WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Wednesday January 24th 2018

Tom Waits, la carta-vetrata più sensuale che ci sia. Detto da una compaesana di

Tom Waits, la carta-vetrata più sensuale che ci sia. Detto da una compaesana di Shakespeare

Ho scopato con una cartomante di Stratford-on-Avon. Il paese l’ho scelto perché mi piace Shakepseare: è un poeta che c’ha l’infinito, come il nostro Leopardi.
Lei per arrotondare lavora anche nella nettezza urbana di Roma. Ieri eravamo in turno insieme a Primavalle.
Non è che scopi tutto il giorno come i negri: la sigarettina, il caffettino ….. Entriamo nel baretto e c’è lì il Tom Waits che manda giù certi piatti di fagioli con le cotiche. Poi fanno le gare di scoregge coi vecchietti del quartiere. Quando ce n’hanno giù un bel po’ di quello frizzantino, taccano a cantare di certe sconcezze. Tipo “Ala stasiù de Berghem”, quella che fa: “Ala stasiù de berghem / ghè sic o ses o set o ot che i caga / sensa la carta, sensa la carta ….”. Il ritornello te lo canta il Tom con quel suo vocione tipo raspa del ferro che ti mette addosso i brividi: “Merda de che, merda de là / palpotta su la merda, palpotta su la merda! Merda de che, merda de là / palpotta su la merda e pò i la lasa là!”.
Tutti piangono, anche la chiromante che non ha mai letto Shakespeare ma c’ha la poesia dentro. Ieri notte c’ha avuto dentro anche il Tom così oggi lei è un po’ alticcia, tipo trasfusione.
Il padrone del bar ha distribuito i foglietti con le parole; tutti insieme cantiamo: “L’era des chili de chela mandorlada / che rasa de cagada, che rasa de cagada. “- Fino al tripudio finale: “Ria ‘l Giupì, ‘l Giupì col bastunsì / ‘l ghe cata fò i armì, ‘l ghe cata fò i armì. Ria ‘l Giupì, ‘l Giupì col bastunsì / ‘l ghe cata fò i armì / e pò e pò ‘l fa sù ol crocant”.
A questo punto, l’aere è pregno di catartici effluvi, di impeti bucolici, di voglia di Baglioni.
Tom Waits, ha le lacrime agli occhi e una cotica incastrata fra un canino e un incisivo. Mentre se la toglie con la destra, allunga la sinistra all’indietro, verso le cosce della mia collega, che gli sta alle spalle. Cerca di scaricare lì la commozione – ma di colpo diventa di bragia e si gira di scatto: ha sentito qualcosa di duro proprio vicino al nocciolo della questione. Non sa che la cartomante gira sempre copn il mazzo di carte in tasca. Come lui ha fissa la fiaschetta del whisky sotto ascella.
Per riprendersi dallo spavento, intona “Blue Valentine”: le note scartavetrano l’intonaco dei muri e un po’ di calcinacci cadono nei bicchieri dei pensionati. Cocktail micidiale: parte il Coro dell’Armata Rossa nella miglior interpretazione di “La società dei magnaccioni”.
In quel preciso istante, entra Gianna Nannini che chiede di chi è la Ferrari parcheggiata in doppia fila. Già che c’è si fa fare le carte dalla mia collega; poi, con il Tom sforna una magistrale interpretazione di “Semo gente de borgata” dei Vianella.
Quando però entra Cicciomessere a chiedere di chi sono le scope parcheggiate in doppia fila, noi due tocca che usciamo. Dispiace, perchè stanno accordando le ugole per “Non ho l’età” della Cinquetti.
Si è accumulata un po’ di monnezza ma fa niente: li faccio volentieri, gli straordinari, con la mia collega cartomante.
Anche Tom Waits, quel porcellone. Lei dice che quando lui canta, le sembra di sentire sul clitoride la mano callosa di un muratore.
Mah ….. io sono scettico anche sui chiropratici.

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 12 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano