WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Monday December 11th 2017

Il giallo dello 08.08.08

Primo Gennaio 2008. Una villa della Brianza.
"Cribbio e stracribbio, licenziate chi ha stampato questa agenda, chi l’ha venduta e chi me l’ha regalata!" Il Cavaliere è furente: vorrebbe avere fra le mani un Prodi qualsiasi per farlo picchiare da Schifani, giusto per sfogarsi un po’. Tiene fra le mani un volumone quasi più grande di lui – il ‘quasi’ è d’obbligo, pena ulteriore sfuriata. Una meravigliosa agenda del 2008, in cuoio della Val di Chiana, lavorato a mano; la copertina sbalzata con un suo ritratto a medaglione. Carta Pineider lavorata a mano, stampata con caratteri Bodoni, in tiratura limitatissima. Un gioiello tutto per lui, dove appuntare i suoi impegni più riservati … ma, cribbio! manca la data dell’8 agosto, proprio il compleanno di QUELLA signora! Non c’è nel calendarietto iniziale; non c’è neppure nei fogli dei singoli giorni. Si passa direttamente dal 7 al 9.
Le urla hanno messo sul chivalà tutti i valletti, che si precipitano a convalidare l’assurda tragedia, ad esecrarne gli autori e propagatori. Il più solerte della Corte, Emilietto, sta già porgendo al Capo la sua personale agenda del 2008, quale offerta riparatrice. Mal gliene incoglie: il fatidico 8 agosto s’è dato alla macchia anche lì.
Sconcerto irritazione delusione rabbia sconforto panico prostrazione generale.
Ma già Sandrino piomba sulla folla dei prostatici prostranti, raggiante della sua agenda nuova – più piccola di quella del Capo, ovvio. Si va subito al sodo …. e si ripete la scansione di sconcerto … omissis … omissis …..

La villa viene messa sottosopra; ognuno, giù giù fino all’ultimo degli stallieri, controlla la propria personale agenda, il proprio privato calendario da scrivania o da parete ….. e sempre, sempre manca, ovunque, l’8 agosto.
Telefonate videotelefonate SMS MMS e.mail MSN telegrammi
… il tam-tam telematico in pochi minuti perfeziona il giro del mondo. Risultato: in Borsa i titoli delle compagnie telefoniche volano alle stelle e il Pianeta, Urbis et Orbis, piomba in unica,
immane tragedia: nel 2008 tutto il mondo transiterà dal 7 al 9 agosto.
Chi? – ci si chiede dalla savana alla tundra artica all’estrema pampa patagonica – chi ha osato compiere quel furto planetario?
L’indignazione è generale, condivisa, solidale: persino Fidel Castro, addirittura l’Iran, all’Onu si allineano al documento di condanna della Presidenza.
Lo sdegno è alle stelle e proprio da lì ….
Sera del Primo Gennaio 2008. Superattico della Bufalotta, Roma. L’astronomo dilettante Epifanio Fiore, generale dell’Esercito in pensione, sta puntando il suo potente telescopio Celestron verso un altro superattico, alcune centinaia di metri più in là, verso il Centro – ma non della Galassia. Come tutte le sere, la giovane Marchesa Giuseppina Grazioli Ruspoli Borghese della Polvere riceve, nell’alcova al superattico del suo palazzo secentesco, il prestante amante – che, per devozione alla privacy, chiameremo Silvestro Stallone. "Meglio di un tripla luce rossa!" ha confidato euforico il valente astronomo agli amici del Circolo del Tresette.
D’un tratto, sente la moglie che sale verso la sua postazione. Rapido come la folgore (coglieranno, i più, il sapore di questa similitudine …?) punta il tubo del lungoocchio verso la volta celeste. L’arcigna ma premurosa consorte gli raccomanda la sciarpa ben stretta intorno al collo e gli chiede per che ora vuole la tisana della buonanotte. Poi ridiscende.
Lui, per non destare sospetti, è rimasto con l’occhio appiccicato al Celestron … e per poco non raggiunge l’orgasmo iniziato con la scena precedente.
Il giorno dopo, la notizia fa il giro del mondo, su giornali, telegiornali, internet: "Generale italiano in pensione, astronomo dilettante appassionato e scrupoloso, scopre cinque anelli multicolori intorno a Giove. La scienza ufficiale non trova spiegazioni, ma indaga a tutto campo".
Nel frattempo, l’indignazione per il furto dell’8 agosto non si placa. Si mettono in moto le Agenzie Investigative di tutto il mondo: "Il mondo s’indigna – la Digos indaga", tuona Goffredo Briscolazzi, il Dirigente del Reparto Investigazioni Non Comuni (R.I.N.Co.). Mette subito alla frusta i suoi uomini – tutti agenti scelti che hanno dovuto superare un durissimo esame di enigmistica teorica e pratica. Il lavoro è durissimo, condotto a tutto campo, senza nulla tralasciare, nemmeno la minima traccia.
E’ chiaro – non è per caso che si diventa Dirigenti del R.I.N.Co. – che dietro quella sparizione si cela un ben preciso messaggio, forse esoterico, forse mafioso, forse addirittura proveniente dallo spazio.
08 – 08 – 08: questo il nodo da sciogliere.
Si va dalla Kabbalah, alla Smorfia, ai moduli per la dichiarazione dei redditi, ai prefissi telefonici, ai numeri verdi. Dietro quei tre 8 preceduti da tre 0 si vuol vedere un rimando al 666, il cosiddetto numero della Bestia, Lucifero. Chi invece ne trae una indicazione soprannaturale per una giocata al Lotto: 8 – 80 – 3 – 24, per ambo, terno e quaterna su tutte le ruote per 24 turni. Chi, rilevando che la H occupa l’ottavo posto dell’alfabeto e che dai tempi della scuola si sa che la H è la lettera muta, vuol vedere un messaggio divino invitante al silenzio per tutto l’anno. Chi invece nelle tre H legge le iniziali di un nuovo gruppo cattoariano fondamentalista: Hic Haec Hoc. Chi, ancora, facendo notare che l’8 messo in orizzontale è simbolo dell’infinito, ne deduce che qualcuno abbia inteso svelare alla umanità del terzo millennio che nel 2008 si interromperà il tratto temporale che va dall’inizio (0) all’infinito. Cioè, ci sarà la fine del mondo: l’8 agosto.
Studiosi di chiara fama dragano i documenti storici relativi all’anno 8 dopo Cristo, per scoprire che successe l’8 agosto. Non se ne trae alcuna indicazione valida anche perché i tizi dell’epoca non diedero molto risalto a quella data singolare, ignorando di trovarsi nell’8 d.C. Solo in uno pseudo Flavio Giuseppe si narra di un giovane falegname brianzolo che l’8.8.8 emigrò in Palestina in cerca di lavoro. Lo trovò, narra lo storico, presso un falegname di nome Giuseppe Cristo, padre di tale Gesù Cristo. Il brianzolo lasciò ben presto la falegnameria per darsi alla pesca sul lago di Tiberiade. Pare avesse un buon senso degli affari e ben presto divenne il più importante pescatore della Galilea, in possesso di ben tre enormi reti. Ma quelli del R.I.N.Co. nulla ne poterono dedurre di interessante per le loro indagini.
Accadde, invece, un altro inquietante episodio, mentre quei segugi fiutavano ogni pista possibile e immaginabile, fino a sfociare nell’inimmaginabile. Una mattina – era il 7 gennaio – davanti a Montecitorio e alla Basilica di p.zza S. Pietro confluirono misteriosamente centinata di lama andini, che presero a sputare a raffica sui parlamentari e sui prelati in transito. Non si seppe mai da dove erano venuti né chi ve li avesse portati. Prima di essere catturati e portati fuori città, i due gruppi di quadrupedi, sputando a terra in misterioso sincrono, composero sul selciato di entrambe le piazze l’arcana scritta UMANRAITS. Alcuni fotografi presenti sul posto fecero appena in tempo ad immortalarla, perché subito dopo le due greggi calpestarono la scritta da esse stesse composta.
Altro rompicapo per gli uomini di Goffredo Briscolazzi e dei suoi colleghi internazionali.
Migliaia di file immagazzinati con milioni di informazioni. Milioni di pagine lette e scrutate. Interrogate milioni di persone. Dragati fondali marini, lacustri e fluviali. Setacciate le periferie di tutte le metropoli. Registrate le conversazioni in tutti i confessionali del mondo e in tutte le portinerie di condominio.
Nulla nulla nulla: lo 08.08.08 continua a restare assente da tutte le agende e i calendari del mondo. Nessuna richiesta di riscatto.
La sera dell’8 gennaio il figlio undicenne di Briscolazzi corre incontro al padre urlando di gioia: "Papà! Papà! Ho vinto, ho vinto un viaggio per due persone all’inaugurazione dei giochi olimpici a Pechino! Andiamo, vero?!"
"Bè. Certo, ma … che giorno è?"
"Papà, ma è l’8 agosto!" gli strilla con tono di rimprovero il marmocchio.
Gli avessero – al Briscolazzi padre – sparato in faccia un flash da un milione di gigawatt, non avrebbe avuto lo stesso effetto abbagliante di quella rivelazione. Abbraccia il figlio con un trasporto che mai ha avuto, gli promette di portarlo a Pechino e poi corre dal proprio Capo.
"Dottore, il capo è risorto!"
"Che cazzo dici, Briscolazzi?!"
"Mi scusi … l’emozione … il caso è risolto!"
 
Convocare una conferenza stampa in mondovisione è uno scherzo, con l’euforia che hanno in corpo quelli del R.I.N.Co…
E, finalmente! il mondo seppe.
Lo 08.08.08 era sparito dai calendari e dalle agende per protesta contro l’inizio, proprio in quel giorno, delle Olimpiadi a Pechino. Per lo stesso motivo i 5 anelli olimpici erano emigrati intorno a Giove, la divinità principale dell’Olimpo greco. E i lama avevano sputato a terra la pronuncia di HUMAN RIGHTS, subito calpestata, per ricordare i diritti umani calpestati in Cina e in Tibet. L’avevano fatto davanti a Montecitorio e a p.zza S. Pietro per ricordare al mondo la codardia dimostrata dallo Stato italiano e dal Vaticano durante la visita  del Dalai Lama e l’ennesima vittoria del pragmatismo politico e del primato dell’economicismo.
L’astronomo dilettante Epifanio Fiore e il neogenerale Goffredo Briscolazzi ebbero gli onori della cronaca per giorni e giorni, nonché la nomina a cavalieri della Repubblica.
Insieme ad una settimana a Pechino, dallo 08.08.08 al 15.08, totalmente a spese della Repubblica Popolare Cinese.
                   
 

Se hai letto fui qui, non avrai difficoltà ad associarti nel mandare un planetario ‘VAFFANCULO!’ alla volta dei nuovi imperatori cinesi.
Con una suggestione: d’acordo, non possiamo boicottare la Cina, ma gli ascolti delle trasmissioni televisive delle Olimpiadi, sì!!!
Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 9 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano