WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday November 18th 2017

Ma il cielo è sempre più blu. Rino Gaetano ideologo delle nuove Brigate Blu

Capiti a Firenze sabato 3.12.2005: non ce lo fai un salto alla ‘Conferenza nazionale per il programma’ dei DS? Loro non lo sanno che io ci sono, ma io sì.
Fighe ce n’è. Buon segno: i gruppi tutti maschietti o con signore degne d’attenzione per altri motivi, fanno sì e no il 3%. La gnocca attira e attiva militanza, ivi inclusi gli oratori.
Giovani, anche ce n’è: non tanti come dalla De Filippi, ma Fassino sa apprezzare la qualità. S’è portato la tata anche qui: sta seduta al tavolo di presidenza, coi baffetti.
Parlano in tanti, anche il Cesare Salvi – compagne e compagni! – e quello del Piemonte che la TAV adesso se la devono sbrigare loro e Lunardi pensa già a quando andrà a ‘Porta a porta’ a fargli le domande cattive al suo successore. Parla anche una giovin fanciulla di Locri, che dice che loro sono un movimento apartitico ma vogliono risposte anche dai partiti. Tutti in piedi, applausi per minuti. Infatti Loiero è già nei guai.
Tutti aspettano il Fassino, che chiude la tre giorni e deve fare un bel riassunto delle puntate precedenti (originali ‘sti DS: dalle altre parti i grissini te li servono con l’antipasto. Ah, ieri al buffet hanno servito anche la ribollita: mica che la faranno diventare il piatto simbolo dell’Unione….!?).
Quando va al pulpito il bel Piero, cala il silenzio in sala. Cioè, no, il silenzio aumenta, ma si dice uguale che cala. Ci prova a fare il giovanilista, ma tocca che l’attento D’Alema gli passa gli occhiali, se no col fischio che legge la relazione. C’ha la sua età, dice col sorriso sulle labbra; ma sa di poter contare sul Massimo, luce dei suoi occhi.
Cose ne dice tante, fa proprio un bel riassunto, butta lì i nomi e cognomi di tutti quelli che sono passati sul palco, ha una buonam parola per tutti.
Proprio un bel programma (ma qui non siamo qui a stendere il programma: siamo solo programmatici). Fa anche la critica, esterna e interna e l’autocritica, soprattutto esterna.
Siamo i più tanti, siamo i più forti, siamo pronti a governare. Non ci separeremo mai!
C’è commozione, tanta, perché il sangue scorre nelle vene: dai che ce la facciamo!
Si va verso il finale, s’ingrossa la commozione.
Tutti in piedi!
Scatta l’inno: “Compagni avanti il gran partito noi siamo dei lavoratori!”.
Osti no, le note non sono quelle: ‘sto qua è Rino Gaetano che canta ‘Il cielo è sempre più blu’! Che figata! diavolo d’un Fassino: mica poteva prendere “Nel blu dipinto di blu”, parole troppo semplici e chiare. Nel testo del povero Gaetano c’è di tutto e di più, ma soprattutto c’è niente.
C’è anche chi cambia la barca felice e contento.
La transizione è fatta: Cossutta mette via la falce e il martello; i DS mandano in soffitta il rosso: ma il cielo è sempre più blu!
Ovazione in piedi, il segretario è commosso, piange; anche D’Alema dice che è commosso.
Commozione e amore; lo slogan della conferenza programmatica era: AMARE L’ITALIA. Che è già un passo avanti rispetto alla lotta di classe.
Si dice abbiano scritturato Alberoni per fargli scrivere ‘L’arte d’amare l’Italia’-
Basta che non se la trombino da soli.

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 9 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano