WarDrome Sci-fi MMORPG
WarDrome Sci-fi MMORPG
comunità di poesia e lotta dal 2002
Saturday February 17th 2018

LA GIUSTA VIA

Grazie ad un pirata informatico rompicoglioni, siamo riusciti a penetrare nella rete dei computer della Libertà, che fa capo a Giuliano Ferrara. Non è stato poi troppo difficile, è bastato digitare Craxi e c’è stato anche il messaggio di benvenuto. Rovistando tra i file della rete, abbiamo trovato questa bozza di lettera pronta in stampa. La pubblichiamo qui di seguito.Caro giudice comunista,

senza offesa, lei mi fa schifo. Mi fa schifo perché è comunista, ma non solo. Sono sicurissimo che lei ha un’amica, una conoscente, una parente, coi capelli ricci e rossi. E lei mi fa schifo anche perché è illiberale, legalitario, poco creativo, statalista, povero, senza scorta, incapace di cantare, magari anche alto o con troppi capelli. Eppoi sono sicuro che lei, ad un onesto imprenditore costretto a far sparire qualche zero qua e là, avrebbe il coraggio di dargli torto. No, lei è un vero cancro da estirpare, sempre che il cancro non estirpi prima lei. Poi, chi la manda, chi l’ha eletta, quale società segreta le ha fatto fare i soldi, quale politico l’ha aiutata, quale avversario l’ha graziata, quale mammasantissima l’ha sostenuta? Lei ha solo vinto un concorso truccato in maniera francamente stalinista, e non ci ha ancora spiegato con quale soldi off shore è riuscito a pagarsi l’insegnante di sostegno che le ha insegnato a leggere.

Sia ben chiaro, comunque, che io non sono per nulla prevenuto, anzi. La sua faccia non mi piace, anche se non la conosco, sono sicuro che c’ha a casa qualche libro con la copertina rossa. E provi a smentirmi. Lei è uno squallido servo della reazione comunista al progresso del nostro paese. Io so benissimo che i suoi mandanti tramano nell’ombra per rovesciare il mio democratico governo con un colpo di stato, come i comunisti hanno sempre fatto, ad esempio in America latina. Ma sappia che non me ne starò con le mani in mano a lasciarle fare i suoi porci comodi. Mi sono già fatto una legge che mi protegge dai rifiuti dell’umanità come lei, stiamo progettando quella che ci consentirà di trasferirla a Guantanamo al primo sgarro, e siamo sicuri che lei saprà comportarsi come si deve. A tal proposito le abbiamo mandato un souvenir equino: guardi dentro la testa di cavallo, troverà un biglietto. Lo impari a memoria, quella è la giusta via.

Per prima cosa lei dovrà darsi da fare con la criminalità organizzata. In qualunque momento della sua inutile esistenza dovesse vedere degli straccioni in una piazza, io le impongo di segnalarlo a Fini, e di attivare tutti i battaglioni dei carabinieri disponibili. Su quello che succederà in caserma, è tenuto a mantenere il segreto professionale e quello confessionale. In caso di mancato rispetto, le facciamo noi un bel condono tombale. Poi faccia molta attenzione a come si rivolge agli avvocati della Libertà quando osa rivolgere loro la parola. Non si azzardi a mancar loro di rispetto, a contraddirli, a cercare di opporsi in qualsiasi modo. Lei deve fare come Squillante, noi vedremo se comportarci allo stesso modo. E si ricordi che le leggi sono in continua evoluzione, e lei ha il dovere morale di tenersi aggiornato. Stia molto attento che se la becchiamo impreparato le facciamo un servizietto in cemento acido più saporito di un cannolo siciliano. E non pensi male, queste non sono per nulla minacce, ma solo una nota di comportamento che le invia il suo superiore. Perché, come lei sicuramente saprà, il capo dello stato l’ho dimesso l’altroieri, e adesso ci sono io a capo della magistratura comunista illiberale. E le assicuro che sarà mia premura smantellarla nel minor tempo possibile. Per il bene di tutti, soprattutto dei magistrati che hanno smarrito la giusta via.

Comunque, queste note di comportamento (e molte altre), le può trovare nel foglietto illustrativo tra il terzo ed il quarto dente sinistro della testa di cavallo. Se guarda un po’ più a destra, troverà un bossolo d’annata autodeviante raccolto a piazza Alimonda. All’interno ci sarà una serie di rogatorie e documenti segreti riguardo l’affare Telekom Serbia. Nei due saggi scritti da Paolo Guzzanti, lei troverà le prove inconfutabili che Prodi e Fassino hanno messo la bomba sul dc-9 di Ustica assieme a Mitrokhin per sviare l’attenzione dalla strategia eversiva che stavano applicando. Nel requiem cantato di Baget Bozzo, invece, sarà illustrato l’intero procedimento di vendita della Telekom Serbia come l’avrebbe fatto Craxi. Se vuole un consiglio, stia attento ai soldi che ha in tasca. Infine ci saranno le conclusioni di Igor Marini, con allegato il curriculum del testimone chiave. Il tutto sarà completato da una serie di illustrazioni di Forattini sul tema della prostituzione giudiziaria di Stefania Ariosto. Così, tanto per ricordarle quali complotti lei ed i porci comunisti suoi pari avete osato organizzare per impedirci di attuare i piani di rinascita democratica del nostro paese.

Ma il vero motivo di questa lettera, oltre a queste raccomandazioni generiche, riguarda una questione assai spinosa. I suoi sporchi mandanti le avranno certo detto che quello stalinista mai pentito di Fassino ha osato definirmi “burattinaio”. Ora, per prima cosa uno come Fassino non ha il diritto di esprimere opinioni su di me. È anoressico di famiglia, me l’ha detto Maria De Filippi, è triste da anni, me l’ha riferito Vespa su suggerimento antropomorfico di Crepet, ed è pure comunista, me lo ha confidato Emilio Fede al terzo giro di poker. Uno così non ha nessun diritto di parlare, se lo vede una velina scappa come se avesse di fronte un fantasma. Eppoi è anche basso, si mette sempre i trampoli per sembrare alto, ma è così pezzente che se li è fatti fare di legno marcio. E allora per stare in equilibrio s’è dovuto curvare tutto. Eppoi io non sono un burattinaio manco per un cazzo. Io, al massimo, potrei essere un imprenditore del settore falegnameria. Ho deciso quindi di querelarlo, di fargli pagare le stesse pene che lui ha osato infliggere a me ed ai miei amici. Me l’ha consigliato Previti, che sta cercando di rubare il portafoglio a Giuliano Ferrara. E non si lasci turbare dal fatto che Fassino è un delinquente riconosciuto da un altro delinquente come Marini. Mica tutti possono pagarsi uno stalliere mafioso, soprattutto adesso che essere mafioso è un buon motivo per avere punteggio nei concorsi pubblici. E senza nemmeno bisogno di dirlo a bassa voce. No, lei deve rendersi conto che tutto quello che questa schifosa sinistra sta organizzando viola i principi della democrazia liberale e della dialettica politica, che io incarno personalmente o per interposto Bondi. Lei non solo deve darmi ragione, ma deve condannare Fassino a diventare legno per i burattini, così finalmente posso riempire qualche vuoto d’organico nei miei telegiornali. E si ricordi, maledetto giudice comunista, che lei è sotto controllo, e non ci scapperà. Anche se non sappiamo chi sia, e non ci interessa. A dire il vero non ci interessa nemmeno di cosa stiamo parlando, l’importante è che i miei sudditi capiscano che io sono il Bene, e gli altri il male. Pure Fassino.

Comunque, brutto pezzente di un magistrato comunista, non si preoccupi. Lei non ha niente da temere, tanto le abbiamo già tolto tutto. Ed il cancro che lei rappresenta le si ritorcerà contro e non le darà scampo. Mi implorerà, a breve, di diventare come l’avvocato Taormina, così da trovare il coraggio per andare in aula e farsi una biopsia in diretta per dimostrare che il cancro glielo ha fatto venire il sangue rosso comunista. Infine, non vorrei che pensasse che io sono irrispettoso delle istituzioni. A me le istituzioni sono sempre piaciute, tanto che me le sono anche comprate. A proposito, facciamo in fretta, quanto costa lei?

Silvio Giustiniano Berlusconi

(alessandro nava)

Related Tags:
Previous Topic:

Leave a Comment

Della stessa categoria

DELIRI IN SOGNO

Sogni sfuggiti al vinoa sua volta evaso agli annie..in delirio…………. Preti nei campipolitici [Read More]

MERDACCE

Mazzini,Garibaldilungimiranti in dazio alla storiaa ogni brillar d’oro una scoriae avevano [Read More]

DESTRA,SINISTRA,CENTRO

Additi misticidestra,sinistra,centroa vie celestialima con mignotteelette Regine maitressesu foto di lingerienon si va [Read More]

Chiedo Un Dono

  Se tocchi, sentirai la rabbia espandersi come un tuono in piena tempesta Se guardi, vedrai volare via il sogno [Read More]

Il Demonio Licenziato

  Un emozione da non ricordare è una paura da dimenticare Ma se tu vuoi ancor più a fondo scavare [Read More]

Who's Online

  • 0 Members.
  • 10 Guests.

Adv

Newsletter

RSS Il Fatto Quotidiano