WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Sunday May 27th 2018

A proposito di Difesa

A PROPOSITO DI DIFESA
a cura di Paolo De Gregorio – 20 giugno 2006

Dopo 5 interminabili anni di “rodomontate berlusconiane” sul grande prestigio internazionale conquistato dall’Italia per essersi accodata alla stabilizzazione della aggressione all’Iraq,peraltro dimostratasi illusoria ed enormemente costosa in termini economici e di vite buttate, ecco affacciarsi il balbettio squallido del governo Prodi che non trova la dignità di dire che non vuole più seguire gli Usa in questa aggressione, che questa guerra non sarà MAI vinta, e che eventuali torbidi vantaggi di una ricostruzione non si vedranno mai.
Contorsioni penose per ribadire la nostra fedeltà agli Usa, per confermare l’alleanza, e non una parola per denunciare le torture ai prigionieri iracheni, i bombardamenti sui civili, la questione Calipari, i rapimenti organizzati dalla CIA in territorio italiano ed europeo fuori da ogni legge internazionale.
Il TABU’ che non viene toccato da questo Governo, in perfetta continuità con quello di Berlusconi,è il mettere in discussione una politica estera immutata da oltre 50 anni, che ha stabilito, una volta per tutte, che noi siamo e saremo in eterno alleati degli Usa, che la Nato è necessaria alla difesa europea, e che l’Occidente deve essere compatto contro la minaccia del terrorismo islamico.
In realtà, chi spinge a mantenere questa soffocante alleanza sono solo gli Usa, mentre l’Europa fatica a trovare una sua autonomia ed una sua identità, occupata come è da decine di basi militari, coinvolta nelle decisioni della Nato, scavalcata dagli Usa nella loro aggressiva politica verso i paesi ex-sovietici (Ucraina, Bielorussia, Tagikistan, ecc.) dove vengono immediatamente istallate basi militari, con lo scopo evidente di isolare la Russia dall’Europa e quindi di recitare un ruolo politico di ingerenza nel futuro europeo.
Ciò che è veramente intollerabile, è che questa sporca politica degli Usa, timorosi di vedere affermarsi una Europa autonoma, che guarda ad est, viene spacciata per una necessaria alleanza per contenere il pericolo islamico e il terrorismo.
Sarebbe ora che qualcuno cominciasse a dire con chiarezza alcune cose:
– dopo la caduta del muro di Berlino la Nato doveva essere sciolta, come il Patto di Varsavia, ed è ancora più urgente scioglierla ora
– che le alleanze militari sono sempre contro qualcuno e ciò non porta mai alla PACE
– che la minaccia sovietica non esiste più, e che non vi è nessun paese al mondo, eccetto gli Usa con i loro complici inglesi, capace di portare una guerra offensiva di conquista al di fuori dei propri confini
– la scusa della minaccia terroristica per invocare una linea di difesa Usa+Europa è pretestuosa, falsa, ridicola come minaccia di tipo militare, e ha il solo scopo di tagliare le gambe all’autonomia e alla identità dell’Europa i cui interessi economici e geo-politici sono in profondo contrasto con quelli della lontana America
– niente è più insopportabile per gli Usa che vedere una Europa autonoma, coesa economicamente e politicamente, libera da qualunque condizionamento delle basi militari e della Nato, aprirsi in modo amichevole verso la Russia, il medio oriente e il Mediterraneo, sul proprio territorio geo-politico, per far nascere una area di integrazione economica non basata su minacce e prepotenze, ma su un naturale incontro tra vicini con interessi reciproci.
Si può immaginare facilmente che il peso politico ed economico di una Europa allargata alla Russia, costituirebbe un polo economico e monetario capace di rendere il mondo multipolare contro ogni egemonismo di tipo imperiale.
Il “dogma” della Santa Alleanza USA-EUROPA va infranto. Non vi è un solo serio argomento che dimostri convenienza europea ad una politica estera che ci viene dettata dalla Casa Bianca.
I due grossi episodi di terrorismo islamico in Europa, in Spagna e a Londra, sono stati determinati dal fatto che questi due paesi avevano truppe in Iraq al seguito della “guerra preventiva per la democrazia” decisa dagli Usa.
L’America è il paese più odiato al mondo, ha il debito estero più alto di tutti i paesi, spende per le sue forze armate più di tutti gli altri paesi messi insieme, possiede 850 basi militari sparse in tutto il mondo da cui partono concrete operazioni militari, usa sistematicamente la tortura, e a casa sua lascia 40 milioni di americani a crepare senza assistenza sanitaria.
Sarebbe anche nell’interesse del popolo americano che qualcuno in Europa cominciasse a parlar chiaro, fuor di metafora e diplomazia, che gli amici e i nemici ce li vogliamo scegliere da soli, senza tutele né minacce, né ricatti, che l’Europa non ha bisogno di protettori, la proteggerà la correttezza della sua politica estera, e che il terrorismo non solo non sarà sconfitto, ma aumenterà e diventerà incontenibile solo se non finiranno le occupazioni militari, le ingerenze, le prepotenze.
Chi ha la pretesa di dire a un miliardo e 300 milioni di islamici quale regime politico e quali costumi devono adottare, spiegandoglielo con bombardamenti e torture, è talmente stupido e pericoloso che non conviene averlo come amico, meglio stargli alla larga.
Paolo De Gregorio

Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 10 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano