WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday April 21st 2018

MASADA 19-11-2004

…pensavo a un giornalino fatto da tutti, partendo dalle cose che si leggono in internet e specialmente da quelle segnalate da voi o dai vostri commenti… o almeno da quello che piu’ mi colpiva delle infinite letture che faccio e che ovviamente non posso tutte riportare…pensavo a un Fronte di Informazione Resistente.
——
…..no comment……..
“Terrorismo. Secondo Vladimir Ustiniv, procuratore generale della Russia, bisogna sequestrare i familiari dei terroristi piu’ sospetti finche’ costoro non si arrendano. L’ha detto nella maniera piu’ formale possibile, in una seduta solenne del parlamento russo. “
(Riccardo Orioles)

Sara’ meglio che al prossimo sciopero contro la Finanziaria, il 30 di novembre, ci portiamo dietro le pentole per picchiarci sopra con i ramaioli, come fanno in Spagna, per far sentire forte a questo governo sordo quanto siamo incazzati.

….. espropri proletari….
Riccardo Orioles:
“Le principali banche italiane hanno espropriato ai loro poveri clienti … 63 miliardi di euri con interessi passivi trimestrali usurai e illegali. Misure straordinarie sono state disposte dalle Questure delle principali citta’ italiane per prevenire il ripetersi di simili episodi. Da questa settimana davanti a ogni banca stazioneranno degli appositi vigilanti, riconoscibili dall’apposita divisa, col compito di impedire ulteriori atti di appropriazione a danno dei cittadini. Le leggi vanno rispettate, tolleranza zero”. Da oggi, dunque, possiamo sentirci tutti piu’ tranquilli. e rassicurante divise blu permetteranno anche alle vecchiette di passare tranquillamente davanti alle banche con la propria pensione nella borsetta. Il vigilante sta li’ per questo, per impedire che la banca improvvisamente esca sul marciapiede e si metta a rapinare i passanti. Magari giustificandosi poi come “vittime della societa’ dei consumi.”
riccardoorioles@libero.it
—-
I Disubbidienti cretini che rubano Cd e libri Feltrinelli non hanno capito niente.
Rubate opere d’arte, diritti del lavoro e reperti archeologici, rubate territorio, pensioni alle vecchiette e salario ai lavoratori, unitevi alla gran massa dei marpioni pre-assolti. Anche nel feudalesimo se prendevano il ladro di quaglie gli tagliavano le mani ma se rubava un castello lo facevano Barone.
—-
Ricordo uno che scrisse la sua indignazione perche’ un elicottero era andato verso le due Simone e un elicottero costa. L’onorevole(?) Cirino Pomicino, parlamentare riciclato dalle tangenti all’Ulivo, si scoccia dei voli di linea verso i suoi impegni a Strasburgo e chiede e ottiene che il 31° stormo dell’Areonautica di stanza a Ciampino faccia servizio sistematico per i 23 eletti, Roma-Strasburgo! Peggio di pera che va ai funerali di Arafat con un aereo tutto per lui schifando gli altri parlamentari! E’ il potere, eccheccazzo! Quale perversione masochista ha spinto il cento sinistra a proporre come candidato europeo uno dei maggiori mazzettari di tangentopoli? Non bastava riciclare da FI D’Antoni e rivalutare de Mita!!?? E ci avevamo gia’ Andreotti che vale come cento mafiosi tutti insieme!!
—-
….fame o rigetto…..
“Telefono Azzurro. Si abbassa l’eta’ dei disturbi alimentari. “Per le ragazze la possibile insorgenza e’ scesa dai 14-16 anni agli 11-13. Nel 65% dei casi si tratta di bulimia, nel 35 % di anoressia”.
(Riccardo Orioles)
—-
Il 44% degli italiani, secondo l’Istat, ogni fine mese ritiene di essere nei guai.

…. e il milione di posti di lavoro?………
Giovani senza lavoro in Campania: 58 per cento.
——–
…….illiceita’ molto critiche…….
Fisichella licenzia Dario Mattiello per una foto al Gay Village di Roma. Tanto per far peggio si scusa dicendo che ha indagato sui siti gay internet del Senato e ha visto che il suo segretario li frequentava. Un simile uso dei dati internet del Senato sembra alquanto poco democratico e anche alquanto poco lecito. La Prestigiacomo assume il tapino licenziato
—–
….vieni avanti, dio!…..
Sara’ bene che dio, se c’e’, si faccia vivo, dichiarando: “Sono frocio, gay, maschio, femmina, ermafrodita, trans, omo ed etero, lesbico, omosex, frigido, algido, ninfomane, arrapato, agnostico…in verita’ di come fate sesso o non fate sesso non me me frega niente, era una cosina che avevo messo in piu’ come opzional per farvi divertire, come l’autoradio. Badate a dove state andando che’ correte verso la morte e non ve ne accorgete neanche, perche’ avete le casse acustiche cosi’ a pieno volume che vi rimbambiscono!”

…..rischi………
A proposito del Mattiello, se lo scempio omofobico dilaga, non e’ che la Prestigiacomo possa assumere tutti.
—-
…al peggio c’e’ limite?…….C
hiedo: non e’ che il ligio costituzionalista Fisichella, vicepresidente del Senato, ha commesso un grave attentato contro la Costituzione? Esiste ancora quell’articolo 3 (o e’ stato abrogato da Gelli?) sui diritti fondamentali e inviolabili dell’uomo, per cui tutti i cittadini sono pari… senza distinzione di SESSO, e di razza, di religione, di OPINIONI POLITICHE, di condizioni personali e sociali…..”? Ed e’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale (un licenziamento come lo chiamiamo?) che, limitando di fatto la liberta’ e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del paese” !?
Fisichella e’ un monarchico (sig) di AN. Ancora lo stimavamo come persona corretta. Dicevamo: non c’e’ solo Tremaglia per fortuna in An, c’e’ anche Fisichella! Ora ci rammentiamo governi che gli omosessuali li bruciavano nei lager. E’ li’ che stiamo cercando di arrivare? Li mandiamo tutti in villeggiatura, gli omosex, come diceva Berlusconi, insieme ai terroristi e ai comunisti rossi? Magari in qualche Abu Graib americana, noto sito di villeggiatura! Siamo al clerical-fascismo che prelude al bush-nazismo? Insomma eroinomani va bene, mafiosi pure, piduisti non si discute, ladri tutti, assassino qualcuno e se ne vanta, ma anche culattoni, no eh…..!!

Leggo spesso post o mail di trotskisti, leninisti, comunisti, antimperiarialisti, sinistresi-anti-mondialisti, lottacontinuisti… A loro e ai DS, Comunisti Italiani, Rifondaroli etc, vorrei chiedere: ma come cavolo intendete portare avanti la rivoluzione proletaria? aggredendo la gente verbalmente nei post? vantandovi dei testi critici del capitale che avete letto e mai applicato? mettendovi contro tutto e tutti solo a parole? continuando a condurre la vostra vita che piu’ borghese non si puo’? vendendo giornaletti porta a porta? colludendo sfacciatamente col capitale al potere e difendendone anche le pregiudiziali? mettendovi ogni volta che potete contro la democrazia o le speranze della gente?
—-
Dedicato ai post fascisti, post comunisti etc.
Mi dispiace
Ma come c’e’ sempre qualcuno che e’ piu’ a sud di qualcun altro,
cosi’ c’e’ anche sempre qualcuno che e’ piu’ post di tutti gli altri.

………acqua alla gola……..
Il 30 novembre sciopero contro la finanziaria. A Maroni che accusava i sindacati di fare uno sciopero ‘politico’, Pezzotta finalmente ha risposto : “Sì, è uno sciopero politico, nel senso che lo fa un soggetto politico autonomo, che è il sindacato, e che chiede il cambiamento di una politica che non traina lo sviluppo e drena risorse”. Alla buon’ora! A forza di fare i non politici stavamo sparendo dalla faccia della Terra. A parte che questo appiattimento io non l’ho mai capito, se siete dei masochisti non mettetevi coi sadici o l’Italia sara’ governata da un manicomio! Se avete dei problemi, curatevi, non fate politica! Nella finanziaria ci sono ben 8 tasse che ci porteranno via 10 miliardi di euro in piu’, 20.000 miliardi di lire. Alla faccia della riduzione fiscale! Va bene l’arroganza del potere e le bugie del potere..ma c’e’ un peggio anche alla fine, come diceva Dotto!
Per dare ai piu’ ricchi una ulteriore ricchezza di cui non sapranno che farsene e che dilapideranno in borsa o delocalizzando il lavoro o comprando qualche Rembrandt, si affamera’ qualche infinita’ di persone che sta gia’ alla fame e Berlusconi si gloriera’ di aver rispettato il patto con gli Italiani. Intanto i consumi si stanno ancor piu’ riducendo, e aumenta il numero di negozi che chiudono e di lavoratori a spasso. E non e’ che il lavoratori a spasso comprando di piu’, come diceva lo spot. Ma abbiamo il piacere di sapere che un invalido col 100% di invalidita’ puo’ essere sfrattato senza che lo stato provveda a lui in alcun modo. Anche il 20% di acqua minerale venduta in meno, se da una parte puo’ farmi piacere pensando alle multinazionali mafiose dell’acqua, dall’altra, per le zone del paese che non hanno acqua bevibile o non hanno acqua affatto, mi fa una gran rabbia e penso a quanta acqua, cibo, medicine, asili, ci stanno in quei soldi che i piu’ ricchi ruberanno ai piu’ poveri, grazie al compiacente fisco di Berlusconi. Quei cittadini che ora si priveranno anche dell’acqua in bottiglia saranno loro a dover essere, paradossalmente parlando, con l’acqua alla gola.

……confini troppo stretti………
Berlusconi e’ stretto tra il patto di Maastricht (contenimento del bilancio, non sovvenzioni alle imprese e democraticita’ degli istituti) e le grottesche, o dovrei dire tragiche, promesse che ha fatto alla destra estrema (riduzione delle tasse e depenalizzazione dei reati finanziari), al cattolicesimo estremo (ritorno a un oscurantismo medievale fanatico e oltranzista), a Bush (riarmo attraverso acquisto di armi americane, appiattimento all’ideologia neo-anglicano-liberista e presenza bellica in Irak o ovunque Bush voglia), alla mafia (condoni, depenalizzazioni e allentamenti sulla repressione criminale), alla P2 (presa di potere totalitaria), al paese (ripresa, sviluppo, progresso, uscita dal tunnel della recessione), ai compagni di merenda (cui deve dare prebende e false illusioni di potere), e infine a se stesso (aumento esponenziale dei propri soldi e potere con diminuzione esponenziale della propria responsabilita’ penale e elettorale). Come si vede, il patto di Vespa e’ nulla in confronto a questo cubo di Rubik.Non c’e’ persona piu’ forte ma meno libera di Berlusconi! Nessuna meraviglia se gli cadono i capelli e gli son tornate le borse sotto gli occhi. Il giochetto del tizio che doveva trasbordare sulla stessa barca capra, lupo e cavoli, diventa un gioco da ragazzi. Non abbiamo dubbi che avra’ amici inconfessabili pronti a dargli suggerimenti contorti. Il dubbio tremendo e’ che trovi (come in passato) amici visibilissimi che gli danno aiutini altrettanto contorti dall’opposizione.
—-
Da Aprile: “O Siniscalco trova i soldi o va a casa e qualcun altro li troverà.
“Marzano vorrebbe mandare in malora il rapporto con l’Europa, superando i vincoli del patto di stabilità”, cosi’ come ha mandato in malora i consumi italiani. Ma l’Italia ha un micidiale debito pubblico che Berlusconi con la sua politica dissennata continua a far crescere. Non rispettare i vincoli di Maastrich significherebbe allargare il buco del bilancio. Uscire dall’Europa ci farebbe fare in un istante la fine dell’Argentina, banche chiuse, ritorno alla lira, svalutazione galoppante, miseria assoluta, caos, moria di bambini e anziani, baratto…
“Altre strade: niente contratto per i dipendenti pubblici, o dar loro due lire.” Nemmeno la DC ha osato mai colpire i dipendenti statali, che hanno sempre costituito una bella base elettorale, pensate alle assunzioni nelle Poste o in Sardegna o in Sicilia… Oggi gli unici ad avere un contratto valido sono rimasti gli statali, una enclave protetta. Ricordiamo che questa idea di precarizzare il lavoro degli statali o di ridurne il numero o lo stipendio la sentii da Berlusconi gia’ agli inizi del primo mandato, ma i voti a qualcuno glieli deve pur prendere, e ora che i commercianti e gli imprenditori cominciano a essere incazzati, sara’ meglio che stia attento a non distruggersi troppi elettori, altrimenti futuri brogli di tipo bushiano non gli basteranno. Ma dice: “oppure si colpiscono i pensionati, ritardando l’andata in pensione di migliaia di lavoratori. “ Ricordate la regola di Gelli delle pensioni solo dopo i 60 anni?
Aprile: “Arriveremo a una mostruosità: saranno i cittadini a più basso reddito, i pensionati e coloro che in pensione dovrebbero andare a regalare palate di milioni ai ricchi, straricchi, quelli che godranno dell’aliquota al 39%. Pagheranno anche gli imprenditori, le piccole imprese perché per la riduzione dell’Irap forse si potrà arrivare alla stratosferica cifra di 30, 40 euro al mese”. Stratosferica?!
—–
Berlusconi non fara’ il rimpasto. Ormai ne ha fatti 5 o 10, ma nega. Negare sempre, come dicono i mammasantissima. Fa ridere che voglia una legge che dia al presidente del consiglio la potesta’ di cambiare i ministri senza rischiare la crisi di governo. Ma non e’ quello che sta gia’ facendo?
—-
In barba alla legge sulla privacy, e malgrado la Costituzione italiana e le garanzie del diritto penale, 400.000 telefoni italiani sono sotto controllo telefonico. Secondo voi sono tutti sotto indagine giudiziaria? Non credo proprio. Credete che sorveglino Berlusconi, Dell’Utri, Previti, i Provenzano, i Badalamenti, i Brusca…? Ma no, sorveglieranno quel fessacchiotto di Casarini, quell’altro fessacchiotto di Caruso, e poi Biagi, Agnoletto.. e sicuramente Padre Alex Zanotelli che e’ un grandissimo sovversivo terrorista! Ognuno tiene i nemici che sceglie. Ovviamente. Cio’ dipende dalla parte in cui sta. Per fortuna solo pochi ormai usano il telefono. La gente normale usa Internet e internet e’ sotto gli occhi di tutti. Non c’e’ proprio nulla da controllare. Le uniche cose che si dovrebbero controllare sono le collusioni criminali dei potenti, ma quelli sono i mandanti dei controlli. Come diceva Platone: “Chi controllera’ i custodi?” Del resto la prima operazione che fece Berlusconi fu di mettere sotto di se’, ai suoi diretti comandi, SISDI e SISMI. Non so quale fu la prima operazione che fece D’Alema. Forse ingrandi’ la barca e si compro’ le scarpe nuove. Ma queste, ormai, sono cose che fanno solo ridere.
Scrive ADC su Aprile: “A tutto questo si somma l’inquietante notizia che oggi tutte queste intercettazioni sarebbero immediatamente disponibili e analizzabili da un unico grande cervellone presso la procura di Potenza. Progettato da Telecom, Enigma… sarebbe in grado di monitorizzare e incrociare i dati di tutte le conversazioni telefoniche delle utenze controllate, sia di quelle Internet che di quelle telefoniche: per nome, numero, parole chiave.”
Insomma di incrociare i dati fiscali, le varie transazioni incrociate con carichi e scarichi, non sono capaci, ma di spiare le nostre futili conversazioni, si’. E la chiamano democrazia. Guardate, guardate il Grande Fratello che il grande Fratello intanto guarda voi!
——
Mail di Maurizio:
“Un contabile afroamericano di 33 anni offri’ uno dei suoi reni ad un pensionato bianco di 64 anni, in lista di attesa per un trapianto. Cio’ che aveva messo in contatto tra loro i due soggetti cosi’ diversi, che altrimenti non avrebbero nulla da spartire, era il fatto di giocare insieme a bowling. In America questo forte legame era tipico di molti club e associazioni, ma anche dei gruppi di amici che si ritrovano regolarmente a giocare a poker o tra i vicini che organizzano le
grigliate. Le reti sociali sostengono le persone, non soltanto perche’ producono maggiori obblighi e controlli, ma anche perche’ orientano la gente alla reciprocita’ e alla fiducia; in altri termini, creano valori, norme e aspettative che
rendono piu’ coesa la vita collettiva. “
(Insomma giocate a bocce e non fate la guerra)

……ossimori…..
guerre umanitarie
crociate infedeli
patrie delocalizzate
paradisi finanziari senza controlli fiscali
interessi sugli interessi
petrolio che va giu’ e azioni che van su
OGM per la fame dei brevettari di OGM
Il mondo alla rovescia prevede uomini rovesciati
che pisciano con la testa e chiamano idee le loro urine
che il vino stia fuori, e il fiasco dentro!
l’uomo ha perso l’anima ed e’ rimasta la bestia
la bestia non ha pane per l’umano.
—–
Non e’ lecito uccidere i registi. Ma perche’ dovrebbe essere lecito chiamare gli islamici “goat fucker”, “sodomizzatori di capre”?
—-
………questo e’ democratezza
che si fugge tuttavia
Chi vuol essere lieto sia
del doman non c’e’ certezza”
Da Aprile:
“Forget the hearse ’cause I’ll never die
I got nine lives cat’s eyes
Using every one of them and runnin’ wild”

(Dimentica il carro funebre perché io non morirò mai
Ho gli occhi di un gatto con nove vite
Le userò tutte quante e farò un macello)
(“Back in Black”, 1980)
(Canzone sparata a tutto volume dai soldati americani sulle rovine di Falluja)

Stefano Rizzo: “Durante la guerra del Vietnam, come racconta Coppola in Apocalypse Now, la cavalleria elitrasportata suonava la Cavalcata delle Walkirie mentre mitragliava un villaggio e lo bruciava con il napalm; durante la prima guerra del Golfo la musica preferita, sparata in battaglia dagli altoparlanti, era “We are the Champions” dei Queen. Non solo musica… a Falluja gli altoparlanti diffondevano insopportabili note sonar ad altissima frequenza, alternandole con grida di bambini e risate isteriche preregistrate, da film dell’orrore. Per sette giorni e sette notti i richiami alla preghiera dei muezzin sono stati soffocati dal frastuono degli AC/DC, mentre i fragori delle esplosioni, il tonfo dei cannoni, il crepitare delle mitragliatrici si mescolavano al rock più sfrenato, al pianto dei bambini, agli sghignazzamenti degli assassini.”….”Si chiama guerra psicologica. E’ sempre esistita, ma quella moderna l’ha inventata il famigerato Generale Lansdale, che negli anni ’50 per conto della CIA guidò le operazioni di controguerriglia nelle Filippine rendendosi responsabile della morte di centinaia di migliaia di civili; è stata perfezionata in Vietnam (molti ricordano gli assi di picche che venivano lasciati sui cadaveri dei nemici uccisi come simbolo di morte certa), è stata applicata a Panama, in Somalia, in Bosnia, nella prima guerra irachena e ora nella seconda.”
…….
…ripuliscono la citta’… trascinano sacchi neri pieni di brandelli di morti, erano neonati, bambini, donne, persone, famiglie…. ride lo yankee col sigaro in bocca mentre si fa fotografare sui resti di Falluja… quella che era una volta una citta’…ride il simbolo dell’America, quella che era, una volta, una nazione democratica…spargete il sale… affinche’ non ricresca niente.. affinché si possa dire che qui la democrazia e’ arrivata… “difendere e diffondere…..” come ha detto qualcuno impostando bene le consonanti…. ‘delenda Cartago’… ‘delenda humanitas’ , ‘delenda pietas’. Il mondo umano e’ finito. Questa e’ l’era delle belve!
—-
Antonietta de Luca: “Per combattere il terrorismo, Mosca disporrà in tempi brevi di un armamento nucleare sconosciuto alle altre potenze. Sembra incredibile, ma potremmo essere di fronte a un riarmo su scala planetaria”.
30 anni fa, nel 72, a Mosca, Brezniev e Nixon si impegnarono in uno dei piu’ importanti accordi in campo militare, la riduzione dei missili balistici, il Trattato Abm, nella considerazione che l’uso delle nuove armi nucleari avrebbe avuto un costo insopportabile per l’umanita’. Iniziava la corsa al disarmo nucleare. Oggi un KGB cinico e disumano e un ignorante e grezzo ex-alcoolizzato ancora piu’ folle stanno decidendo di stroncare il bando e iniziare una corsa verso la proliferazione atomica indiscriminata. Ma contro il terrorismo servono davvero nuove testate atomiche?
http://www.studiperlapace.it/documentazione/abm.html#ii
—-
Sunto da Aprile:
L’America liberal non si e’ ripresa dallo shock dei risultati elettorali, che hanno contraddetto clamorosamente TUTTI i sondaggi e tutte le previsioni, troppo clamorosamente, e centinaia di siti americani con migliaia di americani incazzati neri stanno protestando vivacemente. VOTE FRAUD. Frode elettorale. Con un fiocco nero. Si denunciano brogli ovunque. Come ha detto qualcuno, Bush ha vinto attraverso inganni elettorali; la prima volta li ha fatti alla carlona, la seconda alle grand George. Insomma il potere ti migliora. L’Ohio scrutina le 155.000 schede provvisorie ancora sigillate, sotto gli occhi degli avvocati democratici. Il voto elettronico e’ sotto accusa. Del resto quando sei il primo a votare e la macchina segna gia’ 2000 voti per Bush…! Una macchina touch screen ha regalato a Bush 3.893 voti in Ohio. Se il conteggio delle schede provvisorie e absentee dovesse assottigliare la differenza a un margine inferiore ai 16.000 voti, un nuovo conteggio manuale di tutte le schede dovrebbe avvenire in base alla legge. Improbabile! Questa volta hanno fatto le cose perbenino. Greg Palast, il giornalista che svelò la frode della Florida del 2000, sostiene che il meccanismo applicato all’Ohio è lo stesso usato quattro anni fa: i voti validi si riducono “per magia” nei collegi a maggioranza democratica e in particolare in quelli afro-americani. Per questo nelle schede provvisorie non ancora contate potrebbe esserci una maggioranza schiacciante per Kerry, come 93.000 potrebbero essere i voti annullati per effetto di un “malfunzionamento” delle macchine che non sempre riconoscono i buchi, soprattutto nei collegi neri. L’Ohio ha una macchina elettronica che regala quasi 4.000 voti a Bush. Altrove il conteggio e’ stato fatto a porte chiuse ‘per probabile attacco terroristico’. Qualcuno insinua che l’attacco terroristico lo abbia fatto Bush.

6000 veterani inglesi saranno risarciti della sindrome del Golfo dovuta a uranio impoverito, pesticidi, gas nervino…
da peacereporter
—-
Arundhati Roy:
Sappiamo molto bene chi trae beneficio dalla guerra nell’epoca dell’impero. Ma dobbiamo anche chiederci chi trae beneficio dalla pace nell’epoca dell’impero? Vendere la guerra è un crimine. Ma parlare di pace senza parlare di giustizia può facilmente diventare la difesa di una specie di capitolazione. E parlare di pace senza smascherare le istituzioni e i sistemi che perpetrano l’ingiustizia va ben oltre l’ipocrisia… Non può esserci una pace vera senza giustizia. E senza opposizione non ci sarà vera giustizia. Oggi, non è solo la giustizia in se stessa a essere sotto attacco, ma l’idea di giustizia. L’assalto alle sezioni vulnerabili e fragili della società è così totale, crudele e abile che la sua sottile audacia ha intaccato la nostra definizione di giustizia. Ci ha forzato a limitare le nostre vedute e a ridurre le nostre speranze. Anche tra i benintenzionati, il nobile concetto di giustizia viene gradualmente sostituito dal più semplice, e molto più fragile, discorso dei “diritti umani”. Questo è un cambiamento allarmante. La differenza consiste nel fatto che le nozioni di uguaglianza e parità sono state sfruttate liberamente e sciolte dall’equazione. È un processo di logoramento. Quasi inconsciamente, stiamo cominciando a pensare alla giustizia per i ricchi e ai diritti umani per i poveri. Giustizia per il mondo delle multinazionali, diritti umani per le sue vittime. Giustizia per gli americani, diritti umani per gli afgani e gli iracheni. Giustizia per le caste alte degli indiani, diritti umani per i dalit e gli adivasi. Giustizia per gli australiani bianchi, diritti umani per gli aborigeni e gli immigrati (a volte nemmeno questo). Sta diventando più che evidente che violare i diritti umani costituisca una parte inerente e necessaria del processo di realizzazione di una struttura economica e politica coercitiva e ingiusta nel mondo. Sempre più spesso, le violazioni dei diritti umani vengono ritratte come la sfortunata, quasi accidentale, conseguenza di un altrimenti accettabile sistema economico e politico. Come se fossero un piccolo problema che può venire eliminato con un pò di attenzione in più da parte di alcune organizzazioni non governative. Per questa ragione, nelle aree di intenso conflitto – in Kashmir e in Iraq, ad esempio i professionisti dei diritti umani vengono guardati con una certa diffidenza. Molti movimenti di opposizione, nei paesi poveri che combattono le enormi ingiustizie e contestano i principi che si nascondono sotto ai concetti di “liberazione” e “sviluppo”, vedono le organizzazioni non governative dei diritti umani come missionari moderni arrivati per attutire la brutalità dell’imperialismo per placare la rabbia politica e per mantenere lo status quo (…) L’Iraq segna l’inizio di un nuovo ciclo. Ci offre l’opportunità di vedere la congiura tra le multinazionali e il potere militare, che ha finito per farsi conoscere come “impero”, all’opera. Mentre la battaglia per il controllo delle risorse terrestri si intensifica, il colonialismo economico per mezzo dell’aggressione militare ufficiale sta inscenando un ritorno. L’Iraq è il culmine logico del processo di globalizzazione delle multinazionali in cui si sono fusi il neocolonialismo e il neoliberalismo. Se potessimo sbirciare dietro al sipario di sangue, intravedremmo le spietate transazioni che hanno luogo nel retroscena.
Invaso e occupato, l’Iraq è stato costretto a pagare 200 milioni di dollari americani (270 milioni di dollari) come “risarcimenti” per i profitti perduti alle multinazionali, quali Halliburton, Shell, Mobil, Nestle, Pepsi, Kentucky Fried Chicken e Toys R Us. Oltre al debito disumano di 125 miliardi di dollari americani che l’ha costretto a rivolgersi al Fondo monetario internazionale, che aspettava tra le quinte come l’angelo della morte, con il suo programma di ricostruzione strutturale…Allora qual è il significato di pace in questo mondo selvaggio, dominato dalle multinazionali e militarizzato? Cosa significa pace per i popoli dell’Iraq, della Palestina, del Kashmir, del Tibet e della Cecenia occupate? O per i popoli aborigeni dell’Australia? O per i curdi della Turchia? O per i dalit e gli adivasti dell’India? Che cosa significa pace per i non musulmani nei paesi islamici, o per le donne dell’Iran, dell’Arabia Saudita e dell’Afganistan? Che cosa significa per i milioni di persone che sono state sradicate dalle proprie terre da progetti di irrigazione e sviluppo? Che cosa significa pace per i poveri che vengono attivamente derubati delle proprie risorse? Per loro, pace significa guerra. Sappiamo molto bene chi trae beneficio dalla guerra nell’epoca dell’impero. Ma dobbiamo anche chiederci chi trae beneficio dalla pace nell’epoca dell’impero? Vendere la guerra è un crimine. Ma parlare di pace senza parlare di giustizia può facilmente diventare la difesa di una specie di capitolazione. E parlare di pace senza smascherare le istituzioni e i sistemi che perpetrano l’ingiustizia va ben oltre l’ipocrisia.
È facile accusare il povero di essere povero. È semplice credere che il mondo sia caduto nella spirale di un crescente terrorismo e della guerra. Ciò consente a George Bush di dire: “sei o con noi, o con i terroristi”. Ma questa è una scelta falsa. Il terrorismo è solo la privatizzazione della guerra. I terroristi sono i liberi mercanti della guerra. Coloro che credono che l’uso legittimo della violenza non sia la sola prerogativa dello stato. E’ ipocrita fare una distinzione morale tra l’inesprimibile brutalità del terrorismo e la carneficina indiscriminata della guerra e dell’occupazione. Entrambi i tipi di violenza sono inaccettabili. Non possiamo sostenerne uno e condannarne un altro.
http://www.commondreams.org/views04/1103-20.htm
—-
La frase di oggi:
“Non ci sono piu’ gli uomini di una volta
Lo dicono anche i siti gay.”

Related Tags:
Previous Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 13 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano