WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Monday January 22nd 2018

MAFIA PARADE (tengo famiglia, eh …)

MAFIA, L’OMBRA CHE CAMMINA

La mafia, è giusto si cominci a parlarne, per levarle quell’alone di proibito, di misterioso, di peccaminoso.
La gente deve imparare a viverla con gioia, con serenità, per quel fenomeno naturale che rappresenta.
Come è successo con la sessualità.La Sicilia ha esportato la mafia in tutta l’Italia e in tutto il mondo. All’estero tutti ce la invidiano – e ce la copiano. La mafia è più conosciuta di Prodi e di Leopardi: essa, è il vero made in Italy.
Senza la mafia, la Sicilia sarebbe ancora una regione sottosviluppata.
Senza la mafia, Berlusconi non sarebbe mai diventato presidente del Milan.
Senza la mafia, la Sicilia non avrebbe mai avuto eroi del calibro di Falcone e Borsellino.
Senza la mafia, uno come Cuffaro sarebbe finito su di una brutta strada.
Comunque, la mafia non esiste.

DELLl’UTRI, LA FORZA DELLE PROVE

Bondi, quando appresa della condanna di Dell’Utri, si guardò intorno attonito, perso il barlume di genialità che normalmente bivacca nel suo sguardo. Come un fanciullo cui abbiano tentato di far credere che il dogma dell’Immacolata Concezione non sta scritto nel Vangelo ma l’ha proclamato il papa poco più di un secolo fa. “Ma come, colpevole? È innocente, io lo so, perchè ne son certo. E ne son certo perché lo so. E’ innocente perché non può essere colpevole. E se non è colpevole, non può che essere innocente. Come possono i giudici non tener conto di prove così inoppugnabili?”

(Ansa). MAFIA, OPERAZIONE CONTRO RETE PROVENZANO. PISANU: LO BRACCHIAMO.

Lo vedo, il Beppe braccobaldo, che bracca il superlatitante, l’imprendibile primula rossa della mafia: 41 anni di latitanza! Il suo – del segugio – naso è perennemente in fibrillazione, come il pennino di un sismografo che registra i minimi movimenti del Provenzano. Gli amici e collaboratori, ormai, lo chiamano Pinasu. Sniffa mafiosi lontano un chilometro, tanto che alle riunioni di partito non lo fanno più entrare, perché gli prende quasi un’allergia.
Lo bracchiamo …. da 41 anni. I bracconieri sarebbero già morti di fame, agente ZeroZeroBeppe.

LA DDA (Direzione Distrettuale Antimafia): IL BOSS RIESCE A SFUGGIRE PERCHE’ QUALCUNO LO INFORMA.

Il crollo di un mito: tutti si pensava che il Provenza fosse un figo della madonna che seminava i pulotti come Valentino Rossi con gli avversari – invece no, c’è uno che da 41 anni lo informa sulle mosse degli investigatori. Ha cominciato che era piccino, a fare la gola profonda – poi sono cresciuti insieme. Magari gli hanno anche messo su apposito ufficetto, in questura. O in qualche segreteria politica.
Ora Provenzano si sente alla fine della corsa: quell’umile, fedele servitore dello Stato è lì lì per andare in pensione: avrà un sostituto o davvero la primula rossa della mafia ha le ore contate?
Si teme un’alleanza strategica con Bin Laden e con il pareggio di bilancio dello Stato italiano, altri due celeberrimi imprendibili.

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero interessarti anche:

Related Tags:
Previous Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 9 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano