene. Due modi diversi sostanzialmente di concepire la vita ed il futuro.

Non ci resta che sperare nei nuovi giovani e nella miseria purificatrice.
Cesare
..
Di Pietro
Viviana
 
Da quando Di Pietro e’ partito all’attacco del crimine come PM, B fa di tutto per rovinargli la reputazione. E se fosse stato un farabutto come tanti, si puo’ star sicuri che i cloni lo avrebbero sbandierato ai 4 venti
Ma tutto quello che son riusciti a trovargli sono peccati veniali che non riescono a diventare reati nemmeno tirandoli a forza
Invece sui reati che B si e’ coperto con leggi offensive per una Nazione civile abbiamo serie certezze, come coi suoi rapporti con la mafia e la P2 che basterebbero da sole a radiarlo dal contesto civile.
Il resto delle accuse a Di Pietro e’ a livello di dicerie infamanti o insulti veri e propri, del resto con Belpietro Panorama si e’ posizionata sui peggiori libelli italiani, un bieco opuscolo di smaccata propaganda disinformativi.
E i troll possono attaccarsi al tram con le loro accuse a vuoto!
Se in 23 anni B ha fallito il suo tentativo di sporcare Di Pietro vuol dire che qui abbiamo il meno peggio dei politici italiani.
E se ci sono tanti tentativi di sputtanarlo vuol dire che B lo teme parecchio e che Di Pietro e’ l’unica possibilita’ che ci resta oggi di tenergli testa. Se quell’idiot savent di Veltroni non capisce questo vuol dire che e’ destino che sparisca con tutti i vigliacchi pari sua
Se Di Pietro non sa parlare italiano, pazienza.
Non e’ che Bossi sappia parlare meglio.
Non e’ che Gasparri abbia una presenza migliore.
Non e’ che la Prestigiacomo sia piu’ gradevole.
L’unico neo e’ che agli inizi era vero che l’Idv era formato da riciclati scarsini che nessun  partito voleva, ma anche, qui, grazie a Dio, stiamo migliorando e comunque, a parte De Gregorio che era un farabutto, grossissimi danni questi riciclati non ne hanno fatti.
Se poi si deve valutare quanti riciclati ci sono nel Pdl si fa prima a contare le stelle di notte.
Insomma, nulla di quanto si puo’ addossare a Di Pietro e’ tale che non si possa dire di peggio di Berlusconi.
In Abruzzo Di Pietro e’ salito dal 2,4 % delle precedenti regionali al 15 %. Ha moltiplicato per 6 i voti. Bene ma non basta.
Come dice Vittoria Grande: “Il Pd ha travasato nel partito di Di Pietro meta’ dei suoi voti, ora sono paritari come peso politico – il significato nettissimo e’ la sconfessione della politica del PD e di Veltroni in specie – bocciata senza appello la linea della connivenza e dell’omerta’ – su questa strada il PD si estingue”. Ottima analisi!
Ma e’ inutile chiedere che Di Pietro corra da solo.
Nel maggioritario da solo non ce la puo’ fare. Questa e’ una realta’, purtroppo, che non si cambia. Farebbe la fine della formazione arcobaleno, sparirebbe. Correre da solo moralmente e’ auspicabile. Strategicamente sarebbe una sconfitta proprio per le caratteristiche del maggioritario che non permette solipsismi ma vuole aggregati.
Il maggioritario e’ stato espressamente voluto dal csx, quando era risultato fallimentare e poco democratico in tutta Europa, e quando era scontato che avrebbe premiato il maggior comunicatore cioe’ B, l’errore e’ stato gravissimo fin dall’inizio, ma D’Alema e’ tentato da questi errori radicali perche’ sostanzialmente non e’ mai stato uno di sx, e’ un aristocratico con aspirazioni imperiali e questo ha alla fine travolto quelli che lo hanno sempre sostenuto e l’intero suo partito. Il csx  si e’ destinato al fallimento ogni volta che ha fatto propri i vizi del berlusconismo senza averne le capacita’ (capacita’ in senso negativo di soldi, comunicazione e alleanze criminali), e il risultato e’ stato scontato da subito, penalizzando tutti quei ‘compagni’che sono rimasti soli a difendere valori storici e sociali che per i vertici sono obsoleti da tempo.
Ora, coi Veltroni che spasimano di correre da soli, la sorte di Di Pietro sara’ quella di disperdersi se B prima con le buone o con le cattive non lo fara’ fatto fuori. E a quel punto Veltroni avra’ condannato alla morte Di Pietro e anche se stesso..
Bel risultato!? Ma i ciechi corrono come pazzi verso l’abisso! E noi stiamo a guardare.
..
Nebbia
Mariapia
 
Ho provato la nebbia in altro senso da quello che mi proponi. 
Fu una prova  gioiosa, divertente.
1967: avevo acquistato una 500 usata nel ’67. Lavoravo al Centro elettronico del Comune di Bologna e con le colleghe-amiche ( ancora ci troviamo, quando riusciamo, una volta al mese, e sono passati quarant’anni)  andammo a trovare "una di noi", del nostro gruppo di corrispondenza spirituale e sociale che aveva avuto un bambino.
Abitava alla Padulle, frazione di Sala Bolognese, uno dei luoghi di cui si dice, nella Bassa Bolognese, che li’ nasce la nebbia.
Era novembre, alle 14 salimmo in sei sulla mia gloriosa 500 per la Padulle e fu un bellissimo pomeriggio. Alle 18 partimmo per il ritorno e non di vedeva nulla, allora una di noi scese per indicarmi, a passo d’uomo, la "diritta via".Facemmo cosi’ circa due chilometri
La nebbia era talmente fitta che pure a lume di naso non ci si vedeva, e finimmo in un piccolo fossato, di una decina di centimetri.
Scendemmo e rimettemmo l’auto in carreggiata, ma nel fare questa operazione, non so come e perche’ ci scoppio’ la ridarella, storia adolescenziale che ogni tanto afferra le persone,  e si perdeva forza  poiche’ si rideva troppo,e piu’ si perdeva e piu’ si rideva.
Eravamo forti, un gruppo di donne dai 25 anni ai trenta, e ancora ridiamo pensando all’avventura.
Siamo ancora forti, in modo diverso come e’ previsto dalla vita. Gia’ tutte nonne e una pure bisnonna, a 72 anni.
Siamo rimaste in quattro, tre se ne sono andate e ci attendono per ridere e piangere ancora insieme, insieme nella forma di "atomi intelligenti".
La nebbia e’ una cosa delle poche cose che mi piacque in campagna, dove la famiglia si trasferi’ gli ultimi due anni di guerra.
Aggiungo che provo la nebbia, insieme alle stesse amiche, come ho sperimentato questa mattina, in senso sociale.
Siamo andate a votare per le primarie e nessuna per il candidato ufficiale del PD, ma tutte abbiamo un senso di sperdimento sociale, proprio come nella nebbia, e non siamo convinte dell’onesta’ delle operazioni, pure se i due candidati non di casta hanno insediato i loro rappresentanti di lista in ogni seggio.
Hanno avuto un buon consenso e hanno trovato un discreto seguito.
Ma non bastera’.
Mp
..
http://gastonemariotti.com/wp-content/uploads/2008/02/senza-nome.bmp
Elegia   Salvatore Quasimodo

Gelida messaggera della notte,
sei ritornata limpida ai balconi
delle case distrutte, a illuminare
le tombe ignote, i derelitti resti
della terra fumante. Qui riposa
il nostro sogno. E solitaria volgi
verso il nord, dove ogni cosa corre
senza luce alla morte, e tu resisti.
….
L’agonia della sinistra 
Paolo De Gregorio

Sono passati ormai molti mesi dal disastro elettorale, e vediamo quanto sia stato stolto per la sinistra aver smesso di rispettare quelle regole di ordinaria democrazia che devono vedere dimissionari i gruppi dirigenti sconfitti alle elezioni, atto preliminare ad un immediato congresso che cerchi di capire il perche’ della sconfitta, e cambi linea e gruppo dirigente.
La sinistra in Italia, quella che aveva una identita’ e un blocco sociale di riferimento, e’ scomparsa con la dissoluzione del partito comunista italiano, e tutti i successivi passaggi sono stati solo tappe di ulteriori cedimenti, diminuzione di voti, abbandono del rapporto col territorio e le masse, inserimento nella classe dirigente solo di uomini di potere, per capirci i Bassolino, i Del Turco, i Villari, fino a Colaninno e ai falchi della Federmeccanica, cosa che ha reso il PD veltroniano identico al partito socialista di Craxi.
In nome del socialismo, questo partito consegno’ a Berlusconi il monopolio delle Tv private, attuando il golpe dei piduisti di cui l’allora partito socialista era pieno.
E avrebbe avuto la faccia di bronzo di continuare a chiamarsi socialista, se le BENEMERITE inchieste dei magistrati di Milano non avessero dimostrato che non erano un partito di sinistra, ma una banda di ladri e piduisti, confluiti poi senza problemi nel partito del Cavaliere, Cicchitto in testa.
La presunzione di Veltroni di fare un partito di centro con una gamba a sinistra, con dentro tutti, da Rutelli ai cattolici integralisti, partito aperto a uomini di potere senza guardare troppo la questione morale, non poteva che fallire, come e’ fallita la scommessa centrista di Casini, per il semplice fatto che oggi vi e’ gia’ un blocco sociale, di vera destra, unito intorno a Berlusconi e al suo dittatoriale potere mediatico, che riunisce gli interessi della classe dominante, dagli industriali, ai professionisti, ai commercianti, che non hanno bisogno di altro, e affidano i loro interessi alla destra, come ha fatto anche la Chiesa che si e’ schierata dalla stessa parte.
Non vedere questo blocco sociale, questa autosufficienza della destra che non cerca alcun dialogo, continuare a pietire per un ruolo che non c’e’ piu’, e’ veramente imbarazzante, e questo ruolo Veltroni non puo’ svolgerlo poiche’ non ha piu’ alcuna influenza sui lavoratori, i precari, i disoccupati, che sono l’unico blocco sociale capace di fronteggiare la destra.
L’unico spazio politico che vi e’ oggi e’ quello di ripartire dal basso e cercare di ridare ai lavoratori, e a tutta la classe subalterna, identita’ e strategia, su cose possibili, senza ideologia, a cominciare da un sindacato unico dei lavoratori, che sostituisca ogni frammentazione e metta da parte i principali responsabili della svendita dei diritti di chi lavora. Gli attuali sindacati hanno seguito la degenerazione dei loro partiti di riferimento e prendono gli ordini dalla politica, senza nessuna reale autonomia.
L’unico fenomeno nuovo nello scenario politico e’ quello di Di Pietro, che in Abruzzo raddoppia i voti, ma e’ un partito senza base sociale, che ha delle simpatie in tutti i ceti sociali, sicuramente tra le persone che amano legalita’ e regole, che pero’ in Italia non sono moltissime, e comunque Di Pietro non e’ di sinistra.
Non c’e’ da illudersi, anche l’estrema sinistra non si e’ sciolta e non ha cacciato i suoi dirigenti, e non c’e’ alchimia possibile tra partitini, mentre un vero partito potra’ nascere, negli anni, solo con quelle persone che decideranno di mettersi a lavorare con i proletari, i disoccupati, i precari, gli studenti, contro le droghe, contro le mafie, per uno sviluppo sostenibile.
Il centrismo e’ finito, bisogna ammettere che la destra ha compattato le sue file e che l’idea veltroniana e’ velleitaria e fallita, e lascia un partito diviso, con molti ladri e infiltrati, senza identita’ ne’ strategia, da chiudere.
..

Le gloriose riforme di Berlusconi
Viviana
Sento che Berlusconi distruggera’ la Costituzione si’, ma previo assenso popolare, essendo lui massimamente democratico.
E’ democratico quanto ambientalista.
Insomma.. basta la parola.
Tutte le volte che Silvio Berlusconi ha detto che si sarebbe rimesso al responso popolare e’ finita che ha consultato Berlusconi Silvio, il quale, essendo stato votato a maggioranza popolare e’ perfettamente idoneo a trasmettere quello che il popolo pensa.
Non per niente il suo motto e’ sempre stato: "La sovranita’ popolare son mi!"
Il secondo caso che si e’ dato e’ quando Berlusconi ha detto di aver consultato i propri personali sondaggi che avendolo dato al 68% possono dimostrare perfettamente che egli e’ la voce del popolo.
C’e’ un terzo caso, dichiarato piu’ raramente, nel quale Berlusconi, in quanto unto del Signore, riceve messaggi direttamente da Dio, il quale ultimamente sembra aver snobbato autorita’ fittizie come Papi, Imam e rabbini vari per comunicare direttamente con i due B, Bush e Berlusconi.
La distruzione dell’Iraq fuoriesce da un ordine divino. La distruzione della Costituzione italia, sembra, pure.
Non si danno altri casi ma, anche secondo Violante (Veltroni si sta ancora consultando con Bettini e Dell’Utri) questi bastano e avanzano.
Intanto l’Abruzzo affonda.
Veltroni pure.
Noi piu’ a fondo di cosi’ e’ difficile.
Praticamente Ground zero.
..
Mario Angelino
 
Perche’ Berlusconi non dovrebbe riscrivere la Costituzione?
Egli e’ UNO, TRINO e QUATTRINO, dunque ne ha piena facolta’.
Per quanto concerne l’edificabilita’ di certe aree del Paradiso, prima considerate area verde, voglio precisare che si tratta di mere insinuazioni ad opera del figlio sfigato e comunista dell’attuale usufruttuario.
..
Class Action e lodo mascherato

La Class Action e’ uno strumento formidabile, nato negli Usa, che consente a chiunque si senta truffato da Societa’ o Multinazionali, di unirsi ed intraprendere un’azione legale comune. Una Persona contro Una Multinazionale puo’ poco. Un Gruppo di Persone arroccate e che fanno Squadra, tutelate dallo strumento in questione e rappresentate in maniera Unita, e’ la Fobia Numero Uno per ogni Azienda Disonesta.
Il Povero Prodi qualcosa l’aveva azzeccata, il 1° luglio 2008 infatti la Class sarebbe dovuta essere operativa. Non avevamo fatto i conti con Silvio Berlusconi e Co.
E torniamo alle solite! Come potrebbero volere il funzionamento della Giustizia coloro che per primi ne pagherebbero le conseguenze? Come potrebbero volere l’istituzione di uno strumento come la Class, che segherebbe probabilmente le gambe a loro stessi, e a molti Compagnucci di Merende Ingordi e Corrotti? Di fatti, non puo’ …
Dopo lo slittamento al 2009, ora il Governo introdurra’ pure una serie di Misure che Azzopperanno, Umilieranno e renderanno Inutile l’Utilissimo Strumento.
1 – Non vi sara’ la Retroattivita’: niente ricorsi per la Bastardaggine di Crack come Parmalat, Cirio, Bond Argentini e Giacomelli. Una sorta di "Lodo Tanzo/Cragnottesco", in stile "Schifo/Alfanico". Tutelare i potenti, Sempre e Comunque. Sempre e Comunque.
2 – I Giudici avranno maggiore potere di "Filtro" nel decidere l’ammissibilita’ dell’Azione, e questo rendera’ il tutto moooooolto piu’ difficoltoso. Viene quindi eliminata l’esclusiva delle Associazioni dei Consumatori per presentare Ricorso.
Insomma, l’ennesimo "Lodo Mascherato", questo si’ che e’ un "Salva Fraudolenti". A breve ne sapremo di piu’, entro l’anno l’Esecutivo dovra’ esprimersi in materia, o derogare ulteriormente.
 
http://nonleggerlo.blogspot.com/2008/12/cazz-action.html
Italia in guerra, senza limiti
Afghanistan: Berlusconi rimuove l’ultimo ‘caveat’
Enrico Piovesana, Peacereporter

Da gennaio i soldati italiani in Afghanistan combatteranno davvero: non piu’ solo sporadiche azioni difensive, ma anche offensive pianificate. E i nostri cacciabombardieri Tornado potranno anche effettuare i bombardamenti.
E’ questa, piu’ che l’invio di rinforzi, la novita’ scaturita dalla visita romana del capo del Comando Centrale Usa, generale David Petraeus, venuto a ordinare un maggior impegno dell’Italia sul fronte afgano.
Alpini al posto dei Marines. I 500 soldati in piu’ di cui ha parlato ieri il ministro della Difesa Ignazio La Russa (che porteranno il nostro contingente a un totale di 2.800 uomini) era gia’ previsto da mesi allo scopo di creare un secondo Battle Group nel settore Ovest. Nelle prossime settimane il battaglione Feltre (Belluno) del 7° reggimento Alpini della brigata Julia andra’ nella provincia ‘calda’ di Farah, a sostituire un battaglione di Marines Usa che finora ha combattuto i talebani nell’ambito della missione Endurgin Freedom.
Italiani all’attacco. Ieri sera il premier Silvio Berlusconi ha spiegato che con il generale Petraeus e’ stata decisa la rimozione dei caveat per consentire alle nostre truppe "di fare di piu’". Visto che la restrizione dell’impiego fuori-area solo con preavviso di 72 ore e’ gia’ stata tolta lo scorso giugno, l’unico limite operativo ancora esistente, e quindi rimovibile, e’ quello riguardante le regole d’ingaggio. Caduto anche questo, i due Battle Group italiani potranno essere liberamente usati per attaccare i talebani. E i nostri Tornado potranno anche effettuare bombardamenti.
http://www.uruknet.info/?p=s8882&hd=&size=1&l=i
..

Berlusconi e gli scorpioni
Viviana
 
Berlusconi e’ avido di potere.
Solo due altre cose gli interessano: la propria bellezza (la sua vanita’ e’ molto oltre una vanita’ normale, e’ patologica) e la gnocca (anche qui non siamo in presenza di una sessualita’ normale ma di una ossessione perversa libidinosa, una specie di satiriasi di cui c’e’ poco da gloriarsi ma di cui ci sarebbe parecchio da vergognarsi).
Questi tre caratteri, avidita’ di potere, narcisismo malato e satririasi, lo rendono abietto, ne fanno un personaggio grottesco, innaturale, mostruoso.
Mi sono spesso sentita dire che ‘odio’ Berlusconi.
Non e’ cosi’. Tra tutti gli esseri della Terra quelli che sopporto meno sono gli scorpioni (abbondano tra la legna in montagna). Lo scorpione ha un aspetto orribile e se lo scovi rizza la coda piena di veleno e tenta di colpirti. Di fronte a uno scorpione il mio fisico ha una reazione immediata di rigetto e di disgusto e desidero solo farlo sparire dalla faccia della Terra, gettargli sopra dell’alcool, dargli fuoco, schiacciarlo con la scarpa. Ora, io non posso dire che ‘odio’ gli scorpioni, ma lo schifo che mi provocano e’ a livello fobico.
Allo steso modo non posso dire di ‘odiare’ Berlusconi, si odiano le persone ma qui siamo in presenza a una deforme sostanza del Male che e’ difficile considerare persona. In quel che B fa non sembra nemmeno umano, e’ completamente privo di alterita’, di senso dell’amicizia, di compassione, di spontaneita’, di umanita’. Sembra un essere innaturale, artificiale, uno zombi animato.
Reagisco a lui come allo scorpione, con uno schifo immediato a scatto, incontrollabile, gli darei fuoco immediatamente per farlo sparire dalla mia vista, non ne sopporto la voce, la faccia, aborrisco ogni legge che esce da lui, ogni scelta, ogni apparizione idiota, ogni palese finzione.
E quel che mi turba di piu’ e’ che il mondo sia tanto strano che gli scorpioni addirittura qualcuno li incensa e li bacia. E li considera amici.
..
Dentisti comunisti
Paolo De Gregorio

Il segretario di “Rifondazione”, Paolo Ferrero, nel segno della svendita al ribasso dei diritti dei cittadini poveri, propone alla vorace, voracissima categoria dei dentisti di fare tariffe a prezzi politici, permettendo cosi’ le cure odontoiatriche a quei milioni di cittadini che non possono permettersele.
La velleitaria ipotesi si fonda sul fatto che lui conosce uno studio a Roma, nel quartiere S. Lorenzo, dove il dottor Giulio Villani e due colleghi, tutti di Rifondazione, praticano prezzi del 40% inferiori a quelli di mercato.
Roba da suore di carita’, da mentalita’ cattolica che eroga una elemosina per pochi, a fronte di una tradizione comunista che deve chiedere diritti per tutti, gratuiti quando c’e’ di mezzo la salute, magari con il solo limite che oltre un certo reddito le lasci come ora, ossia che te le paghi da solo.
Fare appello al buon cuore della classe dei dentisti mi sembra un segno di una smisurata debolezza e della perdita di ogni realismo e dignita’, necessari invece per rilanciare in Italia una sinistra non ideologica, ma antagonista.
Qualunque persona che osserva le classi popolari puo’ facilmente vedere lo stato disastroso delle bocche e dei denti di questi cittadini. Questione che non riguarda solo l’estetica, ma, come qualunque medico puo’ confermare, trascurare le infezioni della bocca puo’ portare a gravi malattie cardiache, anche fatali.
Se Rifondazione vuole diventare una forza popolare non si puo’ affidare alle scorciatoie dell’elemosina dei dentisti di buon cuore, ma deve chiedere che il servizio sanitario nazionale eroghi gratuitamente le cure dentistiche a chiunque abbia un reddito basso, ai disoccupati, ai precari. E questo non si fa educatamente, come fa Epifani (“per cortesia governo”), ma organizzando la gente che vive questi problemi, e non frequentando solo gli studi televisivi dove le parole non hanno piu’ alcun valore e credibilita’.
Oggi, di fronte alla evidenza di un capitalismo truffaldino e fallito, si sottraggono soldi pubblici per finanziare le banche truffatrici e iniziare cosi’ un altro ciclo capitalistico pagato dai cittadini, a cui si negano le cure dentistiche gratuite.
L’unica strada percorribile e’ quella di tornare tra la gente, tra i poveri abbandonati alla egemonia della Chiesa, che in questi anni ha seminato profondamente passivita’ e rassegnazione, ma soprattutto seminare la consapevolezza che il capitalismo, che domina il mondo, ha portato distruzione dell’ambiente, fame per un miliardo di persone, sovrappopolazione, guerre, emigrazione, ed e’ dunque ora che si pensi ad una economia con regole stabilite dagli scienziati e non piu’ da chi vuole solo profitti. Inutile illudere le persone che questo sistema fallito, se aiutato dallo Stato, potra’ riprendere il suo ciclo e il mercato aggiustera’ tutto.
I guasti sono profondi ed evidenti e se non si mettera’ la “SOSTENIBILITA’” al posto della globalizzazione consumista, tutti i fenomeni che gia’ vediamo (scioglimento dei ghiacci, desertificazione, inquinamento, diminuzione della pesca, ecc. ecc.) si accentueranno e renderanno il mondo infernale.
Obama ha cominciato bene mettendo al Dipartimento energia un fisico premio Nobel, noto ecologista (Steven Chu), saremmo ancora piu’ contenti se mettesse un premio Nobel per la PACE al Pentagono.
…. 

La grande vittoria europea di Berlusconi: uccidere l’ambiente
Viviana Vivarelli
 
Il grande successo italiano: uccidere l’ambiente
Viviana
 
A Bruxelles i capi europei si riuniscono per l’emergenza clima. Il consiglio vuole diminuzioni rapide del 20% del CO2 per evitare una crisi irreversibile del pianeta. I paesi peggiori per inquinamento sono quelli dell’est (Polonia e Ungheria) capeggiati dall’Italia che, invece di diminuire le sue emissioni, le ha aumentate del 12,2%. B ottiene quella che chiama la sua grande vittoria. Tutto sara’ rimandato al 2020, la lobbye delle imprese inquinanti continuera’ senza pagar danno fino al 2013 e poi sara’ gratificata di una comoda gradualita’ e il costo del loro inquinamento sara’ riversato sui cittadini. B ottiene che 4 settori altamente inquinanti siano protetti: carta, ceramica, vetro e siderurgia, potranno contare sul 100% dei permessi di C02 gratuiti fino al 2020 .
Esulta la destra, Frattini, la Prestigiacomo, l’inquinamento e’ garantito. Si aumenteranno i tumori, EVVIVA!! La gente morira’ ma la cassa di pochi imprenditori disumani e’ salva.
I giornali di B rivendono come grande vittoria questo risultato. Ora la parola al Consiglio d’Europa, che e’ piu’ rigido. B appare come il salvatore della patria mentre ha salvato solo gli interessi (sporchi) di alcune imprese nostrane, fuorilegge da tempo. Forse oltre a Mangano anche Impregilo e anche i gestori di Taranto sono eroi della patria.
Su una cosa B ha fallito: la direttrice che va dal petrolio alle energie pulite non e’ cambiata, e solo l’Italia si trovera’ ad ignorarla per scegliere, invece, carbone e nucleare, segno di quanto obsoleto sia questo governo di dx, che cura solo i rapporti privilegiati con la mafia e con l’impresa peggiore, per curare l’egoismo dei forti e calpestare i diritti dei cittadini. Ma le direttive europee sulle energie verdi restano a smacco di un B che conservera’ a vita il suo premio di “Fossile dell’anno”.
Berlusconi e’ un mostro ambientale.
 
Crollata l’America antiambientalista di Bush, con Obama gli USA si allineano alle posizioni di difesa dell’ambiente e anche la Cina comincia a capire che crisi climatica vuol dire costi esponenziali e danni alla salute che uno Stato non puo’ piu’ permettersi
Accade cosi’ che la Cina, lo Stato piu’ inquinato del mondo, non riceva il premio ambientalista che si da’ ai peggiori inquinatori ma che lo buschi per ben due volte proprio l’Italia di B. Di questo i giornali di dx si rallegrano come di una grande vittoria. Il che da’ la misura di quanto questa gente sia fuori da ogni senso comune.
Antonio Cianciullo: “E’ vero che la Cina partiva da una situazione tecnologicamente arretrata, ma nel 2007 ha diminuito del 3,7%, rispetto all’anno precedente, il consumo di energia per ogni dollaro di prodotto. Nel 2008 ha chiuso una valanga di centrali inquinanti (15 gigawatt) e si trova con 164 gigawatt di idroelettrico, 10 gigawatt di eolico, 120 megawatt di fotovoltaico. Ha anche installato 130 milioni di metri quadrati di solare termico. E nei prossimi 2 anni investira’ un miliardo e mezzo di € nell’energia pulita. Il mondo va avanti. Non e’ scontato che l’Europa resti in testa“.
Quel che e’ sicuro e’ che l’Italia non solo restera’ indietro ma andra’ a fondo. B si mette contro tutto quel che significa progresso, civilta’, vita, protezione del pianeta.
Restano tuttavia gli obiettivi europei del  20-20.20: 20% in meno di emissioni entro il 2020 e 20% in piu’ di energie rinnovabili e risparmio energetico. Su questi punti la Finanziaria di Tremonti non dice parola.
E, resta confermato che gli impianti che emettono piu’ anidride carbonica a cominciare dalle centrali termoelettriche dovranno pagare per le proprie emissioni. B ha tentato in ogni modo di boicottare l’accordo e in parte c’e’ riuscito. Davvero si deve considerare questo protezionismo delle imprese inquinanti e questo ulteriore peso sulla vita dei cittadini una vittoria di civilta’?
..
Il sogno di un uomo
Mariapia scrive:
 
Ciao cara,
i poeti spaziano in tutta le sfera della Vita , nel passato, nel futuro, nella bellezza e passione piu’ alta, nelle parti nobili e meno nobili, come pure  nelle umane scorie puzzolenti chiamare deiezioni.
Svelare l’umana creatura nei diversi suoi aspetti e’ uno dei compiti del Poeta.
Guardarmi nei loro ritratti a volte mi spaventa e mi guardo dietro se per caso non abbia la coda.
 
Il sogno di un uomo
e’ una puttana con un dente d’oro
e il reggicalze,
profumata
con ciglia finte
rimmel
orecchini
mutandine rosa
l’alito che sa di salame
tacchi alti
calze con una piccolissima smagliatura
sul polpaccio sinistro,
un po’ grassa,
un po’ sbronza,
un po’ sciocca e un po’ matta
che non racconta barzellette sconce
e ha tre verruche sulla schiena
e finge di apprezzare la musica sinfonica
e che si ferma una settimana
solo una settimana
e lava i piatti e fa da mangiare
e scopa e fa i pompini
e lava il pavimento della cucina
e non mostra le foto dei suoi figli
ne’ parla del marito o ex-marito
di dove e’ andata a scuola o dov’e’ nata
o perche’ l’ultima volta e’ finita in prigione
o di chi e’ innamorata,
si ferma solo una settimana
solo una settimana
e fa quello che deve fare
poi se ne va e non torna piu’ indietro
a prendere l’orecchino che ha dimenticato sul como’.
 
Charles Bukowski
..
Rispondo a Mauro Medeot che chiede
"Cosa faceva prima di diventare Ministro la Gelmini?"
 
Prima di diventare Ministro la Gelmini aveva fatto carriera rapida nei club forzisti e si era fatta sfiduciare  da presidente del consiglio del comune di Desenzano del Garda per "inoperosita’" (forse Brunetta dovrebbe dire qualcosa)
Vedi Delibera del Consiglio Comunale n. 33 del 31/03/2000. Comune di Desenzano del Garda
 
La sfiducia, oltre che dall’opposizione, fu votata anche dai membri del suo stesso partito, il che ci da’ una bella presentazione del personaggio.
Sembra che la delibera del licenziamento sia stata cancellata da Internet insieme a tutti i dati riguardanti il padre della Gelmini che resta un bel mistero. Forse Dagospia potrebbe dirci qualcosa.
Su questo padre c’e’ in internet un totale mistero, inizialmente si disse che era padre Eligio, lei ha dichiarato che era un contadino, su wikipedia si legge che e’ stato un sindaco democristiano di un paese della bassa bresciana.
Se avesse rivestito una carica pubblica ci sarebbero sul web il suo nome e i suoi dati, ma non appare ne’ l’uno ne’ l’altro.
Lei disse che il padre era un contadino per giustificarsi dell’aver dato l’esame di stato al sud, come se per i figli di contadino fosse lecito frodare o cercare scappatoie. L’argomento rurale torna nel fatto che la sua elezione a Ministro si deve a certo Tiraboschi, giardiniere di casa Arcore, che l’ha presentata a Berlusconi. Capisco che, vista la feccia che lo circonda, valga piu’ la raccomandazione di un giardiniere che dei suoi alleati, tuttavia…
E poi qui c’e’ chi se la prende con Di Pietro se cerca un posto di lavoro al figlio!
C’e’ di peggio, c’e’ di peggio!
..
RIDIAMARO : – )
 
TOP 5
5° classificato: RODOLFO VALENTINO
si narra abbia amato piu’ di 2000 donne.
4° classificato: ROCK HUDSON
si narra abbia baciato piu’ di 5000 donne e circa 1000 uomini
3° classificato: JOHN HOLMES
si dice abbia fatto sesso con piu’ di 10000 donne, con circa 5000 uomini e con oltre 2000 tra animali domestici e non
2° classificato: ROCCO SIFFREDI
ha scopato olte 200000 donne ed un numero imprecisato di altri esseri viventi
1° classificato: L’OMINO!!!!
56 milioni di persone, tra uomini, donne, giovani ed anziani. Ma deve averlo molto piccolo perche’ la maggioranza non se ne e’ neppure accorta!
….
Solidarieta’ tra maschi
 
http://www.bastardidentro.it:80/node/view/4557
..
DENTRO LA SCARPA UN INCUDINE !!
MISSION ACCOMPLISHED !!!!!!!!!
Carlo Raggi
.. 
Exidor

La speranza e’ l’ultima a morire
ma vive malissimo.
..
Gad Lerner
Dopo vent’anni di politica della Lega sono rimasti Miss Padania ed il Parlamento del Nord che non serve a niente.
..
Mauro medeot

Giro: presentata nuova maglia rosa
Quest’anno simbolo del primato disegnato da Dolce e Gabbana
"disegnato da Dolce e Gabbana"
e poi si lamentano se si drogano!
..
Due archeologi dilettanti scoprono in pieno deserto la punta di una strana roccia. Scavano e scoprono che si tratta della sommita’ di una piramide antichissima. Incerti sul da farsi, decidono di chiamare il gruppo archeologico americano. Sono professionisti e sicuramente scopriranno qualcosa. Arrivano gli americani con le loro jeep, caravan, elicotteri, strumenti scientifici. Dopo due anni di studi, se ne ripartono sconsolati. "Dopo lunghe analisi e verifiche abbiamo scoperto solo che questa piramide e’ stata costruita tra il 1500 e il 2500 AC".
I due si consultano e decidono di chiamare una squadra tedesca, che sicuramente e’ piu’ metodica. Dopo altri due anni di studi, arriva finalmente la loro risposta: "Abbiamo verificato che la piramide e’ stata sicuramente costruita intorno al 2000 AC. Non abbiamo potuto scoprire altro, i geroglifici sono molto complicati" I due si osservano, sconsolati, finche’ uno dice: "Non ci sono altri rimedi che chiamare i carabinieri italiani".
Arriva una coppia di carabinieri, entra nella piramide e ne esce dopo circa due ore. "Pero’, che veloci! Avete scoperto qualcosa?" "Si’. La piramide fu costruita tra il 12 febbraio 1858 e il 22 luglio 1857 AC, agli ordini di tale faraone Ankhetop IV, l’architetto fu tale Tutmosis detto Il Giovane. Il giorno dell’inaugurazione era nuvoloso. I sacerdoti si opponevano a detto progetto, a causa di una malefica eclisse parziale di luna in Sagittario… Parteciparono 2118 schiavi non classificati, che tentarono una rivolta per le insane condizioni di lavoro, soffocata il 5 settembre dai soldati del faraone, con il risultato di 42 morti. Il costo dell’opera fu di 48 libbre d’oro e 3 libbre di diamanti. La influenza nella lingua si comprova nell’accento delle terre alte che presentavano i nobili di… bla bla bla… (e cosi’ via, per un’ora)".
"Cazzo! Ma come avete fatto?".
"Eh, ci e’ costato molto, e’ stato difficile, ma alla fine la mummia ha parlato"
..
http://www.masadaweb.org..
 
Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 10 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano