WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Monday January 22nd 2018

EDUCAZIONI EMOTIVE

_____________________

Fermarsi per un momento, davanti alla finestra chiusa sul cortile della scuola
Rincorrere con lo sguardo le ombre dei presenti che parlano nel vento
per raccontare il tempo che non si ferma
a chi non si è fermato.

Pezzi di vetro rotti sugli asfalti sporchi
merde di cani a terra ricordano, l’indifferenza.
Le piogge acide e grigie nei pomeriggi di solitudini e tivucolor accesi
Milano, metropoli moderna, vetro e cemento,soldi e tangenti,lacrime e sorrisi.

La Storia persa nell’incomprensione, del non saper parlare le cose della vita
e viaggi che smbravano infiniti, sono tornati nelle Stazioni di partenza
bagagli vuoti, vestiti stropicciati
ipocrisie impostate, parole spente nei silenzi imposti.

Quì parlo ancora del gioco degli inganni non voluti,
quello da conformismo istituzionale
se dici il vero ti bruciano da vivo
se sai gestire il falso ti premiano davvero.

Dovevo attraversare questo itinerario
per realizzare il senso delle cose
che mi ostinavo a rifiutare per contestare meglio
ora sembra più facile, fingere d’essere quello che non sono.

Ma che importanza ha per questa Storia
parlare dei ricordi personali
vezzi narcisi e assurdi
ma non è questo il punto.

Ho già percorso IL VIAGGIO
che l’anno successivo è divenuto IL GIOCO
e raccontavo ancora dentro i miei quaderni, che OLTRE NOI volevo andare
io sono, appunto, ancora quì, a raccontarti, a raccontarmi.

Di quella Donna che ho conosciuto, dieci anni fa il sorriso,
poi entrava nel profondo dei segreti, rompevi le certezze quotidiane
giocavi le emozioni e gli equilibri, in casa d’altri certo, il gioco era più bello
ora, nascondi nel silenzio le parole che vorresti dire.

Mi raccontavi un tempo le Storie di Tuo padre e di Tuo nonno
Anarchici invecchiati di saggezza
e della Libertà che Ti hanno poi insegnato
delle montagne, del senso della vita che Ti accompagna sempre in ogni cosa.

Parlavi con mè ribelle di schemi e forme, filosofi impazziti e musici suicidi
Ti confidavi come un’Amica ad un Compagno
ma le emozioni sottovalutate, poi hanno ribaltato un gioco lineare e lieve
nel fragile presente che io sento, Tu cara Amica, ancora oggi nel mio cuore VIVI.
____________________________

A L. A. M. – 1987 – 1997 Per i dieci anni di un’Amicizia difficile.
____________________________

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero interessarti anche:

Related Tags:
Previous Topic:
Next Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 12 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano