WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Wednesday November 22nd 2017

La Banda d’italia

LA “BANDA D’ITALIA”
a cura di Paolo De Gregorio – 20 dicembre 2005

Appena dopo le dimissioni del Governatore Fazio si vedono già le avvisaglie di come andrà a finire la cosa: stuoli di famosi avvocati che si schierano, il Berlusca che giura sulla “probità” del Governatore, inutili appelli di Ciampi all’etica negli affari, tentativi di politici e media di minimizzare i fatti, imbarazzo della Santa Sede che in un recente convegno su “Etica e denaro” aveva nominato Fazio relatore, e già si vede in controluce l’inciucio politico tra maggioranza e opposizione, entrambe colluse nella scalata alle banche, che finiranno per insabbiare ogni cosa e magari useranno il metodo berlusconiano di mettere sotto accusa i magistrati che indagano.
La cosa è grossa, più di tangentopoli, non solo per il volume di denaro in ballo e la nuova configurazione del potere nell’editoria e nel credito, ma perché è un fatto che svela in modo evidente che le strategie di conquista economica sono simili tra destra e sinistra, e che la massima istituzione di garanzia e di controllo sulle banche, invece di mandare tutti in tribunale, ha svolto un ruolo di complicità e di regia, infrangendo deontologia e tradizioni di grande correttezza dell’Istituto.
E’ il segno dei tempi, con un premier plurinquisito, che si è fatto leggi a suo uso e consumo, con condoni che hanno premiato speculatori edili ed evasori fiscali, ecco emergere i furbetti di ogni orientamento politico che, annusata l’aria, hanno pensato bene di poter giocare pesante, visto che dentro questo gioco c’erano gli interessi dell’Unipol che avrebbero bilanciato quelli della Banca di Fiorani, sicuri di poter contare reciprocamente sulla non belligeranza.
Lungi da me il voler entrare nell’intreccio e nel groviglio dei personaggi e delle manovre, ma desidero fare solo alcune considerazioni: la prima è che non vi è più grande differenza tra destra e sinistra. I partiti maggiori ormai sono strutture organizzate autoreferenziali, cercano alleanze economiche, visibilità, denaro, sui grandi problemi della globalizzazione, dell’immigrazione, delle alleanze internazionali, dell’energia, dell’ambiente, della giustizia hanno posizioni molto simili.
Proprio la mancanza di antagonismo tra destra e sinistra ha reso possibile questo enorme imbroglio delle scalate alle banche ed al Corriere della Sera, rendendo visibile una facilità estrema, tutta italiana, di aggirare leggi e regole nei più alti livelli politici, economici ed istituzionali.
Un’altra osservazione molto triste è quella di constatare l’avvenuto approdo del movimento cooperativo, che doveva essere il nucleo di difesa, di contropotere e di orgoglio dei lavoratori, al campo e ai metodi del capitalismo, ormai concorrente e sodale dei boiardi e dei “raider”.
L’ultima amara constatazione è quella di aver visto il Vaticano, da sempre vicino a Fazio e Fiorani, intervenire nelle prime fasi dell’inchiesta a censurare l’uso da parte dei magistrati delle intercettazioni telefoniche che incastravano i protagonisti della vicenda scalate, perché “lesive della libertà”, con interventi del massimo livello del cardinale Ruini e nei mesi successivi osservare un diminuito entusiasmo nel difendere questi personaggi, vista la piega che prendevano le indagini.
Come laico sono scandalizzato nel vedere una organizzazione potente e spregiudicata come la Chiesa entrare in tutte le vicende politiche e tentare di influenzarne il corso in nome della “libertà religiosa”. Sarebbe ora di dire che nessuno, nemmeno uno come me, mette in discussione la libertà religiosa, ma che essa deve avere la sua espressione naturale nelle chiese dove i preti possono dire ciò che vogliono e avrebbero il loro bel da fare nel cercare di far comportare secondo i comandamenti le loro pecorelle.
E, visti certi personaggi che frequentano le chiese, non credo che potrebbero occuparsi d’altro.
Paolo De Gregorio

Related Tags:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 11 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano