WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Friday November 24th 2017

Lei verrà

Lei verrà. Varcherà quella soglia a testa alta. Un sorriso, sguardo complice. Forse felice, seppur solo per questa sera. Felice. Io. Forse.
Il periodo più nero della mia vita. Avrei voglia di urlare. Ma l’urlo rimane strozzato. E anche la mia voglia di fare. Rincorro pensieri imprendibili. Un po’ di pace per le mie stanche membra. Vorrei.
Il mio sfrenato egocentrismo e la mia insana razionalità avevano scatenato – a tratti – istinti bestiali. Manie paranoiche. Pensieri perversi. Cattivi. Paura.
Non avevo più punti di riferimento. Un pipistrello impazzito in una notte cieca. Sballottata di qua e di là. Nessuna direzione da prendere. Solo battiti di ali. Affannosi.
Uno sguardo frettoloso all’orologio. Per la quinta volta. In 5 minuti. Ogni minuto. Impazienza.
Sono sicura che verrà.
Notti intere passate a pensare. Insonnia. Pensieri. Lugubrazioni mentali. Pagine e pagine avidamente consumate. Rimbalzi. Ping-pong di vocaboli. Flash. Istantanee sul mondo. Astrazione. Intenzione. Apprensione. Angoscia. Visioni. Immensi porcili. E grandi carri bestiame che li attraversano. Fra risa volgari e scempi di intelligenze. Nessun tempio dove riparare. Dannatamente soli.
Le strade della mia mente non hanno più segnaletica da rispettare. Ormai. Traffico impazzito. Inferno.
Luca dice che è solo un problema di stress il mio. Lui cerca di darmi sempre ottimi consigli. E anche qualche bianca pillola che – mi assicura – potrebbe rasserenarmi. Ne è convinto. In genere le prendo e le lascio lì, sul comodino. Ogni tanto le osservo. Potrei essere affascinata dall’idea. Riempio sempre un bicchiere d’acqua per l’occasione. Ogni sera. Chissà …
Il tic-tac della sveglia mi rimanda al ritmo incalzante del tempo. Tic-tac. E un altro minuto che passa. Aspetto.
Non l’ho mai detto neanche a Luca. Inizio ad avere paura di questo tarlo che si insinua sempre più subdolo nella mia testa. Ne riconosco l’embrione. O almeno credo. I chiari segnali. Tutto mi parla di lui. Seppur mascherato … riconoscibile. Sta covando in me il germe della pazzia.
Ma il mio involucro è perfetto. Mai conservato meglio. Paradossalmente. Figlio ubbidiente di questi tempi. Immagine impeccabile. Apparenza.
Nessuno sembra rendersi conto che il marcio è dentro. E scava come un verme. Parassita affamato. Vorace. Ti succhia fino all’ultima goccia. L’ultimo filo di buon senso.
E quelle invitanti piccole bianche …
Ne sono sempre più convinta. Tra un po’ lei sarà qui.
I contrasti mi hanno sempre affascinato. Le emozioni hanno sorretto il mio vivere. Non i cattivi esempi. Neanche le oscene rappresentazioni dell’esistenza. Non cercate lontano quindi. E’ proprio qui. Nella curiosità. Tanta. Nella disperazione. Nella solitudine. O altro.
Luca oggi mi ha telefonato. Ha ripetutamente chiesto notizie sul mio stato. Forse è preoccupato davvero. Possibile.
“Sto bene” ho risposto. Mai stata meglio. La verità. Voglio tanto bene a Luca. Ma lui ha continuato a regalarmi pillole. E consigli. Pillole e consigli. Senza capire. Pillole e buone parole. Apprezza il mio involucro. Anche lui. Quello sano. Povero Luca. Gli voglio bene, anche se neanche lui ha mai capito. E ora non servirebbe. A niente.
Stasera ho svuotato quel bicchiere dunque. Luca forse non apprezzerà. Ho deciso di seguire in parte il suo consiglio. A modo mio, si intende.
Rampa di decelerazione per i miei pensieri. Ora riesco addirittura a fermarli e a giocare con loro. Presente e passato. Spunta qua e là anche qualche ricordo piacevole. Inizio addirittura a star bene. Il passato rincorre il presente. Anche il tempo sembra aver rallentato la sua corsa. Non più pipistrello impazzito, nessun affannoso battere di ali.
Quasi accattivante questo torpore che sembra essersi appropriato del mio corpo.
Mentre questa notte apre dunque gli occhi sul mondo io, serenamente, cerco di chiuderli.
Lei è qui. Puntuale. Ed è venuta solo per me. Non posso farla attendere.
Finalmente riuscirò a dormire. Finalmente. Dormire. Stanotte.

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 7 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano