WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Friday November 17th 2017

Fantacalcio

Maledetta Juve!
Fin da quando ero ragazzo aspettavo questo momento.
Esultare, schizzare come un grillo, correre verso la Fiesole con un sorriso che arriva alle punte delle mie mani, aperte ad un abbraccio di migliaia di spettatori increduli.
“Goooollll!!!” Urlo come Tardelli in un lontano sabato scolpito nella memoria di quelli della mia età.
“Goooollll!!!” il terzo in venticinque minuti, a sfiorire sguardi abituati a vincere.
Il mister, dopo che, ancora dubbioso, ha deciso che tanto ormai era la sua ultima partita su quella panchina e che valeva la pena fare la più grossa bischerata mai ricordata su un campo di calcio facendomi entrare sul due a zero per la Juve, non riesce a credere ai suoi occhi.
Quest’anno ci è toccato fare la Partita della Salvezza, l’umiliazione autorizzata delle piccole squadre da parte dei tre grandi club dei potenti d’Italia. Le ultime tre squadre classificate nel campionato nazionale, per non retrocedere devono vincere con Inter, Milan o Juve, con sorteggio a caso.
Ovvio il risultato, dai tre ai cinque gol di scarto, a favore delle grandi, che partecipano alla European League.
“Goooollll!!!!” e quattro in trentadue minuti.
Quattro a due, non mi fermano più, sono un razzo imprendibile, il pallone mi riconosce, sono colui che cercava da sempre, l’anima mite dal cuore puro che riesce a carezzarlo e non a schiaffeggiarlo, che lo nasconde ai prepotenti, che lo rende perfetto nelle traiettorie, che lo colora di Primavera in giornata d’estate.
“Goooolll!!!!” gioco quasi da solo, i miei compagni sorridono immobili al mio passaggio con l’incredulità di un bimbo di fronte a Babbo Natale, gli avversari con gli occhi semichiusi dall’odio cercano il colpo massacratore mentre sfilo tra i loro corpi con la velocità dei pensieri.
Riescono anche a prendermi ma solo dove voglio io, in area.
Siamo cinque a due a tre minuti dalla fine.
Arbitro, puoi anche darlo il rigore, non aver paura.
Lo fischia.
Lo batto io, lo voglio battere io.
Siamo nel 2022, ho sessantaquattro anni. Lo Scanner Organico di mia invenzione mia ha ricostruito fisicamente. Senza sostanze dopanti, Solo con la forza di un ventenne e, questo lato un po’ più celato, con capacità decuplicate. Quando mi fece il provino, il mister era rimasto impietrito come lo è adesso.
Guardo la porta, oltre la rete, lontano seduto in curva, un bellissimo bimbo. La rincorsa è breve, il tiro potente, la rete si gonfia strappandosi. Il pallone continua la sua corsa verso l’alto, sembra quasi trasportato dal vento e, docile, si ferma tra le mani del bambino.
Sorride.
Sorrido anch’io.
I tifosi invece ridono. Non riescono a crederci.
Invece devono crederci, perchè il più bel gioco del mondo è tale solo se non c’è risultato scontato.
Fischio finale.

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 4 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano