WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Wednesday November 22nd 2017

Biscotti secchi nel caffelatte di una volta.

Settimana scorsa stavo facendo l’orto a Nino Benvenuti. La via non me la ricordo. Lui non c’era perché era in tournée con i Dik Dik: fa quello che dà fuori le bibite e i panini. Arrotonda, perché la pensione di pugile è quel che è. Con quel che costa la verdura, tocca che ti fai fare l’orto.
Scavo e picchio con la vanga su un gnocco di ferro: il tirapugni di Mazzinghi, quello di Mazinghi-zeta. Lo porto a stimare da un orefice di Ponte Vecchio, ma quel giorno c’è sciopero degli estimatori. Per recuperare il costo del biglietto compero una scatola da 24 di gessetti Giotto e mi metto in piazza della Signoria a fare il madonnaro. Mi disegno i 10 comandamenti sulle unghie dei piedi. ”Non desiderare la donna d’altri” mi finisce sul mignolino del piede destro: c’è mica tutta ‘sta differenza col “Non avrai altro Dio all’infuori di me” del mignolino del piede sinistro.
Passa di lì Joe Cocker e me li vuol comperare per il Guggenheim; bravo gli dico, dopo io resto a piedi. Lui non capisce la finezza della lingua e mi fa salire sulla canna della sua vecchia Raleigh coi freni a bacchetta, che i cinesi l’hanno copiata subito. Non la canna, che loro hanno l’oppio.
L’Oro Saiwa da piccolo era in competizione coi Colussi: viva viva gli indiscussi di Perugia biscolussi. Noi i soldi erano quelli che erano (come i pugili in pensione, ma noi eravamo in affitto): comperavamo i cubi di latta 30×30 dei Colussi che dentro c’erano biscotti per un esercito. La mattina a colazione facevamo la basgia col latte e il caffè del pentolino e poi su fino all’orlo di biscotti. La panna la tiravo via perché quarantanni dopo mi veniva il colesterolo.
Però vangare è mica bello: mi vengono i calli che mi sembra la piantina di Venezia. Ho provato a mettere i guantoni del Nino, ma sono sbrindellati e vien su le vesciche.
Quando torna gli dico che vado anche io a vendere i panini coi Dik Dik. Non dentro: dentro c’è il prosciutto con la robiolina.
I Dij Dik ho tutti i loro dischi. Spero non si accorgono che gli mancano.

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 11 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano